Posts by tag: regali

Cronaca 23 Novembre 2021

A Imola stanno tornando le «Scatole di Natale» della solidarietà

Torna anche nel 2021, dopo il successo di un anno fa, il progetto delle «Scatole di Natale». Un gesto che costa poco a chi lo compie, ma che può far felici tante famiglie, bambini e persone in difficoltà, aiutandoli a trascorrere le feste con un sorriso. A promuovere nuovamente questa gara di solidarietà, proposta dall’associazione «Futuro in comune Imola» e che nel 2020 permise di distribuire oltre tremila scatole, il Comitato di Imola di Croce rossa italiana e la Fondazione Matteo Bagnaresi (aula Alessia e Chiara).

Chi vorrà partecipare dovrà preparare una o più scatole, anche da scarpe, nelle quali porre «una cosa calda, una cosa golosa, un passatempo, un prodotto di bellezza e un biglietto gentile». La regola è che si tratti di prodotti utili, nuovi o in ottimo stato: una cosa calda come guanti, sciarpa, cappellino, copertina, calze calde e, per i bambini anche felpa o tutina. E poi una cosa golosa (caramelle, cioccolatini, biscotti confezionati e non deperibili a breve, non liofilizzati e non prodotti da cucinare); un passatempo (matite colorate, libro, parole crociate, rivista, block notes, un giochino) e, infine, un prodotto di bellezza (crema, bagnoschiuma, profumo, per i bambini spazzolini, dentifricio, piccoli gioielli, tutto nuovo e non aperto). Non verrà accettato materiale sfuso.

Come ogni regalo che si rispetti, la scatola conterrà anche un bigliettino d”auguri con un messaggio per chi la riceverà. La scatola verrà confezionata in stile natalizio, con nastro o fiocco. Vi si dovrà apporre l”indicazione che specifichi a chi è destinata: nonna o nonno, uomo (oltre i 20 anni), donna (oltre i 20 anni), ragazzo (12-20), ragazza (12-20), bimbo o bimba (indicando una fascia di età indicativa), bebè (0-3 anni).  Le scatole potranno essere consegnate a partire dal 9 e sino al 15 dicembre prossimo nel salone a piano terra della sede Cri in via Meloni 4, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. La distribuzioni ai più bisognosi, invece, avverrà nell”imminenza del Natale, ovvero il 20, 21 e 22 dicembre dalle 9 alle 19.

Per informazioni: 346-2402150/340-6106523 o telefonare alla Croce rossa allo 0542-34035. (r.cr.) 

A Imola stanno tornando le «Scatole di Natale» della solidarietà
Cronaca 29 Dicembre 2020

Hera, per un Natale green il giusto posto a tutti i rifiuti

Imballaggi in polistirolo, carta e nastri colorati, involucri in cartone e plastica: il Natale, ogni anno, porta con sé anche tanti rifiuti da smaltire. Anche questa festività può essere vissuta in modo sostenibile se si mettono in pratica pochi accorgimenti per smaltirli correttamente. Basta un po’ di attenzione per non riempire i cassonetti dell’indifferenziato, evitare l’abbandono dei rifiuti su suolo pubblico e avviare a corretto recupero la maggior parte degli scarti. Hera ricorda alcuni consigli di semplice applicazione.

Rifiuti organici. Corrispondono a circa il 30% di tutti i rifiuti prodotti: dove è presente il servizio di raccolta, è necessario conferirli nel contenitore della frazione organica. In alternativa, possono essere riutilizzati nella compostiera, un contenitore che trasforma gli scarti di cucina, piccoli sfalci e potature in concime attraverso un processo di degradazione naturale. Per chi dispone di un’area verde di proprietà la compostiera può essere richiesta in uso gratuito a Hera, chiamando il Servizio Clienti 800.999.500, e il suo utilizzo permette di ottenere uno sconto nella bolletta dei rifiuti. Carta regalo. Se argentata o dorata, va nel contenitore dell’indifferenziato, così come i nastri e i fiocchi che decorano i pacchi dono. Se però la carta è ancora in buone condizioni, può essere conservata e riutilizzata per incartare altri regali, dando così una mano all”ambiente. Luci di Natale. Ogni anno si scopre che qualche fila di luci colorate, che hanno abbellito alberi di Natale, presepi o l’esterno di abitazioni, non funziona più. Se non sono più utilizzabili, le ‘luminarie’ casalinghe diventano Raee (Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche) e devono essere portate alla stazione ecologica. Scatoloni e imballaggi. In cartone devono essere ridotti di volume e gettati insieme alla carta. Gli imballaggi in plastica o polistirolo vanno invece inseriti nella raccolta della plastica. Se si tratta di imballaggi di grandi dimensioni, la loro destinazione è la stazione ecologica. Vecchie apparecchiature elettroniche. A Natale capita spesso di ricevere (o donare) cellulari, pc, palmari, televisori. Come comportarsi con quelli vecchi? Innanzitutto, è opportuno verificare se siano riutilizzabili, magari regalandoli, se ancora funzionanti. La seconda opzione è consegnarli alla stazione ecologica Hera presente sul territorio, dove vengono avviati a recupero. Queste apparecchiature, infatti, contengono metalli come piombo, cadmio, oro, cobalto, risorse esauribili in natura che, attraverso la raccolta differenziata, possono invece essere recuperate e riutilizzate. I metalli sono interamente riciclabili: possono essere usati varie volte, riducendo le nuove estrazioni e l’impatto ambientale delle trasformazioni delle materie vergini. Vetro. Dopo aver esaurito i brindisi, le bottiglie vuote vanno conferite negli appositi contenitori per il vetro. Si ricorda che il vetro è un materiale che può essere riciclato all’infinito. 

In caso di dubbi sul corretto conferimento dei rifiuti è possibile consultare il Rifiutologo, l’app di Hera scaricabile gratuitamente e oggi integrata con Alexa, l’intelligenza artificiale di Amazon che ora può dirci anche in quale contenitore gettare ogni singolo rifiuto o indicarci la stazione ecologica più vicina. Nel Rifiutologo sono riportate informazioni dettagliate sulla gestione di ogni materiale, è possibile cercare il rifiuto scrivendo il nome del prodotto da buttare o anche fotografando il suo codice a barre. (da.be.)

Hera, per un Natale green il giusto posto a tutti i rifiuti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast