Posts by tag: divieti

Cronaca 24 Giugno 2022

Pearl Jam a Imola, le modifiche alla viabilità in previsione del concerto di domani

Modifiche alla viabilità nelle strade attorno all’autodromo Enzo e Dino Ferrari in occasione del concerto dei Pearl Jam di domani sera, sabato 25 giugno.

Già dalle 6 di ieri e fino alla mezzanotte di domenica è in vigore il divieto di sosta con rimozione nel parcheggio “Vittime dei lager nazisti” di via Tiro a segno. E dalle 15 di oggi si è aggiunto il divieto di sosta con rimozione nel parcheggio di via Luigi Musso.

Dalle 17 di oggi e fino alle 7 di domenica entreranno in vigore il divieto di transito veicolare e pedonale fra viale Dante e il parco Chico Mendez, e il divieto di transito e divieto di sosta con rimozione in viale Dante, nel tratto compreso fra via Fratelli Rosselli e l’intersezione con via Pirandello e via Graziadei, in via Fratelli Rosselli, in via Romeo Galli, in via Luigi Musso e in viale dei Colli, fra l’intersezione con via Musso e via Ascari.

Dalle 19 di oggi e fino alle 7 di domenica il divieto di transito e divieto di sosta con rimozione si estenderà in viale Dante, nel tratto compreso fra piazzale Da Vinci e l’intersezione con via Pirandello e via Graziadei, in via Pirandello, fra via Boccaccio e viale Dante, in via Graziadei, nel tratto compreso fra viale Dante e via Manzoni, e in via Tabanelli, fra via Goldoni e via Graziadei.

Dalle 5 di domani alle 4 di domenica entrerà in vigore il divieto di sosta con rimozione anche in via Guicciardini, in via Oriani e in via Tabanelli, nel tratto compreso fra via Oriani e piazzale Michelangelo, e nel parcheggio del palazzetto dello sport Amedeo Ruggi, nei parcheggi “Ex frantoio” ed “Ex frantoino” di via Pirandello, nel parcheggio “Il meteto” di via Tiro a segno, nel parcheggio di via Graziadei, nel parcheggio di via Ascari, nel parcheggio all’incrocio fra via Patarini e via Lughese, nel parcheggio all’incrocio fra via Ascari e via dei Colli, e nel parcheggio a fianco del complesso Sante Zennaro.

Dalle 20 di domani alle 6 di domenica si aggiungeranno il divieto di transito e divieto di sosta con rimozione in piazzale Marabini, in viale XXIV maggio e in viale Andrea Costa, fra piazzale Marabini e viale Marconi.

Infine, dalle 23 di domani alle 6 di domenica entrerà in vigore il divieto di transito veicolare e pedonale in viale XXIV maggio, in via IV novembre, in via Giovanni Minzoni, in via Piave e in via della Senarina. (lu.ba.)

Nella foto i Pearl Jam (dal sito web ufficiale della band)

Imola

Pearl Jam a Imola, le modifiche alla viabilità in previsione del concerto di domani
Cronaca 30 Marzo 2020

Coronavirus, da Imola parte una petizione online per chiedere regole chiare per i più piccoli

«Indicazioni chiare su come comportarsi con le bambine e i bambini» a fronte dei provvedimenti adottati dal Governo per il contenimento della diffusione del coronavirus.
E’ l’imolese Maria Scermino la prima firmataria della petizione online inviata al presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, al ministro della Salute Roberto Speranza e all”Autorità garante per l”infanzia e l”adolescenza Filomena Albano.

«A queste delicatissime persone, cui è già stata tolta la scuola e ogni attività e relazione foriera di contatto, quindi in definitiva la totalità della loro vita nonché del loro campo di crescita, non possiamo chiedere di stare completamente recluse in casa sine die – si legge nella petizione –. Soprattutto considerando che non tutti i bambini hanno la fortuna di abitare in case grandi, dotate di giardino o terrazza, o di vivere in borghi sperduti tra i monti».

Ancora, «questa restrizione improvvisa e prolungata della libertà di movimento e di relazione inevitabilmente avrà effetti molto importanti sull’equilibrio psichico delle bambine e dei bambini – aggiungono i firmatari –. Proprio per questo è estremamente importante prenderci cura di loro, cercando di attenuare il più possibile l’impatto di un’esperienza così traumatica ed adottando ogni strategia possibile per allentare la tensione fatalmente presente tra le mura domestiche».

In una settimana, già più di 5.300 persone hanno firmato per sostenere la petizione. (r.cr.)

Il testo completo

Immagine dalla pagina di Change.org della petizione

Coronavirus, da Imola parte una petizione online per chiedere regole chiare per i più piccoli
Cronaca 12 Marzo 2020

Coronavirus, multa e rischio carcere per chi si muove senza giustificazione

Da martedì 10 marzo l’Italia è considerata «zona protetta». Fino al 3 aprile compreso nessuno può muoversi sul territorio nazionale se non per giustificati motivi di lavoro, salute e necessità, previa autocertificazione. Per necessità si intende, ad esempio, fare la spesa, la gestione degli animali domestici e le situazioni familiari urgenti.

Questo è quanto stabilisce il decreto del presidente del Consiglio approvato il 9 marzo. A far rispettare le norme ci stanno già pensando, come da disposizioni governative, le forze dell’ordine. Anche nel nostro territorio, carabinieri, vigili del fuoco, agenti della polizia di Stato, della polizia locale e ferroviaria stanno effettuando controlli su strade, autostrade e stazioni per fermare eventuali trasgressori che, secondo l’articolo 650 del codice penale, sono passibili di detenzione fino a tre mesi e una multa fino a 206 euro per «non aver osservato un provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d’ordine pubblico o d’igiene». (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 12 marzo.

Nella foto: a sinistra i controlli sulle strade, a destra slide esplicativa della polizia di stato

Coronavirus, multa e rischio carcere per chi si muove senza giustificazione

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA