Posts by tag: democrazia

Cronaca 28 Giugno 2019

Ferruccio De Bortoli, il giornalista e i rischi della rete (anche per la democrazia) – VIDEO

L”utilità del giornalista nell”essere “intermediario che ha rispetto per l”oggettività dei fatti” per preservare il pensiero critico perché i cittadini devono essere “informati correttamente per poter fare le lore scelte e non diventare sudditi”. e ancora. “La democrazia diretta può essere distorsiva quando si scambiano le parti più estremiste della rete con quelle mediane”. Così Ferruccio De Bortoli, già direttore del Corriere della Sera e del Sole24Ore, oggi presidente della casa editrice Longanesi, ragionava a Imola in occasione del convegno “Il giornalista e i rischi della rete” organizzato dal Centro studi per la storia del lavoro e delle comunità territoriali presieduto da Angelo Varni.

Un ruolo del giornalista che secondo De Bortoli ha ancora un valore e un”importanza fondamentali per orientarsi. Sulla rete i timori non sono tanto legati alla professione quanto più generali, di “regole”. “Le uniche le ha messe la Comunità europea per la protezione dei dati. Ora c”è il tema dell”anonimato in passato visto come libertà ma non sono accettabili certe forme di bullismo o odio in rete così come non accetteremmo qualcuno col casco che va in giro a picchiare la gente. Sono accettabili bot anonimi per organizzae forme di squadrismo digitale? Ci sono partiti anche italiani che l”hanno fatto e dovrebbero preoccuparci”. e ancora . “Gli hate speech sono il maleodorante frutto della libertà oppure una patologia del sistema? Quello che passa in rete è davvero la media del sentire popolare oppure l”estremismo di pochi? Non è che stiamo scambiando l”una con l”altro?” Molti dubbi più che ricette.

Con risvolti sulla tenuta stessa della democrazia liberale, ambito nel quale De Bortoli è iscritto da sempre. “La democrazia diretta che si dovrebbe esplicare in una continua consultazione degli utenti non vede dunque gli eletti influenzati dagli estremismi? Questo è un simulacro di democrazia diretta che pone seri dubbi sulla tenuta della nostra democrazia liberale”. (l.a.)

Ferruccio De Bortoli, il giornalista e i rischi della rete (anche per la democrazia) – VIDEO
Cronaca 22 Aprile 2019

Dal 24 aprile al 5 maggio al Centro Leonardo una mostra sui principi fondamentali della Costituzione

L’Anpi e Coop Alleanza 3.0 organizzano la presentazione della mostra fotografica “La CostiTuzione italiana: i 12 principi fondamentali” che sarà allestita negli spazi della galleria del centro Leonardo (viale Amendola 129) da mercoledì 24 aprile a domenica 5 maggio. La mostra, realizzata dall’Anpi di Massa Lombarda e Sant’Agata sul Santerno, è costituita da una trentina di pannelli e, dopo aver tracciato in sintesi le tappe della nascita dello Stato repubblicano, descrive e commenta la parte fondamentale della nostra Costituzione, prendendo in esame i primi 12 articoli, quelli che stabiliscono i diritti e i doveri fondamentali dei cittadini e l’ordinamento dello Stato.

Il presidente della sezione imolese dell’Anpi, Gabrio Salieri, è soddisfatto dell’iniziativa: «Ci siamo impegnati perché questo traguardo fosse raggiunto. Oggi è molto importante che i valori della nostra Costituzione siano conosciuti e spingano a fare riflessioni sulla loro attuazione. Non stiamo parlando di cose di poco conto, si deve capire se stiamo proseguendo il cammino tracciato da chi la Costituzione l’ha scritta, oltre settanta anni fa». Rileggendo questa parte della Costituzione si capisce cosa intenda Salieri, che aggiunge: «Dobbiamo riflettere su quanto, oggi, valgano parole come uguaglianza, solidarietà, diritto al lavoro, diritto alla salute; gli esempi contrari a questi valori sono sempre più numerosi, si tenta di sdoganare nuovamente il fascismo, vediamo una diffusione di pregiudizi razzisti a vari livelli, manca il rispetto per la pace e la democrazia, altri due pilastri della nostra carta. Rispetto a questa regressione nei confronti dei valori fondamentali abbiamo, però, la risorsa dei giovani e a essi vogliamo rivolgerci, anche attraverso la scuola; come Anpi siamo disponibili a condurre visite guidate, gli insegnanti ci possono contattare sia per tele-fono (0542 23131) o per e-mail (imola@anpi.it) per informazioni e prenotazioni».

Alla presentazione, che avrà luogo mercoledì 24 aprile alle ore 16.30, parteciperanno rappresentanti della sezione Anpi di Imola e del Consiglio di zona dei soci di Coop Alleanza 3.0. (r.cr.)

Dal 24 aprile al 5 maggio al Centro Leonardo una mostra sui principi fondamentali della Costituzione
Cronaca 27 Marzo 2019

La Consulta delle ragazze e dei ragazzi di Imola ha fatto visita a Roma alla Camera dei Deputati

Un giro a Roma a visitare la Camera dei Deputati, accompagnati da mediatori e mediatrici (M.Rosaria Costigliola, Annalisa Palmisano, Mauro Dallarmi, Alberto Martini) e dagli assessori comunali Patrik Cavina (vicesindaco) e Claudia Resta (scuola). Ne sono stati protagonisti i 32 ragazzi che fanno parte della Consulta delle ragazze e dei ragazzi di Imola, che hanno così vissuto una tappa importante del percorso mirato a conoscere, anche in forma diretta, le principali istituzioni democratiche italiane. 

Prima della gita a Roma i ragazzi avevano partecipato a un incontro formativo per conoscere le funzioni e gli organi del Parlamento e della Camera in particolare, in modo da poter meglio apprezzare la visita. Nella capitale poi il gruppo ha potuto ammirare anche altri famosissimi monumenti, dal Colosseo all”Altare della Patria, fino al Quirinale. A Montecitorio i ragazzi imolesi sono stati accolti da una funzionaria che ha loro illustrato la storia del palazzo sede della Camera dei Deputati e il funzionamento di questo ramo del Parlamento, prima del giro lungo le sale e i corridoi, attraverso il “Transatlantico”, la “Sala della Lupa” e quella intitolata ad Aldo Moro.

Il clou è stato, come si può immaginare, l”ingresso nell”aula parlamentare, che i ragazzi hanno potuto ammirare da una tribuna, apprezzando gli arredi, i dipinti, il soffitto. Davvero una grande emozione che poi, al ritorno, è stata condivisa con i compagni di scuola. Per Davide Inguaggiato, che frequenta la terza nella scuola media “Andrea Costa”, “è stata una giornata intensa, stancante ma ricca di emozioni”, mentre Vittoria Penazzi, della classe quinta della primaria “Campanella”, dice di essere stata sorpresa dal Parlamento perché “non pensavo fosse così grande”. Alessio Bellosi, sempre di quinta ma alla “Pelloni Tabanelli”, è stato contento di avere fatto “un”esperienza diversa e nuova con una bella compagnia e con un bel gruppo come la Consulta”.

Soddisfatti anche gli assessori che hanno accompagnato i ragazzi a Roma. Il vicesindaco Cavina ha sottolineato che i ragazzi hanno compreso “come si realizza la partecipazione e il confronto tra rappresentanti dei cittadini che sono stati eletti”. L”assessora alla Scuola ha invece giudicato l”esperienza “interessante” per il gruppo che ha avuto modo di visitare il palazzo di Montecitorio e di “capire come funzionano gli organi democratici del nostro paese”. (r.cr.)

Nella foto il gruppo davanti alla Camera dei Deputati

La Consulta delle ragazze e dei ragazzi di Imola ha fatto visita a Roma alla Camera dei Deputati
Cronaca 4 Marzo 2019

Grande affluenza alle primarie del Partito Democratico, nel circondario imolese Zingaretti sopra al 70%

Grande affluenza nel circondario imolese alle primarie del Partito Democratico. Se la speranza del segretario territoriale Marco Panieri era di superare quota 5.000, il dato finale dei votanti è nettamente superiore alle attese. Sono stati infatti 6.982 gli elettori Pd che si sono presentati alla urne per scegliere il nuovo segretario naizonale del partito.

Anche a Imola netta la vittoria del governatore del Lazio, Nicola Zingaretti con il 70,86% dei voti. Staccati Maurizio Martina con il 17,36% e Roberto Giachetti con l”11,77%.

«La grande partecipazione alle primarie, anche nel nostro territorio, è un successo che da forza al Pd per costruire l”alternativa – dichiara Panieri -. La partecipazione a Imola e in tutto il circondario dimostra la nostra vitalità e la nostra forza. Il risultato conferma che il Pd è in campo per costruire un”alternativa ai populisti e alla Destra. E” la migliore risposta – prosegue il segretario – anche in vista delle prossime elezioni amministrative ed europee. Ora al lavoro tutti insieme ed un grande in bocca al lupo da tutta la Federazione iImolese al nuovo segretario Nicola Zingaretti».

«Ringrazio con grandissimo affetto e riconoscenza tutti i volontari – conclude Panieri -, oltre 150 impegnati nel nostro territorio per garantire il voto nei 34 seggi, sono la nostra forza- Un ringraziamento altrettanto sentito a tutti gli elettori e le elettrici che così numerosi si sono recati a votare».

Grande affluenza alle primarie del Partito Democratico, nel circondario imolese Zingaretti sopra al 70%
Cronaca 3 Marzo 2019

Primarie del Partito Democratico, oggi si vota fino alle 20 per scegliere il nuovo segretario nazionale

Oggi, domenica 3 marzo gli elettori del Partito democratico sono chiamati in tutt’Italia a scegliere, con il proprio voto (personale e segreto) la composizione dei gruppi dirigenti del Pd nazionale (segretario e Assemblea) e, in questo modo, a decidere l’indirizzo politico del partito. «C’è bisogno di una figura autorevole, che sappia ascoltare e riconciliare, mettendo in campo idee e azioni che possano ricostruire la fiducia sui grandi temi, tenendo sempre al centro solidarietà ed uguaglianza, valori che sempre più ci contraddistinguono», commenta Marco Panieri, segretario del Pd territoriale.

Tre i candidati alla carica di segretario nazionale: il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti; l’ex segretario dem Maurizio Martina; e l’ex vicepresidente della Camera dei deputati Roberto Giachetti in ticket con Anna Ascani. Zingaretti, Martina e Giachetti sono infatti i tre candidati che hanno ottenuto più voti durante la prima fase congressuale riservata agli iscritti al Partito democratico. Ora la platea dei votanti si amplierà. Il 3 marzo potranno votare i cittadini italiani, i cittadini comunitari residenti in Italia, i cittadini di altri Paesi in possesso di regolare carta o permesso di soggiorno. L’età minima per votare è di 16 anni. Si voterà dalle ore 8 alle 20.

Per votare occorrerà presentarsi al seggio (34 in totale quelli allestiti nei comuni del circondario imolese) con un documento di identità valido, dichiarare di essere elettori del Partito democratico, accettare la registrazione nell’albo degli elettori del Pd e versare almeno 2 euro. Ogni elettore riceverà la scheda di voto per il segretario e l’Assemblea nazionale. Il voto si esprimerà apponendo un unico segno in uno dei riquadri contenenti il nome del candidato a segretario e della lista che lo sostiene. «Le primarie del 3 marzo rappresentano una grande opportunità democratica che ci consentirà di ripartire con più fiducia ed entusiasmo anche in vista dei delicati appuntamenti con le elezioni europee ed amministrative di maggio. Invito quindi ad esercitare il voto – esorta Panieri -, a parlarne con le persone vicine per valorizzare ulteriormente questo momento democratico». (r.cr.)

Primarie del Partito Democratico, oggi si vota fino alle 20 per scegliere il nuovo segretario nazionale

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast