Cronaca

Saldi, nel circondario c’è voglia di spendere. Raffini: «Contento si torni a scegliere i negozi di prossimità»

Saldi, nel circondario c’è voglia di spendere. Raffini: «Contento si torni a scegliere i negozi di prossimità»

Aumento degli acquisti e voglia di spendere. Si possono riassumere così, secondo quanto riferito da Confcommercio Ascom Imola, i primi giorni nel circondario imolese dei saldi invernali iniziati lo scorso 5 gennaio. E, cosa importante, un sensibile ritorno all’acquisto nel negozio di vicinato rispetto ai canali online.

Secondo i dati, il 65% dei consumatori farà acquisti durante il periodo dei saldi (+2,7% rispetto all’anno scorso). Gli articoli di abbigliamento si confermano al top delle preferenze d’acquisto (93,8%), seguiti da calzature (83,6%) e accessori (40,6%). Oltre l’80% dei consumatori destinerà un budget di spesa inferiore ai 200 euro, cifra in linea con l’anno scorso, ma aumenta del 5,2% la quota di chi è intenzionato a spendere più di quanto fatto con i saldi passati; tra i canali di acquisto, i negozi di fiducia si confermano al primo posto per la metà degli italiani (50,4%), mentre l’online viene scelto dal 40,3%.

«Soddisfatto dei numeri ed è un bene che i negozi di prossimità siano tornati ad essere i preferiti dai cittadini – fa sapere Pierangelo Raffini, assessore alle Attività produttive e al centro storico -. Mi auguro che anche i commercianti abbiano un buon ritorno da tutto ciò anche se capisco che i saldi non siano la soluzione a tutti i problemi, ma certamente un aiuto in più dopo anni difficili». (r.cr.)

Foto Isolapress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook