Posts by tag: medicina

Cronaca 29 Luglio 2020

In cinque uffici postali dell’imolese il proprio turno si prenota su WhatsApp

In tre uffici postali di Imola -via Grieco (nella foto), via Orsini e via Croce Coperta- e in quelli di Castel San Pietro e Medicina è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp direttamente dal proprio cellulare.
I nuovi Gestori delle attese installati da Poste italiane infatti, oltre a erogare i biglietti per le operazioni allo sportello e ottimizzare la gestione dei flussi dei clienti in sala, consentono di prenotare il proprio turno acquisendo da remoto un ticket elettronico utilizzando direttamente la più diffusa piattaforma di messaggistica.

Richiedere il ticket elettronico con WhatsApp è molto semplice. Dopo aver memorizzato sul proprio smartphone il numero 3715003715, il cliente dovrà avviare una chat digitando qualsiasi testo al quale Poste Italiane risponderà in automatico proponendo alcune opzioni, tra queste la prenotazione del ticket.
A quel punto, digitando comune, indirizzo e numero civico di riferimento, al cliente sarà proposto l’ufficio postale più vicino con l’indicazione del primo appuntamento disponibile per la prenotazione.
Accettata la prenotazione, sarà inoltrata in automatico mostrando sul display del cliente il relativo codice. (r.cr.)

In cinque uffici postali dell’imolese il proprio turno si prenota su WhatsApp
Cronaca 24 Luglio 2020

La «Pastasciutta antifascista» 2020 di Medicina sarà (anche) virtuale

Torna a Medicina, sabato 25 luglio (anniversario della caduta del fascismo), la Pastasciutta antifascista organizzata dall’Anpi.
Il programma della giornata, organizzata nel giardino della biblioteca, prevede musica con i Taverna de Rodas e letture a cura di Lorenzo Monti. Ingresso su prenotazione al 338/2893111.

La pastasciutta, invece, sarà “vituale”: «Questo 2020 ci sta mettendo di fronte alla necessità di reinventarci occasioni nelle quali far vivere la memoria – osserva l’Anpi –. Perché non possiamo smettere di ricordare».
L’invito è quello di fotografare il proprio piatto di pasta, pubblicare una storia taggando la pagina Facebook Istituto Alcide Cervi o il profilo Instagram @istitutocervi e usando l”hashtag #pastaliberatutti. (r.cr.)

Foto tratta dalla pagina Facebook dell”Istituto Alcide Cervi

La «Pastasciutta antifascista» 2020 di Medicina sarà (anche) virtuale
Cronaca 22 Luglio 2020

A Medicina parte il processo partecipativo per riqualificare l'ex chiesa del Carmine

Comincia la campagna Io c’ero-Foto e racconti sul Carmine per raccogliere racconti e foto che ripercorrano la storia dell’ex chiesa di Medicina, prima azione del percorso partecipato previsto per il recupero dell’edificio, fortemente danneggiato dal terremoto del 2012, in partenza a settembre.

«La partecipazione è per il Comune di Medicina un valore fondante e uno strumento essenziale – commenta la Giunta – attraverso il quale i cittadini prendono parte al discorso politico, affiancando l’Amministrazione nella costruzione di un percorso comune di sviluppo e rigenerazione per la città. Da diversi anni ormai, i medicinesi sperimentano nuove modalità di partecipazione a decisioni che riguardano la comunità, seguendo i diversi percorsi con dedizione e continuando a proporre all’Amministrazione nuovi terreni di potenziale applicazione di queste pratiche». (r.cr.)

A Medicina parte il processo partecipativo per riqualificare l'ex chiesa del Carmine
Cronaca 20 Luglio 2020

Medicina ha ricordato pubblicamente le vittime del Covid

Primo momento pubblico di commemorazione delle vittime del coronavirus a Medicina, sabato scorso.
«Ci eravamo promessi che avremmo pianto insieme e che ci saremmo stati, tutti, per loro – scrive Matteo Montanari, primo cittadino, in un post publicato sulla propria pagina Facebook –. Vado orgoglioso di questa comunità che è stata all’altezza della sfida. Noi non molleremo di un centimetro, anche per le persone che non ci sono più. Ripartiremo ancora più uniti di prima, perché la vita è più forte di ogni cosa». (r.cr.)

Fotografia tratta dalla pagina Facebook del sindaco Matteo Montanari

Medicina ha ricordato pubblicamente le vittime del Covid
Cronaca 16 Luglio 2020

La stazione ecologica di Medicina si rinnova

A partire da metà luglio, la stazione ecologica di Medicina (nella foto) sarà oggetto di un intervento di rinnovo, concordato da Hera con l’Amministrazione comunale, per la sistemazione e manutenzione degli spazi che renderà più agevole per i cittadini utilizzare questo servizio.
L’intervento si concluderà, salvo inconvenienti, entro l’anno. In questo lasso di tempo i lavori saranno organizzati per permettere alla stazione ecologica di funzionare senza interruzioni, a parte alcuni giorni di chiusura strettamente indispensabili per poter effettuare dei lavori di scavo e che saranno comunicati per tempo.

Gli interventi di maggiore impatto previsti sono la sostituzione completa dell’attuale guardiania, dei box per i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche e per i rifiuti urbani pericolosi e il rifacimento completo della pavimentazione dell’area.
Hera installerà anche un sistema di pesatura con una pesa ponte carrabile, per consentire ai mezzi che trasportano quantitativi voluminosi di materiali di passarvi agevolmente sopra sia in entrata, a pieno carico, che in uscita, con la registrazione automatica del peso conferito.
Accanto a questi progetti principali, saranno effettuate alcune opere di manutenzione straordinaria, ad esempio il rifacimento dell’impianto d’illuminazione e una nuova recinzione perimetrale. (r.cr.)

La stazione ecologica di Medicina si rinnova
Cronaca 29 Giugno 2020

Medicina ringrazia medici e infermieri della Casa della salute e delle Unità speciali di continuità assistenziale

Serata di ringraziamento per i medici e infermieri delle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) e della Casa della salute di Medicina al ristorante San Vitale di Fossatone.
Durante l’emergenza coronavirus, la Casa della salute di Medicina, già punto di riferimento per i cittadini per gli ambultatori dei medici di base, è stato il punto base più vicino al territorio anche per le Usca. (r.cr.)

Medicina ringrazia medici e infermieri della Casa della salute e delle Unità speciali di continuità assistenziale
Cronaca 23 Giugno 2020

Si parte dalla sagrestia per riqualificare il Carmine a Medicina

La ristrutturazione della sacrestia dell’ex chiesa del Carmine di Medicina è stato uno fra i primissimi lavori pubblici a ripartire dopo il lockdown. Con il desiderio di restituire il prima possibile ai medicinesi uno spazio pubblico che contribuisca a ricostruire la socialità messa a dura prova da due mesi di pandemia.
«Il cantiere della sagrestia è solo un anticipo del più ampio progetto che vede il restauro e risanamento strutturale della chiesa – ricorda Matteo Montanari, primo cittadino di Medicina –. I lavori avranno una durata di circa quattro mesi (i tempi sono slittati anche per la sospensione dei cantieri causa coronavirus) e quindi si conta di terminare entro settembre».

Quali sono gli interventi previsti?
«I lavori interessano principalmente il rifacimento della pavimentazione, il consolidamento di parti murarie, il ripristino degli intonaci e la realizzazione di impianti. Si stanno svolgendo sotto l’attenta supervisione della Soprintendenza dei Beni culturali dell’Emilia-Romagna. La ditta è specializzata in cantieri di restauro architettonico».
L’associazione I portici, la corale Quadrivium e la Pro loco, che utilizzano la chiesa per le proprie attività, hanno confermato la loro disponibilità a contribuire (20.000 euro l’importo complessivo) alle spese?
«Tutte le associazioni hanno confermato il loro impegno e cercheranno di garantire il contributo previsto. Certo, la sospensione delle attività è un problema per tutti, in particolare per l’associazione i Portici, che al momento non può organizzare il mensile mercatino dell’antiquariato. Anche per Pro loco e Quadrivium le attività sono sospese: pensiamo al rinvio del Barbarossa al 2021 e di tutti i concerti previsti. Tuttavia, la cosa più importante è la loro voglia di continuare a far parte di questo progetto di recupero per dare nuova vita al Carmine». (lu.ba.)

L”intervista completa nel numero del Sabato sera del 18 giugno

Si parte dalla sagrestia per riqualificare il Carmine a Medicina
Ciucci (ri)belli 19 Giugno 2020

E… state a Medicina perchè c’è Il cortile dei bambini

Pensa anche ai più piccoli la rassegna E…state a Medicina, la stagione culturale estiva di cinema, teatro, musica e libri, promossa dal Comune di Medicina in collaborazione con le associazioni culturali del territorio, che si terrà nel giardino della biblioteca comunale, con accesso da via Cuscini.

Il cortile dei bambini è infatti la rassegna teatrale a cura di Medicinateatro – La Baracca, che vede sei spettacoli il martedì, dal 30 giugno al 4 agosto 2020, con inizio alle ore 20.45. L’ingresso è gratuito. Prenotazioni (obbligatorie) da lunedì 22 giugno: tel. 339 4096410 (da lunedì a venerdì ore 14.30-16.30).

Per partecipare in sicurezza a tutti gli appuntamenti in cartellone, nel rispetto delle norme vigenti, sarà obbligatorio prenotare, rispettare le distanze di sicurezza, indossare la mascherina e non consumare cibo e bevande. All’ingresso dell’area spettacolo potrà essere rilevata la temperatura corporea; in caso di temperatura superiore ai 37.5 vi sarà il divieto di accesso all’area. In caso di maltempo gli eventi saranno annullati.

Programma

Noè

30 giugno 2020, Noè
Età: 4-10 anni. I racconti del diluvio e degli animali si mescolano alle immagini di un giardino da accudire e far crescere.

7 luglio, Costruttore di storie per bambini
Età: 3-6 anni. Storie che si susseguono e alternano, e che finiscono tutte dentro la storia di uomo che racconta una storia: la storia di un ponte che deve attraversare un grande fiume.

14 luglio, Avventure in frigorifero
Età: 2-5 anni. Il gioco delle trasformazioni e delle apparizioni improvvise accompagna gli elementi propri di un’avventura surreale.

21 luglio, On Off
Età: 3-6 anni. In scena un attore e, protagonista assoluta, la luce. Musica e movimenti accompagnano il ritmo dell’accendersi e dello spegnersi delle lampadine.

28 luglio, Cikeciak
Età: 2-5 anni. Spettacolo sul gioco del cucù, sull’apparire e lo scomparire, sull’esserci e non esserci più un attimo dopo, sull’aspettare quello che non c’è, ma che prima o poi arriverà.

4 agosto, Con Viva Voce
Età: 6-10 anni. Una storia fatta di bivi, dove il desiderio e la curiosità spingono a fare delle scelte e a commettere degli errori, che inevitabilmente condizionano il percorso e allo stesso tempo aiutano a crescere.

E… state a Medicina perchè c’è Il cortile dei bambini
Cronaca 15 Giugno 2020

Medicina non rinuncia alla stagione culturale estiva: da giovedì ad agosto oltre 35 eventi

Dal 18 giugno prende il via E…state a Medicina, la stagione culturale estiva con oltre trentacinque eventi dal vivo: spettacoli teatrali, concerti, presentazione di libri, appuntamenti musicali e proiezioni cinematografiche nel giardino della Biblioteca del capoluogo e in alcune frazioni del territorio, ad ingresso gratuito o ad offerta libera ma con prenotazione obbligatoria.

Si inizia con Teatro d’istanti, una rassegna teatrale di tre spettacoli (I prolissi sposiImparando a sognare e Troy Story) con repliche tutti i giovedì fino al 20 agosto, per la direzione artistica di Dario Criserà.

«Dopo il terribile periodo d’emergenza, crediamo sia importante ripartire con le attività dal vivo – commenta Enrico Caprara, presidente del Consiglio comunale con delega alla Cultura –. Siamo fieri di avviare la nostra stagione estiva già dal 18 giugno con una ricca programmazione rivolta non solo agli adulti ma anche ai bambini. La scelta di organizzare la maggior parte del cartellone nel giardino della Biblioteca è stata dettata dalla volontà di promuovere eventi nella massima sicurezza, in uno spazio delimitato e protetto, mal tempo stesso gradevole e ricco di fascino».
A causa delle prescrizioni stabilite dai protocolli di sicurezza «Dovremo rinunciare certamente ai grandi numeri e alle platee piene, ma sarà bello ripartire insieme – aggiunge Caprara –, fisicamente distanti ma uniti dallo stesso amore per la cultura e per la nostra città». (r.cr.)

Medicina non rinuncia alla stagione culturale estiva: da giovedì ad agosto oltre 35 eventi
Cronaca 15 Giugno 2020

Il Pd locale chiede garanzie per i lavoratori di Medicina a casa nei giorni di «zona rossa»

«No cassa integrazione o ferie obbligatorie, ma il riconoscimento dell’assenza per malattia». La segretaria del Partito democratico dell’unione comunale di Medicina Valentina Baricordi e il segretario del Pd dell’unione territoriale imolese Marco Panieri si schierano a fianco dei lavoratori medicinesi che si sono dovuti forzatamente assentare dal lavoro nei giorni in cui Medicina è stata dichiarata “zona rossa”.

«Quella decisione, che è stata seguita da grande senso di responsabilità da tutti i medicinesi a favore dei comuni confinanti, deve trovare piena tutela e non può essere fattore penalizzante – aggiungono la Baricordi e Panieri –. Abbiamo chiesto un impegno e una risposta da parte del Partito democratico nazionale e dai nostri parlamentari (lo sguardo è all’emendamento presentato alla Camera in discussione questa settimana), oltre a tenere in considerazione la zona rossa di Medicina in eventuali interventi economici a sostegno della ripartenza dalla Regione Emilia.Romagna». (r.cr.)

Il Pd locale chiede garanzie per i lavoratori di Medicina a casa nei giorni di «zona rossa»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast