Posts by tag: circondario

Cultura e Spettacoli 31 Dicembre 2019

Gli appuntamenti di San Silvestro

Appuntamenti per tutti i gusti per gli imolesi e i residenti del Circondario che festeggeranno il Capodanno a casa.

Imola
Natale zero pare al Mercato ortofrutticolo, con cenone street food (ore 19.30), concerto della Shotgun Blues Band (ore 21), concerto de Gli Italiani (ore 00.45) e dj set fino alel 4 del mattino.
Notte di San Silv-Estro a Estro-Lo spazio delle idee, con cena e musica, dalle 20. Prezzo: 22 euro adulti, 17 euro bambini.
Cena di beneficenza, balli, canti, giochi e tombola al centro culturale Primola, dalle 20.30. Prezzo: 25 euro, con ricavato devoluto all’associazione “Cospe” per progetti in Senegal. Prenotazioni al numero 0542/27130 o all’indirizzo e-mail info@primola.it.
Cena e musica/ballo con l’orchestra di Widmer Garavini al centro sociale “La stalla”, dalle 21. Prezzo: 30 euro. Prenotazioni ai numeri 0542/640670, 338/3616965 e 349/6404151.
Spettacolo di fuochi artificiali Selena, incanti di Luna alla Rocca sforzesca, a mezzanotte.
Concerto L’urlo dell’africanità di Lisa Manara al Mojito Caffè di Linaro, alle 20. Dopo il brindisi, dj set di Dj Paso.
Cena, balli, karaoke e musica al circolo di Sasso Morelli. Prezzo: 20 euro adulti, 10 euro bambini fino a nove anni. Prenotazione ai numeri 334/2729588 e 347/3170252.

Castel San Pietro
La festa per tutti comincia con lo spettacolo Classica for Dummies della Microband al teatro “Cassero” (ore 21.30. Prezzo: 20 euro intero, 18 euro ridotto. Informazioni e prenotazioni ai numeri 0542/43273 e 335/5610895), per continuare nella piazzetta del Cassero con panettone, spumante e spettacolo di fuochi artificiali.
Cena al centro sociale “Scardovi”. Informazioni al numero 051/941126.
Cena e musica/ballo con dj Albertass al centro sociale “Val Quaderna” di Palesio, dalle 19.45. Informazioni al numero 335/8151563.

Castel Guelfo
Capodanno in corte a Castel Guelfo, con cena in piazza XX settembre (ore 20.30), concerto dei Colpo sicuro (ore 22.30), brindisi offerto dalla Pro loco, e dj set (ore 01).

Medicina
La festa per tutti comincia con lo spettacolo Mi non l’ha sanper dett…, della compagnia “Al Nostar Dialatt”, alla Sala del Suffragio (ore 21.30, informazioni e prenotazioni al numero 333/9434148 o all’indirizzo e-mail info@eclissidilana.it), per continuare in piazza Garibaldi con panettone, cioccolata calda e spumante, rogo del vecchione, e spettacolo pirotecnico (dalle 23).
Festa anche al centro sociale “Ca’ Nova”, con cena e musica/ballo con l’orchestra di Maria Grazia Pasi e Gigi Bondioli, dalle 19. Informazioni e prenotazioni ai numeri 320/6015411 e 366/9586830.

Gli appuntamenti di San Silvestro
Cronaca 26 Dicembre 2019

Gli appuntamenti di Santo Stefano

Appuntamenti per tutti i gusti per gli imolesi e i residenti del Circondario che vorranno approfittare della giornata di Santo Stefano per una gita fuori porta.

Imola
Quarantanovesima edizione del Santo Stefano dei ragazzi organizzato dal comitato territoriale di Imola e Faenza della Uisp al palazzetto dello sport “Amedeo Ruggi”, alle 15. Si esibiranno Accademia Kung Fu (kung fu), Gamma Club (danza), Imola Lacrosse (lacrosse), Imola Roller e Magic Imola (pattinaggio artistico a rotelle), Takeshi (karate), i campioni di pattinaggio artistico Arianna Ferrentino e Federico Calzolari (primi classificati europei 2019), Gaia Colucci e Marco Garelli (terzi classificati mondiali 2019), Margherita Zanni e Jacopo Campoli (primi classificati, categoria cadetti, europei 2019), e la Compagnia delle spugne del comitato di Imola della Croce rossa italiana. Sarà presente il presidio “Giudice Alberto Giacomelli” di Libera.
Seconda giornata di Natale zero pare al Mercato ortofrutticolo, dalle 15.30, con mercatini, spettacolo di bolle di sapone Bublle On Circus, spettacolo del clown musicale Giuseppe Vetti, spettacolo del giocoliere equilibrista Gera Circus, street food e concerto del Floyd Quartet.
Concerto di Natale della corale “Lorenzo Perosi” alla chiesa dell’Osservanza, alle 20.30, con canti della tradizione natalizia italiana e mondiale.
Supertombola di Santo Stefano al centro sociale “La stalla”, alle 20.30.
Balletto Lo schiaccianoci, della compagnia “Ballet From Russia” al teatro “Ebe Stignani”, alle 21. Prezzo: platea 50 euro, palchi centrali 44 euro, palchi laterali 38 euro, galleria 29 euro. Prevendite su Ticketone.it e Vivaticket.it.
Apertura straordinaria del Museo di San Domenico per visitare le Collezioni d’arte della città e l’esposizione Antinomia di Enrico Minguzzi, dalle 15 alle 19.
Apertura straordinaria del Museo diocesano per visitare le collezzioni e l’esposizione Brillanti illusioni, dalle 15.30 alle 18.30.

Borgo Tossignano
Camminata di Santo Stefano nella valle del rio Sgarba con salita al Passo della Prè. Ritrovo davanti al municipio alle 10. Quota di partecipazione: 10 euro adulti, gratis bambini. Prenotazioni al numero 3287414401 (Stefano Schiassi).

Casalfiumanese
Aperitivo e jam session Avanzi di Natale vs Avanzi da galera a InBottega, dalle 19.30.

Castel San Pietro
Spettacolo Natale con i tuoi, Santo Stefano con noi, di Davide Dalfiume e Michele Dondarini, con ospiti Gaby Corbo e Domenico Lannutti, al teatro “Cassero”, alle 16.30. Prezzo: intero 12 euro, ridotto 10 euro. Biglietteria aperta dalle ore 10 a mezzogiorno, prenotazioni ai numeri 0542/43273, 335/5610895 e 377/9698434 o all’indirizzo e-mail spettacoli@labottegadelbuonumore.it.
Gara di briscola al centro sociale “Bertella”, alle 20.

Gli appuntamenti di Santo Stefano
Cronaca 25 Dicembre 2019

Gli appuntamenti di Natale

Oltre a essere un’ottima occasione per andare alla scoperta dei presepi allestiti in città, gli imolesi che festeggeranno il Natale a casa potranno contare su un’altra giornata all’insegna della musica, con la prima serata di Natale zero pare -otto ore di musica dal vivo- al Mercato ortofrutticolo (dalle 17) e con il concerto dei Rastrelli sdentati al bar Elio’s (ore 19).

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Gli appuntamenti di Natale
Cronaca 24 Dicembre 2019

Gli appuntamenti della Vigilia di Natale

Appuntamenti per tutti i gusti per gli imolesi e i residenti del Circondario che trascorreranno la Vigilia di Natale a casa.

Imola
Sotto l’Orologio la giornata è all’insegna della musica, a cominciare dal concerto di Natale della Filarmonica imolese con il mezzosoprano Mariantonia Marolda al teatro “Ebe Stignani”, con musiche -fra agli altri- di Berlin, Bizet e Strauss (ore 21, ingresso libero fino a esaurimento posti), e dal concerto Soul’s Anthem dei cori Vocachildren, Santiago’s e Kairos dell’Oratorio di San Giacomo alla chiesa di San Domenico (ore 21).
A Wonderland Imola, doppio appuntamento con serata ludica e Campionato Modern di Magic (ore 21).
Al Lab0542 concerto dei Fermento (dalle ore 22), mentre al bar Minimo Xmas Renna Party con i dj set di Artù dj e Teophilus dj (dalle ore 23).

Casalfiumanese
A Casalfiumanese, i locali InBottega e Ca’ Monti festeggiano assieme con la cena Una poltrona per due a InBottega (ore 20.30, prezzo: 12 euro, prenotazione obbligatoria ai numeri 333/3043854 o 333/4602771).

Castel San Pietro
A Castel San Pietro, Vigilia in da house! all’Accademia del Pomelo con il dj set di Rocchi & Lupidi (dalle 23).

Medicina
A Portonovo di Medicina, Brindisi della comunità sotto l’albero in piazza (ore 18).

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Gli appuntamenti della Vigilia di Natale
Cronaca 10 Dicembre 2019

Vittorio Neri comandante della polizia stradale di Imola

La polizia stradale di Imola ha un nuovo comandante. E’ il sovrintendente capo Vittorio Neri, già vice di Sergio Gaita. Quest’ultimo da pochi giorni è stato trasferito ad un nuovo incarico presso la Sezione della Stradale di Bologna dopo la promozione a commissario.

Neri, 54 anni, imolese, sposato, tre figli, è entrato in polizia come ausiliario durante il servizio militare. Dal 1994 è in forza al Distaccamento di via Mazzini, sede operativa distaccata di Bologna, proveniente dal reparto Mobile delle Due Torri, quindi ha maturato nella stradale un’esperienza venticinquennale; nel 2006 ha frequentato il corso da sovrintendente a Spoleto al termine del quale è stato riassegnato all’ufficio imolese.

«Ad oggi siamo in quindici e copriamo il tratto della Montanara e della Selice da Castel del Rio a Ponte Masa, la via Emilia da Bologna a Imola e la San Vitale fino a Medicina – racconta -, ma veniamo chiamati anche sull’A14 per supplire eventuali esigenze e per i pattuglioni di controllo “sulle stragi del sabato sera” che vengono svolti soprattutto a Bologna, purtroppo riusciamo a farne pochi a Imola, l’ultimo due mesi fa». (l.a.)

Vittorio Neri comandante della polizia stradale di Imola
Cronaca 7 Ottobre 2019

Studenti dell’alternanza scuola-lavoro in campo per il progetto “Vita-Circondario cardioprotetto'

Un’alternanza che previene. E’ lo slogan del progetto di alternanza scuola-lavoro che si propone di coinvolgere gli studenti degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado presenti sul territorio del Nuovo circondario imolese per eseguire ed aggiornare la mappatura dettagliata dei defibrillatori presenti sul territorio, sia nelle strutture pubbliche che private, e per effettuare interviste ai responsabili di ciascun dispositivo.

Il progetto è partito quest’anno grazie alla disponibilità del Polo liceale di Imola ed ha visto la partecipazione, dal 23 al 27 settembre scorsi, di 50 studenti delle classi 4° del Liceo delle scienze umane e del Liceo classico di Imola che, divisi in piccoli gruppi, sono stati affidati alle 10 Amministrazioni comunali del circondario per effettuare una prima completa mappatura.
In città, dieci alunne della classe 4°C del Liceo delle scienze umane sono stati accolti dall’Ufficio scuole del Comune ed hanno mappato i defibrillatori presenti nelle scuole e doposcuola (10 scuole ad Imola, la scuola dell’infanzia comunale di Sesto Imolese ed il doposcuola della parrocchia di Santo Spirito), e quindici alunni della classe 2°A del Liceo classico sono stati ospitati dall’Ufficio Sport del Comune ed hanno censito una quarantina fra palestre ed impianti sportivi all’aperto, sia comunali che privati.

Le informazioni raccolte e registrate dai ragazzi saranno fondamentali per aderire alla Rete cardioprotetta del 118 regionale ed al Progetto Dae 118 Er che, attraverso un’app mobile scaricabile su smartphone e tablet gratuitamente, permette di localizzare i defibrillatori presenti sul territorio e di fornire supporto operativo per il loro utilizzo in caso di emergenza.

«L’entusiasmo e la meticolosità con cui gli studenti e le studentesse hanno portato a termine il proprio compito sono davvero encomiabili – commenta Claudia Resta, assessore alla Scuola – e testimoniano quanto i giovani sappiano mettersi a disposizione ed essere protagonisti attivi se coinvolti in progetti concreti, rivolti al bene comune» (r.cr.)

Nella fotografia, gli studenti della 2°A del Liceo classico

Studenti dell’alternanza scuola-lavoro in campo per il progetto “Vita-Circondario cardioprotetto'
Economia 3 Settembre 2019

Crisi della frutticoltura, la Cia di Imola promuove una mobilitazione unitaria per affrontare la situazione

Una grande mobilitazione unitaria per contrastare la crisi della frutticoltura. E’ l’obiettivo della Cia di Imola che nei giorni scorsi ha promosso un incontro con i frutticoltori del territorio per fare il punto sui temi caldi del settore (i cali produttivi, le quotazioni della frutta troppo basse) e mettere a punto le strategie mettere in atto per far fronte alla situazione. Nell’occasione, si è parlato di un necessario sforzo comune tra tutte le associazioni agricole per rilanciare il settore, partendo dall’impegno congiunto di produttori, sindacati e amministratori locali per chiedere alla Regione Emilia-Romagna un sostegno immediato al comparto.

«Tutti i produttori – afferma Giordano Zambrini, presidente di Cia Imola – sanno benissimo che così non si può continuare, che la nostra frutticoltura è a rischio così come le nostre aziende e un intero sistema economico-produttivo. Le difficoltà, come hanno specificato gli agricoltori presenti, sono legate al contrasto delle patologie della frutta provocata da cimice asiatica e insetti ancora “sconosciuti”, dai cambiamenti del clima ma anche da prezzi non remunerativi, difficoltà di commercializzazione e di aggregazione. Questi problemi persistono da diverso tempo, ma sono diventati davvero insostenibili in un’annata come questa, quando praticamente nessun prodotto è in grado di portare un reddito alle aziende agricole».

«Se gli agricoltori smettono di produrre, perché farlo significa lavorare in perdita, non sono solo loro a rimetterci, ma l’intera economia del territorio, visto che le aziende agricole smetteranno di impiegare forza lavoro stagionale e anche di immettere sul mercato prodotti “made in Italy” di qualità – prosegue Zambrini -. Quindi è tutta la società, composta da lavoratori in agricoltura, famiglie e consumatori, che si troverà in difficoltà insieme a noi. Ecco perché la crisi della nostra agricoltura deve diventare un problema economico e sociale condiviso, anche dagli amministratori del Circondario, dal sindaco della Città metropolitana e dai sindacati agricoli. A loro invieremo in questi giorni una lettera per spiegare la situazione e chiedere che ci sostengano a livello regionale per chiedere contributi straordinari per i frutticoltori più colpiti dalla crisi».

Intanto, la Cia sottolinea l’apprezzamento per l’impegno dell’assessore regionale Simona Caselli, che si è impegnata, aggiungere il presidente, «a stanziare 250.000 euro per l’attivazione di mutui a tassi agevolati e sgravi fiscali e contributivi destinate alle aziende colpite da cimice asiatica e si è impegnata a portare il problema all’attenzione del nuovo Governo che si formerà e dell’Europa». «Si tratta sicuramente di un primo passo a sostegno del reddito per le aziende – sostiene Zambrini – ma non basta, perché serve soprattutto un sostegno diretto, liquidità a fondo perduto, per superare questo anno difficilissimo e ripartire. Naturalmente sono utili anche azioni indirette come la sospensione dei mutui che alcuni istituti bancari imolesi hanno già garantito».

Tornando all’assemblea dei produttori, tra gli argomenti affrontati inevitabilmente c’è stato quello dei parassiti e delle patologie più gravi che affliggono la frutticoltura, a partire dalla cimice asiatica, per affrontare i quali la richiesta è aumentare la ricerca che dovrà essere, conclude Zambrini, «pubblica e super partes».  «Stiamo pensando – conclude il presidente della Cia Imola – a una vera e propria mobilitazione, organizzata insieme ai produttori di altre province della nostra regione e di altre regioni colpite dalla crisi, per dare un segnale forte a tutti i livelli, dalle istituzioni ai consumatori». (r.cr.)

Nella foto il presidente della Cia Imola Giordano Zambrini

Crisi della frutticoltura, la Cia di Imola promuove una mobilitazione unitaria per affrontare la situazione
Cronaca 27 Agosto 2019

Tanti progetti imolesi in cima alle graduatorie nel Programma annuale delle attività turistiche della Città metropolitana

Dagli eventi enogastronomici come il Baccanale e gli “Slow tour” alla biennale di illustrazione Fantastika, dai percorsi naturalistici di Geovagando a quelli riservati a cicloturisti e cicloamatori, alla Notte celeste e alla Fitness Valley. Nel Programma annuale delle attività turistiche anno 2020 della Destinazione turistica “Bologna Metropolitana”, approvato con la delibera del Consiglio metropolitano n. 42 del 24 luglio 2019, sono tanti i progetti presentati dagli enti del circondario imolese valutati in “fascia alta”, che dà diritto alla quota più alta di co-finanziamento. Il filone più interessante per il territorio è il secondo, che comprende le azioni di promo-commercializzazione messe in campo dalle pubbliche amministrazioni e da altri operatori pubblici, comprese le società d’area come If Imola Faenza Tourism Company.

Per la precisione, sono stati inseriti in “fascia alta”: il Baccanale presentato dal Comune di Imola; gli “Slow Tours”, eventi di cultura enogastronomica che hanno come capofila il Comune di Castel San Pietro Terme, insieme a quelli di Medicina e Mordano; l’edizione 2020 di Fantastika, che vede capofila il Comune di Dozza insieme a Castel Guelfo, Mordano e Medicina; “Geovagando”, il progetto che porta alla scoperta dei geositi più belli della Vena del Gesso (capofila il Comune di Castel del Rio con Casalfiumanese, Fontanelice e Borgo Tossignano); “Enjoy Routes”, percorsi esperienziali per gustare il territorio che riguardano tutto il territorio del circondario imolese e sono presentati da If; “Notte celeste 2020”, proposta di cultura, benessere e divertimento in cui il Comune di Castel San Pietro è capofila con l’ausilio di Monterenzio e Alto Reno Terme. Un altro progetto, quello della “Fitness Valley” (valle del Sillaro) è inserito in “fascia media” ed è stato presentato dall’Associazione Fitness Valley. 

Soddisfatto per le graduatorie il sindaco di Dozza, Luca Albertazzi, che è anche delegato al Turismo nella Conferenza dei sindaci del Nuovo Circondario imolese. «I risultati ottenuti dai progetti circondariali sono molto soddisfacenti: sono state riconosciute e premiate la professionalità e la qualità delle proposte – sottolinea Albertazzi -. Si tratta di un buon punto di partenza dal quale la politica locale dovrà partire per mettere a sistema le attrattive e le potenzialità su cui possiamo contare. La valorizzazione e la promozione delle attività turistico-culturali producono una ricaduta economica tangibile per tutto il territorio. A questo proposito voglio ricordare i recenti dati prodotti da If secondo i quali le ricadute economiche generate dalle attività turistiche nel solo 2018 sono quantificabili in 29 milioni di euro per il solo territorio Imolese».

«Abbiamo raggiunto un risultato importante, frutto della collaborazione con le Amministrazioni e con gli organizzatori dei principali eventi – dichiara a sua volta il direttore di If Imola Faenza, Erik Lanzoni -. Il ruolo di If, in particolare, è stato quello di valorizzare al meglio i principali progetti turistici già espressi dai territori valorizzando gli elementi identitari forti, integrando e diversificando prodotti turistici e servizi inerenti a settori economici diversi, in particolare agricoltura ed artigiano. Inoltre è stata prestata particolare attenzione all”inserimento nei diversi progetti del turismo culturale e sportivo (che il bando premiava in modo particolare), in quanto la Destinazione turistica Bologna tra le linee dei nuovi prodotti turistici da avviare, oltre al turismo culturale, darà sempre più importanza ai temi “Sport” e “Natura e Benessere”. A tal proposito segnaliamo che il 2020 sarà l”anno di Giuseppe Scarabelli (ricorrono i 200 anni dalla nascita), un’occasione per lanciare il geo-turismo, partendo dai Musei Civici di Imola, dal Parco delle Acque Minerali fino alla valorizzazione dei Geositi della Valle del Santerno e del Sillaro, che è il contenuto del progetto “Geovagando”». (r.cr.)

Nelle foto: un”immagine del Baccanale 2018 e la Riva dei Cavalli a Fontanelice

Tanti progetti imolesi in cima alle graduatorie nel Programma annuale delle attività turistiche della Città metropolitana
Cronaca 1 Agosto 2019

Meno incidenti e meno morti sulle strade del circondario

Sono diminuiti gli incidenti stradali, i feriti e le vittime lungo le strade del Circondario nel primo trimestre di quest’anno.
I dati provvisori sull’incidentalità relativa alle strade (comunali, provinciali, statali e autostrade) del territorio dell’intera Città metropolitana di Bologna mostrano, invece, una crescita dei sinistri (834 contro 813) e dei feriti (1.131 contro 1.124), ma una diminuzione dei decessi: quattro in meno di quelli registrati nello stesso periodo del 2018.

Entrando nei particolari, a Imola sono stati registrati -in controtendenza rispetto al Circondario nel suo complesso- 59 incidenti stradali (contro 55), e 81 feriti (contro 77), ma una significativa diminuzione dei morti (da 3 a 1).
Il solo altro sinistro mortale nel corso dei primi tre mesi di quest’anno si è verificato a Castel San Pietro.
26 gli incidenti e 43 i feriti registrati complessivamente nel territorio degli altri nove comuni, senza alcun sinistro e alcun ferito né a Castel del Rio né a Mordano (r. cr).

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, un incidente a Imola

Meno incidenti e meno morti sulle strade del circondario
Cronaca 15 Luglio 2019

Tanti film all'aperto con “Rocca cinema Imola' e “Cinema in tour'

Nuovo appuntamento della rassegna “Rocca cinema Imola” alla Rocca sforzesca, questa sera, alle 21.30, con la proiezione del film “Juliet, Naked”, di Jesse Peretz, tratto dall’omonimo romanzo di Nick Hornby, con Ethan Hawke. Il film è stato presentato in anteprima nel corso della quindicesima edizione del “Sundance Film Festival”, lo scorso anno.
Questa settimana, la rassegna continua con “Mia e il leone bianco”, di Gilles De Maistre (domani), con “Book Club”, di Bill Holderman (giovedì, dopo una pausa di una serata), con “Ralph spacca Internet”, di Phil Johnston e Rich Moore (venerdì), con “First Man”, di Daniel Chazelle (sabato), e con “Moschettieri del re-La penultima missione”, di Giovanni Veronesi (domenica).
Biglietto ridotto per i lettori del “Sabato sera” che mostrano il coupon pubblicato sul numero del settimanale in edicola e per gli utenti che hanno scaricato l’app gratuita “AppU” sul proprio smartphone. Biglietto ridotto per tutti e biglietto gratuito per il quinto componente della famiglia il martedì e il venerdì.

Prosegue anche la rassegna “Cinema in tour” nel circondario, con la proiezione del film “Borg McEnroe”, di Janus Metz Pedersen, in piazza XX settembre a Castel Guelfo, alle 21.
Seguono “Ricomincio da tre”, di Massimo Troisi, a Sant’Antonio di Medicina (martedì), “Wolf Children”, di Mamoru Hosoda, nella terrazza del Centro civico di Osteria Grande (giovedì), “Il grande e potente Oz”, di Sam Raimi, in piazza Libertà a Toscanella (venerdì), “Il maledetto United”, di Tom Hooper, al centro sociale Tozzona di Imola (sabato 20), e “Il drago invisibile”, di David Lowery, all’Area Pasi di Medicina (domenica 21).
Ciascun film verrà anticipato da un cortometraggio.

Nella fotografia, una scena del film “Moschettieri del re-La penultima missione”

Tanti film all'aperto con “Rocca cinema Imola' e “Cinema in tour'

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast