Posts by tag: editoria

Cultura e Spettacoli 25 Luglio 2020

Questa sera ritorna il concorso letterario «Turno di Notte» con l’incipit di Lucarelli

Si dice che la notte sia fatta per dormire. È verissimo, la notte cala le palpebre e spesso e volentieri coglie impreparati. Ma nella notte si possono fare anche altre cose, una di queste è scrivere. Turno di Notte torna con la sua dodicesima edizione, organizzato da Officine Wort e Officina Passo Passo. La cosa particolare, di questo concorso letterario per racconti che partono da un incipit scritto da Carlo Lucarelli, è proprio che si è costretti a scrivere di notte.

Alle 22 pronti online sul sito di Officine Wort, oppure presso l’azienda vitivinicola Gandolfi (via Loreta Berlina 12, Dozza). L’incipit verrà comunicato e tutti i concorrenti potranno iniziare a scrivere. Sotto le stelle, di notte, quando tutto è silenzioso o quasi. Alcune delle cose più belle mai scritte sono state scritte di notte: Flaubert, Kafka, Dostoesvkij, Kerouac, tutti loro, si dice scrivessero da mezzanotte all’alba, lasciandosi accompagnare dal tempo dilatato della notte.

Le più grandi ispirazioni letterarie, di solito, vengono sotto le lenzuola, nel proprio letto, mentre si combatte il sonno. Immaginatevi Flaubert o Kafka, alzarsi improvvisamente dal letto per appuntarsi l’idea giusta. Forse perché è quando il corpo si rilassa che la mente può sbrogliare la fantasia, nel silenzio e nel buio. E nel silenzio, e nel buio, il 25 luglio, ci sarà il rumore delle dita che ticchettano sulle tastiere ad accompagnare i sogni dei giusti. (fra.gian.)

Nella foto: la premiazione dell’edizione scorsa vinta da Lorena Casadei e Carlo Lucarelli

Questa sera ritorna il concorso letterario «Turno di Notte» con l’incipit di Lucarelli
Cultura e Spettacoli 16 Luglio 2020

A Bologna letture del libro «fiabe-contro-fiabe» di Elena Buccoliero per Bacchilega Editore

Leggere fiabe non è un lavo- ro da ragazzi, soprattutto se sono fiabe-contro-fiabe tratte dal libro scritto da Elena Buccoliero e illustrato da Giulia Boari. L’autrice lo farà giovedì 16 luglio a Bologna nell’Arena Orfeonica di via Broccaindosso 50 con inizio alle ore 21 e ingresso ad offer- ta libera. Il tutto nell’ambito della rassegna di cultura e spettacoli «Notti orfeoniche». fiabe-contro-fiabe (Bacchilega Editore) è un libro che ha patito il lockdown come successo a molti libri e alle persone più fragili. E fragili lo sono i protagonisti delle fiabe di Elena Buccoliero, che però si ribellano al loro ruolo.

La Cenerentola disneyana diven- ta Cenerantola e la colonna sonora del cartone animato cambia titolo diventando «I sogni son deleteri» e non più desideri. Cenerantola e gli altri protagonisti delle contro-fiabe di Buccoliero non ne possono più di obbedire al ruolo che le fiabe originali avevano dato loro e si ribellano. Stancaneve è stufa di fare la serva ai nani, Hanselovic e Greteluska sono due minori stranieri non accompagnati e la piccola fiammiferaia è una bambina senza protezione. Elena Buccoliero ha scritto le controfiabe un po’ per giocoun po’ per dolore, mescolando le trame tradizionali, rovesciandole e facendole diventare attuali. Il lieto fine e il candore dell’infanzia sono dimenticati e irridono gli adulti con le loro disillusioni. (r.c.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 9 luglio.

Nella foto: la copertina del libro «fiabe-contro-fiabe» di Bacchilega Editore

A Bologna letture del libro «fiabe-contro-fiabe» di Elena Buccoliero per Bacchilega Editore
Cultura e Spettacoli 3 Giugno 2020

La direttrice della Bologna Children’s Book Fair Elena Pasoli nel Cda del Centro per il libro e la lettura

La direttrice della Bologna Children’s Book Fair (Fiera del Libro per ragazzi di Bologna) Elena Pasoli è stata nominata nel Consiglio di Amministrazione del Centro per il libro e la lettura (Cepell.it). «Alla direttrice Elena Pasoli, che ha una notevole esperienza internazionale, tale da qualificare il Centro del Ministero dei Beni Culturali, le nostre più vive felicitazioni» – hanno commentato il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale alla Cultura e Paesaggio, Mauro Felicori.

Il Cepell è un istituto autonomo del MiBACT che attua politiche di diffusione del libro e della lettura in Italia, nonché di promozione del libro e della cultura italiana all”estero, proponendosi come punto di riferimento per il mondo professionale e come luogo di incontro, dialogo e scambio per gli operatori pubblici e privati che operano nei vari ambiti della produzione, della conoscenza e della diffusione del libro. «Siamo felici per la designazione di Elena Pasoli, Exhibition Manager della Bologna Children’s Book Fair- dichiara Giampiero Calzolari, presidente Bologna Fiere– nel Cda del Centro per il libro e la lettura, un importante riconoscimento per la sua preparazione professionale e l’entusiasmo con cui affronta ogni impegno che saranno fondamentali, e son certo caratterizzeranno, anche questo suo nuovo incarico». (da.be.)

Nella foto: Elena Pasoli

La direttrice della Bologna Children’s Book Fair Elena Pasoli nel Cda del Centro per il libro e la lettura
Cultura e Spettacoli 23 Maggio 2020

Presentazione «social» per il libro «Prima e poi», la novità della primavera 2020 di Bacchilega Junior

Prima e poi, poi e prima, dentro il tempo il cuore sbrina. Si possono raccontare i momenti e gli incontri importanti della vita senza mai parlarne direttamente, ma solo dicendo il prima e il poi che li riguarda?

È questa la sfida del libro «Prima e poi», pubblicato da Bacchilega Junior fra le novità della primavera 2020. Un libro che è al tempo stesso un albo di illustrazioni e di poesie, due per ogni tema affrontato: la prima che racconta le aspettative di una relazione, o di un evento, la seconda che ne delinea le permanenze. Fra i temi trattati attraverso le parole mirate di Teresa Porcella e il tratto inconfondibile di Giorgia Atzeni vi sono la relazione fra fratelli e sorelle, il rapporto con le piante e gli animali da compagnia, il diventare grandi.

Domenica 24 maggio alle 18.30 l”autrice e l”illustratrice raccontano la genesi del libro “Prima e poi” intervistate dalla giornalista Donatella Trotta. Una presentazione dal vivo, pur a distanza, di un albo, come un album, che ha tanto da raccontare e che è stato raccontato, fra gli altri, su Internazionale e su Rai Radio Kids. L”evento è visibile in diretta sulla pagina Facebook di Bacchilega Junior (e anche qui sotto). (mi.mo.)

Nella foto: la copertina dell’evento

Presentazione «social» per il libro «Prima e poi», la novità della primavera 2020 di Bacchilega Junior
Economia 22 Maggio 2020

I libri della Bacchilega Editore ora si possono acquistare anche nelle edicole

Non solo giornali. Da alcune settimane la cooperativa Corso Bacchilega, che pubblica non solo il settimanale «sabato sera» ma anche libri, ha avviato un progetto sperimentale con le edicole del territorio. «Quando un mio caro amico e cliente mi ha proposto di iniziare a vendere alcuni libri della Bacchilega Editore ho subito deciso di accettare – così Marco Guerra, titolare dell’edicola omonima in Pedagna, spiega la sua scelta -. Ho pensato che sarebbe stato sicuramente un incentivo per attirare nuova clientela e ampliare la mia offerta».

L’idea di proporre alle edicole la vendita di pubblicazioni legate al territorio imolese è nata principalmente per fronteggiare l’emergenza sanitaria, permettendo ai lettori di distrarsi attraverso una proposta molto variegata. L’iniziativa, infatti, partita a metà aprile, è stata pensata per continuare a diffondere la cultura attraverso un servizio indispensabile e sempre attivo come quello dell’edicola. «I libri più venduti – continua Marco – sono stati quelli per bambini, quelli di ricette e soprattutto quelli sulla Resistenza imolese, ma devo dire che è stato acquistato un po’ di tutto. Per quanto riguarda i clienti più interessati, sicuramente molti di loro conoscevano già la casa editrice tramite il giornale». (gi.so.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 21 maggio

Nella foto Marco Guerra dell”edicola omonima in Pedagna mostra alcuni libri della Bacchilega Editore

I libri della Bacchilega Editore ora si possono acquistare anche nelle edicole
Cultura e Spettacoli 9 Maggio 2020

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO

Il 9 maggio si celebra, come ogni anno, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi. Bacchilega Junior, editore cooperativo imolese, dà il suo contributo con un video di presentazione del libro per ragazzi “Davanti a quel muro”, recentemente pubblicato a firma dell’autrice Maria Beatrice Masella e con le illustrazioni di Claudia Conti.

Nell’anno del quarantesimo anniversario della Strage di Bologna, che il 2 agosto 1980 ha squarciato il muro della stazione centrale e ottantacinque vite, l’editore imolese, attento alla qualità dei libri per bambini in termini di prodotto e contenuti, racconta attraverso le parole della Masella la storia di un adolescente di oggi e del suo rapporto con quella stazione, quello squarcio nel muro, quella lapide… Un libro sulla memoria storica ma anche sulla memoria tangibile che non solo va ricordata ma che pone le basi per una migliore società moderna.

Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, di cui Paolo Lambertini ha firmato una preziosa postfazione. È la storia di Ernesto, quindicenne in crisi con la scuola e innamorato di Ginni, la compagna con i capelli blu. L’istituto che Ernesto frequenta si trova vicino alla stazione di Bologna, luogo dove trascorre quasi tanto tempo quanto in classe, visto che ci va ogni volta che fa “fuga da scuola”. Un giorno, nei pressi della sala d’attesa, incontra uno strano ragazzo che gli chiede se lui le conosceva, quelle persone scritte sul muro. Ernesto, infastidito, se ne va senza rispondere, poi ci ripensa. “Alla fine mi fermo e mi rispondo da solo: certo che so di chi sono quei nomi scritti sul muro. Insomma, non li conosco ma so chi sono. Tutti in questa città lo sanno, anche i bambini: sono le persone morte per l’esplosione di una bomba. Tanti anni fa, molto prima che io nascessi, una bomba esplose in questa stazione, proprio dove sto camminando io: la stazione di Bologna”. Tutto qui? Cosa è successo davvero il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? E perché quello strano ragazzo, con un fumetto di Ken Parker sotto il braccio, afferma di venire dagli anni Ottanta? Per Ernesto quell’incontro sarà sconvolgente quanto la storia che sta per scoprire. E la memoria, per lui, assumerà un significato nuovo e inaspettato.

Il prezzo di copertina del volume, disponibile nelle librerie e negli store digitali è di 12 euro. (da.be.)

Cronaca 9 Maggio 2020

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO

Il 9 maggio si celebra, come ogni anno, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi. Bacchilega Junior, editore cooperativo imolese, dà il suo contributo con un video di presentazione del libro per ragazzi “Davanti a quel muro”, recentemente pubblicato a firma dell’autrice Maria Beatrice Masella e con le illustrazioni di Claudia Conti.

Nell’anno del quarantesimo anniversario della Strage di Bologna, che il 2 agosto 1980 ha squarciato il muro della stazione centrale e ottantacinque vite, l’editore imolese, attento alla qualità dei libri per bambini in termini di prodotto e contenuti, racconta attraverso le parole della Masella la storia di un adolescente di oggi e del suo rapporto con quella stazione, quello squarcio nel muro, quella lapide… Un libro sulla memoria storica ma anche sulla memoria tangibile che non solo va ricordata ma che pone le basi per una migliore società moderna.

Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, di cui Paolo Lambertini ha firmato una preziosa postfazione. È la storia di Ernesto, quindicenne in crisi con la scuola e innamorato di Ginni, la compagna con i capelli blu. L’istituto che Ernesto frequenta si trova vicino alla stazione di Bologna, luogo dove trascorre quasi tanto tempo quanto in classe, visto che ci va ogni volta che fa “fuga da scuola”. Un giorno, nei pressi della sala d’attesa, incontra uno strano ragazzo che gli chiede se lui le conosceva, quelle persone scritte sul muro. Ernesto, infastidito, se ne va senza rispondere, poi ci ripensa. “Alla fine mi fermo e mi rispondo da solo: certo che so di chi sono quei nomi scritti sul muro. Insomma, non li conosco ma so chi sono. Tutti in questa città lo sanno, anche i bambini: sono le persone morte per l’esplosione di una bomba. Tanti anni fa, molto prima che io nascessi, una bomba esplose in questa stazione, proprio dove sto camminando io: la stazione di Bologna”. Tutto qui? Cosa è successo davvero il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? E perché quello strano ragazzo, con un fumetto di Ken Parker sotto il braccio, afferma di venire dagli anni Ottanta? Per Ernesto quell’incontro sarà sconvolgente quanto la storia che sta per scoprire. E la memoria, per lui, assumerà un significato nuovo e inaspettato.

Il prezzo di copertina del volume, disponibile nelle librerie e negli store digitali è di 12 euro. (da.be.)

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO
Cronaca 9 Maggio 2020

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO

Il 9 maggio si celebra, come ogni anno, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi. Bacchilega Junior, editore cooperativo imolese, dà il suo contributo con un video di presentazione del libro per ragazzi “Davanti a quel muro”, recentemente pubblicato a firma dell’autrice Maria Beatrice Masella e con le illustrazioni di Claudia Conti.

Nell’anno del quarantesimo anniversario della Strage di Bologna, che il 2 agosto 1980 ha squarciato il muro della stazione centrale e ottantacinque vite, l’editore imolese, attento alla qualità dei libri per bambini in termini di prodotto e contenuti, racconta attraverso le parole della Masella la storia di un adolescente di oggi e del suo rapporto con quella stazione, quello squarcio nel muro, quella lapide… Un libro sulla memoria storica ma anche sulla memoria tangibile che non solo va ricordata ma che pone le basi per una migliore società moderna.

Il libro vanta la collaborazione dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, di cui Paolo Lambertini ha firmato una preziosa postfazione. È la storia di Ernesto, quindicenne in crisi con la scuola e innamorato di Ginni, la compagna con i capelli blu. L’istituto che Ernesto frequenta si trova vicino alla stazione di Bologna, luogo dove trascorre quasi tanto tempo quanto in classe, visto che ci va ogni volta che fa “fuga da scuola”. Un giorno, nei pressi della sala d’attesa, incontra uno strano ragazzo che gli chiede se lui le conosceva, quelle persone scritte sul muro. Ernesto, infastidito, se ne va senza rispondere, poi ci ripensa. “Alla fine mi fermo e mi rispondo da solo: certo che so di chi sono quei nomi scritti sul muro. Insomma, non li conosco ma so chi sono. Tutti in questa città lo sanno, anche i bambini: sono le persone morte per l’esplosione di una bomba. Tanti anni fa, molto prima che io nascessi, una bomba esplose in questa stazione, proprio dove sto camminando io: la stazione di Bologna”. Tutto qui? Cosa è successo davvero il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? E perché quello strano ragazzo, con un fumetto di Ken Parker sotto il braccio, afferma di venire dagli anni Ottanta? Per Ernesto quell’incontro sarà sconvolgente quanto la storia che sta per scoprire. E la memoria, per lui, assumerà un significato nuovo e inaspettato.

Il prezzo di copertina del volume, disponibile nelle librerie e negli store digitali è di 12 euro. (da.be.)

Il contributo di Bacchilega Junior per il «Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi». IL VIDEO
Cronaca 16 Aprile 2020

«Davanti a quel muro», il libro per ragazzi di Bacchilega Junior sulla strage di Bologna

Metaforicamente i muri sono punti di collegamento nello spazio. Possono dividerlo, certo, e anzi questa può sembrare la loro funzione primaria. Ma in verità sono dei collegamenti. Senza muri non esisterebbero le finestre attraverso cui guardare oltre, non esisterebbero i portoni che si aprono. I muri sono dei collegamenti, è il significato che gli diamo che ne cambia la destinazione d’uso. A Bologna, ad esempio, c’è un muro per non dimenticare. È il muro della stazione di Bologna Centrale, squarciato dalla bomba esplosa alle 10.25 del 2 agosto 1980. Quel muro che regge i nomi delle ottantacinque vittime.

Quest’anno ricorre il quarantesimo anniversario della cosiddetta strage di Bologna, una pagina nera della storia contemporanea non solo per la vicinanza temporale ma anche per le connessioni con il presente. Come trasmettere, dunque, questa memoria ai più giovani? Attraverso, ad esempio, le storie. Ecco perché l’editore imolese Bacchilega Junior, in collaborazione con l’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna ha scelto una strada mai intrapresa prima, ovvero un libro per ragazzi con cui focalizzare concretamente, pur attraverso la fantasia, quell’avvenimento storico che ha cambiato per sempre la vita di molti. Il libro, appena pubblicato all’interno della collana «Junior al quadrato» (e da oggi ordinabile anche online sul catalogo di Bacchilega Editore), si chiama Davanti a quel muro. L’autrice del volume è Maria Beatrice Masella, insegnante e pedagogista nata a Taranto ma bolognese di adozione; le illustrazioni sono invece della fumettista e bibliotecaria imolese Claudia Conti. La postfazione è di Paolo Lambertini, vice presidente dell’«Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage alla Stazione di Bologna». Il prezzo di copertina del volume è di 12 euro e presto sarà disponibile anche nelle librerie e negli store digitali. (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 16 aprile.

Nella foto: la copertina del libro

«Davanti a quel muro», il libro per ragazzi di Bacchilega Junior sulla strage di Bologna
Cronaca 16 Aprile 2020

«Buongiorno, Tigre!», il libro per bambini di Bacchilega Junior a sostegno della Protezione Civile dell’Emilia-Romagna

Possono le storie salvare il mondo? Questa potrebbe sembrare una domanda un po’ retorica e un po’ romantica, ma chi crede nel potere della letteratura sa bene che tutto è possibile. Nei momenti difficili e complicati, ad esempio, le storie possono dare una grossa mano: ci portano fuori quando fuori non possiamo andare, raccontano i più minuti segreti del mondo quando il mondo può essere visto solo da lontano e ci insegnano come stare vicini in una maniera diversa quando siamo costretti a prendere le distanze gli uni dagli altri.

Ma c’è di più, le storie possono dare anche un aiuto concreto. Ne è un chiaro esempio il nuovo progetto «Buongiorno, Tigre!», al tempo stesso un libro illustrato di prossima pubblicazione a cura dell’editore cooperativo imolese Bacchilega Junior, insieme all’associazione culturale Barbablù di Cesena e il giornale per bambini Lo Spunk (e dove un’anticipazione della storia in questione era già uscita sul numero 4/2019), al fine di raccogliere fondi in favore della Protezione Civile dell’Emilia Romagna per l’emergenza Covid-19. Così, tutti coloro che parteciperanno donando una somma attraverso la piattaforma DeRev riceveranno in cambio il libro che l’autrice Elisa Rocchi e l’illustratrice Maria Gabriella Gasparri, entrambe da anni nel mondo della letteratura junior, stanno realizzando a titolo gratuito. Insieme a loro, il grafico Niccolò Mingolini per il progetto editoriale.

«Buongiorno, Tigre!», pubblicato da Bacchilega Junior, sarà un libro illustrato che racconta le abitudini e la routine della tigre appena sveglia. Lavarsi i denti, pettinarsi, fare colazione ma soprattutto… allenare il buon umore! Consigliato a bambini (e non) che amano gli animali, le illustrazioni, le rime; che vogliono sorridere insieme a genitori, zii, nonni; che al mattino, appena svegli, sono pronti a qualunque impresa (o quasi). (r.c.)

Nella foto: l’anticipazione di «Buongiorno, Tigre!» all’interno de Lo Spunk

«Buongiorno, Tigre!», il libro per bambini di Bacchilega Junior a sostegno della Protezione Civile dell’Emilia-Romagna

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast