Posts by tag: Cronaca nera

Cronaca 9 Aprile 2019

Furto al «The Style Outlets» di Castel Guelfo, in manette quattro persone

Quattro uomini, di età compresa tra i 22 e i 47 anni, sono stati arrestati dai carabinieri dopo essere stati sorpresi domenica scorsa a rubare all’interno dei negozi del centro commerciale «The Style Outlets» di Castel Guelfo.

I ladri, residenti a Milano, Bologna, Firenze e Pescara, dovranno così rispondere di furto aggravato in concorso. I militari hanno inoltre recuperato la refurtiva, composta da capi di abbigliamento per un valore totale di circa 2.000 euro, che è stata restituita al legittimo proprietario. (d.b.)

Nella foto: i carabinieri al «The Style Outlets» di Castel Guelfo

Furto al «The Style Outlets» di Castel Guelfo, in manette quattro persone
Cronaca 9 Aprile 2019

Fiamme in via del Commercio a Ozzano, distrutto il magazzino tessile Marchi Snc

Nella prima mattinata di ieri, lunedì 8 aprile, pochi minuti prima delle 6, sette squadre dei vigili del fuoco composte sono intervenute in via del Commercio per l’incendio del deposito di prodotti tessili della Passamaneria Marchi Snc (nella foto). Le fiamme hanno interessato uno stabile di circa 400 metri quadrati inserito in un complesso di edifici industriali. I vigili del fuoco hanno impiegato diverse ore per domare il rogo, a causa del notevole quantitativo di semilavorati tessili presenti che alimentavano le fiamme. Per giunta, è stato necessario rimuovere l’ammasso di materiale bruciato che tendeva ad accumularsi.

Operazioni complesse, che hanno evitato la propagazione del fuoco agli edifici circostanti, in particolare al vicino magazzino di materiale legnoso per arredo bagno. I pompieri hanno soffocato l’incendio usando anche schiumogeno ad alta espansione. L’edificio ha riportato importanti danni strutturali, ancora al vaglio della proprietà e dell’assicurazione. A rendere più difficoltoso il tutto, anche la necessità di utilizzare protezioni per le vie respiratorie dei pompieri vista la sospetta presenza di amianto nella copertura; sul posto si è recato il personale di Arpae per i rilievi di un eventuale inquinamento ambientale.

Raggiunta al telefono, Natalina Gualandi, titolare dell’azienda, ha assicurato che «la produzione non si fermerà. Le fiamme hanno invaso solo il magazzino e assieme ai lavoratori stiamo cercando di far fronte alla situazione». La conta dei danni è tuttora in corso. «Dispiace veder andare letteralmente in fumo un’attività storica del nostro territorio – ha dichiarato il sindaco Luca Lelli -, un’impresa che avevamo recentemente premiato (il 24 marzo) come proprio per la sua longevità». Presente dal 1952, la Passamaneria Marchi conta oggi tre dipendenti. (ti.fu.)

Nella foto (concessa dai vigili del fuoco di Bologna): l”interno dell”azienda interessato dalle fiamme

Fiamme in via del Commercio a Ozzano, distrutto il magazzino tessile Marchi Snc
Cronaca 8 Aprile 2019

Frontale tra due auto sulla Montanara a Borgo Tossignano

Un incidente tra due auto si è verificato sabato 6 aprile, poco dopo le 20, lungo la Montanara a Borgo Tossignano. Secondo una prima ricostruzione della polizia municipale, per cause ancora da accertare, una Fiat Panda condotta da un 50enne imolese, mentre procedeva in direzione di Imola all”altezza della curva nei pressi del ristorante Riviera, si è scontrata frontalmente con un”Alfa Romeo, guidata da un 40enne di Borgo Tossignano, che viaggiava nel senso di marcia opposto.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Bologna con un”auto pompa serbatoio e un”autogru che hanno provveduto a mettere in sicurezza i veicoli coinvolti. Sul luogo dell”incidente, oltre agli agenti della polizia municipale, anche i sanitari del 118 che hanno trasportato il 40enne all”ospedale di Imola. Al momento non risulta essere in pericolo di vita. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Frontale tra due auto sulla Montanara a Borgo Tossignano
Cronaca 8 Aprile 2019

Scontro in un campo da calcio, attimi di paura a Castel del Rio

Attimi di paura si sono vissuti ieri pomeriggio a Castel del Rio durante il match di Seconda categoria tra la squadra locale e il Bagnara. Al 13° minuto del primo tempo, infatti, un difensore alidosiano si è scontrato di testa, in maniera fortuita, con un centrocampista della formazione ravennate con quest”ultimo che, a causa del violento impatto, ha avuto la peggio ed è caduto a terra privo di sensi. 

Immediato l”ingresso in campo dei giocatori e dirigenti delle due squadre per prestare i primi soccorsi allo sfortunato calciatore, a cui si è aggiunto anche un medico che si trovava poco lontano dal luogo dell”incidente. In seguito sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e l”elisoccorso che ha trasfortato il 24enne, che nel frattempo aveva ripreso conoscenza, all”ospedale Maggiore di Bologna. Gli esami svolti nelle ore successive, per fortuna, non hanno evidenziato danni e il giovane già in data odierna è stato dimesso. Per la cronaca la partita è stata sospesa e, con ogni probabilità, verrà recuperata mercoledì 10 aprile. (d.b.)

Foto d”archivio

Scontro in un campo da calcio, attimi di paura a Castel del Rio
Cronaca 4 Aprile 2019

Auto esce di strada sulla Lughese, feriti quattro giovani

E” di quattro feriti il bilancio di un incidente avvenuto oggi pomeriggio, alle 16.20, a Mordano. L”auto, una Ford Fiesta condotta da un 22enne imolese su cui viaggiavano anche altri tre giovani, mentre procedeva su via Lughese in direzione Imola, per cause ancora da accertare, è uscita di strada nella curva posta all”intersezione tra la via Mordano e la via Maduno.

La vettura ha così invaso la corsia opposta, ribaltandosi all”interno del fossato adiacente alla via Lughese. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale e i sanitari del 118 che hanno trasportato i feriti al vicino ospedale di Imola. Le loro condizioni non sarebbero gravi. (d.b.)

Foto d”archivio

Auto esce di strada sulla Lughese, feriti quattro giovani
Cronaca 3 Aprile 2019

Fuga di gas in un condominio, attimi di paura a Castel San Pietro

Attimi di paura a Castel San Pietro, a causa di una fuga di gas. L”episodio è avvenuto sabato scorso, intorno alle 16, quando una chiamata ai vigili del fuoco avvisava di un forte odore di gas gpl, avvertito distintamente anche in strada, provenire da un condominio all”angolo tra via Mazzini e via Cavour.

I pompieri di Imola intervenuti sul posto, dopo aver fatto evacuare le quattro famiglie presenti, hanno ritrovato negli scantinati del condominio tre bombole di gas aperte, una completamente vuota e due con ancora presente una minima quantità di combustibile. In supporto anche i colleghi di Bologna del Nucleo Batteriologico Chimico e Radioattivo che hanno provveduto ad areare i locali sottostanti tenendo sotto controllo la concentrazione di gas, visto che ormai aveva già saturato tutti gli ambienti. L”intervento si è prolungato fino alle ore 23, quando i vigili del fuoco hanno dichiarato conclusa l”emergenza. 

Sul posto anche i carabinieri di Imola che hanno subito sequestrato le tre bombole. Ora le indagini dei militari si stanno concentrando sull”identificazione del proprietario delle stesse visto che sono state ritrovate negli scantinati ad uso comune del condominio. I carabinieri, intanto, fanno sapere che potrebbe essersi trattato semplicemente di un «gioco» o di un episodio accidentale, mentre, benchè non ci siano elementi per escluderlo del tutto, al momento pare che la pista dell”atto doloso non sia percorribile. (d.b.)

Foto d”archivio

Fuga di gas in un condominio, attimi di paura a Castel San Pietro
Cronaca 3 Aprile 2019

«Rave party» in Valsellustra, carabinieri identificano 64 persone

Un «rave party» in Valsellustra. E” questo quanto scoperto dai carabinieri di Casalfiumanese che domenica mattina hanno identificato 64 persone durante l”evento organizzato in un terreno privato.

I militari, coadiuvati da altre tre pattuglie dell”Arma provenienti da Dozza, Castel San Pietro Terme e Imola, si sono recati sul posto e dopo aver interrotto i «festeggiamenti» hanno potuto constatare come i partecipanti fossero individui provenienti un pò da tutta Italia. Ora dovranno rispondere di invasione di terreni, mentre gli organizzatori saranno segnalati per aver violato le disposizioni del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. (d.b.)

Foto d”archivio

«Rave party» in Valsellustra, carabinieri identificano 64 persone
Cronaca 1 Aprile 2019

Un 32enne di Faenza arrestato per sequestro di persona e violenza nei confronti della ex di Medicina

Sequestro di persona aggravato e violenza privata ai danni della sua ex, sono queste le accuse che questa notte hanno portato in carcere un 32enne di Faenza. Tutto è cominciato poco dopo l’1 con una telefonata alla centrale operativa del 112. Un automobilista che riferiva di aver appena soccorso una donna che stava chiedendo aiuto in via San Carlo, nei pressi di Castel San Pietro. La donna gli aveva chiesto di raggiungere subito una stazione dei carabinieri perché il suo ex fidanzato l’aveva costretta a percorrere con lui un tragitto in macchina e ora li stava pure seguendo. Appresa la notizia, una pattuglia che in quel momento si trovava in zona per un controllo del territorio, li ha raggiunti.

La donna, sotto shock, riferiva che qualche ora prima era stata contattata dall’ex che le aveva chiesto di raggiungerlo a Faenza per parlare del loro rapporto. Lei, che risiede a Medicina, ha deciso di accontentarlo, si è messa al volante e ha raggiunto la cittadina ravennate, facendo salire l’ex sul lato del passeggero, pensando, probabilmente, che in questo modo sarebbe stata più sicura. Poco dopo, però, terminata la discussione, il 32enne, invece di scendere, l’ha costretta a mettere in moto e a partire in direzione di Medicina per «regolare vecchie questioni personali».

Durante il tragitto la donna, temendo per la propria incolumità, ha tentato più volte di accostare e scendere, ma lui, dopo averle sottratto il telefonino, l’ha presa per un braccio, di fatto bloccandola. Giunti in via San Carlo, all’ennesimo tentativo di accostare, la donna è riuscita a scendere dal veicolo e a chiedere aiuto alle altre auto in transito. Alcuni sono passati senza fermarsi, finché non è arrivato il conducente di un furgone. A quel punto il 32enne, furioso, non ha mollato la presa ma si è messo al volante dell’auto della donna e ha iniziato a seguirli. Solo quando si è reso conto che si stava dirigendo verso la caserma dell’Arma di Castel San Pietro, ha fatto inversione e si è diretto verso la stazione ferroviaria, ha parcheggiato e si è diretto sui binari per tentare la fuga salendo su un treno, ma è stato raggiunto dai carabinieri e arrestato.

Su disposizione della procura di Bologna, l’uomo, gravato già da precedenti di polizia contro il patrimonio e la persona è stato portato in carcere. Il magistrato deve ancora pronunciarsi sulla convalida dell’arresto. (l.a.)

Un 32enne di Faenza arrestato per sequestro di persona e violenza nei confronti della ex di Medicina
Cronaca 30 Marzo 2019

Incidente nella notte, un'auto con quattro persone precipita nel rio Rondinella in via Nuvolari

Un volo di circa otto metri con l’auto sul fondo del Rondinella. E’ la dinamica dell’incidente avvenuto questa notte intorno all’1.30 in via Nuvolari. Una Vw Golf con quattro persone a bordo, tre uomini e una donna, dai 24 ai 44 anni, percorreva via Nuvolari scendendo da via Ascari con direzione via Ghiandolino. Il conducente, un uomo residente a Dozza, giunto all’altezza della curva in prossimità sul rio, ha perso il controllo dell’auto che, dopo aver divelto il parapetto, ha proseguito la sua corsa nel vuoto precipitando nella scarpata sottostante.

Dopo la chiamata ai soccorsi, sono giunti sul posto i vigili del fuoco per soccorrere gli occupanti della vettura, in particolare due che erano rimasti bloccati all’interno. I pompieri hanno dovuto impiegare le barelle toboga e le tecniche solitamente utilizzate in situazioni di montagna per recuperare i feriti dal fondo del rio e riportarli fino alla strada dove li attendevano le ambulanze.

I quattro occupanti della Golf, comunque, sono stati molto fortunati, dato che conducente e uno dei tre passeggeri, dopo essere stati medicati dal pronto soccorso di Imola, sono stati già dimessi con prognosi di 6-7 giorni. Gli altri due, più gravi, sono stati portati all’ospedale Maggiore di Bologna ma non destano particolari preoccupazioni. Ora toccherà ai carabinieri ricostruire l’esatta dinamica; per il conducente è stato richiesto l’accertamento sul tasso alcolemico come di prassi nel caso di incidenti con feriti; nessun altro veicolo risulta coinvolto nell’accaduto. (l.a.)

Foto fornite dai vigili del fuoco

Incidente nella notte, un'auto con quattro persone precipita nel rio Rondinella in via Nuvolari
Cronaca 30 Marzo 2019

«Pizzicato» con quasi quattro etti di droga in casa, arrestato 31enne a Imola

Un 31enne residente a Imola è stato arrestato dalla polizia locale con l”accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. L”episodio è avvenuto martedì 26 marzo quando i militari, impegnati nei sempre più frequenti controlli antidroga in città, hanno fermato il ragazzo, già noto alle forze dell”ordine e sospettato di svolgere l”attività di pusher.

Il 31enne è stato fermato a piedi nei pressi della propria abitazione e gli agenti, vedendo il suo comportamento sospetto, hanno deciso di ispezionare la sua casa. All”interno hanno così rinvenuto 390 grammi circa di sostanza stupefacente, in gran parte hashish dall”alta quantità di principio attivo, ma anche 17 grammi di marijuana, uno spinello già pronto, un bilancino di precisione e 800 euro in contanti provenienti quasi certamente dall”attività illecita.

L”uomo è stato così condotto in carcere dove, dopo la convalida dell”arresto, è in attesa di essere processato. Nell”operazione la polizia ha identificato anche un 28enne imolese, ritenuto cliente del giovane incriminato. «La città di Imola purtroppo è un”importante piazza di spaccio – ha commentato il comandante del commissariato di Imola Michele Pascarella – ed il fatto di essere sulla via Emilia genera una grande offerta e domanda di sostanze stupefacenti». (d.b)

«Pizzicato» con quasi quattro etti di droga in casa, arrestato 31enne a Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA