Posts by tag: bcc ravennate forlivese e imolese

Economia 20 Febbraio 2022

La Bcc ravennate forlivese e imolese, nel 2021 crescono del 40% i finanziamenti a imprese e famiglie

Nel 2021 La Bcc ravennate forlivese e imolese, realtà che conta oltre 33.500 soci, ha confermato il risultato dell’anno precedente con un utile netto di 24 milioni di euro, una raccolta totale di 6,3 miliardi di euro e impieghi verso la clientela per 3,2 miliardi. È quanto emerge dal Bilancio di esercizio approvato dal Consiglio di amministrazione nei giorni scorsi. La Bcc ha dato sostegno sia alle attività produttive con circa 285 milioni di euro di nuovi finanziamenti alle imprese, sia alle famiglie con oltre 2.800 mutui casa per circa 355 milioni di euro e un incremento di oltre il 40% rispetto all’anno precedente.

«I buoni risultati derivanti dalla prudente gestione adottata – spiega il presidente de La Bcc, Secondo Ricci – ci permettono di confermare un plafond di 1,8 milioni di euro da destinare alle erogazioni liberali di beneficenza e sponsorizzazioni sociali, che costituisce il nostro “dividendo” al territorio, e di consolidare i benefici offerti ai soci, in particolare per promuovere adeguati livelli di coperture assicurative e previdenziali. Il Cda ha inoltre proposto di distribuire parte dell’utile agli azionisti sotto forma di dividendo in misura dell’1,5%». (lo.mi.)  

Nella foto: il presidente de La Bcc ravennate forlivese e imolese, Secondo Ricci

La Bcc ravennate forlivese e imolese, nel 2021 crescono del 40% i finanziamenti a imprese e famiglie
Cronaca 28 Aprile 2020

Le banche alla prova del post-Covid. Bcc ravennate, forlivese e imolese: «Prevedibili nuove aggregazioni»

Il sistema bancario è un tassello fondamentale dell’economia e lo sarà anche per la ripartenza dopo l’emergenza Covid-19. Lunedì 20 sono partiti i famosi prestiti sotto i 25 mila euro da erogare «in giornata» o quasi. E ci sono le misure del «Cura Italia» e quelle del «decreto liquidità», il Fondo di garanzia delle Pmi e le richieste di anticipo sulla cassa integrazione. Per capire qual è la situazione nel circondario imolese ci siamo rivolti a tre istituti radicati nel territorio. Continuiamo con la Banca di credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese.

Dopo il «cura Italia» e il «decreto liquidità», attendiamo ulteriori misure economiche del Governo per sostenere la ripresa o meglio la «ripartenza». Ma quali sono state le richieste più frequenti che vi sono arrivate in queste settimane da famiglie e imprese e quali interventi avete messo in campo?
«Le richieste di moratoria sono state numerosissime, circa 5.000 per oltre 60 milioni di rate sospese – precisa Gianluca Ceroni, direttore generale del Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese -. Considerato il numero di richieste che stanno ancora pervenendo ipotizziamo che circa il 50 per cento delle imprese ed un 15-20 per cento delle famiglie ricorra a tale possibilità, finendo per raddoppiare sostanzialmente i numeri suddetti». (r.cr.)

L”intervista completa nel numero del Sabato sera del 23 aprile

Le banche alla prova del post-Covid. Bcc ravennate, forlivese e imolese: «Prevedibili nuove aggregazioni»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast