Posts by tag: cassonetti

Cronaca 16 Novembre 2020

A Imola cassonetti dell’immondizia più puliti grazie allo spazzamento

La guerra ai mozziconi di sigaretta è uno dei primi atti concreti dell’assessora all’Ambiente del Comune di Imola, Elisa Spada. Un altro è lo spazzamento attorno alle isole ecologiche di base (Ieb), che si aggiunge alle operazioni di svuotamento e pulizia dei cassonetti e che segue l’introduzione della pulizia dei contenitori con apposito additivo sanificante in vigore già dalla primavera. «Lo spazzamento esterno non era previsto fino ad ora, ma sta per partire grazie ad un avanzo sul budget che era stato preventivato a inizio anno – spiega l’assessora –. Entro Natale verrà fatto due volte. È un’attività di pulizia specifica e ci vogliono due settimane per fare il giro di tutte le postazioni dei cassonetti. Non è solo una questione di decoro, ma anche di sicurezza». (mi.ta.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto: lavaggio dei cassonetti a cui si aggiungerà, in questi giorni, lo spazzamento attorno ai contenitori

A Imola cassonetti dell’immondizia più puliti grazie allo spazzamento
Cronaca 2 Maggio 2018

Sacchetti fuori dai cassonetti, a Castel Guelfo controlli e sanzioni delle Cgam

A Castel Guelfo è aumentato il fenomeno degli abbandoni dei rifiuti fuori dai cassonetti. «Abbiamo avuto un incremento di sacchetti lasciati all’esterno dall’estate del 2017, quando i nuovi contenitori della raccolta differenziata sono stati posizionati anche a Sesto Imolese e a Sasso Morelli perché persone residenti in quella zona utilizzavano i nostri ancora aperti – dice Federico Cenni del Corpo Guardie ambientali metropolitane (Cgam), che effettuano i controlli in convenzione con il Comune -. Le situazioni più critiche sono a Casa Bettola, ossia via di Dozza e dintorni e in via Fantuzza. In quest’ultima, per un periodo abbiamo anche posizionato una telecamera, che è servita più che altro come deterrente».

Individuare i responsabili, però, non è semplice. «E’ successo in due o tre casi e solo uno era di Castel Guelfo – prosegue Cenni -. La sanzione è stata di 60 euro. Ora speriamo che con l’introduzione dei nuovi cassonetti dal mese di giugno la situazione migliori». Le postazioni caleranno da 51 a 31, i contenitori saliranno da 127 a 186. Il Comune per il nuovo sistema di raccolta pagherà «12.779 euro all’anno per i primi cinque anni per l’investimento iniziale più 11.764 euro all’anno in più come costo di gestione del servizio» dettaglia il sindaco, Cristina Carpeggiani. L’ente locale, a differenza di Dozza, non sembra intenzionato a introdurre da subito la tariffa puntuale, con la quale si paga (anche, ma non solo) in base all’indifferenziato conferito. «Servono 6-8 mesi di verifica prima di decidere quale tariffa applicare, deciderà l’Amministrazione che verrà dopo di noi nel 2019» conclude Carpeggiani.

gi.gi.

Nella foto: la situazione a Casa Bettola in via di Dozza e dintorni

Sacchetti fuori dai cassonetti, a Castel Guelfo controlli e sanzioni delle Cgam
Cronaca 17 Aprile 2018

Nuova raccolta rifiuti a Castel Guelfo, previsti incontri pubblici per informare la cittadinanza

Il Comune di Castel Guelfo, in collaborazione con Hera, ha deciso di avviare un importante cambiamento nei servizi di raccolta rifiuti, con l’intento di aumentare la raccolta differenziata e recuperare quantità sempre maggiori di materiali riciclabili, come organico, plastica e vetro, carta. I cambiamenti riguardano il sistema di riconoscimento per tutti i contenitori dei rifiuti, tranne quello del vetro, che saranno apribili solo con una tessera nominativa, la Carta Smeraldo, che potrà essere utilizzata in tutte le isole ecologiche di base, senza limiti.

I cassonetti saranno raggruppati in postazioni (isole ecologiche di base), in ciascuna delle quali si troveranno tutte le principali raccolte differenziate (organico, potature, plastica e lattine, vetro, carta e cartone, che dovranno essere conferiti negli appositi cassonetti e non più nei sacchi). Ci sarà anche il contenitore per l’indifferenziato che, diversamente dagli altri, sarà dotato di una calotta che permette l’inserimento di quantità limitate di rifiuti pari a 30 litri, l’equivalente di un sacchetto della spesa. La bolletta, come già succede ora, potrà essere ridotta grazie ai conferimenti diretti alla stazione ecologica di Castel Guelfo, in via Luigi Maria Casola, dove sono aumentati gli sconti per carta, cartone, vetro, plastica e lattine, batterie auto/moto e oli vegetali e minerali, passati da 0,15 a 0,165 euro per ogni kg conferito, così come è incrementato da 5,16 a 6 euro/anno per ciascun componente del nucleo famigliare lo sconto per l’utilizzo della compostiera fornita in uso gratuito da Hera o per la pratica del compostaggio in fossa. Inoltre è stato introdotto un nuovo sconto per il conferimento dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche di 4 euro per ogni conferimento, fino a un massimo di 12 euro l’anno.

Per informare la cittadinanza, in questi giorni è in distribuzione la lettera che invita a partecipare agli incontri pubblici in programma per illustrare i servizi: domani ore 17.30 con replica alle 20.30 nella sala consiliare al primo piano del municipio, in via Gramsci 10; giovedì 19 aprile alle ore 17.30 alla sala ristorazione Due Castelli, in via della Concia 15. A partire dal 30 aprile gli informatori ambientali consegneranno ai cittadini e alle attività produttive le tessere Smeraldo, che potranno essere utilizzate in tutti i cassonetti installati nell’intera città e senza limiti di utilizzo. Gli informatori ambientali saranno riconoscibili dall’apposita pettorina gialla indossata con la scritta Assistente Smeraldo e dal cartellino nominativo. In nessun caso possono accettare denaro. In caso di dubbio, si potrà chiedere conferma del nominativo al servizio clienti Hera 800 999 500. Alle utenze verranno consegnate anche la pattumiera aerata e una dotazione di sacchetti per l’organico (alle famiglie), un rotolo di venti sacchetti a misura di calotta per l’indifferenziato e l’opuscolo sui nuovi servizi.

r.c.

L”articolo completo su «sabato sera» del 12 aprile.

Nella foto (tratta dal sito del Comune): Castel Guelfo

 

Nuova raccolta rifiuti a Castel Guelfo, previsti incontri pubblici per informare la cittadinanza
Cronaca 13 Aprile 2018

Raccolta rifiuti, parte domani a Castello la posa dei nuovi cassonetti

Partirà domani e terminerà il 24 aprile la posa dei nuovi cassonetti per la riorganizzazione della raccolta dei rifiuti urbani nel Comune di Castel San Pietro. Complessivamente saranno 148 le nuove isole ecologiche di base sul territorio, per un totale di 884 contenitori.

Le operazioni partiranno da Osteria Grande e ogni isola ecologica è costituita da cassonetti e campane per la raccolta dei materiali provenienti dalle principali raccolte differenziate (carta/cartone, potature, plastica/lattine, vetro, organico) e dal cassonetto per l’indifferenziato che sarà dotato di calotta. Durante la fase di posizionamento tutti i contenitori saranno utilizzabili senza l”utilizzo delle tessere Smeraldo.

Dall”8 maggio in poi, invece, tutti i contenitori, a eccezione del vetro, saranno apribili solo con l’apposita tessera fornita in dotazione. Chi, per caso, ne fosse ancora sprovvisto la può ritirare, insieme al kit per utilizzare i nuovi servizi (opuscolo informativo, il bidoncino e i sacchetti per la raccolta dell’organico, una dotazione di sacchetti per la raccolta dell’indifferenziato), agli sportelli tessere permanenti, aperti in Municipio (Piazza XX Settembre 3) tutti i mercoledì dalle 9 alle 12 e al Centro civico di Osteria Grande, in via Broccoli 40, aperto tutti i martedì dalle 15 alle 18.

r.c.

Nella foto: raccolta differenziata a Osteria Grande

Raccolta rifiuti, parte domani a Castello la posa dei nuovi cassonetti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast