Posts by tag: Film

Sport 30 Settembre 2019

Una serata all’Auditorium Sacmi per il docu-film del dottor Costa

Stasera si terrà una serata speciale all’ «Auditorium 1919» della Sacmi. Alle ore 20.30 verrà infatti proiettato il film «Voglio correre: un’avventura nell’impossibile», con la regia di Claudio Costa, il dottore dei piloti. Il fondatore della Clinica Mobile presenta il suo documentario che racconta le straordinarie personalità che animano del mondo delle due ruote. Piloti presentati come eroi, che sfidano il destino ogni giorno, affrontano sirene seducenti, si rialzano ogni volta nonostante le ferite. Questo l’affresco che emerge dal film, che il medico della MotoGp racconta attraverso una luce inedita, con l’esperienza di chi, da una vita, è a contatto con la pista e con i suoi protagonisti.

Già presentata in anteprima a giugno all’autodromo Enzo e Dino Ferrari, la pellicola fa ora il proprio ingresso alla Sacmi, azienda che proprio quest’anno celebra il primo centenario dalla fondazione, avvenuta nel 1919 grazie al coraggio ed alla determinazione di 9 tra meccanici e fabbri imolesi. In questo senso, «Voglio correre» diventa simbolo di una mentalità, di un approccio alla vita ed alle sfide che ha fatto la ricchezza del nostro territorio sotto il profilo economico, sportivo, culturale. Lo stesso autore-regista sarà presente all’evento, per introdurre la pellicola e rispondere alle domande del pubblico. «Siamo onorati – ha sottolineato Paolo Mongardi, presidente di Sacmi Imola – che il dottor Costa abbia accettato il nostro invito. Una parte importante delle celebrazioni per il nostro primo centenario di attività comprende infatti eventi culturali pensati per restituire non solo la storia ed il futuro della nostra azienda, ma di coglierne il legame con la cultura del nostro territorio, mirabilmente rappresentata da questa pellicola e, più in generale, dallo straordinario percorso umano e professionale dell’autore». La serata all’Auditorium della Sacmi è aperta alla cittadinanza. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): il dottor Claudio Costa assieme a Stefano Domenicali (Ceo di Lamborghini) e Loris Capirossi durante la proienzione del suo film all”autodromo

Una serata all’Auditorium Sacmi per il docu-film del dottor Costa
Ciucci (ri)belli 4 Luglio 2019

Cinema in tour 2019, film itineranti e gratuiti

Inizia stasera la rassegna itinerante Cinema in Tour 2019, che dal 4 luglio al 9 settembre 2019 propone film gratuiti facendo tappa nelle città del circondario imolese.

Le proiezioni inizieranno alle ore 21. La proiezione verrà effettuata anche in caso di maltempo (in luoghi adiacenti e al coperto). Una breve introduzione fornirà aneddoti e spunti sul film in programma. Ogni film sarà anticipato da un cortometraggio.

Il programma completo è pubblicato sulla pagina facebook Cinema in tour 2019.
Qui sotto vi proponiamo l’elenco dei cartoni animati e dei film per bimbi e ragazzi. Per info: tel. 340/3660592.

Giovedì 4 luglio
Palesio (Castel San Pietro), centro sociale Val Quaderna, via Montecalderaro 131
IL LIBRO DELLA GIUNGLA

Venerdì 5 luglio
Toscanella (Dozza), piazza Libertà
LE AVVENTURE DI TINTIN
In caso di maltempo proiezione in Sala G. Martelli, piazza Libertà, 3

Domenica 7 luglio
Osteria Grande (Castel San Pietro), laghetto Mariver, via Calabria
ARRIETTY – IL MONDO SEGRETO SOTTO IL PAVIMENTO
In caso di maltempo proiezione al Centro civico, viale Broccoli 41

Giovedì 18 luglio
Osteria Grande (Castel San Pietro), terrazza del Centro civico di Osteria Grande, viale Broccoli 41
WOLF CHILDREN
In caso di maltempo proiezione al Centro Civico, viale Broccoli 41

Venerdì 19 luglio
Toscanella (Dozza), piazza Libertà
IL GRANDE E POTENTE OZ
In caso di maltempo proiezione in Sala G. Martelli, piazza Libertà, 3

Domenica 21 luglio
Medicina, Area Pasi
IL DRAGO INVISIBILE
un film di David Lowery | USA 2016, fantastico – 102 min
In caso di maltempo proiezione in Auditorium, via Pillio 1

Lunedì 22 luglio
Mordano, via Montebottone – piazzetta
OCEANIA
In caso di maltempo proiezione alla Sala civica, via Lume 1889, Bubano

Venerdì 26 luglio
Toscanella (Dozza), Piazza Libertà
LUPIN III – IL CASTELLO DI CAGLIOSTRO
In caso di maltempo proiezione in Sala G. Martelli, Piazza Libertà, 3

Sabato 27 luglio
Zello (Imola), area feste circolo MCL, via Zello
IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL
In caso di maltempo consultare www.nuovocircondarioimolese.it per eventuale riprogrammazione

Martedì 30 luglio
Imola, centro sociale, via Tinti, 1 (quartiere Zolino)
INDIANA JONES E L’ULTIMA CROCIATA
In caso di maltempo proiezione al coperto

Giovedì 1 agosto
Fontanelice, Piazza del lavatoio, via VIII Dicembre
BABY BOSS
In caso di maltempo proiezione al Museo Mengoni, piazza Roma

Venerdì 2 agosto
Toscanella (Dozza), piazzetta Libertà
HOME – A CASA
In caso di maltempo proiezione in Sala G. Martelli, Piazza Libertà, 3

Lunedì 5 agosto
Crocetta (Medicina), Centro sociale ARCI, via S. Vitale Est, 4452
IL LIBRO DELLA GIUNGLA
In caso di maltempo proiezione in Auditorium, via Pillio 1

Domenica 25 agosto
Borgo Tossignano, piazza dell’Unità d’Italia
WONDER
In caso di maltempo proiezione alla Sala polivalente via Padre Luigi Zoffoli, 1

Giovedì 29 agosto
San Martino in Pedriolo (Casalfiumanese), Area campo sportivo
ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO
In caso di maltempo proiezione al coperto

Mercoledì 4 settembre
Villa Fontana (Medicina), Associazione Villa Fontana, Via Della Valle, 77
CATTIVISSIMO ME 3
In caso di maltempo proiezione al coperto

Cinema in tour 2019, film itineranti e gratuiti
Cultura e Spettacoli 1 Luglio 2019

Il meglio del cartellone del cinema alla Rocca. Biglietto ridotto insieme a AppU e “sabato sera'

Sessantaquattro giornate con cinquantaquattro film (di cui solo quattro repliche). È il cartellone di RoccaCinemaImola, la rassegna di film sotto le stelle che StArt organizza alla Rocca di Imola da questa sera al 5 settembre. Si comincia con un capolavoro assoluto dell’epoca del muto, Il Vento di Victor Sjöström, musicato per l’occasione dal compositore imolese Giovanni Dal Monte: «Per noi è una novità – commentano da StArt -, ma la proposta di film riconducibili all’epoca del muto, musicati dal vivo, sta riscuotendo enormi consensi ovunque, e noi pensiamo che una cornice tanto prestigiosa come la Rocca Sforzesca di Imola, uno schermo di circa 120 mq e oltre 600 posti in platea non possano fare altro che valorizzarlo ulteriormente». Il film è imperniato sulla titanica lotta fra l’uomo e la natura combattuta, in questo caso, da Lillian Gish, «tenero fiore della Virginia».

Si prosegue martedì 2 luglio con la commedia francese 7 uomini a mollo, mercoledì 3 con Julia Roberts in Ben is back e giovedì 4 con Felicity Jones in Una giusta causa, storia di Ruth Bader Ginsburg, una delle pochissime donne ammesse alla facoltà di giurisprudenza ad Harvard alla fine degli anni Cinquanta, che lottò con determinazione in moltissimi processi per discriminazione. Tanti i film che arrivano da Oltreoceano, così come quelli premiati ai festival, come Dolor y gloria di Pedro Almodovar che al recente Festival di Cannes ha consegnato a Antonio Banderas il premio per la miglior interpretazione maschile (7 luglio).

Grande spazio verrà dato al cinema italiano. Il primo appuntamento è previsto sabato 6 luglio con Ma cosa ci dice il cervello di Riccardo Milani con Paola Cortellesi. Giovedì 11 luglio Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano sono i protagonisti del film di Leonardo D’Agostini Il campione, mentre Pierfrancesco Favino e Valerio Mastandrea guidano un’Armata Brancaleone sui generis nel lavoro di Giovanni Veronesi Moschettieri del re – La penultima missione (21 luglio).

Tra le tante proposte spiccano quelle per i bambini. Tradizionalmente previste al venerdì, quest’anno si terranno anche in quasi tutti i martedì: «Ci sono anni, come anno scorso, in cui risulta difficile mettere anche solo un film a settimana per le famiglie, altri, come quest’anno, in cui l’offerta era talmente ampia che ridurre la proposta a soli otto film ci è sembrato limitante», commentano da StArt. La formula prevede il prezzo scontato a 5 euro per tutti gli spettatori, grandi e piccoli. In cartellone, tra gli altri, si possono segnalare Aladdin (venerdì 12 luglio), Mia e il leone bianco, un film commovente e dolcissimo sull’amicizia tra una ragazza e un cucciolo di leone bianco (martedì 16 luglio), Dumbo (9 agosto), e Spider-man: un nuovo universo (13 agosto). (r.c.)

In luglio le proiezioni iniziano alle 21.30, in agosto e settembre alle 21.15. Biglietto: intero 6 euro, ridotto 5 (numerose riduzioni, tra cui quella con il coupon che trovate su «sabato sera» o mostrando l’applicazione AppU). Omaggio per disabili e accompagnatori e per bambini sotto i 3 anni. Abbonamento a 5 ingressi: intero 25 euro, ridotto 20 (con in regalo un coupon sconto per l’Acquapark del Villaggio della Salute Più e un ingresso al cinema Osservanza 2019/2020).

L”articolo completo e ulteriori approfondimenti sono su «sabato sera» del 27 giugno

Nella foto, di Isolapress, una proiezioni degli anni passati alla Rocca di Imola

Il meglio del cartellone del cinema alla Rocca. Biglietto ridotto insieme a AppU e “sabato sera'
Sport 27 Maggio 2019

«Voglio correre», all'autodromo la «prima» cinematografica del dottor Claudio Costa

L’autodromo Enzo e Dino Ferrari sarà la cornice per la presentazione e la «prima» cinematografica del dottor Claudio Costa. «Voglio correre» è un film autoprodotto sulla vita del creatore e fondatore della Clinica Mobile. La pellicola è l’emozionante racconto autobiografico di un viaggio professionale ed umano di circa mezzo secolo vissuto a stretto contatto con i più grandi campioni del motorismo mondiale che hanno omaggiato il loro «angelo custode» raccontandosi di fronte alla cinepresa. Da Mick Doohan a Valentino Rossi, da Alessandro Zanardi a Marc Marquez, passando per Jorge Lorenzo, Loris Capirossi e tanti altri, senza dimenticare il ricordo del padre «Checco» Costa e gli anni d’oro del motociclismo sul Santerno con la 200 Miglia e la Coppa d’Oro.

Due i momenti in programma nella giornata di domani martedì 28 maggio, presso la sala stampa dell’autodromo. All’evento di gala pomeridiano (ore 17 circa), esclusivamente ad invito, alla presenza delle autorità cittadine e di numerosi campioni delle due e delle quattro ruote seguirà, alle ore 20, una speciale proiezione aperta al pubblico fino ad esaurimento dei posti in sala (per informazioni e prenotazioni: signora Rita, tel. 348-6505093). (r.s.)

Nella foto: il dottor Claudio Costa insieme a Valentino Rossi e Loris Capirossi

«Voglio correre», all'autodromo la «prima» cinematografica del dottor Claudio Costa
Cultura e Spettacoli 14 Dicembre 2018

«Zen sul ghiaccio sottile» al Cappuccini. La regista Margherita Ferri sarà in sala. I progetti futuri

«Zen sul ghiaccio sottile» approda al cinema Cappuccini e questa sera in sala ci sarà anche la regista, Margherita Ferri, l’imolese trentaquattrenne, che l’ha scritto e diretto. Il film ha già avuto una prima proiezione a Imola, a novembre al Centrale, reduce dalla passerella alla 75a Mostra internazionale del Cinema di Venezia, ma ora ritorna per due giorni «carico» di altri premi e candidature (domani a Roma è in lizza tra le migliori opere prime ai Fabrique Awards della rivista di cinema Fabrique Du Cinema a Roma, punto di riferimento per il cinema giovane).  

«Zen sul ghiaccio sottile» è stato girato i soli 19 giorni alla fine dello scorso inverno a Fanano («la montagna» modenese), tra il suo palaghiaccio e la frazione di Fellicarolo, con qualche ripresa a Castiglione dei Pepoli (appennino bolognese). Gli attori sono tutti alla prima esperienza. 

La storia è quella di Maia/Zen, sedicenne che gioca a hockey e si ritrova in un corpo femminile in cui non si riconosce. Ci sono i compagni che la prendono in giro e Vanessa, di cui si innamora. C’è la ricerca della propria individualità e di un percorso di crescita, l”amore e il bullismo nelle scuole, l’omosessualità.

Il tema fa ancora discutere anche tra gli adolescenti…
«Ieri mattina abbiamo fatto una proiezione dedicata proprio alle scuole sempre al Cappuccini ed è andata benissimo, hanno partecipato circa 180 ragazzi dei licei delle scienze sociali. di Imola e Bologna, c’è stato un bel dibattito» racconta Ferri.

Su cosa stai lavorando ora?
«Sto lavorando ad un altro progetto ambientato nel mondo dello sport. Sempre in Emilia Romagna e sempre con tematiche lgtb con una produzione di Roma. Teniamo le dita incrociate!» 

«Zen» è il tuo primo lungometraggio di finzione dopo tanti documentari. Finzione ma sempre con tanto impegno. Le commedie leggere non ti attirano?
«Ma io sono una persona molto leggera, i miei film non sono per niente pesanti! Commedie in cantiere non ne ho, ma un giorno vorrei fare un film di super eroi emiliano romagnoli…».

La proiezione comincia alle ore 21 (via Cilla Clelia 12). Replica sabato 15 alla stessa ore. (l.a.)     

Nella foto la locandina del film e Margherita Ferri

«Zen sul ghiaccio sottile» al Cappuccini. La regista Margherita Ferri sarà in sala. I progetti futuri
Cultura e Spettacoli 19 Ottobre 2018

La proiezione gratuita di «A casa tutti bene» apre la rassegna di film al Suffragio

Parte con una proiezione gratuitala nuova stagione «Cinema alSuffragio» di Medicina. Venerdì 19 ottobre, alle ore 21, sarà proiettato nella sala del Suffragio il film di Gabriele Muccino A casa tutti bene, al quale seguirà un rinfresco offerto da Coop Reno per festeggiare l’evento (ingresso libero fino ad esaurimento posti). Si tratta di un film corale che appassiona per l’intreccio di storie che si susseguono in quello che, nella finzione narrativa, è un tempo di due giorni. Come spesso accade nei film di Muccino, protagonista è la famiglia. Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino e Sabrina Impacciatore sono tre fratelli che si ritrovano su un’isola per festeggiare i cinquant’anni di matrimonio dei genitori (Stefania Sandrelli e Ivano Marescotti). Con loro cugini, cugine, zie (una Sandra Milo sempre uguale a se stessa), ex mogli, nuovi amori, ex amori, giovani, adulti, anziani e bambini che si trovano involontari spettatori di amori, dolori, tradimenti, bugie e speranze. Un affresco della vita disincantato, dove anche ciò che sembra perfetto mostra molte incrinature ma dove la speranza, nonostante tutto, fa sempre capolino.

La rassegna al Suffragio continuerà poi con altri dieci film fino a metà dicembre (ingresso 3 euro, per gli abbonati a teatro 2) :Dogman (25 ottobre), I Primitivi (28 ottobre), Ella & John (8 novembre), Leo da Vinci (11 novembre), Arrivano i prof (15 novembre), Lazzaro Felice (22 novembre), Metti la nonna in freezer (29 novembre), The Post (6 dicembre), Coco (9 dicembre), La ruota delle meraviglie (13 dicembre).

Nella foto il cast di «A casa tutti bene»

La proiezione gratuita di «A casa tutti bene» apre la rassegna di film al Suffragio
Cultura e Spettacoli 23 Agosto 2018

Al cinema alla Rocca arriva la famiglia secondo Muccino con Accorsi e Favino in «A casa tutti bene»

Può piacere o non piacere, sembrare esagerato e troppo da telenovela, o al contrario troppo veloce, a volte pop a volte psico-pedagogico, ma c”è una cosa che si può dire di Gabriele Muccino: ha un modo unico, personale eppure sempre con qualcosa che tocca molti, nel raccontare la sua generazione (quella che ai tempi de L”ultimo bacio aveva trent”anni e oggi ha decisamente passato i quaranta). Ne è un esempio anche A casa tutti bene, recente film del regista romano che stasera sarà proiettato alla Rocca di Imola. Un film corale che si guarda tutto d”un fiato, che condensa in due giorni di finzione narrativa tantissime storie e, proprio per questo, aggancia lo spettatore, che vuole sapere «come va a finire».

Tutto ruota attorno alla famiglia, e il film ha tra i suoi interpreti proprio alcuni attori che fanno parte della famiglia cinematografica di Muccino, da Stefano Accorsi a Pierfrancesco Favino, da Sabrina Impacciatore a Stefania Sandrelli. I primi tre sono tre fratelli che si ritrovano su un”isola per festeggiare i cinquant”anni di matrimonio dei genitori (la Sandrelli e Ivano Marescotti). Fratelli sull”orlo di una crisi di nervi, ma non solo, perché ci sono anche cugini, cugine, zie (una Sandra Milo sempre uguale a se stessa), ex mogli, nuovi amori, nuovi ex e bambini che assistono smarriti ad una giravolta di guai, dolori e finzioni. Ma anche di amori e speranze. E proprio Accorsi, che all”inizio sembra quello più disincantato, quello che viaggia sempre, che non vede mai la famiglia, alla fine sarà quello che crede ancora nell”amore, nella speranza, che ha ancora voglia di sorridere. Così come la coppia più debole, più disperata – formata da Gianmarco Tognazzi e Giulia Michelini -, uscirà rafforzata dalla vicinanza. Mentre altri soccomberanno alle nevrosi, ai tradimenti, alle bugie, alle fragilità, al dolore. E anche quello che sembra perfetto – cinquant”anni di matrimonio – non sarà veramente così lucido come appare.

Il film alla Rocca di Imola inizia alle 21.15. Ricordiamo che, tra le varie riduzioni, c”è anche la possibilità di avere un biglietto ridotto per chi si presenta in biglietteria mostrando sul proprio smartphone l”applicazione AppU.

Nella foto la locandina del film

Al cinema alla Rocca arriva la famiglia secondo Muccino con Accorsi e Favino in «A casa tutti bene»
Cultura e Spettacoli 2 Agosto 2018

La Festa della Musica continua a Castel del Rio e ha il culmine nel concerto di musiche da film

L”estate non sarebbe estate senza la musica. E Castel del Rio ne è la conferma. Continua in questi giorni la Festa della musica con la sua trentanovesima edizione. Iniziata nel weekend con il rock e il Canta Rio, prosegue questa sera in Sala Magnus, all’interno di palazzo Alidosi, con un viaggio nella lirica con il Quartetto Butterfly formato da Etsuko Ueda (soprano), Fabiano Naldini (tenore), Marcella Trioschi (violoncello), Monica Ferrini (maestro concertatore e pianoforte). Si inizia alle 21, l’ingresso è gratuito e sarà offerta una degustazione durante la serata.

Sabato 4 agosto l’agriturismo Le Selve ospita la «Melodia del gusto», una cena con sottofondo musicale con Ad libitum acoustic duo (menù su prenotazione 22 euro a persona, menù senza prenotazione 10 euro a persona, info 348/2714259).

Infine, domenica 5 agosto, piazza della Repubblica ospiterà il gran finale dalle 20.30: la Music Film Orchestra diretta da Alessandro Ricchi proporrà le colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema italiano e straniero, e non mancherà un tributo a grandi compositori come Ennio Morricone e John Williams. La Music Film Orchestra è formata dai musicisti del Corpo Bandistico «S. Ambrogio» di Castel del Rio e, come dice il nome, si propone al pubblico con un ampio repertorio delle più belle musiche da film, per far vivere le immagini di storie famose e commoventi attraverso musiche indimenticabili. (r.c.)

Nella foto un momento della Festa della musica del 2015

La Festa della Musica continua a Castel del Rio e ha il culmine nel concerto di musiche da film
Cultura e Spettacoli 13 Maggio 2018

Il film sulla vita di Auer, leggenda della montagna, vince il Premio Città di Imola

Nel 2007 Hansjörg Auer ha fatto la salita in solitaria (e completamente slegato) della via «Attraverso il pesce» in Marmolada e negli ultimi dieci anni ha portato a termine un numero impressionante di prime salite e free solo su alcune delle pareti più difficili del mondo, dalle Dolomiti al Karakorum e alla Siberia. La sua storia ha dato vita ad un film che ha vinto il Premio Città di Imola al TrentoFilmFestival.

Sabato 5 maggio, infatti, nel Castello del Buonconsiglio di Trento è stato premiato Hansjörg Auer – No turning back del regista Damiano Levati, dove il talentuoso e abilissimo scalatore si racconta fin nell’aspetto più intimo delle sue imprese: nel film, intervallate dalle parole di Auer, si snodano una dopo l’altra immagini di straordinaria bellezza che danno sostanza e spessore alle parole e alla filosofia di Auer quali «Essere soli significa mettersi a nudo, capire chi siamo, percepire il proprio valore e stabilire che cosa realmente conti nella vita».

Il Premio Città di Imola è promosso dalla sezione Cai di Imola, dalla Fondazione Cassa di risparmio di Imola e dal Comune di Imola. La giuria era presieduta da Reinhold Messner, e composta da Roberto De Martin (past presidente generale Cai), Valter Galavotti, Roberto Paoletti, Giuseppe Savini e Mauro Bartoli.

Nella foto un”immagine del film

Il film sulla vita di Auer, leggenda della montagna, vince il Premio Città di Imola
Cultura e Spettacoli 5 Maggio 2018

La storia degli italiani in Africa è un film, con protagonisti della vallata del Santerno

L’impero d’Africa, la cui nascita fu dichiarata da Mussolini nel maggio 1936 con la conquista dell”Etiopia e dell”attuale Eritrea, è una pagina un po’ trascurata della nostra storia e che invece intreccia temi di grandissima attualità. Il film Oltremare di Loredana Bianconi, nata nel 1954 in Belgio, è un’occasione per sbirciare oltre i luoghi comuni e vedere cosa fu il colonialismo per gli italiani che lo vissero. Nel film, che sarà proiettato questa sera, sabato 5 maggio, alle 18.30 al cinema Centrale di Imola nell”ambito di Docintour, si alternano le lettere di uno zio della regista, che per Bianconi rappresenta «le migliaia di operai italiani andati in Africa», e le testimonianze, nella forma di voci fuori campo, di Rosalba Baraccani, Gianluigi Corsini e Maria Luisa Marchi. Tutti e tre originari della Vallata del Santerno, vissuti in Africa e poi tornati alla fine del secondo conflitto mondiale.

Si tratta di un film completamente diverso da quello che era stato proiettato a Borgo Tossignano due anni fa, destinato sostanzialmente alla sola Vallata. Questa «nuova» versione di Oltremare, costata in totale ben sei anni di lavoro, è uscita ufficialmente nel 2016 e, dopo aver girato per l’Europa, ha vinto il «Best Film Yoga Award» al Biografilm Festival di Bologna,. «Non rinnego il lavoro che avevo proiettato due anni fa qui a Borgo Tossignano – spiega la regista Bianconi – era un’opera con uno suo valore ma questo è un film completamente diverso».La figura dello zio, per esempio, era assente mentre qui è un simbolo potente con il quale si empatizza e le cui lettere scandiscono lo scorrere degli eventi. Le prime missive sono datate 1937 e sono piene sia della nostalgia tipica di chi emigra sia di speranza di un futuro migliore.

Ovviamente le migrazioni sono un tema di grande attualità e Bianconi ne è ben consapevole: «Le migrazioni sono in parte qualcosa che conosco perché sono figlia di immigrati, forse addirittura nipote, e io stessa sono “un’emigrata part-time” dato che vivo in Belgio e ogni tanto torno in Italia. Per questo film sono partita da un argomento che conosco, cioè le migrazioni, ma non mi interessava riportare un fatto solo personale».

Le ragioni che l’hanno spinta a lavorare a questo progetto sono varie: affrontare un tema molto attuale, riportare alla luce una pagina spesso dimenticata della nostra storia. «L’Italia è specialista nel rimuovere e negare certe parti del suo passato. Spesso si dimentica che il nostro paese è stato, ed è, terra di partenza, prima che di arrivo». (re.c.)

L”articolo completo è sul «sabato sera» in edicola da giovedì 3 maggio

Nella foto un”immagine tratta dal trailer di Oltremare

La storia degli italiani in Africa è un film, con protagonisti della vallata del Santerno

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast