Posts by tag: imola sport live

Sport 16 Giugno 2022

Basket serie B, Loperfido rimane sulla panchina dei Flying: «Felice della scelta»

«Sono molto contento di proseguire la mia avventura a Ozzano. La scorsa stagione sono stato bene, sia in campo che fuori, e spero che anche il prossimo anno sia lo stesso». Inizia così la chiacchierata con coach Loperfido, fresco di rinnovo con la Sinermatic che, dopo i play-off sfiorati a maggio, guiderà per il secondo anno consecutivo in serie B insieme al confermassimo staff tecnico, a partire dal vice Luca Pizzi.

Contratto annuale o, come aveva fatto intendere il presidente Cuzzani siete arrivati ad un accordo più lungo?

«Come sempre ragiono (e firmo) di anno in anno, perché poi nel 2023 di questi giorni vedrò se la vita mi permetterà di continuare ad allenare oppure no».

L’intervista completa su «sabato sera» del 16 giugno.

Nella foto: coach Loperfido

Basket serie B, Loperfido rimane sulla panchina dei Flying: «Felice della scelta»
Sport 15 Giugno 2022

La Vsv Imola è promossa in serie B, la dedica del presidente Stefano Loreti

Con la vittoria in gara-3 contro Ferrara domenica la Vsv ha centrato la promozione in serie B, casa storica dei gialloneri imolesi. Entusiasta il presidente Stefano Loreti: «La dedico a Sergio Piattesi, «Gnacci» Castaldi e Luigi Dall’Alpi». (r.s.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 16 giugno.

Nella foto: la festa dopo il suono della sirena

La Vsv Imola è promossa in serie B, la dedica del presidente Stefano Loreti
Sport 12 Giugno 2022

Juvenilia, 70 anni di vita insieme: «È una famiglia, ne andiamo fieri»

Settant’anni e non sentirli. La Juvenilia è in gran forma e guarda al futuro con gli occhi dei bambini, come quelli che insieme ad almeno tre generazioni di imolesi lo scorso 31 maggio hanno festeggiato lo storico anniversario alla Casa del Fanciullo.

Sette decadi di palloni, allenamenti, partite, docce, gol, pali, traverse, gioie, amarezze, amicizie, litigi. Insomma, vita. Non sappiamo come giudicherebbe oggi la sua creatura il fondatore don Giulio Minardi, ma pare che di quella realtà nata per far giocare i ragazzi del quartiere Marconi e dell’orfanotrofio di Santa Caterina sia rimasto molto, sicuramente la voglia di vivere il calcio per quello che è: un sano divertimento. «È stata una bellissima giornata – racconta il presidente Maurizio Migliori -, c’era tanta gente, quasi 400 persone: facce vecchie, nuove, mancavano davvero in pochi. A testimoniare che se anche per qualche tempo ci si perde, poi le belle esperienze e i legami nati su questi campi ci fanno ritrovare». (al.mar.)

L’intervista su «sabato sera» in edicola.

Foto della festa

Juvenilia, 70 anni di vita insieme: «È una famiglia, ne andiamo fieri»
Cronaca 12 Giugno 2022

A Medicina inaugurato il nuovo campo multisport intitolato a Francesco Nanni

Nel pomeriggio di ieri, sabato 11 giugno, il sindaco Montanari ha inaugurato il campo multisport intitolato a Francesco Nanni, storico volontario della Virtus Basket Medicina e tra le prime persone scomparse nel marzo 2020 a causa del Covid.  Per questa occasione, nell’ambito della Festa dello Sport, un gruppo del Reggio Emilia Baskings si è esibito in una partita dimostrativa di baskin, sport inclusivo che trae ispirazione dal basket.

Il campo multisport all’aperto del Centro sportivo Bulgarelli è stato rinnovato con interventi finanziati dal Comune per 50 mila euro, mediante il rifacimento del fondo e la posa di un manto sintetico in resina specifica con colori scelti in funzione del contesto urbano. Infatti, potrà ospitare partite di basket, pallavolo e anche di baskin in un’ottica inclusiva. «Mi fa molto piacere intitolare il campo a Francesco Nanni, storico volontario dello sport medicinese, uno di quelli che oltre a parlare si è sempre rimboccato le maniche – afferma il sindaco -. Medicina è Città dello Sport e la riqualificazione del campo di basket all’aperto è solo l’ultimo esempio di come questa Amministrazione stia investendo sullo sport e come voglia continuare a farlo anche in futuro». (r.cr.)

Foto dell”inaugurazione

A Medicina inaugurato il nuovo campo multisport intitolato a Francesco Nanni
Cronaca 6 Giugno 2022

Libera Imola gioca in attacco contro l’Imolese di De Sarlo

Il presidio «Giudice Alberto Giacomelli» di Imola e del circondario dell’associazione Libera ha presentato oggi pomeriggio il report «Monitorare il territorio-L’acquisizione lampo dell’Imolese Calcio». Un lavoro che parte, per l’appunto, dalla veloce acquisizione della società da parte di Antonio De Sarlo nell’estate del 2021, per portare alla luce quella che il presidio ritiene essere una situazione di rischio su cui mantenere alta l’attenzione. Presenti a Imola per l’occasione anche Lucilla Andreucci, responsabile del settore sport di Libera nazionale, e Andrea Giagnorio, referente di Libera Bologna.

«Il report è una raccolta di notizie giornalistiche, relazioni parlamentari e della prefettura, sentenze e atti giudiziari che portano alla luce delle notizie che nel nostro territorio non sono state approfondite come ci saremmo aspettati – spiega il presidio – Un lungo lavoro di monitoraggio e di analisi in rete, che parte dall’impegno per la giustizia sociale, per una politica trasparente, per una cultura della legalità, per una cittadinanza attiva e per la ricerca della verità che Libera si è posto come obiettivo costitutivo a livello nazionale. Nonché dalle esperienze di questo genere già svolte su Bologna». Oltre all’aspetto del mancato approfondimento dei documenti citati in precedenza, «siamo consapevoli che quello sportivo è un ambiente attorno al quale girano molti interessi economici e che in particolare il business del calcio rappresenta una particolare attrattiva anche per la criminalità organizzata – aggiunge il presidio –, come spiega Pierpaolo Romani nel suo libro Calcio criminale».

E «riteniamo importante sottolineare che lo scopo del report non è quello di giudicare, ma di fare luce su quello che è avvenuto con l’acquisizione dell’Imolese: da dove arrivano i soldi? Perché acquisire una società con diversi debiti? Perché una trattativa così veloce? Come sono andate le precedenti -o tentativi di- acquisizioni di società calcistiche da parte di Antonio De Sarlo? – continua –. Il dato di partenza nella risposta a queste domande è l’impossibilità di ricostruire fino in fondo le vicende, e quindi di giungere al cuore della verità: il nostro intento è quello di fornirne frammenti, pezzi di un puzzle che, tuttavia, non starà a noi ricongiungere». (r.cr.)

Foto dell’iniziativa

Libera Imola gioca in attacco contro l’Imolese di De Sarlo
Sport 5 Giugno 2022

Un lunedì con Moreno Argentin, la Ionica passa da Imola. Le modifiche alla viabilità

Domani, lunedì 6 giugno, la terza tappa dell’Adriatica Ionica Race, corsa a tappe di 5 giorni per professionisti organizzata dall’ex prof Moreno Argentin, transiterà da Imola.

Da Ferrara (il via ore 12) a Brisighella, 141 km pianeggianti che entreranno nel nostro territorio dopo Argenta, percorrendo via Cardinala (ore 12.50 circa), via Merlo, via Stradone, via Coronella, via del Signore, via Ladello, via San Vitale, via Correcchio, via Lasie (ore 13.30 circa), via Selice, via della Resistenza e via Pisacane, via Santerno – via Rivazza, via Bergullo e via Lola (ore 13.45 circa) per poi  lasciare le strade del Comune di Imola e affrontare il Mazzolano e un finale insidioso con tre passaggi sul traguardo di Brisighella. 

«Le vie e gli attraversamenti viari collegati saranno chiusi alla circolazione per il tempo limitato al passaggio della corsa» fanno sapere dal Comune di Imola.

CRONOTABELLA DELLA TAPPA. (r.s.)

Foto Isolapress

Un lunedì con Moreno Argentin, la Ionica passa da Imola. Le modifiche alla viabilità
Sport 5 Giugno 2022

Basket C Gold, stasera inizia la finale per l'Intech. Coach Regazzi: «Siamo favoriti»

Siamo all’atto finale per la promozione in serie B. Intech Imola contro Ferrara, con gara-1 in casa questa sera alle ore 20 e ritorno giovedì 9 nella dimora degli estensi (ore 21).

Coach Marco Regazzi, per voi la finale era preventivabile, ma un conto è dirlo in estate, un conto è riuscirci davvero.

«L’idea di arrivare a questo punto l’avevamo fin dall’inizio. Siamo riusciti a costruire la squadra che volevamo nonostante la stagione scorsa sia finita a metà luglio. Abbiamo dovuto fare un mercato di rincorsa, perdendo qualche ragazzo che si era già accasato, ma altri ci hanno aspettato. Inoltre siamo stati fortunati coi due stranieri, che erano ancora liberi». (p.z.)

L’intervista su «sabato sera» in edicola.

Nella foto (Isolapress): coach Regazzi

Basket C Gold, stasera inizia la finale per l'Intech. Coach Regazzi: «Siamo favoriti»
Sport 4 Giugno 2022

Torna «Sport al centro»: 53 società tra Acque Minerali, stadio e piscina

Domani, domenica 5 giugno, torna, dopo due anni, «Sport al centro», la manifestazione dedicata alla promozione della cultura dello sport, organizzata dal Comune di Imola, in occasione della Giornata Nazionale dello Sport. Giunto alla sua 21a edizione, l’evento si svolgerà dalle ore 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30 al Parco delle Acque Minerali, coinvolgendo anche lo stadio Romeo Galli, l’antistadio e la piscina comunale. Sarà una grande festa all’insegna di chi ama e pratica lo sport con tante discipline coinvolte, presentate dalle 53 società sportive aderenti alla manifestazione. Come di consueto la sfilata degli sportivi accompagnati dalla Banda Musicale Città di Imola partirà alle 9.30 da piazza Gramsci con direzione stadio, dove i saluti istituzionali apriranno ufficialmente la manifestazione.

«Finalmente, dopo due anni di stop, torniamo a dare risalto all’enorme patrimonio sportivo dilettantistico e professionale che la nostra città possiede – commenta il sindaco Marco Panieri, che ha anche la delega allo Sport -. Una manifestazione che diventa una vetrina per le associazioni che fanno praticare sport nel nostro territorio, che compongono un’offerta davvero vasta e molto superiore rispetto ad altre città, e che consente di avvicinare i più giovani alla pratica sportiva. Perché come sappiamo lo sport non è solo competizione, ma è anche una scuola di vita e un tratto distintivo della nostra identità comunitaria. Inoltre, con tante iniziative dal centro fino all’autodromo, sarà un’altra occasione per il dinamico attivismo della nostra comunità. Vogliamo proseguire su questa strada, dando occasioni per esprimersi alle tante energie della città, e accompagnandole con interventi di riqualificazione, decoro urbano e rigenerazione». (r.s.)

Foto Isolapress

Torna «Sport al centro»: 53 società tra Acque Minerali, stadio e piscina
Sport 1 Giugno 2022

Il medicinese Stefano Romualdi quarto in Scozia alla «Highland 550»

C’erano pochi dubbi, ma il 42enne biker medicinese Stefano Romualdi, uno italiano alla partenza, ha dato spettacolo anche in Scozia, alla «Highland 550», un trail ad anello che ha chiuso al 4º posto, dopo aver pedalato per 885 chilometri e scavalcato con la sua mountain bike (Locomotive Midnight Express) 16.000 metri di dislivello positivo, spesso mettendosi la bici in spalla, nonostante un ginocchio dolorante. Prima di partire aveva dichiarato di non avere fatto nessun tipo di preparazione, ma è riuscito a chiudere il giro massacrante in 4 giorni, 1 ora e 52 minuti, dietro solo al 23enne francese Simon Guignard (3 giorni, 21 ore), al 40enne inglese Alexander Berry e all’altro francese Jean Rogelet (41 anni).

Diamo un’occhiata alla performance di Romualdi. È partito la mattina di sabato 28 maggio ed è arrivato la mattina di mercoledì 1 giugno. Su 4 giorni e poco più è rimasto in movimento 3 giorni esatti e si è riposato appena 25 ore, viaggiando alla media di 12 chilometri all’ora in movimento e 9 chilometri all’ora totali, considerando le soste, percorrendo 216 chilometri al giorno. Insomma, l’ennesima impresa dopo le due partecipazioni storiche al Tour Divide tra Canada e New Mexico.

Foto dalla pagina Facebook Stefano Romualdi Sport Diary 

Il medicinese Stefano Romualdi quarto in Scozia alla «Highland 550»
Cronaca 1 Giugno 2022

A Imola il presidio di Libera contro le mafie presenta il report «L’acquisizione lampo dell’Imolese»

Si chiama «Monitorare il territorio-L’acquisizione lampo dell’Imolese Calcio» il report redatto dal presidio «Giudice Alberto Giacomelli» di Imola e del circondario dell’associazione Libera al termine di un lungo lavoro di monitoraggio e di analisi.

Un lavoro che parte, per l’appunto, dalla veloce acquisizione dell’Imolese Calcio da parte di Antonio De Sarlo, per portare alla luce quella che il presidio ritiene essere una situazione di rischio su cui mantenere alta l’attenzione.

La presentazione del report è in programma nel cortile interno di palazzo Monsignani, lunedì 6 giugno, alle ore 17. Sarà presente anche Lucilla Andreucci, responsabile del settore sport di Libera nazionale. (r.cr.)

A Imola il presidio di Libera contro le mafie presenta il report «L’acquisizione lampo dell’Imolese»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA