Posts by tag: medicina

Cronaca 21 Ottobre 2021

«Un’orchestra sui banchi di scuola», il progetto di Medicina arriva anche a Castel Guelfo

Alla scuola elementare di Castel Guelfo partirà a breve il progetto «Un’orchestra a scuola», il corso di orchestra d’archi  gestito dalla scuola di musica Medardo Mascagni di Medicina. Nel medicinese l’iniziativa esiste dal 2014, ma quest’anno, con la collaborazione dell’Istituto comprensivo Giovanni Paolo II, il progetto che consente di imparare a suonare uno strumento ad arco sarà una bella novità per i bambini della classe quarta di Castel Guelfo.

«Con un budget di 3.500 euro – spiega la vicesindaca, Anna Venturini – i bambini potranno seguire un corso di musica in maniera totalmente gratuita, utilizzando gli strumenti in comodato d’uso per tutto l’anno scolastico». I bambini saranno seguiti da due insegnanti e avranno a disposizione 16 violini e 8 violoncelli. Alla fine dell’anno scolastico i bambini si esibiranno in un concerto finale per genitori ed insegnanti. (r.cr.) 

Nella foto: il concerto di inaugurazione del corso tenuto dagli allievi della scuola di musica Mascagni il 3 ottobre nel chiostro del municipio di Castel Guelfo

«Un’orchestra sui banchi di scuola», il progetto di Medicina arriva anche a Castel Guelfo
Cronaca 11 Ottobre 2021

Medicina, dal 14 ottobre un ambulatorio Auser alla Casa della salute

Anche Medicina avrà un ambulatorio gestito dai volontari Auser. Il servizio, ad accesso diretto, senza prenotazione e gratuito, sarà attivo dal 14 ottobre tutti i giovedì, dalle ore 9 alle 11, al piano terra della Casa della salute in via Saffi.

Grazie alla disponibilità di un gruppo di infermiere volontarie sarà possibile effettuare, ad esempio, la misurazione della pressione arteriosa, le iniezioni intramuscolari e le medicazioni semplici.

All’avvio del progetto di Auser Bologna hanno collaborato il Comune di Medicina e l’Ausl di Imola, che ha concesso l’uso degli spazi all’interno della Casa della salute. (lo.mi.) 

Nella foto: l’inaugurazione dell’ambulatorio Auser con il sindaco Matteo Montanari, la direttrice Sabrina Gabrielli, l’assessore al Volontariato, Lorenzo Monti, e le volontarie Auser di Medicina

Medicina, dal 14 ottobre un ambulatorio Auser alla Casa della salute
Cultura e Spettacoli 8 Ottobre 2021

Dalla Stazione Radioastronomica di Medicina alla Pieve di Ca' Maggiore a Coniale, arrivano le Giornate d'Autunno del Fai

Seicento luoghi solitamente inaccessibili o poco noti in trecento città d’Italia. Sono le proposte di visita della decima edizione delle Giornate d’Autunno del Fai a cui il Fondo per l”Ambiente Italiano darà vita sabato 16 e domenica 17 ottobre. Si va dai complessi religiosi ai palazzi, dai castelli alle aree archeologiche, dai piccoli musei ai parchi e giardini storici, e ancora borghi, aree naturalistiche, luoghi produttivi e molto altro. In Emilia Romagna, sono coinvolti anche i comuni di Medicina, Dozza e Castel del Rio. 

A Medicina si potrà visitare la Stazione Radioastronomica «Marcello Ceccarelli» (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, accesso non garantito senza prenotazione). Inoltre, domenica 17 ottobre, alle ore 16 e alle 17, si terrà un concerto della Banda municipale diretta da Ermanno Bacca. Nella cittadina, nei due giorni si potrà inoltre prendere parte alla visita de «La sagrestia svelata della chiesa del Carmine», che prevede anche momenti musicali a cura della Scuola di musica Medardo Mascagni, o a quella alla mostra della pittrice del Novecento Bianca Calza allestita al Palazzo della Comunità, nel Museo Civico.

L”organizzazione delle Giornate d”Autunno nei tre luoghi medicinesi è curata dal Gruppo Fai Savena Idice Sillaro, mentre il Gruppo Fai di Imola, Dozza e Valle del Santerno cura le visite a Dozza e a Castel del Rio. Nel borgo dipinto, infatti, la Rocca si mostrerà nel suo aspetto di appartamento privato della famiglia Malvezzi-Campeggi (dalle ore 10 alle 18). A Castel del Rio, palazzo Alidosi sarà visitabile domenica 17 ottobre dalle 10 alle 18, mentre sia il 16 che il 17 (con due turni mattutini e due pomeridiani), sarà possibile ammirare la Pieve di Ca” Maggiore a Coniale.

Le visite si svolgeranno nel rispetto delle normative anti Covid-19 (accesso con Green pass anche per l”ingresso ai luoghi di carattere naturalistico, tranne che per i bambini al di sotto dei 12 anni). Per informazioni sulle modalità di partecipazione e per prenotare (i posti sono limitati) si possono consultare i siti Fondo ambiente e Fai.

Approfondimenti su «sabato sera» del 14 ottobre.

Nelle foto (tratta dal sito del Fai: la Stazione Radioastronomica di Medicina e la Pieve di Ca” Maggiore a Coniale

Dalla Stazione Radioastronomica di Medicina alla Pieve di Ca' Maggiore a Coniale, arrivano le Giornate d'Autunno del Fai
Cronaca 13 Settembre 2021

Inizio dell’anno scolastico, il suono della campanella a Imola, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano

Oggi tutti studenti del circondario sono tornati in classe per l’inizio del nuovo anno scolastico. A Imola il sindaco Marco Panieri e l’assessore Fabrizio Castellari, come da tradizione, hanno portare loro il saluto ad alunni ed insegnanti. A Castel San Pietro, invece, il compito è spettato all’assessore Giulia Naldi che ha rivolto il benvenuto e l’augurio di buon anno scolastico a studenti, famiglie, dirigenti, docenti e personale a nome del sindaco Fausto Tinti e di tutta l’amministrazione comunale.

A Medicina, invece, al campo sportivo erano presenti oltre al sindaco Matteo Montanari, la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein, l’Assessore all’Istruzione Dilva Fava, la Dirigente scolastica Loredana Bilardi e il vicario Marco Baldini. Alle scuole Simoni gli studenti troveranno una palestra più ampia e moderna.

Infine, ad Ozzano, è toccato a dirigente scolastico ed amministrazione comunale accogliere gli studenti nel primo giorno di scuola. (r.cr.)

Foto Isolapress

Inizio dell’anno scolastico, il suono della campanella a Imola, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano
Cronaca 28 Agosto 2021

Crisi afghana, la paura del medicinese Aziz per i familiari rimasti in patria

Aziz Soltani, 32 anni, abita a Medicina dal 2014. Lavora come tornitore ed è originario di Jaghori, distretto afghano a circa 200 chilometri da Kabul. È arrivato in Italia, a Bari, nel 2007, nascosto su un camion proveniente dalla Grecia. Tre anni fa lo hanno raggiunto i suoi genitori. «Se guardo la situazione che c’è oggi in Afghanistan mi sento fortunato» dice.

Là vivono ancora suo fratello, docente di Storia all’università a Bamiyan, e i familiari di sua moglie. «Non sappiamo come aiutarli. Speriamo che venga aperto un corridoio umanitario. I talebani dicono che non si vendicheranno, ma temo che dopo il 31 agosto, quando le truppe americane se ne andranno, non sarà così». (lo.mi.) 

L’articolo completo sul «sabato sera» del 26 agosto 

Nella foto: Aziz Soltani

Crisi afghana, la paura del medicinese Aziz per i familiari rimasti in patria
Cronaca 26 Agosto 2021

Benessere animale, cosa prevedono i lavori al canile e gattile di Imola e Medicina

Grazie a un cofinanziamento regionale e al lascito di Adriana Poggi, a Imola, nel canile e gattile di via Gambellara verranno effettuati necessari interventi di ristrutturazione dei fabbricati per complessivi 160 mila euro. La ristrutturazione riguarderà in particolare la sistemazione del fabbricato principale con opere murarie sulle pareti.

A Medicina, invece, sempre grazie al contributo della Regione, verranno realizzati due nuovi prefabbricati per l’Oasi Felix. (r.cr.)

Approfondimenti ed interviste all’assessore del Comune di Imola Elisa Spada ed all’assessore di Medicina Massimo Bonetti sul Sabato sera del 26 agosto

Benessere animale, cosa prevedono i lavori al canile e gattile di Imola e Medicina
Cronaca 16 Agosto 2021

Dalla Regione risorse per la tutela degli amici a quattro zampe, finanziati i progetti dei canili e gattili di Imola e Medicina

Tutelare la salute, la sicurezza delle persone e il benessere animale garantendo a cani e gatti randagi migliori condizioni nei ricoveri pubblici. E’ questo l’obiettivo della Regione che, con una delibera di Giunta approvata nei giorni scorsi, ha stanziato oltre 340mila euro per gli interventi di adeguamento strutturale su canili e gattili pubblici dell’Emilia-Romagna. Tra i progetti finanziati dalla Regione anche quelli del Comune di Imola (80mila euro) per il canile e il gattile comprensoriale gestito dalla cooperativa Coala e del Comune di Medicina (35mila euro) per il gattile.

I Comuni beneficiari dei contributi sono stati individuati dai Servizi veterinari delle Ausl, che hanno segnalato le strutture che richiedevano gli interventi più urgenti, con un occhio di riguardo ai reparti sanitari, reparto cuccioli, infermerie e ambulatori veterinari, aree di rieducazione per cani con aggressività non controllata, aree di sgambamento, aree di ricovero e le rispettive recinzioni. I Comuni coinvolti dovranno far pervenire in Regione la richiesta di ammissione entro la fine di ottobre, dopo di che avranno 18 mesi per iniziare i lavori a partire dalla pubblicazione della graduatoria definitiva e 2 anni per completarli. (r.cr.)

Nella foto: operatrici della cooperativa Coala che gestisce il canile di Imola

Dalla Regione risorse per la tutela degli amici a quattro zampe, finanziati i progetti dei canili e gattili di Imola e Medicina
Economia 9 Agosto 2021

L’azienda Farma di Fossatone continua a crescere con i milanesi di F&P4biz

L’azienda medicinese Farma, tra i leader mondiali nella produzione di sistemi di rifornimento (tappi, bocchettoni, filtri e accessori) destinati a chi produce serbatoi per veicoli industriali, commerciali e agricoli, ha ceduto il controllo alla società di investimento milanese F&P4biz, che lo scorso aprile ha acquisito il 74% delle quote. «Investiamo in aziende di successo – spiega Guglielmo Fiocchi, ingegnere ed ex top manager, fondatore della società F&P4biz assieme all’esperto di finanza Maurizio Perroni – e facciamo un percorso di crescita assieme agli imprenditori che le gestiscono».

Armando Poma, alla guida dell’azienda dal 1987, resta presidente. Al suo fianco, il figlio Andrea. «La ricerca di potenziali investitori è motivata dalla mia carta di identità – così spiega la sua decisione -. Lavoro ormai da 53 anni e in prospettiva non vorrei più fare 100 mila chilometri all’anno o essere impegnato per 12 ore al giorno.  Volevo dare continuità all’azienda, garantire posti di lavoro e farla prosperare nel tempo. Proprio per questo ho rifiutato proposte più allettanti da parte di persone del mondo della finanza. Uno degli obiettivi è potenziare la crescita dell’azienda nei mercati internazionali. Consegnamo in Cina, India, Australia, Giappone, tutta Europa, Brasile. Mancano gli Stati Uniti e questa potrebbe essere una delle vie di sviluppo percorribili». (lo.mi.) 

Approfondimenti su «sabato sera» del 29 luglio 

Nella foto: da sinistra, Guglielmo Fiocchi, Armando e Andrea Poma

L’azienda Farma di Fossatone continua a crescere con i milanesi di F&P4biz
Cronaca 28 Luglio 2021

Estate di cantieri, ecco come cambiano volto le città

Questa sarà un’estate di cantieri in gran parte del circondario. A Imola, operai al lavoro per il restauro del «palazzo nuovo», che porterà ulteriori spazi per gli uffici comunali, mentre con il recupero del primo chiostro del convento di San Domenico verrà creato il nuovo museo archeologico. L’ex Beccherucci, invece, diventerà la nuova sede dell’Inps. Nell’ex convitto dello Scarabelli traslocheranno aule e laboratori del Luca Ghini. Infine, cambierà la viabilità in viale Marconi, dove sta sorgendo una rotonda all’ingresso del supermercato, al posto dei vecchi capannoni della Coop. Ceramica.

Tanti i lavori in corso e quelli che stanno per partire anche a Castel San Pietro e Medicina. Il più impegnativo dal punto di vista economico è il recupero della torre scenica dell’Arena di viale Terme, oggi inutilizzata, che sarà dotata di palco e attrezzature. Operai anche nella materna Rodari e per realizzare la ciclabile a Osteria Grande. Nella città del Barbarossa, invece, si riqualificano gli impianti sportivi del capoluogo, cascina del Ca’ Nova compresa.

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola dal 29 luglio.

Nella foto: il cantiere all’ex Beccherucci a Imola

Estate di cantieri, ecco come cambiano volto le città
Cultura e Spettacoli 26 Giugno 2021

Il trombettista Paolo Fresu porta il jazz al parco Ca’ Nova di Medicina

Il jazzista Paolo Fresu si esibirà stasera al parco Ca’ Nova di Medicina. Un appuntamento in duo con Roberto Cipelli, pianista storico del «Paolo Fresu Quintet», per far conoscere ai medicinesi il loro disco «L’equilibrio di Nash», pubblicato nel 2020 per Tûc Music, l’etichetta del trombettista. Il concerto si terrà  al parco Ca’ Nova, in via delle Fragole (ore 21).

Il concerto fa parte della della rassegna annuale di Crossroad jazz Emilia-Romagna, giunta alla ventiduesima edizione. Un evento realizzato in collaborazione con il Comune di Medicina, l’associazione culturale I Portici e l’associazione culturale Eretici del Barbarossa di Medicina, nell’ambito del «Medicina jazz festival». I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria del Ca’ Nova dalle ore 19 (tel. 338 2273423). Per info: info@jazznetwork.it. 

Nella foto: Paolo Fresu

Il trombettista Paolo Fresu porta il jazz al parco Ca’ Nova di Medicina

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast