Posts by tag: Donne

Sport 2 Aprile 2021

Pallavolo B1 donne, anche a Filottrano la Clai Imola si dimostra la più forte

Pochi giorni dopo la vittoria casalinga, oggi la Clai Imola ha sfidato nuovamente Filottrano, questa volta a domicilio, imponendosi con un secco 3-1.

Successo numero 6 in altrettante giornate per la squadra di Turrini che, al termine di una battaglia durata due ore, ancora una volta si dimostra la squadra più forte. 

Nel prossimo turno, in programma domani, sabato 2 aprile, le imolesi sfideranno a Moie la Clementina. In palio il primo posto del girone. (ore 18). (r.s.)

Filottrano-Clai 1-3 (21-25; 22-25; 25-21; 22-25)

Filottrano: Ricchiuti 6, Malatesta 19, Pizzichini 4, Borgognoni 11, Kus 9, Marcellini 8, Chiarot (L), Zappi 4, Sconocchini ne, Santarelli ne, Valeri ne, Papi ne, Cicoria ne. All. Persico.
Imola: Cavalli 4, Lodi 13, Folli 15, Bughignoli 13, Rizzo 16, Melandri 5, Dal Monte (L), Carnevali, Costantini 3, Balzani, Pedrazzi ne, Gherardi ne, Arcangeli ne. All. Turrini.

Nella foto (Isolapress): Sofia Cavalli e Benedetta Rizzo domenica sono state le principali protagoniste della vittoria Clai contro Filottrano

Pallavolo B1 donne, anche a Filottrano la Clai Imola si dimostra la più forte
Sport 30 Marzo 2021

Pallavolo B1 donne, la Federazione modifica il format del campionato. Cosa cambia per la Clai Imola

La Federazione ha comunicato come cambierà il format del campionato visto il protrarsi della situazione d’emergenza sanitaria. La rimodulazione si è resa necessaria alla luce delle diverse partite che ogni girone deve ancora recuperare (12 in quello della Clai). A tal proposito la Federazione consente di terminare la prima fase (dieci partite) entro domenica 2 maggio. 

La vera novità riguarda la seconda fase dove il girone all’italiana con gare di sola andata verrà sostituita da un play-off a cui accederanno le prime quattro di ogni mini girone (D1 e D2). La Clai, praticamente certa di continuare a giocare (si fermano la quinta e la sesta che comunque sono salve alla luce del blocco delle retrocessioni), incrocerà una formazione dell’altro mini-girone in base al piazzamento (prima contro quarta e seconda contro terza). Il primo turno play-off partirà sabato 15 maggio con la gara di andata. Ad ogni turno si giocherà un incontro di andata ed uno di ritorno ed in caso di una vittoria per parte con lo stesso numero di punti a decidere la qualificazione sarà il golden set visto che non è prevista la bella.

Le quattro squadre che passeranno il turno poi continueranno ad incrociarsi nel secondo turno per arrivare a definire le due formazioni che accederanno alla fase finale a 12 (dieci + 2 ripescate) e che coinvolgerà anche gli altri gironi. La terza fase promuoverà le sei vincenti degli scontri diretti alla serie A2. Si giocherà ogni week-end fino a domenica 20 giugno. Giocherà in casa la prima partita la squadra peggio classificata al termine della prima fase. (r.s.)

PER SAPERNE DI PIU”

Foto (di Annalisa Mazzini) concessa dalla Clai Imola

Pallavolo B1 donne, la Federazione modifica il format del campionato. Cosa cambia per la Clai Imola
Sport 28 Marzo 2021

Pallavolo B1 donne, la Clai riparte da dove aveva lasciato. Filottrano schiantata in casa

La Clai Imola torna in campo dopo il lungo stop legato al Covid e lo fa esattamente come aveva lasciato, ovvero vincendo 3-0 in casa contro FIlottrano.

Una Clai più forte delle difficoltà conquista il quinto successo in altrettante partite. Anche in una situazione non ideale (in panchina, ma indisponibile Gherardi e mezza squadra al rientro dopo diverse settimane di sosta) le imolesi sono però riuscite ad ottenere altri tre punti e ad allungare quella striscia vincente che la mette nella condizione di continuare a inseguire il sogno play-off.  Al di là dell’inevitabile ruggine però la squadra ha dimostrato una sorprendente tenuta fisica e confermato quella lucidità che nel finale sia del secondo che del terzo hanno fatto la differenza. Va detto che Filottrano vale più della sua attuale classifica e si è arresa dopo aver a lungo giocato alla pari con la Clai. 

Nel prossimo turno, in programma venerdì 2 aprile, le imolesi sfideranno nuovamente Filottrano, questa volta però a domicilio, in uno dei tanti recuperi che attendono ora le ragazze di Turrini. (r.s.)

Clai-Filottrano 3-0 (25-18; 25-22; 25-23)

Clai: Cavalli 7, Lodi 7, Folli 8, Bughignoli 10, Rizzo 13, Melandri 6, Dal Monte (L), Carnevali, Costantini, Balzani, Pedrazzi ne, Gherardi ne, Arcangeli ne. All. Turrini.

Filottrano: Ricchiuti 7, Malatesta 8, Pizzichini 11, Borgognoni 4, Kus 8, Marcellini 8, Chiarot (L), Zappi, Sconocchini ne, Cangiano ne, Santarelli ne, Valeri ne, Papi ne, Cicoria ne. All. Persico

Nella foto (Isolapress): Ilaria Bughignoli

Pallavolo B1 donne, la Clai riparte da dove aveva lasciato. Filottrano schiantata in casa
Sport 23 Marzo 2021

Pallavolo B1, parla Massimo Cavalli: «Ragazze della Clai, il futuro è qui, non è impossibile sognare l’A2 insieme»

In casa Clai Imola c”è attesa per il probabile ritorno in campo, dopo cinque giornate di pausa forzata causa Covid, nel match di domenica 28 marzo alla Cavina contro Filottrano. In attesa a parlare è il vice presidente Massimo Cavalli. «Siamo partiti con qualche incognita – ricorda -, perché avevamo abbassato l’età media e all’ultimo momento è partita anche Sofia Devetag, l’elemento di maggior esperienza del gruppo. Il precampionato non mi aveva fatto cambiare idea, l’obiettivo doveva essere una salvezza tranquilla. Invece con l’arrivo dei tre punti la squadra si è trasformata. Le giovani hanno preso fiducia e sono cresciute strada facendo sotto la guida di Turrini, che sta ottenendo il meglio da loro».

Quindi anche la società sta facendo un pensierino almeno al secondo posto che significa play-off?

«L’appetito vien mangiando e la squadra ci sta abituando bene. Non sappiamo però come usciremo da questa situazione. Sappiamo che il nostro gruppo giovane è seguito e qualche procuratore si è fatto avanti per proporci giocatrici giovani, perché chiaramente i risultati degli ultimi anni ci hanno fatto diventare una piazza appetibile. Vogliamo però puntare sulla crescita delle nostre ragazze nelle prossime stagioni ed inserire al massimo 2-3 elementi da fuori per affrontare eventualmente la serie A. Nonostante questi due anni balordi, la B1 non ci fa più paura come prima. Siamo cresciuti sotto tutti i punti di vista e, nonostante il periodo, stiamo aumentando il numero degli sponsor. La mission resta il lavoro sulle giovanili, ma questo gruppo interessante ci deve far prendere in considerazione l’ipotesi e farci trovare pronti se in futuro dovesse arrivare la serie A». (c.a.t.)

L’intervista su «sabato sera» del 18 marzo.

Nella foto (Isolapress): Massimo Cavalli, Stefano Mongardi e Manuel Turrini

Pallavolo B1, parla Massimo Cavalli: «Ragazze della Clai, il futuro è qui, non è impossibile sognare l’A2 insieme»
Sport 17 Marzo 2021

Pallavolo B1 donne, il Covid vince ancora sotto rete: niente trasferta a Perugia per la Clai Imola

Alla fine saranno cinque le partite da recuperare per la Clai, che è ancora alle prese con l’indisponibilità di diverse giocatrici. Dopo aver rinviato il match col Clementina, è ufficiale anche lo spostamento della gara che si sarebbe dovuta giocare sabato 20 marzo a Perugia.

Proprio contro la formazione umbra la squadra di Turrini ha giocato la sua ultima partita (era il 14 febbraio) e a questo punto l’obiettivo diventa quello di tornare in campo domenica 28 marzo alla Cavina contro Filottrano, l’unica squadra insieme al Clementina a non avere problemi legati al virus. Poi in aprile si dovranno effettuare i recuperi per iniziare a maggio la seconda fase, affrontando le sei squadre dell’altro girone. Tutto questo per portare a termine nel migliore dei modi un campionato a singhiozzo che fin qui ha regalato solo gioie alla formazione imolese. (c.a.t.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 marzo.

Foto concessa dalla Clai Imola

Pallavolo B1 donne, il Covid vince ancora sotto rete: niente trasferta a Perugia per la Clai Imola
Sport 11 Marzo 2021

Pallavolo B1 donne, rinviato anche il match contro Clementina, la Clai resta a guardare

La partita di sabato 13 marzo che la Clai Imola avrebbe dovuto giocare a Moie contro il Clementina è stata ufficialmente rinviata a data da destinarsi. L’ufficio campionati ha infatti accettato la richiesta della società imolese sulla base del protocollo Fipav. Una richiesta resasi necessaria visto il perdurare della difficile situazione sanitaria all’interno della squadra.

Il club sperava in un miglioramento della situazione sanitaria, ma gli ultimi accertamenti effettuati sul gruppo costringono ancora diverse giocatrici a non allenarsi. Essendo il numero superiore al limite consentito, la società ha deciso di chiedere il rinvio anche di questo match. Salta così la quarta partita consecutiva e adesso l’obiettivo si sposta alla gara di sabato 20 a Perugia contro l’ultima formazione affrontata (era il 14 febbraio) dalla Clai prima di dover alzare bandiera bianca a causa del virus. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): il tecnico della Clai, Manuel Turrini

Pallavolo B1 donne, rinviato anche il match contro Clementina, la Clai resta a guardare
Economia 8 Marzo 2021

Imprese e pandemia, nel 2020 i posti di lavoro persi riguardano al 90% le donne

La pandemia ha fortemente penalizzato il lavoro femminile. I numeri mostrano come la tendenza positiva, registrata negli ultimi 26 anni, si sia arrestata di colpo con l’arrivo del Coronavirus. Secondo la rilevazione Istat di fine anno i posti di lavoro persi nel 2020 in Italia riguardano per oltre il 90% le donne. L’analisi del Centro studi di Confartigianato Emilia-Romagna non fa che confermare queste tendenze. I dati al III trimestre 2020 indicano 25 mila donne occupate in meno in regione, metà delle quali lavoratrici indipendenti: 13 mila in meno nel periodo luglio-settembre 2020 rispetto allo stesso periodo 2019, pari ad un calo del -8,2%. Sono 13 mila in meno anche le lavoratrici dipendenti, pari ad un calo del -1,7%.

«La pandemia, oltre ad aver provocato la chiusura di attività che erano in buona salute, ha generato un calo significativo di fatturato in quelle rimaste aperte – afferma Emanuela Bacchilega, presidente del Gruppo donne impresa di Confartigianato Emilia-Romagna -. Confrontando il numero di imprese artigiane registrate nel 2020 rispetto a quelle del 2019 si rileva una maggiore difficoltà, per calo più accentuato, da parte di imprese artigiane gestite da giovani, imprese gestite da donne di nazionalità italiana e di imprese attive nel settore manifatturiero e dei servizi alle persone. Questa differenza è dovuta, in gran parte, ai problemi legati alla gestione dei figli e dei familiari. Le imprenditrici, e il loro fatturato, hanno pagato questo impegno supplementare e la mancanza di servizi adeguati». (da.be.)

Nella foto: Emanuela Bacchilega, presidente del Gruppo donne impresa di Confartigianato Emilia-Romagna

Imprese e pandemia, nel 2020 i posti di lavoro persi riguardano al 90% le donne
Cronaca 8 Marzo 2021

“Un Otto marzo indimenticabile”, quando distribuire la mimosa era reato… Un racconto di Adriana Lodi

C’è stato un tempo, non troppo lontano, quando anche distribuire la mimosa poteva portare in carcere. Lo racconta Adriana Lodi nel libro “Raccontami una favola vera – Biografia di una politica: Adriana Lodi», scritto insieme alla giornalista Laura Branca. A breve sarà pubblicato dalla Bacchilega Editore (marchio della Cooperativa Bacchilega).

Questo un breve ed emblematico assaggio, dedicato a tutte le donne. Anzi a tutti i cittadini e le cittadine:

Un Otto marzo indimenticabile

L’otto marzo del 1955 è rimasto impresso in modo indelebile nella mia memoria. Quella mattina ero alla Camera del lavoro quando squillò il telefono: «Hanno arrestato tua sorella». Dissero e io incredula chiesi: «Mia sorella! Ma ne siete certi? E soprattutto perché?». «Perché ha distribuito la mimosa davanti alla Ducati» mi rispose la voce all’altro capo del telefono. Dopo poco venni a sapere tutta la storia. Angela era stata portata con altre tre donne alla stazione dei carabinieri di Borgo Panigale per essere interrogata.

I «corpi del reato» erano le mimose e il reato contestato era: «Questua  abusiva». Era  infatti  vietato  per  legge  mendicare  senza  autorizzazione  e  la  distribuzione  della  mimosa  ad  offerta  libera  fu  giudicata dai poliziotti come accattonaggio.

Il mattino dopo fecero un processo per direttissima in tribunale anche ad Angela, che era la più piccola del gruppo ed era ancora minorenne.  Prima  di  emettere  la  sentenza  il  giudice  le  chiese  se  fosse pentita di quello che aveva fatto ma lei rispose con orgoglio, anche davanti ai giudici, che non aver fatto nulla di male nel distribuire dei fiori.

Anche  questo  episodio  sembra  una  piccola  favola,  anche  questa  storia però è vera. Sono fatti che succedevano.

Nelle favole ci sono momenti gioiosi e altri momenti come questo, colmi di contraddizioni, di tristezza e fatti di rabbia. Mia sorella rimase in carcere per alcune settimane. Una sorpresa di un 8 marzo ormai lontano. 

CHI E” ADRIANA LODI
Adriana Lodi è nata nel ’33, fu prima sindacalista della Cgil, poi assessore nelle giunte dei sindaci bolognesi Dozza e Fanti. Nel 1969 entrò in Parlamento tra le fila del Pci, si è sempre impegnata in particolare per i diritti civili e i diritti delle donne. Fu capogruppo alla Camera; insieme all’amica e collega Nilde Iotti, lavorò, tra le altre cose, alla stesura e approvazione della legge 194 del 1978, che ha autorizzato e regolamentato l’interruzione di gravidanza in Italia. Ma fu anche amministratrice a Bologna. Lavoro per la costruzione di una rete di asili comunali, che porterà ad inaugurare il primo nido bolognese nel 1969, in anticipo rispetto alla legge nazionale del 1971, di cui lei stessa sarà fautrice. La sua attività come deputata si è conclusa nel 1992. Oggi abita ad Ozzano Emilia con la famiglia.

Nella foto Adriana Lodi in occcasione del conferimento di una targa da parte del Comune di Ozzano nel 2019

Ozzano Emilia

“Un Otto marzo indimenticabile”, quando distribuire la mimosa era reato… Un racconto di Adriana Lodi
Cronaca 5 Marzo 2021

A Imola inaugurata la panchina rossa contro la violenza sulle donne

L’Amministrazione comunale di Imola, in accordo con la Commissione Pari Opportunità e a seguito della mozione della Consigliera Mirella Pagliardini firmata dalle donne del gruppo Partito Democratico, ha inaugurato oggi nell’area verde tra via Togliatti e via Serraglio, intitolata alle sorelle Mirabal, una panchina rossa, simbolo del contrasto alla violenza e al femminicidio. Con tanto di targa che ne esprime il significato. Una donna uccisa dalla violenza maschile lascia un vuoto che non può essere dimenticato e la panchina rossa è l’emblema del posto occupato da chi non c’è più, portata via dalla violenza. E’ il simbolo di un percorso di sensibilizzazione e mantiene viva una presenza. (r.cr.)

Nella foto: la panchina rossa e la targa

A Imola inaugurata la panchina rossa contro la violenza sulle donne
Sport 19 Febbraio 2021

Pallavolo B1 donne, la Clai si arrende al Coronavirus: rinviate le prossime due gare di campionato

Alla fine anche la Clai ha dovuto arrendersi al Coronavirus. Nella serata di ieri la società imolese ha così chiesto e ottenuto il rinvio sia del match di domenica 21 a Filottrano, che chiudeva il girone di andata, che quello in programma mercoledì 24 a Jesi. Una richiesta resasi necessaria per accertamenti in seguito a casi di positività. Allenamenti di gruppo quindi sospesi per le ragazze di Turrini questa settimana e solo ad inizio della prossima in base agli sviluppi saranno prese dalla società decisioni in merito. «Ci siamo già organizzati per ovviare a questa particolare situazione – commenta il tecnico -. Ieri sera tutte le ragazze essendo asintomatiche hanno svolto un allenamento da casa e sarà così anche nei prossimi giorni, fino a quando non potremo tornare in palestra. Abbiamo dovuto rinviare delle partite e dovremo lavorare da remoto per qualche tempo, ma siamo pronti a farlo visto che ho trovato massima disponibilità. Lo sapevamo che poteva accadere, ma stiamo continuando il lavoro per ricominciare da dove abbiamo finito».

Il prossimo impegno della Clai, quindi, Covid permettendo, sarà domenica 7 marzo alla Cavina contro Cesena. (da.be.)

Foto di Annalisa Mazzini, tratta dalla pagina Fb della Csi Clai

Pallavolo B1 donne, la Clai si arrende al Coronavirus: rinviate le prossime due gare di campionato

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA