Posts by tag: medicina

Cronaca 4 Giugno 2021

Ubriachi al volante provocano incidenti, denunciati tre automobilisti

Tre automobilisti sono stati denunciati dai carabinieri per guida in stato di ebbrezza. I provvedimenti durante i rilievi eseguiti dai militari per appurare le dinamiche di tre incidenti stradi avvenuti nei giorni scorsi a Castel San Pietro, Sant’Antonio di Medicina e Portonovo.

I tre automobilisti, due operai, un 44enne e un 57enne, ed una studentessa 20enne, sono stati denunciati perché le analisi del sangue cui erano stati sottoposti dai sanitari del 118, dopo gli incidenti stradali in cui erano rimasti coinvolti, hanno rilevato che al momento dei fatti stavano guidando con un tasso alcolico superiore al limite consentito dalla normativa. La studentessa e l’operaio 44enne sono stati sottoposti al ritiro della patente di guida. Non è stato possibile ritirare il documento di guida all’altro automobilista perché gli era stato revocato una ventina di anni fa. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Ubriachi al volante provocano incidenti, denunciati tre automobilisti
Cronaca 28 Maggio 2021

Divieto di transito per i mezzi superiori a 26 t sul ponte torrente Sillaro tra Spazzate Sassatelli e Portonovo

Cambia la viabilità in corrispondenza del ponte sul torrente Sillaro, su via Bassa (Sp50 Sant”Antonio), tra Spazzate Sassatelli e Portonovo di Medicina. È infatti in corso la progettazione da parte di Città metropolitana di interventi di riqualificazione e adeguamento strutturale.

Nel frattempo, vige l”ordine di divieto di circolazione per i mezzi di trasporto aventi massa a pieno carico superiore alle 26 tonnellate. Il traffico dei mezzi interessati sarà deviato su percorsi alternativi fino al ripristino delle condizioni di piena transitabilità. (r.cr.)

Nella foto: il ponte sul Sillaro lungo via Bassa

Divieto di transito per i mezzi superiori a 26 t sul ponte torrente Sillaro tra Spazzate Sassatelli e Portonovo
Cronaca 26 Maggio 2021

L’alberghiero Scappi di Castel San Pietro si allarga a Medicina con nuovi laboratori enogastronomici

Prende corpo il patto di collaborazione tra l”istituto alberghiero Scappi di Castel San Pietro,  l”Amministrazione comunale di Medicina e la Cooperativa Nuova Popolare, proprietaria del Centro feste Ca’ Nova, per l”avvio del progetto «Con i territori per scoprire il futuro». Il patto di collaborazione prevede l”avvio di nuovi laboratori enogastronomici per gli studenti dell”alberghiero, che da settembre si terranno al centro feste Ca” Nova di Medicina. La scelta del Ca” Nova è data dalla disponibilità di ampi spazi in cui verranno allestite aule e laboratori che diverranno vere e proprie sedi distaccate dell”istituto alberghiero.

Ed è proprio al Ca” Nova che questa mattina gli studenti e i loro docenti hanno organizzato un evento lancio per inaugurare i laboratori. Presente anche Vincenzo Manganaro, preside dello Scappi. «Siamo molto orgogliosi dell”avvio di questo progetto – commenta Manganaro –. Lo scopo è consolidare i rapporti tra scuola ed enti territoriali, ed offrire ai ragazzi nuovi spazi per mettere in pratica le conoscenze acquisite in aula, dopo quasi due anni di stop a causa della situazione pandemica. Bisogna ripartire, nel vero senso della parola». (r.cr.)

Ulteriori dettagli su «sabato sera» in edicola dal 3 giugno.

Nella foto: le cucine al centro feste Ca’ Nova

L’alberghiero Scappi di Castel San Pietro si allarga a Medicina con nuovi laboratori enogastronomici
Economia 4 Maggio 2021

Regione, al via il bando per sostenere i negozi di vicinato nelle aree rurali e di montagna

Negozi di vicinato in aree montane e rurali «soggette a rarefazione». A loro è rivolto il bando regionale che mette a disposizione contributi a fondo perduto per progetti di insediamento e sviluppo di esercizi commerciali polifunzionali nelle zone montane e rurali ad alto rischio di spopolamento.

Nel circondario imolese rientrano tra le aree «soggette a rarefazione» Tossignano e Codrignano, e, nel medicinese, le zone di Sant’Antonio, Buda e via Nuova. Il bando mette a disposizione 800 mila euro per due annualità, per un massimo di 40 mila euro per impresa, a copertura del 60% delle spese. Le domande devono essere trasmesse, entro il 15 giugno, solo mediante posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo comtur@postacert.regione.emilia-romagna.it. Tutte le informazioni sulla pagina dedicata nel portale Imprese della Regione Emilia Romagna.

Regione, al via il bando per sostenere i negozi di vicinato nelle aree rurali e di montagna
Cronaca 7 Aprile 2021

Mense scolastiche biologiche, all’Emilia-Romagna quasi 1,5 milioni di euro. Tra i destinatari anche Medicina e Ozzano

Biologico è la parola d’ordine nelle mense delle scuole della Regione. Per il terzo anno consecutivo, infatti, l’Emilia-Romagna si è aggiudicata aggiudica la quota più alta prevista dal Fondo per le mense scolastiche biologiche: 1 milione e 471mila euro di risorse su 5 milioni di euro complessivi. Tra le amministrazioni locali e le imprese destinatarie anche il Comune di Medicina (oltre 32mila euro) e la Solaris srl (69mila euro), stazione appaltante tra le altre del Comune di Ozzano

La Giunta regionale ha così approvato, con un provvedimento, la ripartizione dei fondi,  relativi al 2020, trasferiti dal ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali alle amministrazioni locali che offrono il servizio di refezione scolastica biologica. Si tratta di risorse che servono a coprire le maggiori spese sostenute per l’erogazione dei pasti bio senza aumentare il costo della refezione scolastica a carico delle famiglie.  Gli importi, che ammontano a 1 milione e 471mila euro corrispondenti a circa 8 milioni di pasti erogati nel 2020, sono calcolati in base al numero di beneficiari del servizio di ristorazione scolastica in ciascun ambito territoriale e relativi alle stazioni appaltanti che gestiscono le mense scolastiche biologiche, in possesso dei requisiti previsti dal decreto ministeriale. (da.be.)

Foto dal sito della Regione Emilia-Romagna

Mense scolastiche biologiche, all’Emilia-Romagna quasi 1,5 milioni di euro. Tra i destinatari anche Medicina e Ozzano
Cronaca 24 Febbraio 2021

Controlli anti Covid, tra gli automobilisti fermati due pregiudicati e un 49enne con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite

Durante i maxi controlli anti Covid effettuati dai carabinieri negli ultimi giorni, i militari a Medicina hanno fermato e denunciato un 49enne italiano al volante di una Citroën C3 che stava guidando con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite previsto dalla legge. Sorpreso anche un 27enne autotrasportatore ricercato dall’autorità giudiziaria di Napoli per la notifica di una misura cautelare (obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria) scaturita da un’indagine per contrabbando. A Imola, invece, nei guai un 43enne evaso dagli arresti domiciliari.

Foto Isolapress

Controlli anti Covid, tra gli automobilisti fermati due pregiudicati e un 49enne con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite
Cronaca 24 Febbraio 2021

Maxi controlli anti Covid tra Imola e Medicina, sanzionati giovani che giocano a calcio per strada ed il titolare di un bar assieme ai clienti

In questi giorni i carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, durante i servizi anti Covid-19, hanno proceduto all’identificazione di 652 persone e al controllo di 465 veicoli e una novantina di esercizi pubblici. Una ventina di persone sono state sanzionate per aver violato la normativa di riferimento, tra cui l’obbligo di indossare la mascherina di protezione, il divieto di spostarsi tra le 22 e le 5 ed il rispetto del distanziamento sociale.

In particolare, un maxi controllo è stato effettuato tra Imola e Medicina, dove i militari hanno eseguito vari controlli nelle piazze e allestito decine di posti di controllo nelle principali arterie di collegamento, impiegando una trentina di militari, per verificare le motivazioni degli automobilisti in uscita dai comuni di residenza. Ad essere sanzionate, una decina per aver violato la normativa anti Covid-19. Tra loro, tre giovani che stavano giocando a calcio per strada nel quartiere Pedagna non rispettando il distanziamento sociale ed il titolare e i clienti di un bar nel quartiere Campanella che alle 20 di ieri sera si trovavano seduti nel locale. Presente anche un 36enne faentino che, oltre alla sanzione, è stato denunciato per aver violato le disposizioni dell’Autorità giudiziaria di Ravenna che gli imponevano di non allontanarsi dal comune di residenza. (da.be.)

Foto d‘archivio

Maxi controlli anti Covid  tra Imola e Medicina, sanzionati giovani che giocano a calcio per strada ed il titolare di un bar assieme ai clienti
Cronaca 20 Febbraio 2021

Tutela dei consumatori, apre nuovo sportello Adiconsum a Medicina

Adiconsum, l’associazione di consumatori promossa dalla Cisl, arriva a Medicina. A partire da venerdì 26 febbraio, uno dei 20 nuovi sportelli previsti nell’area metropolitana sarà attivo presso la sede Cisl di via Saffi 106 tutti i venerdì, dalle ore 14.30 alle 17.30.

«Abbiamo deciso di essere ancora più capillari e di rafforzare la nostra presenza sul territorio – dichiara Caterina Vinci, referente di Adiconsum Area metropolitana bolognese – per raggiungere facilmente i consumatori anche nelle periferie. Più punti di ascolto sicuramente possono riuscire a raggiungere più consumatori per informarli e aggiornarli su come scegliere con consapevolezza e su come evitare pratiche commerciali scorrette, truffe e raggiri». Per informazioni: tel. 051 256733 oppure 391 7604593, email ambo@adiconsum.it. È prevista anche la possibilità di consulenza da remoto, tramite videochiamata o diversa forma di assistenza a distanza. (lo.mi.)

Nella foto: veduta aerea di Medicina

Tutela dei consumatori, apre nuovo sportello Adiconsum a Medicina
Cronaca 18 Febbraio 2021

Pregiudicato identificato ed arrestato dai carabinieri tra Castel San Pietro e Medicina

Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri di Castel San Pietro hanno arrestato e tradotto in carcere, su ordine dell’ufficio esecuzioni penali della procura della Repubblica del tribunale ordinario di Trieste, un 39enne, colpevole dei reati di rapina, violenza sessuale e divieto di ritorno in Italia. Tutti commessi tra il 2010 e il 2015 a Trieste e Palermo.

L’uomo è stato identificato ed individuato tra i comuni di Castel San Pietro e Medicina. Risultato destinatario del provvedimento di carcerazione da successivi aggiornamenti, il 39enne è stato perquisito e portato in carcere dove dovrà scontare una pena complessiva di tre anni, undici mesi e dodici giorni di reclusione. (da.be.)

Foto d’archivio

Pregiudicato identificato ed arrestato dai carabinieri tra Castel San Pietro e Medicina
Cultura e Spettacoli 17 Febbraio 2021

A Carla Chiarini il premio «Miglior lettrice 2020» dal Comune di Medicina

Ieri, all’interno della Biblioteca comunale di Medicina, il presidente del Consiglio comunale con delega alla cultura Enrico Caprara ha consegnato a Carla Chiarini il premio «Migliore lettrice del 2020».

Con un totale di 173 libri chiesti in prestito, Carla, amante in particolare di romanzi d”autore e gialli, ha ricevuto dall’Amministrazione “Storia del mondo in 500 camminate d”autore”, una raccolta di 500 camminate illustrate con i percorsi e i paesaggi più amati dagli artisti, musicisti e scrittori più famosi con l”augurio di poter presto visitare i luoghi illustrati nella pubblicazione. (da.be.)

Nella foto: Carla Chiarini insieme al presidente del Consiglio comunale di Medicina con delega alla cultura Enrico Caprara

A Carla Chiarini il premio «Miglior lettrice 2020» dal Comune di Medicina

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast