Posts by tag: bilancio

Cronaca 5 Agosto 2022

Il «tesoretto» di Castello per strade, sociale e verde

In anticipo di qualche giorno rispetto al termine fissato per fine luglio, il Consiglio comunale di Castel San Pietro ha approvato due importanti delibere.

Con la prima, è stato modificato il Programma triennale dei lavori pubblici 2022-2024 e l’elenco annuale 2022, prevedendo così diversi interventi aggiuntivi per l’anno in corso: manutenzione stra- ordinaria alla viabilità comunale (551 mila euro); restauro e risanamento conservativo delle facciate e del portico dell’edificio ex Pretura (180 mila euro); lavori di manutenzione straordinaria in via Moro all’intersezione con via Scania e al marciapiede di via Tanari (125 mila euro) e lavori di manutenzione straordinaria delle vie Moro, Tanari, Viara, Tosi, Fratelli Cervi, Pacinotti e Sardegna (285 mila euro). A questo si è aggiunta la variazione al Piano biennale degli acquisti di forniture e servizi 2022-2023 per l’ac- quisto di buoni pasto (90 mila euro); servizi di potatura del verde comunale (146.400 euro); manutenzione impianti di condizionamento estivo (94.794 euro); acquisto di un mezzo di trasporto attrezzato per disabili e anziani (50 mila euro) e l’adeguamento degli importi per l’acquisto di un veicolo di servizio allestito come ufficio mobile della polizia locale.

Passando, invece, alla seconda delibera, si conferma un bilancio in equilibrio e «la variazione approvata – precisa il vicesindaco Bondi – stanzia risorse su diversi settori, andando ad applicare 1.482.380 euro di avanzo di bilancio». Nel dettaglio, contributi economici alle famiglie su base Isee (205 mila euro); contributi agli investimenti delle attività di commercio e piccole imprese (100 mila euro); sostegno ai gestori degli impianti sportivi (100 mila euro); realizzazione di un sistema di indirizzamento del traffico (100 mila euro); manutenzione straordinaria dell’immobile lascito Luc- chese (100 mila euro); lavori aggiuntivi per sottoservizi e rifacimento pavimentazione delle vie Matteotti e Cavour (100 mila euro); manutenzio- ne straordinaria del Centro giovanile (73 mila euro); manutenzione straordinaria e acquisto arredi per l’ap- partamento lascito Bertocchi (72 mila euro); manutenzione straordinaria degli impianti sportivi (20 mila euro) e l’incremento delle risorse per i voucher dei centri estivi (13 mila euro). (r.cr.)

Il «tesoretto» di Castello per strade, sociale e verde
Cronaca 30 Luglio 2022

Gli azionisti di Tper approvano il bilancio 2021 e confermano Giuseppina Gualtieri alla guida

L”assemblea degli azionisti di Tper ha approvato all’unanimità il bilancio d”esercizio al 31 dicembre 2021 e la destinazione dell’utile di 5,1 milioni di euro, con la distribuzione di dividendi per 2,5 milioni di euro e i restanti 2,6 milioni di euro destinati a riserve, legale e straordinaria.
I soci hanno poi nominato i cinque componenti del Consiglio d’Amministrazione in carica per il triennio 2022-2024, designando Giuseppina Gualtieri nel ruolo di presidente e amministratore delegato, Alessandro Albano, Eva Coisson, Salvatore Fallica e Maria Elisabetta Tanari.
«Ringrazio i Soci per la fiducia che hanno voluto accordarmi – commenta Gualtieri – per proseguire quel percorso di sviluppo strategico della mobilità, condiviso con le istituzioni, che ha portato al raggiungimento di risultati positivi e ad un consolidamento aziendale che si è rivelato particolarmente importante specie in questi ultimi anni, segnati dalla pandemia. Siamo in una fase che si profila molto difficile e impegnativa in un contesto che pone insieme i grandi cambiamenti della sfida della sostenibilità a tutto campo, ambientale sociale ed economica, all’interno di innovazioni tecnologiche di portata epocale e, allo stesso tempo, condizioni e scenari incerti e difficilissimi per le nuove emergenze derivanti dal contesto internazionale scatenato dalla guerra in Ucraina». (r.cr)

Immagine di archivio

Gli azionisti di Tper approvano il bilancio 2021 e confermano Giuseppina Gualtieri alla guida
Cronaca 25 Luglio 2022

La Giunta vara l'assestamento di bilancio. 3,2 milioni di euro accantonati per il caro energia

L’Amministrazione Panieri vara l’assestamento di bilancio 2022, che arriverà in Commissione bilancio domani e in Consiglio comunale giovedì. «Nonostante il peso dei rincari dei costi dell’energia, la buona gestione dei conti, secondo una tradizione consolidata, consente di mantenere il bilancio in equilibrio e solido – osserva Fabrizio Castellari, vicesindaco con delega al Bilancio –, tale da permetterci di destinare più risorse verso i bisogni di famiglie, scuola e sociale che emergono in questo momento, e mantenere gli impegni su un alto livello per gli investimenti e la manutenzione».

Nei dettagli, sul primo versante l’assestamento prevedere 215.000 euro per aumentare le agevolazioni tariffarie sui servizi educativi e scolastici, 192.000 euro verso il sociale, e 1 milione e 268.000 euro a favore dei servizi di refezione e trasporto scolastico, servizi all’infanzia, assistenza e integrazione scolastica dei bambini/e disabili.

Seguono 1 milione e 86.000 euro di avanzo vincolato, oltre a 475.000 euro già impegnati per la manutenzione delle strade, 470.000 euro trasferiti ad Area Blu per il servizio aggiuntivo di manutenzione degli immobili del patrimonio comunale e 125.000 euro per investimenti puntuali in impianti sportivi.
Inoltre, vengono accantonati ad ulteriore riserva 475.000 e messi a sostegno delle famiglie, dei centri sociali (in quanto gestori di parte del patrimonio comunale) e per i rincari patiti dai gestori degli impianti natatori.

Infine, il capitolo energia: «Il principio di buona amministrazione e prudenza ci impone di accantonare una somma di 3,2 milioni per costi energetici, anche in previsione di quanto potrà accadere in autunno – conclude Castellari –. Se l’energia costa di più per famiglie e imprese, anche per il Comune accade la stessa cosa. E’ un problema di tutti i comuni italiani, non solo del Nostro, e attraverso l’Anci i comuni hanno sollecitato e sollecitano il governo e attendono dallo Stato nuove e più consistenti risposte, per quest’anno e per gli anni futuri». (lu.ba.)

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, il Comune di Imola

La Giunta vara l'assestamento di bilancio. 3,2 milioni di euro accantonati per il caro energia
Cronaca 7 Luglio 2022

Medicina tra i primi Comuni ad approvare la destinazione dell'avanzo di bilancio

Il Consiglio comunale di Medicina ha approvato l’assestamento di bilancio e la destinazione dell’avanzo dell’esercizio 2021 pari a circa 2 milioni e 600.000 euro.

Un milione e 700.000 euro verranno destinati a finanziare gli investimenti già inseriti nel piano delle opere prioritarie del Comune. All’interno della programmazione degli investimenti è stato inoltre aggiunto il progetto della Cittadella della Sicurezza, un’opera dedicata alle associazioni di volontariato che si occupano di controllo e tutela del territorio e che partirà dalla progettazione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco volontari.
Altri 575.000 euro contribuiranno a fronteggiare il forte aumento delle utenze e il costo del servizio energia elettrica e riscaldamento (già nel bilancio di previsione 2022 la spesa era stata incrementata a 1 milione e 100.000 euro, ndr) e circa 46.000 euro verranno destinati alla manutenzione e illuminazione pubblica.
Riservato invece alle politiche sociali e ai servizi scolastici un importo di circa 200.000 euro. Tra le varie destinazioni, più di 30.000 euro a sostegno delle famiglie in condizioni di fragilità economica, più di 56.000 euro trasferiti all’Asp per supporto alle politiche sociali e 24.000 euro per la gestione dei nidi comunali.

«L’aumento ingente delle utenze carica questo bilancio di ulteriori 800.000 euro rispetto al 2021 – commenta Donatella Gherardi, assessore al Bilancio –. Nonostante il nostro avanzo riesca a sopportarlo, questo dimostra come sia necessario continuare a investire sull’efficientamento energetico come stiamo già facendo da anni. Certo è che se non arriveranno in tempi stretti degli aiuti governativi l’aumento delle utenze porterà grossi problemi ai Comuni in difficoltà».
«Seppur tra le tante difficoltà del periodo che stiamo vivendo, continuare a spingere sugli investimenti, sulle manutenzioni e sulla qualità dei nostri servizi è la priorità che ci siamo dati come Amministrazione comunale – aggiunge Matteo Montanari, primo cittadino –. L’aumento delle bollette legate alla crisi energetica ci chiede inoltre un’attenzione particolare nei confronti delle famiglie più fragili». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Medicina, il sindaco

Medicina tra i primi Comuni ad approvare la destinazione dell'avanzo di bilancio
Cronaca 17 Giugno 2022

Terremerse chiude il 2021 con un bilancio consolidato da 270 milioni di euro

Nel 2021 il fatturato di Terremerse è risultato pari a 248,4 milioni di euro, in crescita per oltre 88 milioni rispetto al 2020, mentre quello del bilancio consolidato è di circa 270 milioni. Il risultato netto, positivo per oltre 1,2 milioni di euro, include importanti accantonamenti incrementali rispetto al budget per circa 1,7 milioni di euro, a fronte di rischi collegati alla congiuntura attuale e a fondo spese future per costi che dovranno essere sostenuti nei prossimi esercizi, di importo non esattamente determinabile.

«Da qualche anno si è innescato un circolo virtuoso che ha permesso a Terremerse di migliorare tutti i propri indici economici, patrimoniali e finanziari, rendendo la cooperativa più solida e attrattiva per gli agricoltori e gli stakeholders in generale – commenta Emilio Sabatini, direttore generale –. Questo è stato reso possibile anche grazie a un processo di riorganizzazione e sviluppo organizzativo che, a fronte delle aumentate dimensioni e del necessario ricambio generazionale, ha permesso di valorizzare risorse interne e acquisire nuove competenze dall’esterno. La marcata riduzione del debito finanziario, le maggiori risorse e il migliore accreditamento di Terremerse sono anche funzionali a poter cogliere, in modo selettivo, opportunità di investimento per la continua crescita e affermazione del nostro modello di impresa».

«Lo sviluppo dimensionale, se correttamente gestito, consente di elevare le sinergie e l’integrazione tra i vari comparti della cooperativa – aggiunge Marco Casalini, presidente –. Ricordiamo, infatti, che il dialogo con nuove aziende agricole e con un nuovo territorio, può offrire opportunità contestualmente per le agroforniture, i cereali e l’ortofrutta. Senza mai trascurare il aettore Carni, che sta puntando anch’esso su uno sviluppo commerciale e industriale attraverso investimenti in tecnologia». (lu.ba.)

Fotografia di Terremerse

Terremerse chiude il 2021 con un bilancio consolidato da 270 milioni di euro
Economia 1 Giugno 2022

Nel bilancio Cefla l’utile netto cresce del 59%, Cda riconfermato

Un utile netto a 50 milioni, in crescita del 59% rispetto al 2020, ricavi per 574 milioni di euro (+21%), patrimonio netto a 308 milioni (+14%). Sono alcuni dei risultati conseguiti da Cefla nel 2021, «risultati raggiunti – spiega la cooperativa imolese – in uno scenario macro-economico globale che ha visto nel secondo e terzo trimestre del 2021 una ripresa dell’economia italiana molto sostenuta».

Nel quarto trimestre del 2021 e nel primo del 2022 sull’attività economica mondiale hanno pesato gli effetti della recrudescenza della pandemia e le tensioni nelle catene di fornitura globali. «Nonostante ciò – proseguono da Cefla – le attività di ricerca e sviluppo, innovazione, ampliamento della gamma prodotti, digitalizzazione ed esplorazione di nuove iniziative si sono sviluppate, settore per settore, sia a vantaggio delle Business unit a vocazione industriale (Medical, Finishing e Lighting), sia a vantaggio della business unit Engineering per un ammontare complessivo di 9,4 milioni di euro».

In occasione dell’assemblea sociale del 27 maggio scorso, che ha visto l’approvazione del Bilancio 2021, è stato inoltre riconfermato per i prossimi tre anni l’intero Consiglio di amministrazione uscente: Gianmaria Balducci alla Presidenza, Claudio Fedrigo alla Vice Presidenza, oltre ai Consiglieri Yuri Della Godenza, Nevio Pelliconi e Cristian Pungetti. (lo.mi.) 

Nella foto: il Cda riconfermato di Cefla (secondo da sinistra, il presidente Gianmaria Balducci)

Nel bilancio Cefla l’utile netto cresce del 59%, Cda riconfermato
Cronaca 31 Maggio 2022

Terme di Castel San Pietro, il 2021 segna un recupero dopo la pandemia

Un Bilancio di esercizio 2021 che, seppur ancora pesantemente condizionato dalla pandemia, denota un importante recupero dopo le difficoltà del 2020. L’assemblea dei soci di Terme di Castel San Pietro ha approvato in questi giorni il documento finanziario e ha esaminato l’andamento dei primi mesi di attività dell’anno in corso. Nello stesso tempo sono state rinnovate le cariche sociali con la conferma del Consiglio di amministrazione (Corrado Zaccaria, presidente; Renato Alberici, vicepresidente; Stefano Iseppi, amministratore delegato).
«Nel 2021 le nostre Terme hanno riaperto il 29 marzo e fino a inizio estate l’afflusso è stato limitato e controllato per via della pandemia – ricorda Iseppi -. Nonostante negli istituti termali sanitari non siano stati registrati focolai di infezione, per tutto l’anno alcune cure sono state sospese e sono stati necessari costi supplementari per il personale e i dispositivi. Tuttavia è stato mantenuto l”impegno dell”azienda nel mantenere tutti i livelli occupazionali, incluso quelli dei lavoratori stagionali, così come sono continuati gli investimenti, per circa 300.000 euro, dedicati al miglioramento degli impianti. Fra questi le tecnologie a servizio del reparto fanghi termali».
Inoltre,«importanti gli interventi di riduzione dei consumi energetici, per i quali le Terme si sono attivate da anni, con oculate politiche di acquisto di energia e impianti di cogenerazione – sottolinea -, riuscendo così a reggere per il momento l’urto dell”enorme aumento dei costi che da fine 2021 stanno mettendo a dura prova l’intero sistema termale italiano, un comparto decisamente energivoro per la necessità di calore a fini terapeutici». (lu.ba.)

Nella fotografia delle Terme, la piscina termale

Terme di Castel San Pietro, il 2021 segna un recupero dopo la pandemia
Cronaca 10 Maggio 2022

La giunta approva il rendiconto dell’esercizio finanziario 2021: «Bilancio solido»

La Giunta imolese ha approvato il rendiconto dell’esercizio finanziario 2021 con un avanzo libero che supera i 5,9 milioni di euro.
«La fotografia che esce è quella di un bilancio sano e solido, con i conti in ordine, nella migliore tradizione di questa città – commenta Fabrizio Castellari, vicesindaco con delega al Bilancio –. Da qui ripartiamo per guardare avanti, dopo gli anni segnati dall’emergenza Covid».
L’avanzo libero verrà utilizzato per dare risposta a tre priorità: sostegno agli investimenti e rafforzamento delle manutenzioni a partire da scuole, strade, viabilità, verde pubblico e più in generale a tutto il patrimonio comunale, nuova emergenza energetica (il cosiddetto caro-bollette), e sempre maggiore attenzione al sociale, alle famiglie, all’offerta scolastica ed ai servizi educativi, al welfare e alle persone e alle fasce più deboli della popolazione. (lu.ba.)

La giunta approva il rendiconto dell’esercizio finanziario 2021: «Bilancio solido»
Cronaca 12 Marzo 2022

Tariffe invariate e investimenti al centro del bilancio preventivo del Comune di Dozza

Aliquote e tariffe invariate per il triennio 2022-2024, e molti investimenti. Sono le due linee principali del bilancio preventivo del Comune di Dozza. Il primo punto è «una scelta strategica, assolutamente non scontata, resa possibile da una attenta ed oculata gestione delle risorse – rivendica Luca Albertazzi, primo cittadino -. Per l’ottavo anno consecutivo non graveremo sulle tasche dei nostri cittadini ma cercheremo altrove la copertura dei maggiori costi, in particolare per l’energia elettrica e il gas, che anche la struttura comunale deve sostenere. Un elemento di stabilità assolutamente unico nel panorama territoriale».

Sul secondo versante, «insisteremo sulla capacità di intercettare quelle risorse finalizzate alla realizzazione di nuovi progetti – aggiunge –. Il rilancio degli investimenti pubblici, la consolidata attenzione alle politiche ambientali e turistiche, la valorizzazione dei talenti e delle capacità inespresse continueranno a favorire la nostra ripresa economica e culturale».

Affidati i lavori di riqualificazione ed ampliamento dell’ex Bocciofila comunale di Toscanella e della scuola dell’infanzia Toschi Cerchiari di Dozza, due grandi cantieri che si concluderanno nel 2023, la progettualità dell’ente si sposta sull’apertura al pubblico dei servizi pubblici in piazza Fontana con annessi nuovi stalli per i camper. E tra gli obiettivi programmatici ci sono anche la realizzazione di un nuovo parcheggio nell’area del campo sportivo di via Pascoli a Dozza, la riqualificazione in chiave turistico-culturale del parco della Rocca e la realizzazione della pista ciclopedonale Toscanella-Dozza. (lu.ba.)

Nella foto (Isolapress): veduta aerea di Dozza

Tariffe invariate e investimenti al centro del bilancio preventivo del Comune di Dozza
Economia 18 Agosto 2021

Il bilancio sociale 2020 di Seacoop, 912 utenti in asili, servizi per l’infanzia, residenze anziani e a domicilio

Oltre 900 utenti in asili, servizi per l’infanzia, residenze anziani e a domicilio; 407 dipendenti e 268 soci, di cui 242 donne; oltre 11 milioni di euro di fatturato con un attivo patrimoniale di 7,3 milioni di euro e una perdita di circa 84 mila euro; un sistema di qualità aziendale certificato anche per 16 dipendenze esterne a Imola, Ozzano Emilia, Castel San Pietro, Castel Guelfo, Monterenzio, Mercatale, Dozza e Casalfiumanese. È questo in sintesi il 2020 di Seacoop, descritto nel Bilancio sociale della cooperativa imolese.

«Quanto ci è accaduto nel 2020 – commenta la presidente Roberta Tattini, al suo settimo mandato – ci ha fortemente stimolato a mettere in atto cambiamenti organizzativi e azioni di flessibilità in tempi velocissimi, come imparare e adattarsi da un giorno all’altro all’utilizzo di piattaforme tecnologiche di gestione delle riunioni e di mantenersi in contatto con le persone che fruiscono dei centri e dei servizi. I tempi di accelerazione dei percorsi di apprendimento dell’utilizzo e dell’acquisizione dei supporti tecnologici, ha modificato le modalità operative del nostro fare e ora il percorso di innovazione digitale deve proseguire». (lo.mi.) 

Nella foto (tratta dalla pagina Facebook di Seacoop): esercizi di fisioterapia al centro diurno Ali Blu di Castel San Pietro

Il bilancio sociale 2020 di Seacoop, 912 utenti in asili, servizi per l’infanzia, residenze anziani e a domicilio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA