Posts by tag: imola sport live

Cronaca 31 Agosto 2020

Ciclismo, il Giro d’Italia U23 passa da Imola. Modifiche alla viabilità

Oggi al Giro d’Italia U23 è in programma la terza tappa da Riccione a Mordano. Frazione che toccherà anche Imola.

I corridori, infatti, provenienti dal comune di Riolo Terme, entreranno nel territorio imolese attraverso la via Lola (15.27), per poi svoltare a destra sulla via Bergullo, poi di nuovo a destra sulla via Calungabuore, a sinistra sulla Gratusa, fino ad entrare sulla via Emilia (15.33) con direzione Imola e giunti all”intersezione con la via Zello svolteranno a destra su quest”ultima strada. A quel punto percorreranno tutta la via Zello, attraversando l”abitato della frazione, per poi proseguire sulla via Borello, nel comune di Castel Bolognese, uscendo così dal territorio del Imola.

Per questo motivo la polizia locale, coadiuvata dalla protezione civile del Comune di Imola, chiuderà le strade sopraelencate dal momento del passaggio del «direttore di gara/inizio gara», fino al passaggio del «Fine Gara». Tutto questo, in pratica, dovrebbe avvenire, secondo le cronotabelle della corsa, in un orario compreso dalle 15.15 alle 15.50. (da.be.)

Foto presa dalla pagina Facebook del Giro d’Italia U23

Ciclismo, il Giro d’Italia U23 passa da Imola. Modifiche alla viabilità
Sport 30 Agosto 2020

Atletica, bronzo tricolore assoluto per l’imolese Marta Morara nel salto in alto

A Padova bronzo nel salto in alto per l’imolese Marta Morara ai Campionati italiani assoluti (28-30 agosto).

La classe ’99, tesserata per l’Atletica Lugo, ha chiuso all’8° posto nelle qualificazioni con la misura di 1.74. In finale, invece, Marta si è superata saltando 1.82 (tre errori a 1.84) conquistando così il terzo gradino del podio. 

Nella foto: Marta Morara

Atletica, bronzo tricolore assoluto per l’imolese Marta Morara nel salto in alto
Sport 30 Agosto 2020

Basket serie B, Paolo Moretti lo… jugoslavo racconta perché ha scelto di allenare l’Andrea Costa

Era il febbraio del 1988, quando sulle colonne di sabato sera, nell’imminenza di un Andrea Costa – Mister Day Siena a livello di B1, appariva una intervista al 17enne Paolo Moretti, dal titolo: «Moretti lo jugoslavo». Autentica promessa del basket italiano di allora, il giocatore aretino avrebbe percorso una carriera piena di successi, con tre scudetti da gran protagonista nella Virtus Bologna dal ’93 al ’95, ma poi anche da allenatore (nei primi anni di questo secolo) l’inizio fu piuttosto incoraggiante. Oggi sulle stesse colonne di questo giornale, riappare una intervista al 50enne nuovo tecnico (il numero 34) dell’Andrea Costa.

Cosa ci fa a Imola uno col tuo nome?

«Venivo da un periodo di flessione, per colpa di scelte sbagliate o non fortunate, ma qui trovo un club e una realtà con grande voglia ed entusia- smo. Sono molto contento e motivato e questo è il giusto timing per abbracciare Imola. Perché proprio l’Andrea Costa? Più della serie da cui arriva l’offerta, è importante la progettualità. Che più della durata triennale del contratto o della voglia di vincere, mi ha mostrato parecchi fattori che sono stati decisivi. Dopo l’azzeramento del club imolese, è stato giusto trovarci, per avviare una grande collaborazione». (p.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto (Isolapress): Paolo Moretti al raduno al Circolo Cacciari

Basket serie B, Paolo Moretti lo… jugoslavo racconta perché ha scelto di allenare l’Andrea Costa
Sport 30 Agosto 2020

F.1 a Imola, intervista all’ex presidente dell’autodromo Federico Bendinelli

In città non si è spento l’eco legata al clamoroso ritorno della Formula 1. E fra i tanti ad esultare c’è anche l’avvocato bolognese Federico Bendinelli, che dal 1978 al 2006 è stato al vertice della Sagis (acronimo di Società allestimento e gestione impianti sportivi), che ha gestito l’autodromo, prima come amministratore delegato e poi come presidente.

Bendinelli firmò con Bernie Ecclestone tutti i contratti per far correre qui la F.1; dal primo, il Gran Premio d’Italia del 1980 (l’unico della storia a non essersi disputato a Monza), fino all’ultimo, quello di San Marino del 2006. Nessuno meglio di lui sa cosa significhi ottenere e poi organizzare una corsa di questo livello. «Ho provato una grande soddisfazione quando ho saputo che la F.1 sarebbe tornata a Imola – ha detto Bendinelli -. La considero una specie di rivincita, perché già nel 2016 ci si era andati molto vicino a riaverla. Esisteva un’intesa con Ecclestone, che non essendosi accordato con Monza voleva spostare il Gran Premio d’Italia all’Enzo e Dino Ferrari. Non fosse intervenuto il capo del Governo in difesa dell’autodromo brianzolo, il sogno si sarebbe realizzato già allora, perché il ricorso al Tar, relativo al diritto di ricevere dall’Aci i 10 milioni di euro di finanziamento, che non sono prerogativa solo di Monza ma di chi acquisisce la corsa, sarebbe stato sicuramente accolto. In qualità di consigliere dell’Aci, in quel periodo mi sono battuto per favorire Imola, risultando però in netta minoranza». (a.d.p.)

L‘intervista completa su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto (Isolapress): Federico Bendinelli insieme a Bernie Ecclestone

F.1 a Imola, intervista all’ex presidente dell’autodromo Federico Bendinelli
Sport 30 Agosto 2020

Calcio serie C, Moreno Zocchi sta costruendo la squadra: «Un serbatoio di idee per la nuova Imolese»

Il momento di Moreno Zocchi è arrivato. E procederà di pari passo col mercato che parte l’1 settembre e durerà fino al 5 ottobre. Ma il responsabile dell’area tecnica dell’Imolese, insediatosi in febbraio, è da tempo operativo, come dimostrano i giocatori arrivati, che nonostante l’estate anomala, si stanno già allenando agli ordini del tecnico Roberto Cavoli. «Le estati per chi fa il mio lavoro sono tutte uguali – ha detto Zocchi -. Questa invece è particolare, perché a fine agosto il mercato non è ancora iniziato. Stiamo parlando con diverse società per quei giocatori d’esperienza che rappresenteranno gli acquisti più onerosi. Ma prima dovremo operare qualche cessione. Dal principale responsabile del mercato ci si aspetta sempre molto».

E questo nonostante il momento complicato.

«Servono le idee. E nell’Imolese se c’è un problema che non esiste sono proprio le idee. Il modo di lavorare che ha la proprietà è l’unico che permette di poter sopravvivere a questi livelli». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto (Isolapress): Moreno Zocchi assiste agli allenamenti con Fiorella Poggi, Lorenzo Spagnoli e Marco Montanari

Calcio serie C, Moreno Zocchi sta costruendo la squadra: «Un serbatoio di idee per la nuova Imolese»
Sport 30 Agosto 2020

Atletica, argento tricolore assoluto per il decatleta della Sacmi Avis Michele Brini

Il decatleta della Sacmi Avis Michele Brini ha bissato il secondo posto dell’anno scorso conquistando a Padova l’argento ai Campionati italiani assoluti (28-30 agosto).

Brini ha chiuso con 7.351 punti, 301 in meno del vincitore Dario Dester, risultato di ottime prove dove ha stabilito anche alcuni primati personali. Nello specifico ha vinto le gare di lungo (7.43), giavellotto (63.43) e peso (13.53); si è piazzato 2° nei 110 hs (14””75) e nei 400 (49””78); 3° nei 100 (11””38) e nei 1.500 (4”31””68). Peccato, ai fini della vittoria finale, per il 4° posto nel disco (37.86), il 5° nell’alto (1.83) e l’8° nell’asta (3.80). (da.be.)

Nella foto: Michele Brini

Atletica, argento tricolore assoluto per il decatleta della Sacmi Avis Michele Brini
Sport 29 Agosto 2020

Calcio serie C, l’Imolese preleva dall’Ascoli il giovane attaccante Danilo Giacinto Ventola

L’Imolese pesca dall’Ascoli il classe 2000 Danilo Giacinto Ventola che approda in rossoblù con la formula del prestito annuale. «Felice di vestire questa maglia e del positivo esito di una trattativa nella quale la società ha dimostrato con grande fermezza e professionalità i propri intenti – ha dichiarato Ventola -. Un attestato di stima che intendo ripagare mettendomi subito a disposizione di mister Cevoli ed aiutando il gruppo a centrare tutti gli obiettivi stagionali in una serie C dal crescente tasso qualitativo».     

Attaccante cresciuto nel settore giovanile del Bari, Ventola è poi approdato nel vivaio dell’Ascoli nel quale ha collezionato ottime prestazioni tanto da essere aggregato con continuità alla rosa della prima squadra bianconera di serie B. Un processo di valorizzazione completato nella formazione Primavera del Genoa (34 partite con 5 reti nella stagione 2018/19) e nella passata annata agonistica in serie C a Rimini (20 presenze condite da 2 reti e 2 assist). (da.be.)

Nella foto: Ventola insieme a Montanari

Calcio serie C, l’Imolese preleva dall’Ascoli il giovane attaccante Danilo Giacinto Ventola
Sport 29 Agosto 2020

Ciclismo, oggi da Urbino scatta il Giro d’Italia Under 23 di Marco Selleri

È arrivato il momento del via per il Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel, in programma da oggi, sabato 29 agosto (Urbino), a domenica 5 settembre (Aprica, dopo aver scalato il Mortirolo). La principale corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, organizzata dalla Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, in collaborazione con Communication Clinic di Marco Pavarini, quest’anno vedrà anche un arrivo sul nostro territorio: terminerà infatti a Mordano la terza tappa, lu- nedì 31 agosto, con partenza da Riccione. La corsa entrerà nel vivo nel finale con due «Gpm»: Monticino (passaggio in cima ore 15-15.20), Mazzolano (15.20-15.40) prima di scendere verso Zello; l’arrivo a Mordano è previsto tra le 15.55 e le 16.15. Tra le iniziative collaterali in attesa dell’arrivo, in collaborazione con la Ciclistica Santerno Fabbi Imola e con il settore giovanile nazionale della Fci, anche una gara «Primi Sprint» per Giovanissimi (G4, G5, G6) tra le ore 14 e le 15 nel villaggio Bper Banca dedicato agli U13.

Otto giorni di gara come spot per la ripartenza del Paese, anche dal punto di vista turistico, con il coinvolgimento di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, che promuove il Giro presentando anche la nuova maglia Multicolore della combinata.
Al via del Giro d’Italia U23 sono previsti 176 atleti in rappresentanza di 31 società sportive (18 italiane, 13 straniere), provenienti da 11 nazioni. Ogni giorno si potrà seguire il finale di tappa su Facebook (@Giroditaliau23) e in differita su Rai Sport. (ma.ma.)

Nella foto (Isolapress): Marco Selleri al Giro d’Italia Under 23

Ciclismo, oggi da Urbino scatta il Giro d’Italia Under 23 di Marco Selleri
Sport 28 Agosto 2020

Calcio serie C, Matteo Angeli ha scelto l’Imolese per la sua prima esperienza tra i «grandi»

Altro arrivo in casa Imolese. Si tratta del classe 2002 Matteo Angeli, arrivato a titolo definitivo dal Milan. Difensore duttile con possibilità di impiego sia nel reparto centrale che sulla corsia di destra, Angeli vanta la militanza nei settori giovanili di Cuneo, Torino e Milan. Nell’ultimo biennio, ha vestito la maglia rossonera nelle Under 17 e Under 18 ed è stato convocato più volte nelle rappresentative nazionali di categoria. «Sono molto contento dell’importante opportunità offertami dal presidente Spagnoli e dall’Imolese di potermi confrontare con il palcoscenico professionistico – ha commentato Matteo Angeli -. E’ la mia prima esperienza nel calcio dei grandi e raggiungere a soli 17 anni una categoria selettiva come la serie C, nella rosa di una società organizzata e preparata come quella rossoblù, mi riempie d’orgoglio». (da.be.)

Nella foto (dalla pagina Facebook dell’Imolese): Matteo Angeli

Calcio serie C, Matteo Angeli ha scelto l’Imolese per la sua prima esperienza tra i «grandi»
Sport 28 Agosto 2020

Nuoto, Ilaria Bianchi farfalla immortale ai «Sette Colli». Nove medaglie per l’Imolanuoto

Tappa interlocutoria doveva essere, tappa interlocutoria è stata. Il ritorno alle gare del nuoto italiano ha confermato le aspettative, anche se alla 57^ edizione del «Trofeo Sette Colli», valida quest’anno per l’assegnazione dei titoli tricolori estivi, non sono mancati gli exploit. Le stelle della tre giorni romana sono state senza ombra di dubbio Gregorio Paltrinieri e Benedetta Pilato. 

Per i nostri atleti un prestazioni in chiaroscuro, ma forse ci si poteva aspettare di peggio. Partiamo dal titolo italiano nei 100 farfalla di Ilaria Bianchi, che è riuscita a battere la grande rivale Elena Di Liddo in 58”73. La castellana ha completato il week-end con il bronzo nei 50, nonostante il quarto posto finale, visto il successo della francese Henique Melanie (titolo assoluto alla seconda classificata, Silvia Di Pietro). Meno sorrisi per la coppia Carraro – Scozzoli. La genovese non ha potuto nulla contro la formidabile Benedetta Pilato nei 50 rana, mentre nei 100 e nei 200 la scena se l’è presa a sorpresa la svizzera Lisa Mamie: per Martina un secondo posto, che è valso il titolo italiano, nei 200, mentre nella doppia vasca la medaglia d’oro è andata ad Arianna Castiglioni. Il bottino finale parla di un oro e due argenti, ma qualcosa è mancato. Discorso diverso per Fabio Scozzoli, battuto sia nei 50 che nei 100 da un più brillante Nicolò Martinenghi: il capitano dell’Imolanuoto, però, si è presentato a Roma con un problemino fisico che ne ha condizionato le prestazioni e la doppia medaglia d’argento era, probabilmente, il massimo che poteva ottenere.

Bronzo anche per Luca Todesco, giunto alle spalle di Ceccon e Codia nei 50 farfalla. In campo femminile, invece, podio per Alessia Polieri, terza nei 400 misti, vinti da Luisa Trombetti. (an.cas.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto: la 30enne castellana Ilaria Bianchi, oro tricolore nei 100 farfalla

Nuoto, Ilaria Bianchi farfalla immortale ai «Sette Colli». Nove medaglie per l’Imolanuoto

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast