Posts by tag: opera dulcis

Economia 16 Aprile 2021

Sirio, il tribunale revoca il Consiglio di amministrazione e nomina amministratore giudiziario

Il tribunale di Bologna ha revocato il Consiglio di amministrazione di Sirio, azienda leader nel settore della ristorazione, che a Imola gestisce il bar pasticceria Opera Dulcis in piazza Matteotti e si è aggiudicata il bando per la gestione del bar Bacchilega. Il tribunale ha inoltre nominato, nel ruolo di amministratore giudiziario, il commercialista Fausto Maroncelli. L’incaricato dovrà verificare «la situazione contabile, economico e finanziaria della società; verificare la persistenza della continuità aziendale; predisporre un progetto di bilancio al 31 dicembre 2020 e convocare la relativa assemblea per la sua approvazione e ogni consequenziale determinazione, compresa la messa in liquidazione della società o la sua ammissione a una procedura concorsuale».

I provvedimenti fanno seguito all’udienza che si è svolta lo scorso 1 aprile su istanza del collegio sindacale dell’azienda. A fine marzo il Cda, guidato dall’amministratrice delegata imolese Stefania Atzori, aveva dichiarato perdite per oltre 14 milioni di euro causate «dalla pandemia da Covid 19 e dalle conseguenti misure emergenziali adottate dal Governo per contenerne la diffusione», che hanno determinato una significativa contrazione dei ricavi (-40%), «non sufficientemente compensata dai provvedimenti adottati dalla società per il contenimento dei costi». Aveva quindi approvato un aumento di capitale e l’emissione di obbligazioni. Intanto il 14 aprile il titolo in borsa è stato sospeso. A fine 2019 Sirio era presente sul territorio italiano con 90 punti vendita, aveva un fatturato di oltre 72 milioni di euro e più di 800 dipendenti. (lo.mi.) 

Nella foto (tratta dalla pagina Facebook dell’Opera Dulcis: il dehor in piazza Matteotti a Imola

Sirio, il tribunale revoca il Consiglio di amministrazione e nomina amministratore giudiziario
Economia 3 Marzo 2021

Sirio in tribunale, la replica dell’amministratrice delegata Stefania Atzori

In vista dell’udienza al tribunale di Bologna, fissata per il 1 aprile, la società ravennate Sirio, chiamata in causa dal proprio collegio sindacale per presunte irregolarità contabili, spiega la propria posizione. «Il ricorso depositato dal collegio sindacale della società al tribunale di Bologna – precisa l’amministratrice delegata di Sirio, Stefania Atzori – si inserisce in un periodo storico, come ben noto, fortemente complesso da un punto di vista economico e sociale. Non commento la presa di posizione dei sindaci a cui risponderanno i nostri legali nelle sedi opportune, quello che mi preme sottolineare è che è in corso di adozione un modello organizzativo adeguato alla situazione e abbiamo compiuto la rimodulazione del modello operativo per gestire al meglio tutti i passaggi. Mi sono sempre concentrata sull’orizzonte a lungo termine, il futuro in cui il Covid sarà acqua passata e l’orizzonte più interessante».

Dal 2019 Sirio è quotata alla Borsa di Milano. «Ricordo – prosegue – che la nostra  è una società con quasi 30 anni di storia, partner di realtà nazionali e internazionali, presente nelle principali stazioni ferroviarie d’Italia come Milano e Torino, nei principali aeroporti italiani, come Bologna e Genova solo per citarne alcuni, e nei principali ospedali d’Italia». A Imola, lo ricordiamo, Sirio gestisce l’Opera Dulcis in piazza Matteotti e si è aggiudicata la gestione dell’ex bar Bacchilega, la cui ristrutturazione dovrebbe partire a breve. In passato ha inoltre gestito il bar all’interno del parco delle Acque minerali e il bar dell’Ospedale nuovo. 

Nella foto: l’imolese Stefania Atzori, Ad di Sirio, all’interno dell’ex bar Bacchilega

Sirio in tribunale, la replica dell’amministratrice delegata Stefania Atzori
Cronaca 7 Giugno 2018

Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa: «Dopo l’Opera Dulcis puntiamo al bar Bacchilega»

Dal bar delle Acque minerali al centro storico. Sirio Spa, infatti, a inizio maggio ha rilevato l’Opera Dulcis di piazza Matteotti e da tempo è in trattativa con il Comune per il vicino bar Bacchilega, aperto nel 1929 e chiuso nel maggio del 2016. Per non lasciare vuote le vetrine di uno spazio così centrale e storico, il Comune ha preferito muoversi nell’ambito dei locali temporanei. Da ultimo, e fino al 30 giugno, vi ha trovato spazio il negozio di abbigliamento Etico-Il negozio imperfetto.

Nel mezzo, l’uscita di due bandi per assegnare il locale per un periodo più lungo, entrambi andati deserti, forse perché la cifra richiesta non era delle più economiche (si partiva da una base d’asta di 38 mila euro più 45 mila euro per le attrezzature, scesa poi a 33.600 euro più 9 mila euro per le attrezzature). Poi Area Blu, che si occupa anche del patrimonio pubblico, è passata a trattativa privata, raccogliendo tre manifestazioni di interesse, tra cui quella di Sirio Spa, l’unica ancora al vaglio. «Ci piacerebbe spostare dal primo piano sia il bagno che il laboratorio e riaprire alcune finestre murate che affacciano sulla piazza. E’ in corso un confronto con la Soprintendenza – spiega Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa -. Se tutto andrà in porto, vorremmo aprire per Pasqua 2019. Vogliamo mantenere l’aspetto retrò del Bacchilega e renderlo un bar che offre miscele di caffè, the e tisane, ma anche arricchire gli aperitivi e mantenere la pasticceria. Per i pranzi, invece, c’è l’Opera Dulcis, per il quale vogliamo anche ampliare la zona aperitivi e creare una zona esterna che offra cibo da strada, pensata soprattuto per i giovani. Inoltre, personalizzeremo maggiormente la zona ristorante. Vorrei rendere la piazza il fulcro della zona cocktail e aperitivi. La mia vocazione è investire, crescere e creare valore. Erano idee che avevo nell’animo da tempo e quando è capitata l’occasione l’ho colta».

gi.gi.

L”articolo completo su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: Stefania Atzori all”Opera Dulcis

Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa: «Dopo l’Opera Dulcis puntiamo al bar Bacchilega»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast