Posts by tag: europei

Sport 8 Agosto 2018

Europei di nuoto, Fabio Scozzoli conquista l’argento nei 50 rana

Dopo il bronzo nella staffetta 4×100  mista mista, ecco un’altra medaglia per Fabio Scozzoli ai Campionati Europei di nuoto in vasca lunga in corso a Glasgow. Il nuotatore forlivese dell’Imolanuoto con il tempo di 26”79 ha, infatti, conquistato l’argento nei 50 rana dietro al fenomeno britannico Adam Peaty.

r.s.

Nella foto (dalla sua pagina facebook): Fabio Scozzoli

Europei di nuoto, Fabio Scozzoli conquista l’argento nei 50 rana
Sport 7 Agosto 2018

Europei di nuoto, terzo posto e record italiano per Carlotta Zofkova nei 100 dorso

Dopo il bronzo di ieri di Fabio Scozzoli, oggi anche Carlotta Zofkova è salita sul terzo gradino del podio agli Europei di nuoto in vasca lunga in corso a Glasgow.

La portacolori dell”Imolanuoto ha conquistato la medaglia nei 100 dorso con il tempo di 59””61 (nuovo record italiano) dietro alla russa Fesikova e alla britannica Davies.

r.s.

Nella foto: Carlotta Zofkova

Europei di nuoto, terzo posto e record italiano per Carlotta Zofkova nei 100 dorso
Sport 6 Agosto 2018

Europei di nuoto, bronzo per Fabio Scozzoli nella staffetta 4×100 mista mista

Nella giornata di oggi, ai Campionati europei di nuoto in vasca lunga di Glasgow, Fabio Scozzoli ha conquistato la medaglia di bronzo nella 4×100 mista mista.

La formazione azzurra, oltre al ranista dell”Imolanuoto, schierava in vasca Margherita Panziera (dorso), Elena Di Liddo (farfalla) e un super Miressi (stile libero) che nell”ultima frazione ha guidato la rimonta recuperando dal settimo posto e chiudendo con il tempo record (italiano) di 47””60, alle spalle della Gran Bretagna e della Russia.

r.s.

Nella foto: Fabio Scozzoli

Europei di nuoto, bronzo per Fabio Scozzoli nella staffetta 4×100 mista mista
Sport 3 Agosto 2018

Nuoto, Ilaria Bianchi e i portacolori dell'Imolanuoto in vasca agli Europei di Glasgow

Tutti a caccia di una medaglia. Ben 5 atleti, tra imolesi e «acquisiti», sono pronti per i Campionati Europei 2018, in programma da oggi al 9 agosto al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow: ai soliti Scozzoli, Bianchi e Polieri, si sono aggiunti una rediviva Zofkova (qualificata per la rassegna continentale al Sette Colli) e l’ultima arrivata in casa Imolanuoto, la genovese Martina Carraro.

La più esperta del gruppo è certamente Ilaria Bianchi, al quarto Europeo in vasca lunga (a cui se ne aggiungono 6 in corta). La castellana, medaglia di bronzo a Berlino 2014 e Londra 2016 dietro a Sjoestroem e Ottesen (in quest’ordine in Inghilterra, a posizioni invertite in Germania), cercherà di confermarsi anche a Glasgow. Un’impresa difficile: non tanto per il livello della Bianchi, da quasi un decennio ormai al top nei 100 farfalla, quanto per quello delle avversarie. Una lista a cui si è aggiunta da poco anche la pugliese Elena Di Liddo, strepitosa al Sette Colli con 57”38. «Elena è un’avversaria e uno stimolo in più per me – conferma Ilaria -. Non mi faccio troppo influenzare o buttare giù dal risultato di una gara: sono 10 anni che nuoto su questi tempi, vedremo se il suo è stato solo un exploit, oppure se si confermerà agli Europei». 

A pochi chilometri di distanza da Castel San Pietro, invece, si festeggia qualcosa di storico: mai l’Imolanuoto aveva portato 4 atleti ad una manifestazione di questo livello. «E’ una soddisfazione enorme per la società – spiega il tecnico Cesare Casella -, che è stata ripagata per l’impegno messo in questi anni per far sì che tutti gli atleti potessero raggiungere il proprio massimo livello. «Gli obiettivi spesso rischiano di offuscare il focus di atleta e allenatore. Fabio Scozzoli, così come tutti gli altri, deve pensare a fare il meglio possibile, concentrandosi sui dettagli, come ad esempio la partenza. La Polieri negli ultimi anni è cresciuta tantissimo, sia a livello tecnico che mentale, soprattutto nella gestione dell’approccio alle gare. Martina Carraro, invece, non la conoscevo dal punto di vista del lavoro quotidiano e mi ha fatto un’impressione splendida. Infine anche per la Zofkova è stato importante concentrarsi su se stessa e sui miglioramenti da fare, senza pensare troppo ai piazzamenti. Gli sforzi hanno pagato».

an.cas.

L”articolo completo e gli orari delle gare su «sabato sera» del 2 agosto.

Nella foto (Isolapress): il gruppo dell”Imolanuoto con il presidente Mirco Piancastelli (da sinistra), il tecnico Cesare Casella, i nuotatori Alessia Polieri, Martina Carraro e Fabio Scozzoli 

Nuoto, Ilaria Bianchi e i portacolori dell'Imolanuoto in vasca agli Europei di Glasgow
Sport 15 Luglio 2018

Basket Over 65, quinto posto agli Europei di Maribor per l'Italia allenata da Tullio Chiocciola

L”imolese Tullio Chiocciola è stato chiamato per allenare la nazionale italiana Over 65 ai campionati europei di basket a Maribor, in Slovenia, vista l’indisponibilità del coach titolare: Gianni Trevisan. «Ci siamo allenati qualche volta in giro per l’Italia e siamo partiti per la Slovenia – ricorda lo Zione -. Il leader dellas quadra azzurra era Roberto Quercia, abbiamo battuto la Germania B e perso dalla Russia, un autentico squadrone che poi ha vinto la competizione, schierando anche l’oro olimpico di Monaco 1972, Zharmukhamedov».

Gli azzurri hanno poi perso contro la Lituania e infine contro la Germania A (di un solo punto) per il bronzo. Dunque quinto posto finale e tanti ricordi, incontrando pure vecchi amici passati un bel dì per Imola, come «Nane» DeAngelis, Mario Porto, Roberto Gianni e altri, che facevano parte delle varie selezioni di altre età.

r.s.

Nella foto: la nazionale italiana di basket Over 65 allenata da Tullio Chiocciola (in piedi al centro)

Basket Over 65, quinto posto agli Europei di Maribor per l'Italia allenata da Tullio Chiocciola
Sport 14 Luglio 2018

Il giovane pallavolista medicinese Giovanni Sanguinetti convocato per gli Europei U20

E’ di Medicina e ha giocato a Imola fino a due anni fa uno dei 12 azzurri convocati da Monica Cresta per i campionati europei Under 20 che si disputano in Belgio e Olanda. Si tratta di Giovanni Sanguinetti, nato nel 2000, che qualche anno fa si allenava per la Pallavolo Imola – Solovolley nella palestra di Villa Fontana, sotto gl isguardi attenti di Mauro Monti. Gioca al centro, è alto 204 centimetri e inizierà la sua avventura europea a Kortrijk, in Belgio, affrontando la Francia oggi (pensate che data per affrontare i transalpini…).

Poi se la vedrà in rapida successione contro Turchia, Russia, Belgio e Polonia. Le migliori due si trasferiranno in Olanda, a Den Haag (L’Aia), nel week-end successivo, dove si disputeranno le semifinali incrociando l’altro girone. Quest’anno Sanguinetti giocava nella seconda squadra del Modena di A1 che ha vinto la serie C e quindi il prossimo anno giocherà in B. Col Modena ha conquistato anche il titolo regionale Under 18 e partecipato alle finali nazionali di categoria dove ha chiuso al quinto posto. Da segnalare che in Nazionale con lui ci sono i figli di Gardini, Cantagalli e Recine.

c.a.t.

Nella foto: Giovanni Sanguinetti

Il giovane pallavolista medicinese Giovanni Sanguinetti convocato per gli Europei U20
Sport 7 Luglio 2018

Judo, 7° posto per l'imolese Leonardo Carnevali agli Europei U18 di Sarajevo

Sarajevo chiama, Leonardo Carnevali risponde. Il 17enne atleta del Judo Imola, infatti, nello scorso week-end ha conquistato il 7° posto individuale agli Europei Cadetti (Under 18) nella categoria 90 kg della disciplina olimpica. Nonostante un sorteggio sfavorevole, Leonardo è riuscito subito, nel gruppo C, a superare con un Ippon (atterramento dell’avversario sulla schiena) ai tempi supplementari il turco Acet, prima di essere sconfitto dal russo Kanikovskiy, futuro campione continentale e testa di serie numero 3 del torneo.

A quel punto si è giocato il tutto per tutto per il bronzo e la vittoria contro il tedesco Mai, però, è stata vanificata dall’olandese Heeren che gli ha infranto, di fatto, il sogno di una medaglia. «Siamo molto contenti della sua gara – ha commentato Vito Ponzi, tecnico e presidente del Judo Imola – perché si sfidavano 28 dei migliori atleti europei ed è stato bravo a lottare per il podio». Peccato per il sorteggio non proprio fortunato. «Battere il turco è stato liberatorio perché era un po’ la sua bestia nera, mentre il russo Kanikovskiy ha dimostrato di essere tra i migliori nella categoria (6° nel ranking mondiale, nda)».

C’è, comunque, la sensazione, che il movimento italiano sia un po’ indietro rispetto ad altre realtà.

«Abbiamo conquistato un oro, quattro argenti e un bronzo e nel medagliere siamo finiti al terzo posto dietro a Russia e Francia (nella gara a squadra gli azzurri, invece, sono usciti al primo incontro contro la Georgia, nda). Noi come club facciamo i miracoli per portare gli atleti fino a qui, ora però questi ragazzi devono avere più possibilità per dimostrare il loro valore. In Italia c’è bisogno di una riorganizzazione sportiva ma forse rimarrà solo un sogno».

Adesso per Leonardo sarà tempo di vacanze o è già pronto per tornare sul tatami?

«Ora si dovrà riposare e, prima di pensare ad allenamenti e stage, dovrà studiare per recuperare una materia in cui è stato rimandato».

Intercettato telefonicamente sulla strada del rientro dalla Bosnia Erzegovina, anche Leonardo Carnevali ha voluto commentare questa bella avventura europea. «Sono felice – ha detto il judoka imolese – perché il livello era altissimo e questo risultato me lo tengo molto stretto».

Un incontro che ti ha bruciato più di tutti perdere?

«Il russo è un fenomeno e devo ammettere che non poteva finire diversamente, visto anche come ha massacrato poi tutti gli altri. Nel ripescaggio contro l’olandese, invece, c’è un po’ di rimpianto per essermi fatto fregare nonostante avessi lavorato molto su uno stile di judo simile».

d.b

L”articolo completo su «sabato sera» del 5 luglio.

Nella foto: il 17enne Leonardo Carnevali. Dietro di lui Vito Ponzi

Judo, 7° posto per l'imolese Leonardo Carnevali agli Europei U18 di Sarajevo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast