Posts by tag: Donne

Sport 18 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, medaglia Coni per la centrale della Csi Clai Imola Vanessa Caboni

Non solo il primato in B2 per la Clai di Manuel Turrini. Piovono riconoscimenti che vanno oltre la classifica della prima squadra. Ecco allora che la centrale bolognese Vanessa Caboni, inserita in estate nel gruppo, ha ricevuto una medaglia al valore atletico dal Coni. Il premio si riferisce alla Nazionale di volley che è giunta seconda alle Olimpiadi dei non udenti, che si sono tenute a Samsun, in Turchia, nell’estate del 2017. Vanessa ha anche vinto 4 scudetti nel circuito dei sordi (più uno nel beach), ottenendo pure il premio di miglior giocatrice nel campionato nazionale. (Redazione sportiva)

Nella foto: Vanessa Caboni in maglia azzurra

Pallavolo B2 femminile, medaglia Coni per la centrale della Csi Clai Imola Vanessa Caboni
Sport 16 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, il tecnico della Vtb Ozzano Claudio Casadio presenta il derby contro la Clai Imola

Ci sono tutte le premesse per assistere ad un bel derby (si gioca oggi alle ore 18 al palasport di Ozzano). Clai e Vtb Pianamiele arrivano infatti a questa sfida con il morale alto e una classifica superiore alle aspettative. In comune c’è anche il fatto che sono reduci da un successo al tie-break, anche se di diversa natura: inaspettato per le ozzanesi contro un Gramsci imbattuto in casa, più complicato del previsto per la Clai. Se fino a qualche settimana fa si poteva pensare ad un derby a senso unico, visto il diverso rendimento delle due squadre, adesso la sensazione è che sarà una partita aperta a qualsiasi risultato. Imola, che ha il doppio dei punti in classifica (24 contro 12) ha dalla sua giocatrici di maggior esperienza che cercheranno di chiudere l’anno imbattute, ma la squadra di Claudio Casadio è cresciuta notevolmente nell’ultimo mese. «Abbiamo scollinato dopo il match di Rimini di due settimane fa perso al tie-break, ma in cui potevamo portare a casa i tre punti, per come è andata la partita – racconta l’esperto tecnico bolognese che a Imola ha allenato anche il Famila in A1 -. Ho detto alle ragazze che avevamo buttato via due punti, ma che sarebbe stato il nostro punto di partenza».

Dunque anche la Clai non può commettere l’errore di sottovalutarvi.

«Non l’avrebbe fatto comunque, perché quello è un gruppo che lavora bene da diverso tempo con un tecnico preparato come Turrini. Non sono lassù per caso e quindi sono tutt’altro che sorpreso delle loro 9 vittorie di fila. Da quanto ho saputo, hanno acquisito quella personalità che fa la differenza per vincere i campionati. Penso però che adesso vincere a Ozzano sarà dura e non solo per la Clai. Proveremo a metterla in difficoltà con le nostre armi e soprattutto con il servizio, avendo tutte giocatrici che battono al salto. Noi adesso possiamo giocare con maggiore serenità e soprattutto consapevolezza nei nostri mezzi».

L’ultima sfida contro la Clai risale alla stagione 2011/12. Tu guidavi San Lazzaro e vinceste il campionato, mentre Imola era appena arrivata in B2.

«Avevamo una squadra forte, con la White che faceva ancora la differenza pur avendo passato i 40 anni. Però ricordo anche qualche anno prima con Ozzano che perdemmo nettamente in via Volta contro la Uisp allenata da Mario Sangiorgi. Con Manuel ci sentiamo spesso, perché tre delle sue giocatrici vengono con me il mercoledì per giocare la partita nell’Under 18i». (c.a.t.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 13 dicembre.

Nella foto (dalla pagina facebook della Vtb Ozzano): il tecnico Claudio Casadio

Pallavolo B2 femminile, il tecnico della Vtb Ozzano Claudio Casadio presenta il derby contro la Clai Imola
Sport 10 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, primo squillo in trasferta per la Vtb Pianamiele Ozzano

E” servito il tie break alla Vtb Pianamiele Ozzano per avere la meglio sulla Gramsci Reggio Emilia. La squadra di Casadio centra così la prima vittoria in trasferta, un successo fondamentale arrivato in rimonta e contro la terza in classifica.

La Vtb nel prossimo turno sfiderà, domenica 16 (ore 18) in casa la Clai Imola.

Gramsci Reggio Emilia-Vtb Ozzano 2-3 (19-25, 25-19, 25-23, 16-25, 12-15)

Foto tratta dalla pagina facebook della Vtb Ozzano

Pallavolo B2 femminile, primo squillo in trasferta per la Vtb Pianamiele Ozzano
Sport 9 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, vittoria al tie break per la Csi Clai Imola

La Csi Clai Imola ha bisogno del 5° set per superare l”Arbor Reggio Emilia e mantenere così la vetta della classifica con tre punti di vantaggio su Forlì.

Le ragazze di Turrini vincono i primi due parziali e sembrano chiudere il match, ma la reazione delle ospiti è veemente e sorprende le padrone di casa. Alla fine l”ultimo set premia la Clai che salva un match point ed ai vantaggi legittima la vittoria. Grande prestazione di Sofia Devetag ed Alice Tesanovic.

Nel prossimo turno, in programma domenica 16 (ore 18), la Clai sarà impegnata nel derby in casa della Vtb Ozzano. (d.b.)

Tabellino

Clai Imola-Arbor Reggio Emilia 3-2 (25-19, 25-22, 18-25, 22-25, 16-14)

Imola: Cavalli 4, Devetag 22, Ferracci 4, Melandri 13, Collet 14, Tesanovic 18, Dalmonte (lib), Ricci (lib), Bombardi 6, Folli 2, Gherardi 1, Caboni ne, Zanotti, Piva. All. Turrini.

Nella foto (dall”edizione di «sabato sera» del 6 dicembre): la gioia della Clai

Pallavolo B2 femminile, vittoria al tie break per la Csi Clai Imola
Cronaca 3 Dicembre 2018

Il dramma degli stupri come arma di guerra: il 4 dicembre a Imola un documentario di Daniele Bellocchio

E” in programma martedì 4 dicembre alle 18, nella sala del Cidra di via Fratelli Bandiera 23 a Imola, un”iniziativa contro gli stupri come arma di guerra che vedrà l”intervento di Maria Eleonora Landini, componente della segreteria di redazione della rivista Il Mulino.

All”intervento seguirà la proiezione del documentario «Mwavita – nata in tempo di guerra», introdotto dall”autore Daniele Bellocchio (di Gli occhi della guerra) sulla situazione delle violenze sessuali in Congo. Dialogherà con l”autore la volontaria Giorgia Cardelli dell”Oratorio di San Giacomo che ha collaborato coi colleghi del medico congolese Denis Mukwege, insignito del premio Nobel per la Pace 2018 in quanto fondatore del Panzi Hospital, chirurgo specializzato nella cura dei danni fisici interni causati da stupro e un punto di riferimento per tutta la comunità internazionale per l’assistenza e l’aiuto delle persone che hanno subito violenze sessuali in guerra e nei conflitti armati.

Durante la serata vi sarà la lettura a cura di Marina Mazzolani di alcuni passi dal libro «L” u l t i m a ragazza», di Nadia Murad, vincitrice del premio Nobel per la Pace 2018 insieme a Mukwege, in cui la giovane irachena appartenente alla minoranza yazida racconta della sua esperienza in quanto vittima degli abusi perpetrati dall’Isis.

L”iniziativa è dell”associazione PerLeDonne in collaborazione con Coordinamento donne Anpi, Coordinamento donne Cgil Imola, Trama di Terre, Udi Imola.

Nella foto l”invito ufficiale all”iniziativa

Il dramma degli stupri come arma di guerra: il 4 dicembre a Imola un documentario di Daniele Bellocchio
Sport 3 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, facile successo interno per la Vtb Pianamiele Ozzano

La Vtb Pianamiele Ozzano non delude davanti al proprio pubblico e archivia agevolmente la pratica Rovigo. Un 3-0 netto che non ammette repliche e lancia le ragazze di Casadio all”undicesimo posto in classifica a quota 10 punti.

Nel prossimo turno la Vtb Ozzano affronterà, sabato 8 (ore 21), in casa la Gramsci Reggio Emilia.

Tabellino

Vtb Pianamiele Ozzano-Rovigo 3-0 (25-16, 25-17, 25-16)

Ozzano: Taiani, Pavani, Mazza, Bughignoli, Volontè, Guerra, Tripoli, Costantini, Garagnani (lib), Muraca (lib), Palmese, Tesanovic. Allenatore: Casadio

Foto tratta dalla pagina Instagram della Vtb Ozzano

Pallavolo B2 femminile, facile successo interno per la Vtb Pianamiele Ozzano
Sport 1 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, l'ottava meraviglia della Csi Clai Imola vale oro

Impresa della Csi Clai Imola che «stapazza» 3-0 in trasferta Forlì e si mantiene sempre più salda in vetta al girone E di B2, allungando proprio sulle avversarie romagnole. Con questo successo, inoltre, le ragazze di Turrini centrano un altro record, ovvero la conquista dell”ottava vittoria consecutiva.

Nel prossimo turno, in programma domenica 9 (ore 18), la Csi Clai affronterà in casa l”Arbor Reggio Emilia. (d.b.)

Tabellino

Forlì-Clai Imola 0-3 (22-25, 18-25, 22-18)

Imola: Piva ne, Devetag 10, Bombardi ne, Cavalli, Dal Monte (lib), Ferracci 15, Folli 1, Ricci Maccarini (lib), Melandri 8, Zanotti 2, Collet 14, Gherardi 4, Tesanovic 5. All. Turrini.

Nella foto (di Annalisa Mazzini Photo): la Clai Imola

 

Pallavolo B2 femminile, l'ottava meraviglia della Csi Clai Imola vale oro
Sport 1 Dicembre 2018

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola vuole centrare l'impresa in casa di Forlì

Vinse le ultime sette consecutive per salvarsi nella stagione 2013/14, ma adesso, infilandone otto di fila, può iniziare concretamente a pensare al salto in B1. La storia passa insomma dal Ginnasio di Forlì, perché oggi, sabato 1 dicembre (ore 17.30) la Clai Imola gioca per difendere il primo posto in classifica. Sarebbe un’impresa, perché le romagnole sono più forti (almeno nella singola partita) e quindi batterle, per di più sul loro campo, vorrebbe dire tanto. Da tre anni la Clai torna da Forlì senza punti e con lo stesso risultato (3-1), tanto che l’unica vittoria risale all’anno di coach Parlatini. Rispetto alle ultime tre annate però, in cui la squadra di Delgado partiva decisamente favorita, questa Clai ha qualche freccia in più al suo arco. Arriva a questa sfida con una squadra meno spremuta e anche più convinta di potersela giocare. Certo Forlì ha individualità importanti, ma se qualcosa non dovesse girare per il verso giusto, potrebbe pagare dazio. Come lo scorso anno (il derby cadeva alla settima giornata) la Clai va al Ginnasio ancora imbattuta, ma non altrettanto appagata. Cavalli e compagne vogliono infatti dimostrare di non essere inferiori a Forlì, che ha sempre vinto, ma faticando un paio di volte. «E’ certamente una partita importante, ma chiunque la spunterà non avrà di certo già vinto il campionato – commenta il tecnico imolese Manuel Turrini -. Arriviamo a questa sfida con un punto di vantaggio e saremo in trasferta, quindi saranno loro ad avere più pressione addosso. Noi dobbiamo fare bene e costringerle a giocare una partita importante. Le 7-8 ragazze di Forlì che ruotano attorno al sestetto sono di categoria superiore, mentre noi siamo un gruppo equilibrato che vuole capire dove può arrivare».

Cosa ne dici di un punto in classifica, quindi essere alla pari sabato sera?

«Non firmerei mai per una sconfitta, però una vittoria al tie-break potrei sottoscriverla».

Come si vince a Forlì?

«La battuta è sempre fondamentale, a maggior ragione con una squadra che ha attaccanti così forti. Credo che rispetto ai precedenti scontri diretti dovremo essere più bravi a limitare la Rossi, che a noi ha sempre dato fastidio, mentre sarà difficile fare la stessa cosa con la Bernabè, che sta facendo ancora meglio dello scorso anno».

Con che schiacciatrici partirai, visto che stai ruotando tutte e quattro le bande?

«Partirà chi avrò dimostra di stare meglio, ma chiunque sale dalla panchina può essere altrettanto decisivo, come è già successo. Con Cervia non ho fatto turn-over pensando a Forlì se non per Collet, che aveva avuto problemi alla schiena» (Carlo Andrea Tori) 

L”articolo completo su «sabato sera» del 29 novembre.

Nella foto (Isolapress): l”esultanza della Clai dopo la settima vittoria di fila

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola vuole centrare l'impresa in casa di Forlì
Sport 26 Novembre 2018

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola è un rullo compressore. Primo punto in trasferta per la Vtb Ozzano

dafdfsfsdfs

Ancora una sconfitta, invece, per la Vtb Ozzano che perde al tie-break sul campo della Stella Rimini, ma centra lo stesso il primo punto in trasferta. Nel primo set Bologna parte forte, ma le rivierasche reagiscono e allungano e, complice forse qualche svista arbitrale, conquistano il parziale. Nel secondo, invece, le ragazze di Casadio piazzano una grande rimonta e conquistano il set. Il terzo addirittura va ai vantaggi, ma l”equilibrio viene vinto dalle romagnole. Nel quarto Ozzano domina dall”inizio alla fine e porta il match al quinto decisivo set che sorride a Rimini.

Nel prossimo turno la Clai Imola sarà impegnata, sabato 1 dicembre (ore 17.30), in casa della seconda in classifica Forlì, mentre la Vtb Ozzano riceverà, domenica 2 dicembre (alle 18), Rovigo. (d.b.)

Tabellini

Csi Clai Imola-Cervia 3-0 (25-15, 25-23, 25-15)

 

Imola: Piva 3, Devetag 4, Bombardi ne, Cavalli 1, Dal Monte (lib), Ferracci 11, Folli 5, Ricci Maccarini (lib), Melandri 8, Caboni ne, Zanotti 9, Collet 1, Gherardi 15, Tesanovic 3. All. Turrini.

Stella Rimini-Vtb Ozzano 3-2 (25-22, 22-25, 28-26, 18-25, 15-10)

Ozzano: Taiani 14, Pavani 8, Mazza 16, Bughignoli 27, Volontè 1 , Guerra, Tripoli ne, Costantini 11, Garagnani (lib) Muraca (lib), Palmese, Tesanovic 7. All. Casadio.

Foto tratta dalla pagina facebook della Vtb Ozzano

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola è un rullo compressore. Primo punto in trasferta per la Vtb Ozzano
Cronaca 25 Novembre 2018

25 novembre, i dati sulla violenza nei confronti delle donne: un fenomeno diffuso anche nel nostro territorio

Il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, è l’occasione per analizzare l’andamento della violenza di genere nel nostro territorio. Si tratta purtroppo di un fenomeno piuttosto diffuso, come dimostrano i numeri forniti in questi giorni da enti e associazioni che forniscono assistenza, sostegno e protezione alle vittime e nella maggioranza dei casi anche ai loro figli minori.

All’Asp del Circondario imolese, nel corso dell’ultimo triennio (2016/2017/2018) si sono rivolte 67 donne segnalando per la prima volta di avere subito maltrattamenti e violenze. In maggioranza si tratta di madri, per un totale di 80 minori vittime di violenza assistita. Gli operatori dell’azienda, che investe oltre 300.000 euro l’anno a sostegno delle donne che hanno subito violenza, sono impegnati a offrire a tutti un progetto di sostegno personalizzato, finalizzato alla protezione, alla messa in sicurezza e alla fuoriuscita dalla condizione di maltrattamento per una autonomia personale libera dalla violenza. Diversi i progetti attivati dall’Asp, tra cui quello mirato a promuovere l’autonomia abitativa di sei donne vittime di violenza e dei loro figli e l’azione “Continuità del consolidamento e potenziamento della rete di servizi a favore delle donne vittime di violenza e dei loro figli, finanziato dalla Regione Emilia Romagna con 36.000 euro.

Passando all’associazione Perledonne, i dati del centro antiviolenza si riferiscono al periodo dal 1° gennaio al 15 ottobre 2018. «Le nostre operatrici – sottolinea l”associazione – hanno accolto 46 donne (39 italiane e 7 straniere), la maggior parte delle quali comprese nella fascia di età 18-60 anni; che hanno subìto una qualche forma accertata di violenza da mariti, compagni, ex partner; con buon livello di istruzione (la maggior parte di loro è diplomata o laureata) e con un lavoro. Un dato allarmante su tutti: i figli delle donne accolte (quindi potenziali vittime di violenze attuali e/o pregresse) sono in totale 62 (di cui 29 sicuramente minorenni). Bambine e bambini, ragazze e ragazzi che hanno respirato, sofferto, visto con i propri occhi atti di violenza in casa loro».

Per quanto riguarda invece il centro antiviolenza attivo sul territorio gestito da Trama di Terre, si registrano nei primi 10 mesi del 2018 88 donne che hanno chiesto aiuto, 49 delle quali si sono rivolte al centro per la prima volta (21 italiane, 28 straniere). Anche in questo caso le violenze sono avvenute in gran parte in famiglia, da parte del coniuge/partner o di altri parenti maschi (padre, fratelli) oppure di ex mariti e fidanzati.

Per chiudere con una panoramica del fenomeno in Emilia Romagna, le donne che si sono rivolte ai centri antiviolenza del Coordinamento regionale fra il 1° gennaio e il 31 ottobre 2018 sono state complessivamente 3629, di cui il 75,8% per la prima volta (il 61,1% di quelle nuove sono italiane). Oltre il 63% di quelle che si sono rivolte a un centro antiviolenza del Coordinamento ha subito violenza fisica, il 35,8 violenza economica, il 12,9% violenza sessuale, l’88,9 violenze psicologiche. A ottobre 2018 sono state 273 le donne ospitate nelle strutture in dotazione dei centri antiviolenza del Coordinamento regionale. Oltre due terzi (il 69,9%) sono state ospitate insieme ai propri figli, per un totale di 566 donne e minori. Sia le donne che hanno subito violenza sia quelle ospitate sono in aumento rispetto al 2015.

25 novembre, i dati sulla violenza nei confronti delle donne: un fenomeno diffuso anche nel nostro territorio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast