Posts by tag: documentario

Cronaca 18 Dicembre 2020

«Fiammetta Tour», il viaggio al Sud di Cinzia Neri Ravaglia potrebbe diventare un film documentario

È stata un’estate particolare per Cinzia Ravaglia, che insieme alla sua Fiammetta, Peugeot del ’96, ha intrapreso un viaggio lungo un mese, percorrendo le strade del Sud Italia, alla scoperta delle sue bellezze e dei suoi artisti: 135 interviste ad attori, musicisti, cantanti, danzatori, scrittori, pittori. Un viaggio, chiamato appunto «Fiammetta Tour» (che noi di «sabato sera» abbiamo seguito chilometro dopo chilometro) per ristabilire i rapporti con chi si occupa di arte in un periodo così complicato per tutti.

Un diario personale e giornaliero che ora Cinzia vorrebbe diventasse un film documentario. Per questo motivo sta cercando, attraverso una piattaforma di crowdfunding che si chiama “Produzioni dal basso”, finanziatori per il suo progetto, la sua storia, la sua idea. 

Se volete sostenere Cinzia e questa sua splendida iniziativa, visitate il sito dedicato. (s.g.)

Nella foto: Cinzia Neri Ravaglia e Fiammetta 

«Fiammetta Tour», il viaggio al Sud di Cinzia Neri Ravaglia potrebbe diventare un film documentario
Cronaca 4 Dicembre 2020

2 Agosto ’80, nel nuovo processo sulla strage nazifascista a Bologna si cerca la verità su mandanti e depistatori

Il 27 novembre è stata una giornata molto importante per l’Associazione fra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna. È cominciato il processo, avviato dalla procura generale di Bologna, su mandanti, finanziatori o organizzatori della strage del 2 agosto 1980 costata la vita a 85 persone e il ferimento di oltre 200. Venerdì si è trattato di un’udienza preliminare, sostanzialmente la costituzione delle parti civili che ha visto oltre alla richiesta giunta dall’Associazione dei familiari, dal Comune di Bologna e dall’Avvocatura dello Stato, anche quella della Regione Emilia Romagna. «La decisione di costituirsi parte civile – ha comunicato la vicepresidente Elly Schlein – era stata presa da tempo dalla Regione e dal presidente e adesso viene avanzata nel rispetto delle procedure previste». Il magistrato ha accolto tutte le richieste di costituzione di parte civile.

È bene ricordare che, per la strage alla stazione di Bologna, sono già stati condannati in via definitiva nel 1995 Francesca Mambro e Valerio Fioravanti come esecutori materiali, e nel 2007, sempre in via definitiva, Luigi Ciavardini. Infine, a gennaio di quest’anno, è stato condannato in primo grado, per concorso in strage, Gilberto Cavallini. Tutti e quattro appartenevano ai Nar (Nuclei armati rivoluzionari), organizzazione d’ispirazione neo-fascista. 

Quest’anno sono tante le iniziative nate in occasione della ricorrenza per preservare la memoria di quanto accadde 40 anni fa. Fra queste, vanno ricordate le iniziative organizzate anche nel nostro circondario, in collaborazione con l’Associazione dei familiari, come il libro per ragazzi «Davanti a quel muro» pubblicato da Bacchilega Junior e il documentario «Davanti a quel muro – La rabbia e la scelta» prodotto dalla Cooperativa Bacchilega. (f.g.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 3 dicembre.

2 Agosto ’80, nel nuovo processo sulla strage nazifascista a Bologna si cerca la verità su mandanti e depistatori
Cronaca 18 Settembre 2020

2 Agosto, il libro e il documentario della Coop. Bacchilega alla festa de l’Unità di Bologna con la coop. Cadiai, memoria e presente della città

«2 Agosto 1980 – Non li conosco ma so chi sono quei nomi scritti sul muro. Tutti in questa città lo sanno». È il titolo dell’evento organizzato dalla cooperativa Cadiai insieme alla Cooperativa Bacchilega per ricordare il 40° anniversario della strage alla stazione di Bologna. Domani, sabato 19 settembre alle ore 19, alla Festa de l’Unità Parco Nord di Bologna, un dialogo sulla scelta di esserci, un libro e un documentario tra memoria e presente della città di Bologna.

Franca Guglielmetti, presidente della Cadiai e Paolo Lambertini, vicepresidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime saranno moderati da Paolo Bernardi, presidente della Coop. Bacchilega. Nell’occasione sarà proiettato «Davanti a quel muro – La rabbia e la scelta», il documentario prodotto dalla Coop. Bacchilega, realizzato da Lara Alpi, Francesca Gianstefani e Michela Sartori, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Bologna. Inoltre verrà presentato il libro «Davanti a quel muro» (ed. Bacchilega Junior) scritto da Maria Beatrice Masella e illustrato da Claudia Conti, con la postfazione di Lambertini, un romanzo per raccontare la strage ai ragazzi.

La bomba fatta esplodere dai neofascisti dei Nar provocò 85 vittime e oltre 200 feriti. La città di Bologna ha saputo costruire su questo dramma una pagina di civiltà e democrazia tanto da venire insignita della Medaglia d’oro al valor civile. La coop. bolognese Cadiai si occupa principalmente di servizi educativi e socio-sanitari. «Il 2 agosto 1980 è una data indelebile – sottolinea Guglielmetti -. Come Cadiai non manchiamo mai di commemorarla e anche in quest’anno particolare abbiamo voluto partecipare, raccogliendo il ricordo di quei giorni sulla nostra pagina Facebook». Secondo la presidente: «Esserci per una città non significa solo svolgere il nostro lavoro, si sceglie anche come essere presenti attraverso la partecipazione».

2 Agosto, il libro e il documentario della Coop. Bacchilega alla festa de l’Unità di Bologna con la coop. Cadiai, memoria e presente della città
Cultura e Spettacoli 26 Agosto 2020

Il docu-video di Coop. Bacchilega «La rabbia e la scelta» arriva a Rocca Cinema

Il documentario «Davanti a quel muro – La rabbia e la scelta» sarà proiettato sul grande schermo di Rocca Cinema sabato 29 agosto. Il video, prodotto dalla Cooperativa Bacchilega in occasione del 40° anniversario della strage del 2 Agosto alla stazione di Bologna, seguirà il film già previsto in programmazione per la serata, ovvero «Favolacce» di Fabio e Damiano D’Innocenzo. Un doppio appuntamento al costo del normale biglietto d’ingresso (sono valide anche le riduzioni abituali, compresa quella prevista per chi scarica l’applicazione gratuita AppU Imola sul proprio cellulare).

Il progetto è nato per volontà del presidente della cooperativa di giornalisti imolese, Paolo Bernardi, ed è stato sposato dal presidente dell’Associazione tra i Famigliari delle Vittime della stazione di Bologna, Paolo Bolognesi. Il documentario, che ha il patrocinio del Comune di Bolo- gna, è stato realizzato da Lara Alpi, Francesca Gianstefani e Michela Sartori. Tra le col- laborazioni spiccano quelle di Carlo Lucarelli, per le ricerche documentarie (e non solo), e le musiche originali di Dagmar Benghi, Valentina Monti e Giuliano Romagnesi.

La proiezione di «Favolacce» comincerà a partire dalle ore 21.30 (durata 98 minuti), a seguire il documentario (durata 25 minuti). I biglietti sono in vendita come al solito in prevendita tramite il sito www.roccacinema.it attraverso la piattaforma di Vivaticket, fino alle ore 20 mentre dalle 20 alle 21.30 presso la biglietteria del ci- nema teatro Osservanza in via Venturini 18. In caso di annullamento per maltempo i biglietti acquistati in prevendita online saranno rimborsati ad eccezione della commissione di Vivaticket (1 euro).

L’articolo completo su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto: una delle immagini simbolo della strage fascista del 2 Agosto 1980 alla stazione di Bologna

Il docu-video di Coop. Bacchilega «La rabbia e la scelta» arriva a Rocca Cinema
Cultura e Spettacoli 29 Luglio 2020

Il regista imolese Mauro Bartoli presenta il documentario su Giovanni Pascoli a Villa Torlonia

Sarà Villa Torlonia a San Mauro Pascoli, casa natale di Giovanni Pascoli, a ospitare, questa sera (ore 21, ingresso libero fino a esaurimento posti), la presentazione del documentario Narratore dell”avvenire-Un film su Giovanni Pascoli, poeta del regista imolese Mauro Bartoli.
«Un luogo bellissimo e veramente suggestivo», commenta Bartoli.

A seguire, un concerto dei Quintorigo, compositori delle musiche originali del film. (r.cr.)

Il regista imolese Mauro Bartoli presenta il documentario su Giovanni Pascoli a Villa Torlonia
Cultura e Spettacoli 27 Luglio 2020

Libera e Officina immaginata ricordano le vittime del 2 agosto 1980

In occasione del 40° anniversario della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, il presidio “Giudice Alberto Giacomelli” di Imola e del circondario dell’associazione Libera e la cooperativa Officina immaginata organizzano il secondo appuntamento del festival A ruota Libera, nel cortile di palazzo Monsignani (via Emilia 69) a Imola.
«A distanza di 40 anni siamo vicini all’Associazione familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna – commenta Elisabetta Marchetti, coordinatrice del presidio –. Fare memoria è il presupposto indispensabile della giustizia, abbiamo un debito con chi non c’è più, i loro sogni spezzati quel 2 agosto oggi devono camminare sulle nostre gambe».

Venerdì 31 luglio, in particolare, in collaborazione con la Cooperativa Bacchilega verranno presentati in anteprima il documentario Davanti a quel muro-La rabbia e la scelta, di Lara Alpi, Francesca Gianstefani e Michela Sartori (con il patrocinio de Comune di Bologna), e il libro per ragazzi Davanti a quel muro, di Maria Beatrice Masella e con illustrazioni di Claudia Conti.
Interverranno Agide Melloni, imolese all”epoca autista dell’autobus 37, e un rappresentante dell’Associazione dei familiari. (r.cr.)

Libera e Officina immaginata ricordano le vittime del 2 agosto 1980
Cronaca 4 Maggio 2020

«1 maggio ’94-L’altra storia»: l'imolese Aris Alpi annuncia un documentario sulla morte di Ayrton Senna

Verrà presentato all’autodromo Enzo e Dino Ferrari verso la fine dell’estate 1 maggio ’94-L’altra storia, il documentario che l’imolese Aris Alpi ha dedicato al fine settimana del Gran Premio di San Marino in cui persero la vita Roland Ratzenberger e Ayrton Senna.

«E’ un’inchiesta che racconta le ultime ore di vita di Ayrton Senna con immagini e commenti esclusivi – spiega Alpi –. E’ stata realizzata negli ultimi due anni».
Alla lavorazione del documentario, durata due anni, «hanno partecipato i medici dell’Ospedale Maggiore di Bologna, Pierluigi Martini, Giancarlo Minardi e tanti altri – aggiunge il regista –. E il lavoro ha già destato l’interesse di alcune note realtà televisive». (r.cr.)

Il trailer

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

«1 maggio ’94-L’altra storia»: l'imolese Aris Alpi annuncia un documentario sulla morte di Ayrton Senna
Cronaca 10 Febbraio 2020

A «Cinema Osservanza» il documentario «Impressionisti segreti»

Nuovo appuntamento della rassegna Cinema Osservanza al Teatro dell’Osservanza, questa sera, domani e mercoledì, alle 21, con la proiezione del documentario Impressionisti segreti, di Daniele Pini.

Biglietto ridotto per i lettori del Sabato sera che mostrano il coupon pubblicato sul numero del settimanale in edicola e per gli utenti che hanno scaricato l’app gratuita “AppU” sul proprio smartphone. (r.cr.)

A «Cinema Osservanza» il documentario «Impressionisti segreti»
Cronaca 3 Dicembre 2019

A “Cinema Osservanza' il documentario “Art & Mind'

Nuovo appuntamento della rassegna Cinema Osservanza al Teatro dell’Osservanza, questa sera e domani, alle 21, con la proiezione del documentario Art & Mind, di Amélie Ravalec, in lingua inglese con sottotitoli in italiano.
«Un viaggio nell”arte, nella follia e nell”inconscio – spiega la regista -. Un”esplorazione di artisti visionari e impulso creativo, dai maestri fiamminghi del Rinascimento al movimento d”avanguardia del surrealismo e dei geni non celebrati di Art Brut e Outsider Art».

Biglietto ridotto per i lettori del Sabato sera che mostrano il coupon pubblicato sul numero del settimanale in edicola e per gli utenti che hanno scaricato l’app gratuita “AppU” sul proprio smartphone. (r.cr.)

A “Cinema Osservanza' il documentario “Art & Mind'
Cronaca 26 Novembre 2019

A “Cinema osservanza' il documentario su Frida Kahlo

Nuovo appuntamento della rassegna Cinema Osservanza al Teatro dell’Osservanza, questa sera e domani, alle 21, con la proiezione del documentario Frida-Viva la vida, di Giovanni Troilo, con la partecipazione straordinaria di Asia Argento.

Biglietto ridotto per i lettori del Sabato sera che mostrano il coupon pubblicato sul numero del settimanale in edicola e per gli utenti che hanno scaricato l’app gratuita “AppU” sul proprio smartphone. (r.cr.)

A “Cinema osservanza' il documentario su Frida Kahlo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast