Posts by tag: parcheggi

Cronaca 30 Settembre 2019

Parcheggi a sbarre, si cambia: dal primo ottobre saranno attivi 24 ore su 24. Invariate le fasce a pagamento

Giro di vite per i «furbetti»dei parcheggi a sbarre, che fino a oggi lasciavano le loro auto in sosta per ore, uscendo poi senza pagare il dovuto quando le sbarre venivano alzate durante le ore serali e notturne. Come ovviare al problema? Da domani, martedì 1° ottobre, le sbarre mobili non verranno più alzate la sera e nei giorni festivi, ma resteranno sempre in funzione, anche quando la sosta è gratuita. I parcheggi interessati dalla nuova modalità di gestione sono i cinque a sbarre del centro storico, per complessivi 834 posti auto: Centro Città (ex Aspromonte), Palestra Cavina, Ortomercato, Ragazzi del ’99 e Guerrazzi.

Come spiegano le locandine affisse nei giorni scorsi all’ingresso e all’uscita delle aree in questione, gli impianti saranno attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, pur mantenendo le stesse fasce orarie di pagamento, cioè dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle ore 15 alle 19 (la domenica e nei giorni festivi la sosta è gratuita). Anche il piano tariffario resterà invariato, con sosta gratuita i primi 30 minuti nei parcheggi Centro Città, Palestra Cavina e Guerrazzi, e 20 minuti a Ortomercato e Ragazzi del ’99. L’utente che accederà ai parcheggi al di fuori degli orari di pagamento potrà uscire gratuitamente inserendo nell’apposita colonnina il biglietto prelevato all’entrata. Ma per uscire dopo aver lasciato in sosta l’auto per ore, dovrà comunque pagare il corrispettivo previsto dal piano tariffario. (lo.mi.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 26 settembre

Nella foto una locandina informativa sul funzionamento delle sbarre 24 ore su 24 in vigore dal 1° ottobre

Parcheggi a sbarre, si cambia: dal primo ottobre saranno attivi 24 ore su 24. Invariate le fasce a pagamento
Cronaca 3 Giugno 2019

Piazza Galvani e piazza Martiri Partigiani, conclusi a fine maggio a Castello i lavori di riqualificazione

Lavori conclusi a Castel San Pietro Terme per l”intervento di riqualificazione di piazza Galvani e piazza Martiri Partigiani, iniziato il 30 aprile  e realizzato in accordo con le associazioni di categoria e i commercianti della zona. I lavori hanno permesso la valorizzazione del fronte negozi in piazza Galvani, ottenuta con l”allontanamento dei parcheggi dall”edificio del Cassero e la creazione di un percorso di continuità pedonale, con pavimentazione in porfido larga sei metri, tra via Matteotti, piazza Galvani e via Cavour.

Si sono inoltre realizzati la riasfaltatura delle due piazze, Galvani e Martiri Partigiani e il rifacimento della segnaletica orizzontale. Otto parcheggi in più oltre ad una postazione disabili in piazza Galvani e posteggi taxi spostati in piazza Martiri le ulteriori modifiche effettuate, mentre dal punto di vista della viabilità va segnalata l”inversione del senso di marcia nel tratto di congiunzione con il parcheggio di via Oberdan, in virtù del quale possono accedere al parcheggio i veicoli che provengono da piazza Martiri e non viceversa. 

L”intervento, comprensivo anche della riqualificazione del giardinetto di piazza Martiri Partigiani (realizzato in aprile), è costato 102 mila euro, finanziati interamente dal Comune con i proventi del Piano sosta al pari di altri numerosi interventi realizzati in centro storico dal 2017 ad oggi. Nei giorni scorsi si sono infine completati anche lavori di manutenzione stradale in centro, compresi alcuni interventi per migliorare la regimentazione delle acque piovane durante grossi temporali e l”abbattimento di una barriera architettonica. (r.cr.)

Nella foto piazza Galvani risistemata

Piazza Galvani e piazza Martiri Partigiani, conclusi a fine maggio a Castello i lavori di riqualificazione
Ciucci (ri)belli 16 Gennaio 2019

I parcheggi in rosa a Imola

Ripubblichiamo qui uno dei nostri primissimi post d’esordio, nell’ormai lontano 2012. Come sapete il nostro archivio non è purtroppo accessibile per motivi tecnici e abbiamo deciso di riaggiornare le informazioni di servizio più importanti.

I «parcheggi in rosa» sarebbero davvero una bella invenzione se solo venissero occupati da chi ne avrebbe diritto, vale a dire donne in dolce attesa o con bebè a bordo fino a 12 mesi di età.

A Imola sono, collocati sia nelle aree di sosta libera che nei parcheggi a sbarre a pagamento (qui la mappa). Ma trovarne uno libero in centro al mattino, soprattutto nei giorni di mercato, è altamente improbabile.

Sarà capitato anche a voi di veder scendere dall’auto comodamente parcheggiata nello spazio “rosa” il furbo/a di turno, senza pargoli al seguito né col pancione in bella mostra. Purtroppo tutto è lasciato alla sensibilità e al senso civico dei cittadini, come si legge nei cartelli che li segnalano: «Invitiamo a lasciare la disponibilità dello spazio agli autoveicoli con a bordo donne in gravidanza o bebè fino all’anno di età. Questa indicazione non costituisce una prescrizione ai sensi del codice della strada ma è un invito a compiere un atto di civiltà».

Altre città hanno cercato di ovviare al problema prevedendo un apposito contrassegno da esporre sul cruscotto dell’auto, rilasciato a chi ne ha diritto. Ma anche questo escamotage non sarebbe risolutivo come spiegano da Area Blu, la società che a Imola gestisce la sosta. «I parcheggi rosa non sono contemplati dal codice della strada, che permette di riservare dei posti solo per residenti, disabili e scarico merci. Pertanto non vi sono strumenti per sanzionare chi li occupa senza averne diritto, possiamo solo affidarci al buon senso delle persone». Che a quanto pare spesso dimostrano di non averne, non vi pare?

Uno dei parcheggi in rosa al Sante Zennaro

I parcheggi in rosa a Imola
Cronaca 17 Dicembre 2018

Completato a Medicina il nuovo parcheggio in via Pertini, disponibili 24 posti auto più uno per disabili

Con l’installazione dei cartelli per la segnaletica verticale e la pittura delle strisce bianche a terra sono definitivamente conclusi i lavori per la realizzazione di un parcheggio in via Pertini. Nella nuova area sosta, ricavata in fondo alla strada, sono così disponibili 24 posti auto, più uno per disabili, che potranno essere utilizzati, in particolare, dai residenti della zona.

Il lavoro comprende anche un nuovo collegamento ciclopedonale che da via Pertini arriva al percorso naturalistico di via San Paolo, rendendo la zona più fruibile e accessibile.

Da notare che nell’importo di 110 mila euro dell’intervento complessivo, realizzato dalla ditta Ages Spa di Castenaso, vanno considerati anche la riasfaltatura e sistemazione della ciclabile che unisce Medicina alla frazione di Ganzanigo, nel tratto che da via Licurgo Fava arriva a via Bergianti.

L”articolo completo è su «sabato sera» del 13 dicembre

Nella foto il nuovo parcheggio in via Pertini

Completato a Medicina il nuovo parcheggio in via Pertini, disponibili 24 posti auto più uno per disabili
Cronaca 12 Novembre 2018

Sosta gratis nei parcheggi a sbarre dopo le 17.30 per Natale. Come funzionava gli anni scorsi

Dal primo dicembre al 6 gennaio 2019 si potrà sostare gratuitamente nei parcheggi a sbarre di Imola dalle 17.30 in poi. In occasione degli eventi di «Imola a Natale», il calendario di iniziative programmate e condivise dall’Amministrazione comunale, dalle associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato, da altre associazioni culturali e sociali e da alcuni negozianti, la Giunta ha deciso di azzerare i costi del parcheggio per un’ora e mezza, fino alle 19 (normale termine del periodo di sosta a pagamento), dal lunedì al sabato (la domenica è sempre gratuita), nelle aree regolate dalle sbarre, vale a dire: parcheggio Centro città (ingresso via Aspromonte e viale Carducci); Ortomercato (via Zappi); parcheggio Ragazzi del ’99; parcheggio Guerrazzi; parcheggio Palestra Cavina.  

La sosta gratis nei parcheggi a sbarre non è una novità. Gli anni scorsi il meccanismo, promosso sempre dal Comune con la collaborazione di Area Blu e delle organizzazioni di categoria, era tuttavia legato allo shopping effettuato: a fronte di un acquisto minimo di pochi euro (10 euro nel 2017), gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa consegnavano ai clienti un tagliando prepagato per una sosta di tre ore da usare in un”occasione successiva nei parcheggi sopra indicati. Diversa anche la durata della promozione, valida per un periodo più ampio che, oltre al mese di Natale, comprendeva anche il Baccanale. 

L’obiettivo era e resta quello di «favorire l’accesso e valorizzare il centro della città, che è il cuore pulsante di una comunità», per dirla con le parole del vicesindaco Patrik Cavina, assessore allo Sviluppo economico. «La decisione va inoltre incontro in parte alle richieste avanzate dalle associazioni di categoria che fanno parte del Tavolo di valorizzazione pubblico-privato del centro storico». 

Le associazioni, da parte loro, dichiarano apprezzamento per l’iniziativa, pur con qualche distinguo. Se Gianluca Alpi, presidente di Confcommercio Ascom Imola dice che «è un punto di partenza in occasione delle prossime festività natalizie, per le quali è stato predisposto un calendario ricco di animazioni che partiranno dal primo dicembre, giorno dell’accensione delle luminarie del nuovo albero di Natale e andranno fino al 6 gennaio», Confesercenti dichiara che questo primo passo «non soddisfa interamente, perché si interviene solo sull’orario dei parcheggi a sbarre e per niente su strada della zona più centrale e più vicini al centro».

La Cna giudica positiva la proposta, ma rileva che «le criticità relative all’accesso in centro debbano essere in breve tempo oggetto di confronto, per affrontare e risolvere le problematiche esistenti», mentre Sergio Sangiorgi, vice segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana auspica che le modifiche rappresentino un primo passo verso una «attenzione a quello che riteniamo il cuore pulsante della città, che porti ad un concreto e condiviso cambiamento per il centro di Imola in termini di fruibilità, mobilità, in particolare ecologica, accesso e sicurezza, al fine di restituire al centro il suo ruolo di luogo di relazione, di socialità e di sviluppo delle attività commerciali e dell’artigianato di servizio».  (mi.ta.)

Nella foto una veduta aerea del parcheggio Ragazzi del ”99, tratta dal sito di Area Blu

Sosta gratis nei parcheggi a sbarre dopo le 17.30 per Natale. Come funzionava gli anni scorsi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast