Posts by tag: mobilità

Cronaca 18 Luglio 2021

La Città metropolitana stanzia 3,6 milioni di euro per nuove ciclabili, previsti interventi a Imola e Ozzano

Continua a espandersi la rete della Bicipolitana bolognese. La Città metropolitana, infatti, ha finanziato nuovi progetti per 3,6 milioni di euro (cofinanziamento pari al 50% dell’importo stimato delle opere) che serviranno per realizzare 26,5 chilometri di nuove ciclabili. Per quanto ci riguarda da vicino, gli interventi riguarderanno Imola e Ozzano Emilia.

Il Comune di Imola ha ottenuto 100 mila euro che «serviranno per connettere le frazioni di San Prospero, Ponticelli e Fabbrica alla nuova ciclopista del Santerno. Inoltre – dettaglia l’assessora alla Mobilità sostenibile, Elisa Spada -, verrà realizzata una ciclabile lungo via Punta, dall’incrocio con la via Montanara fino a via Dalla Chiesa, per collegare Ponticelli alla Pedagna». Complessivamente, si tratta di 10 chilometri di nuove piste.

Altrettanti chilometri verranno realizzati tra Noce di Ozzano e Monterenzio. «Sarà un tratto in sede propria, in alcuni punti sarà più vicina a via Idice, in altri più lontana, molto simile alla ciclopista del Santerno – dettaglia il sindaco Lelli -. «Il tratto consentirà quasi di arrivare alla via Emilia utilizzando viabilità già esistente». (gi.gi.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 15 luglio.

Nella foto: la ciclopista del Santerno

La Città metropolitana stanzia 3,6 milioni di euro per nuove ciclabili, previsti interventi a Imola e Ozzano
Cronaca 21 Giugno 2021

Mobilità, da settembre in Emilia Romagna bus e treni gratuiti anche per gli under 19

In Emilia-Romagna la Regione ha deciso di investire 22 milioni di euro (lo scorso anno erano 4 milioni) per i trasporti locali: a partire da settembre, quindi, bus e treni regionali saranno completamente gratuiti per gli studenti residenti in regione sotto i 19 anni d”età. Già da settembre 2020 gli abbonamenti per bus e treni sono  gratuiti per gli studenti under 14; ma  da quest”anno saranno oltre 220 mila ragazze e ragazzi a beneficiare dell”iniziativa, permettendo alle famiglie un risparmio dai 200 ai 600 euro l”anno.  

La gratuità degli abbonamenti è rivolta agli studenti nati prima del 31 dicembre 2007 compreso, iscritti alle scuole secondarie di secondo grado statali, paritarie e agli istituti di formazione professionale per l”anno scolastico 2021-2022, con un reddito Isee familiare uguale o inferiore a 30 mila euro l’anno. Agli studenti nati nel 2008 e iscritti al primo anno di scuola secondaria di secondo grado e ai nati prima del 2008 che frequentano la?scuola secondaria di primo grado, non è richiesto il requisito di attestazione Isee. L”abbonamento è gratuito per i percorsi casa-scuola (solo bus, solo treno, combinazione bus extraurbano più treno e valido da settembre 2021 fino al 31 agosto 2022)  e per il tempo libero nella tratta coperta dall’abbonamento.

PER INFORMAZIONI

Mobilità, da settembre in Emilia Romagna bus e treni gratuiti anche per gli under 19
Cronaca 19 Giugno 2021

Coronavirus, da oggi in Emilia Romagna la capienza massima su treni, autobus e mezzi pubblici passa all’80%

A partire da oggi la capienza massima sui treni, gli autobus e mezzi pubblici dell’Emilia-Romagna passa dal 50 all’80%. L’aumento del coefficiente di riempimento dei mezzi del trasporto pubblico locale anche extraurbano, consentito dal Dpcm del 2 marzo scorso, risponde all’incremento della mobilità e dei passeggeri determinata dal passaggio dell’Emilia-Romagna in zona bianca e ai conseguenti allentamenti delle restrizioni. L’applicazione della nuova percentuale dei posti sarà valida fino al prossimo 31 luglio, salvo future disposizioni.

Tper, pertanto, ha in corso l’aggiornamento delle indicazioni riportate nell’adesivo presente nei pressi della porta anteriore dei bus che indica il numero di passeggeri consentiti a bordo; anche la funzionalità dell’app Roger che consente di visualizzare in tempo reale il livello di carico dei bus in arrivo sarà adeguata alla nuova disposizione normativa. (r.cr.)

Foto d‘archivio

Coronavirus, da oggi in Emilia Romagna la capienza massima su treni, autobus e mezzi pubblici passa all’80%
Cronaca 7 Giugno 2021

A Castel San Pietro il 10 giugno prima passeggiata per progettare il Centro di mobilità

Prosegue a Castel San Pietro il percorso di progettazione partecipata «Verso un nuovo centro di mobilità». Giovedì 10 giugno si terrà un incontro dedicato al dialogo con i cittadini, incentrato sulle necessità di chi si sposta in treno, autobus, bici e a piedi per migliorare la vivibilità dei luoghi quotidiani. Si potranno fare passeggiate nei luoghi della città coinvolti dall’intervento di progettazione nel raggio di circa 500 metri intorno alla stazione ferroviaria di Castello.

L’appuntamento è dalle ore 9 al «cantiere effimero» allestito nel piazzale della stazione ferroviaria. A guidare l’evento sarà Filena di Tommaso, architetta e responsabile del processo di partecipazione del team impegnato nell’iniziativa, accompagnata dal gruppo tecnico-progettuale degli enti locali. Ogni passeggiata si concluderà con il ritorno al «cantiere» con un incontro riassuntivo. Le passeggiate sono aperte a tutta la cittadinanza, scrivendo a segreteriapums@cittametropolitana.bo.it. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.pumsbologna.it/centrodimobilita. (c.gam.)

Ulteriori dettagli sul Centro di mobilità sono su «sabato sera» in edicola dal 3 giugno

Nella foto: il cantiere effimero allestito in stazione a Castel San Pietro

A Castel San Pietro il 10 giugno prima passeggiata per progettare il Centro di mobilità
Cronaca 2 Giugno 2021

Biciclette e altre ruote, così cambia la mobilità

Con la bella stagione gli spostamenti su due ruote si fanno più frequenti. Bici e monopattini, tanti anche elettrici, si stanno moltiplicando su strade e piste dedicate, ma non sempre la convivenza con pedoni e altri veicoli è semplice.

Con la polizia locale circondariale raccontiamo le criticità dei monopattini elettrici e le norme per la circolazione.

Si sviluppa intanto la rete ciclabile metropolitana: quasi pronta la ciclopista del Santerno, mancano all’appello le due ciclabili lungo la via Emilia a Castel San Pietro.

Approfondimenti su «sabato sera» del 3 giugno.

Biciclette e altre ruote, così cambia la mobilità
Cronaca 14 Gennaio 2021

Mobilità, progettate le prime due linee di «Metrobus» elettrico: una dovrebbe arrivare fino a Medicina

C’è anche la  Bologna-Castenaso-Medicina (l’altra è la Bologna-Granarolo-Baricella) tra le prime due linee di «Metrobus» elettrico che vedranno presto la luce. In questi mesi sono state infatti progettate dalla Città metropolitana e domani sbarcheranno a Roma per avere 91 milioni di euro di finanziamento nell’ambito del «Fondo per le risorse destinate al Trasporto rapido di Massa ad Impianti fissi».

Si tratta di una vera rivoluzione per il trasporto extraurbano che per la prima volta vedrà un sistema di trasporto rapido con linee ad elevata capacità, confort e tempi certi: autobus elettrici snodati da 18 metri con una frequenza di 10 minuti nelle ore di punta e corsie riservate e sistemi semaforici a priorità per diminuire i tempi di percorrenza attuali e garantire puntualità ed affidabilità.

A partire da queste due, che dovrebbero entrare in esercizio da settembre 2024, l’obiettivo è di realizzare delle linee di trasporto pubblico frequenti e veloci, ad elevata capacità, con fermate facilmente accessibili in sicurezza, attrezzate per l’attesa e l’interscambio e dotate di tecnologie per la infomobilità e la comunicazione agli utenti, al fine di diventare una reale alternativa all’utilizzo dell’auto. Inoltre il servizio sarà garantito da mezzi elettrici, con punti di ricarica ai capolinea.

Gli interventi previsti sono di tipo infrastrutturale, tecnologici e di segnaletica: ad esempio la realizzazione di corsie riservate, la modifica della disciplina del traffico e della circolazione, la riorganizzazione delle corsie di accumulo e svolta alle intersezioni, l’introduzione di sistemi semaforici a priorità, la protezione degli attraversamenti pedonali mediante semaforo, la riqualificazione di tutte le banchine, l’installazione di pensiline più confortevoli, sicure e capaci di fornire più informazioni utili all’utenza. (da.be.)

PER SAPERNE DI PIU”

      

Mobilità, progettate le prime due linee di «Metrobus» elettrico: una dovrebbe arrivare fino a Medicina
Cronaca 28 Marzo 2020

Sosta libera per i residenti di Castello con tesserino giallo negli stalli a pagamento fino al termine dell'emergenza Covid-19

Sosta consentita in tutti i parcheggi del centro storico di Castel San Pietro ai cittadini residenti fino alla fine dell”emergenza Covid-19. Lo ha deciso la Giunta comunale, autrice di un provvedimento che dà ai cittadini muniti di tesserino giallo la possibilità di parcheggiare l”auto liberamente non solo negli stalli gialli, ad essi riservati, ma anche in quelli blu, destinati alla sosta a pagamento su strada, oltre che di sostare senza limitazione temporale nel parcheggio di via Oberdan. 

In vigore da giovedì 26 marzo, il provvedimento prevede anche la sospensione delle relative multe. La ragione della sua emissione è così spiegata dal vicesindaco Andrea Bondi: «Per venire incontro alle esigenze dei cittadini e per favorire la rapidità degli spostamenti consentiti all”interno del comune, abbiamo deciso di autorizzare, fino alla fine dell”emergenza Covid-19, la sosta dei residenti, dotati di tesserino giallo, oltre che sui posti riservati anche su qualunque altro stallo presente in centro storico all”interno del piano sosta». (r.cr.)

Nella foto il parcheggio di via Oberdan

Sosta libera per i residenti di Castello con tesserino giallo negli stalli a pagamento fino al termine dell'emergenza Covid-19
Cronaca 17 Marzo 2020

Coronavirus: da domani ulteriori restrizioni per treni e bus

Arrivano ulteriori riduzioni al servizio ferroviario e pubblico su bus in Emilia-Romagna.
Per quanto riguarda i treni, una nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Stefano Bonaccini dispone che da domani al 25 marzo 2020 il servizio ferroviario sia riprogrammato con ulteriori riduzioni, sulla base di un programma -proposto dall’operatore ferroviario e condiviso con la Regione- che tenga conto delle esigenze di spostamento dei lavoratori negli orari di maggior afflusso, e l’accessibilità ai turnisti e coloro che operano in attività ritenute essenziali dalle disposizioni vigenti. La comunicazione della nuova programmazione del servizio sarà a cura del gestore o delle infrastrutture.
Per gli autobus, la nuova ordinanza dispone che da domani al 25 marzo 2020 il servizio di trasporto pubblico potrà essere ulteriormente ridotto fino alle ore 20, con garanzia degli spostamenti dei lavoratori nelle ore di punta e di maggior afflusso, e che ci potranno essere maggiori riduzioni nella fascia serale e notturna (dalle ore 20,00 in poi) fermo restando la garanzia di spostamento (in uscita e in entrata) ai lavoratori, quali turnisti e coloro che operano in attività ritenute essenziali dalle disposizioni vigenti.

«Siamo di fronte a giorni decisivi per cercare di ridurre il contagio del virus nei nostri territori – ha spiegato Andrea Corsini, assessore alla Mobilità della Regione Emilia-Romagna -, per questo dobbiamo prendere tutte le misure necessarie e fare uno sforzo comune per rispondere a pieno alle indicazioni del Governo e dell’Istituto superiore della sanità. Ferma restando la disponibilità dei mezzi per le persone che devono recarsi sul luogo di lavoro, è necessario riprogrammare l’intero trasporto regionale per ridurre al massimo gli spostamenti. L’impegno che abbiamo chiesto alle Agenzie di trasporto è di monitorare costantemente la situazione per verificare l’efficacia delle misure». (r.cr.)

Coronavirus: da domani ulteriori restrizioni per treni e bus
Cronaca 18 Febbraio 2020

I nuovi tratti delle ciclabili di via Canale e Stradone a Castel Guelfo pronti entro agosto

Partiranno il 15 marzo, come per la ciclabile del Santerno, i lavori per la realizzazione del tratto di ciclovia Alta Sellustra compreso nel territorio comunale di Castel Guelfo.

Dopo il completamento delle procedure di gara, l’esecuzione dei lavori è stata affidata nel mese di dicembre alla ditta Zini Elio di Imola. Il contratto d’appalto è stato già firmato e sulle aree interessate dal cantiere sono stati esposti i cartelli indicanti i tempi dell’intervento, ovvero quattro mesi di lavori che, calendario alla mano, dovrebbero concludersi nel mese di luglio o al più tardi in agosto. (mi.ta.)

Via Stradone da Google Maps

I nuovi tratti delle ciclabili di via Canale e Stradone a Castel Guelfo pronti entro agosto
Cronaca 3 Febbraio 2020

A Castello già in funzione tre colonnine per fare il pieno

Da qualche mese anche sul Sillaro è possibile ricaricare l’auto elettrica durante la sosta. Le prime tre colonnine dell’accordo che l’Amministrazione aveva firmato nel 2018 con Enel X sono state infatti installate ad agosto scorso: si trovano nel parcheggio di viale Oriani (di fronte all’ospedale), nel parcheggio del cimitero (vicino all’ingresso del Giardino degli angeli) e nel parcheggio della piscina.

Complessivamente, la convenzione con Enel X prevede fino ad un massimo di dieci punti di ricarica in tutto il territorio comunale castellano, i cui costi di installazione, gestione e manutenzione sono a carico del gestore.
«Ancora non sappiamo dove e quando saranno installate le altre colonnine – spiega l’assessore all’Ambiente nonché vicesindaco Andrea Bondi -, ma nelle intenzioni di Enel X c’è quella di coprire anche Osteria Grande, nei pressi del centro commerciale, e la frazione collinare di Varignana, una volta completato il nuovo parcheggio a fianco del cimitero». (mi. mo.)

Ulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 30 gennaio

A Castello già in funzione tre colonnine per fare il pieno

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast