Posts by tag: Milan

Sport 25 Marzo 2021

Calcio, Emiliano Betti dal Romeo Galli a Donnarumma: «Imola ce l’ho nel cuore»

«Calma, calma a recuperare il pallone». Siamo al minuto 85 di Imolese-Fiorenzuola, prima giornata del campionato di C2 della stagione 2001/2002. I rossoblù, con Bianchetti in panchina, sono in vantaggio per 1 a 0 grazie al gol di Alberto Villa, siglato un paio di minuti prima, che poi risulterà decisivo. A parlare con la «C» leggermente aspirata, da buon toscano (di Pontedera, per la precisione) è il portiere Emiliano Betti, riferendosi ai raccattapalle dietro la porta.

Il protagonista di questa storia è proprio l’estremo difensore classe 1972, cresciuto nelle giovanili della Fiorentina con la quale ha vinto tutto, compreso il Torneo di Viareggio, prima dell’esordio in serie A nel 1992 al Franchi contro l’Ancona. In campo c’era anche Stefano Pioli, attuale allenatore del Milan. Dopo il gettone nella massima serie, Betti ha girovagato tra serie B (Cosenza, Pistoiese, Chievo e Foggia) e serie C. A Imola disputò tre stagioni in C2 (1999/2000, 2001/2002 e 2002/2003). In totale, 64 presenze e 63 gol subiti. «Dal punto di vista mediatico e della categoria non è stata la mia esperienza più importante, ma sotto il piano umano e lavorativo senza dubbio la migliore».

Ritirato a soli 33 anni, sei diventato preparatore dei portieri. Fiorentina, Carrarese, Empoli e ora Milan dove, da collaboratore, lavori tutti i giorni a stretto contatto con un campione come Gianluigi Donnarumma.

«Gigio quando è nato gli hanno messo i guanti nelle mani e la dea del calcio gli ha dato un bacio sulla testa. È un talento che ogni anno cresce sempre più, a cui basta dare un suggerimento che lui poi trasforma in un gesto tecnico. Chi gli sta vicino lo deve aiutare a mantenersi fisicamente e mentalmente il più sereno possibile per affrontare i tanti impegni e rendere al meglio, perché ha pur sempre solo 22 anni. Al resto ci pensa lui». (da.be.)

L’intervista su «sabato sera» del 18 marzo.

Nella foto (concessa dall’Ac Milan): Emiliano Betti, insieme a Nelson Dida, a Milanello

Calcio, Emiliano Betti dal Romeo Galli a Donnarumma: «Imola ce l’ho nel cuore»
Sport 21 Ottobre 2020

Calcio serie C: finisce 1 a 1 tra Imolese e Samb, futuro e passato tra Juve, Milan e Samp

Imolese e Sambenedettese prima di questa partita avevano gli stessi punti e in fondo non c”era da stupirsi, in fondo tutte due le squadre hanno i colori rossoblù e hanno un ex Juventus, un ex Milan e un ex Sampdoria in squadra. La differenza è che quelli dell”Imolese sono Siano, Torrasi e Sabattini, quelli della Sambenedettese sono Montero (l”allenatore), Maxi Lopez (il centravanti) e Ruben Botta (il trequartista).
Imolese e Sambedettese alla fine di questa partita hanno ancora gli stessi punti e forse la certezza di dover trovare qualche certezza in più per capire se il futuro (i ragazzi dell”Imolese) o il passato (i campioni della Samb) saranno più graditi a questa serie C.

La cronaca
Montero mette i primi undici di domenica scorsa, Cevoli invece cambia mezzo centrocampo perché non ha Lombardi e Provenzano: conferma Tonetto a sinistra e prova D”Alena e Masala ai lati di Torrasi. D”Alena ne ha voglia e dopo 90 secondi spara da fuori. Para facile Nobile. L”Imolese pare avere il giusto entusiasimo e dopo 7 minuti ci prova ancora con i due esterni protagonisti; cross di Rondanini e testata di Tonetto. Anche stavolta Nobile non soffre. Tonetto continua a correre forte in fascia, sulle orme di suo padre. A cavallo dei 13 minuti Nocciolini non aggancia davanti a Siano un bel filtrante. Meglio così per l”Imolese che ci prova dopo 20 minuti con Stanco che stoppa e si gira. Palla fuori, ma l”Imolese gioca di più. Un minuto più tardi Ruben Botta spiega la garra sudamericana a D”Alena, uno spintone dopo un contrasto. L”arbitro lo grazia, mentre non grazia Tonetto che al minuto 24 frana addosso a Mawuli. Rigore per Maxi Lopez, 1 a 0 per la Samb. Non ci sta, ma è così. Ci sta invece dopo la mezzora il pareggio firmato Polidori su un cross di Rondanini servito dall”altro esterno Tonetto. L”incrocio dei due esterni sempre proprio quello dell”Atalanta.

Il secondo tempo
Montero cambia Scrugli per Lavilla sulla fascia di Tonetto. Dopo 7 minuti dal ritorno in campo Nocciolini tira una punizione insidiosa che va alta. Maxi Lopez fa belle cose ma lontano dalla porta, Masala e D”Alena lavorano bene. La partita non regala occasioni clamorose ma è giocata. Montero chiama fuori Nocciolini e D”Angelo per Bacio Terracino e Malotti, Cevoli risponde con Alboni e Morachioli per D”Alena e Polidori. C”è più Samb nell”ultima fetta di partita, l”Imolese ha perso un po” di ritmo. Cevoli cambia interpreti e mette dentro anche Ingrosso e Boccardi che va largo con Rondanini più in mezzo al campo. L”ultimo tappeto in uscita è per Stanco che lascia il posto a Ventola quando mancano 8 minuti. Cevoli cerca un po” di ossigeno per rianimare una squadra che ora contiene e propone meno. Finisce 1 a 1. In fondo va bene.

IMOLESE – SAMBENEDETTESE 1-1
MARCATORI Maxi Lopez (S) al 24° su rigore, Polidori (I) al 31° p.t.
IMOLESE (3-5-2) Siano; Pilati, Rinaldi, Carini; Rondanini, Masala (Boccardi dal 32° s.t.), Torrasi, D”Alena (Alboni dal 22° s.t.), Tonetto (Ingrosso dal 32° s.t.); Polidori (Morachioli dal 22° s.t.), Stanco.
PANCHINA Rossi, Angeli, Sall, Mele, Sabattini, Cerretti, Della Giovanna.
ALLENATORE Cevoli.
Angoli 1-0
Ammoniti D”Angelo, Enrici, Tonetto, Pilati, De Ciancio

Calcio serie C: finisce 1 a 1 tra Imolese e Samb, futuro e passato tra Juve, Milan e Samp

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast