Posts by tag: regione

Cronaca 25 Marzo 2022

La Regione finanzia due interventi di riqualificazione a Castel Guelfo e a Medicina

Ci sono anche due interventi di riqualificazione urbana nel circondario fra gli ottanta che la Regione Emilia Romagna ha finanziato con 47 milioni di euro complessivi. Il primo è la rigenerazione con riqualificazione architettonica e funzionale delle Ex cantine Fabbri di Castel Guelfo, del costo totale di 2 milioni e 147.915 euro, a cui viale Aldo Moro contribuirà con 700 mila euro. Il secondo è il progetto «Il Carmine, laboratorio culturale urbano» di Medicina, del costo complessivo di 150 mila euro, che la Regione finanzierà con 100 mila euro.

«Continuiamo il nostro lavoro per la piena attuazione della legge urbanistica promuovendo interventi di rigenerazione diffusi – commenta Barbara Lori, assessore alla Montagna e alla programmazione territoriale e paesaggistica della Regione Emilia-Romagna –, affinché anche i comuni più piccoli e quelli montani possano cogliere opportunità per contrastare lo spopolamento, dare ai giovani e agli anziani nuovi servizi, creare per tutti nuove opportunità di crescita e di sviluppo».

«Oggi facciamo un altro passo avanti importante verso un’idea di sviluppo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, equo ed inclusivo, su tutto il territorio regionale – aggiunge il presidente Stefano Bonaccini –. Per una crescita che sia inclusiva e uniforme in tutto il territorio regionale, dalle città alla pianura e all’Appennino. Che parta quindi dalle aree che più hanno pagato un prezzo alla pandemia, come i Comuni montani o quelli più piccoli. Uno sviluppo che rafforzi le reti sociali, riduca le distanze tra centro e periferia, valorizzi le identità territoriali, creando nuove opportunità di lavoro. Senza nuovo consumo di suolo e recuperando gli spazi esistenti, in linea con gli obiettivi del Patto per il Lavoro e il Clima, nella convinzione che l’Emilia-Romagna possa crescere veramente solo se crescerà tutta insieme». (lu.ba.)

Nella fotografia della Regione, Lori e Bonaccini

La Regione finanzia due interventi di riqualificazione a Castel Guelfo e a Medicina
Cronaca 18 Marzo 2022

Oggi la Giornata nazionale per le vittime del Covid. Le iniziative della Regione

Anche la Regione Emilia-Romagna celebra la Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19 di oggi, con l’esposizione di fotografie Il respiro trattenuto 2.0. Quasi fuori dal tunnel curata da Gabriele Fiolo in Assemblea legislativa e le bandiere italiana ed europea a mezz’asta davanti all’ingresso della torre della Regione.

«Nel giorno in cui tutto il Paese si stringe attorno al ricordo delle persone decedute a causa della pandemia, il nostro commosso pensiero va ai tanti, tantissimi che anche in Emilia-Romagna sono morti a causa del Covid, e naturalmente ai loro famigliari e ai loro cari- commentano Raffaele Donini, assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna, e Stefano Bonaccini, presidente della Regione –. Uomini, donne, giovani e anziani, anche bambini, che mai dimenticheremo, preservando la memoria collettiva di quanto successo. Ognuno con la sua storia, compreso il sacrificio di chi non ce l’ha fatta lavorando nei servizi essenziali. O negli ospedali, nei servizi e in tutte le strutture sanitarie, tutti coloro che hanno perso la vita per salvare quella degli altri».
Guardando al futuro, «vogliamo continuare a investire nel modo migliore nella sanità regionale, perché possa prendersi ancora di più cura di tutti, nessuno escluso, a partire dai soggetti più fragili – aggiungono –. Lo dobbiamo anche a tutte le persone che ricordiamo oggi». (lu.ba.)

Fotografia di repertorio

Oggi la Giornata nazionale per le vittime del Covid. Le iniziative della Regione
Cronaca 17 Marzo 2022

Siccità, le indicazioni della Regione per un uso razionale ed efficiente dell’acqua

Nord senza piogge da almeno tre mesi e l’anomalia meteo-climatica potrebbe protrarsi ancora nel tempo. La Regione sta costantemente monitorando l’evoluzione della situazione e al momento non ci sono problemi di approvvigionamento idropotabile. L’invito, però, è a un uso sempre più razionale ed efficiente dell’acqua. «Si ricorda, negli usi domestici, l’importanza di installare apparecchiature idrosanitarie a basso consumo idrico, come frangigetto, rubinetti e sciacquoni a basso flusso – spiega la Regione –, oltre ad adottare altri comportamenti virtuosi».

Inoltre, «in vista della stagione irrigua ormai alle porte, in ambito agricolo risulta particolarmente importante focalizzare l’attenzione sull’efficienza dei sistemi irrigui e sulla loro gestione – aggiunge –, sull’installazione di contatori e sul monitoraggio dei consumi, sull’individuazione di eventuali difetti e perdite delle reti, sulla scelta delle varietà colturali che necessitano meno acqua». Infine, «per quanto riguarda l’uso industriale e i servizi, oltre alle numerose misure tecnologiche e impiantistiche già disponibili a seconda della specificità produttiva, si possono mettere in atto anche altri accorgimenti come l’uso di acque di scarico opportunamente trattate – conclude – e il riutilizzo dell’acqua per la stessa applicazione per cui era stata originariamente utilizzata». (lu.ba.)

Siccità, un tema come detto purtroppo attuale e trattato con approfondimenti e informazioni utili su «sabato sera» del 10 marzo.

Foto d’archivio 

Siccità, le indicazioni della Regione per un uso razionale ed efficiente dell’acqua
Cronaca 25 Febbraio 2022

La Regione finanzia quattro progetti sportivi del circondario per 40 mila euro

Ci sono anche quattro progetti sportivi di Imola e del circondario fra i 73 che la Regione Emilia-Romagna ha ammesso alla graduatoria per l’assegnazione dei finanziamenti del bando di promozione sportiva per progetti relativi agli anni 2021-2022.

Sul territorio arriveranno complessivamente 40.088 euro per sostenere le iniziative «Tornare a respirare con il Nordic Walking» della Vitawalk di Imola (11.049 euro), «Percorsi da leoni» della Sassoleone 2015 di Casalfiumanese (6.795 euro), «Valle in gioco-III° edizione» della Polisportiva Valsanterno 2009 di Borgo Tossignano (14.714 euro) e «Insieme! A ruota libera» della Polisportiva I bradipi-Circolo Dozza (7.530 euro).

«La Regione Emilia-Romagna prosegue il proprio impegno a sostegno dello sport – commenta Francesca Marchetti, consigliere regionale del Partito democratico –, fondamentale per la salute dei cittadini e per il valore sociale che rappresenta per i territori. Lo fa anche attraverso i bandi dedicati, che da anni sostengono l’associazionismo sportivo che anima i nostri territori e coinvolge i cittadini in tante iniziative e progetti» (lu.ba.)

Foto dalla Regione Emilia Romagna

La Regione finanzia quattro progetti sportivi del circondario per 40 mila euro
Cronaca 7 Gennaio 2022

Coronavirus, positivi oltre quota 3.500 a Imola. Emilia Romagna passa in giallo. Terze dosi per 12-15 anni

Hanno raggiunto il numero record di 3509 i casi attivi nei dieci comuni del circondario imolese. In due giorni sono oltre 1300 le nuove positività isolate con provvedimento del Dipartimento di Sanità Pubblica. Questi i dati resi noti dall’Azienda usl di Imola, che precisa come quanto si legga nel bollettino regionale odierno sia una sottostima dovuta ad “un disguido informatico dovuto all”allineamento dei nuovi sistemi automatici di tracciamento”, il “sistema sarà riallineato domani”. Visti questi numeri, nonostante la minor percentuale di casi gravi provocata dalla variante Omicron, crescono i ricoveri: rimangono 9 le persone in terapia intensiva (di cui 4 a Imola), ma salgono a 41 i pazienti nel reparto Covid ordinario e 9 nell’OsCo di Castel San Pietro. 

Questa ennesima ondata pandemica sta portando ancora una volta a rallentare alcune attività sanitarie non-Covid. A Imola da lunedì 10 gennaio gli ambulatori della Medicina dello Sport del dipartimento di Sanità Pubblica rimarranno chiusi perché il personale medico ed assistenziale sarà a disposizione per l’attività di tracciamento e le vaccinazioni. Nel contempo verrà invece riattivato l”Ufficio relazioni con il pubblico ma solo tramite telefono (0542604121) ed e-mail (urp@ausl.imola.bo.it). 

La situazione dell’Imolese è analoga a quella del resto dell’Emilia Romagna dove l’occupazione dei posti letti ordinari ha sfondato quota 18% (soglia limite 15%) e quella delle terapie intensive il 15% (soglia il 10%). Nel dettaglio, nelle terapie intensive ci sono 140 pazienti, età media 62 anni (109 non sono vaccinati, età media 60 anni), mentre i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid sono 1.848, età media 69 anni.

La conseguenza di ciò è che da lunedì 10 gennaio passeremo in zona gialla, a comunicarlo è la Regione stessa con una nota. In verità sono ormai poche le differenze con le regole attuali, pressoché tutte le attività sono determinate dal possesso del green pass rafforzato, tranne nei negozi e nei servizi essenziali, come indicato dalla tabella del Governo da intrecciare con le novità introdotte dal decreto del 5 gennaio.

La variante Omicron del Sars-Cov2 sta dilagando. Con questi numeri, non solo il sistema sanitario sta andando in tilt, ma aziende e attività economiche si trovano anch’esse in difficoltà, con i dipendenti in quarantena o isolamento. Da qui la corsa ad accelerare le vaccinazioni, in particolare le dosi booster dato che Omicron si è dimostrata in grado di “bucare” le due dosi dopo appena 120 giorni, mentre l’efficacia delle tre dosi è stimabile fra il 55% e l’80% che sale al 94% contro i casi gravi. E l’avvio della scuola è alle porte.

Così, a partire da domani, sabato 8 gennaio, si aprono le prenotazioni delle terze dosi dei ragazzi dai 12 ai 15 anni che hanno eseguito la seconda dose da almeno 120 giorni, mentre gli over 50 non ancora vaccinati potranno presentarsi negli hub vaccinali ed essere vaccinati senza prenotazione, come già accade con gli under 18. (l.a.)

Coronavirus, positivi oltre quota 3.500 a Imola. Emilia Romagna passa in giallo. Terze dosi per 12-15 anni
Cronaca 17 Ottobre 2021

Coronavirus, dalla Regione domande e risposte sui vaccini – IL VIDEO

Quali sono le caratteristiche del Covid-19? Cosa sono le varianti? Come funzionano i vaccini? Sono sicuri? Esistono terapie specifiche contro il Covid? Sono alcune delle domande a cui la Regione Emilia-Romagna ha deciso di dare nuovamente risposta, per vincere paure e fake news, attraverso una serie di video pillole (della durata di 3/4 minuti l’uno), sulla base dei dati scientifici, dal titolo «Non esitare, vaccinati. Domande e risposte sui vaccini anti-Covid».

A rispondere sono le dottoresse Giulia Silvestrini e Viviana Santoro, medici del Dipartimento di Sanità Pubblica – Unità operativa Igiene e Sanità Pubblica, Ravenna – Ausl Romagna, che in modo sintetico e chiaro rispondono ai quesiti. I filmati usano un linguaggio non tecnico, alla portata di tutti coloro che desiderino essere informati pur non disponendo di competenze specifiche. Le video pillole forniscono, tra gli altri temi trattati, indicazioni sulle cure utilizzate, sull’efficacia dei vaccini, sui controlli a cui sono sottoposti, sulle eventuali reazioni avverse e smentiscono con fermezza alcune fake news che continuano a circolare, come quella per cui la somministrazione del vaccino favorirebbe la comparsa di varianti o porterebbe alla diffusione di malattie. (r.cr.)

DOMANDE E RISPOSTE SUI VACCINI – TUTTI I VIDEO DELLA REGIONE

Coronavirus, dalla Regione domande e risposte sui vaccini – IL VIDEO
Cronaca 9 Ottobre 2021

«Tieni in forma il tuo cuore», controlli gratis in piazza Matteotti contro il rischio cardiovascolare

«Tieni in forma il tuo cuore» arriva domani, domenica 10 ottobre, ad Imola. L’evento finale della rassegna voluta dalla Giunta dell’Emilia Romagna ha toccato tutte le maggiori città della regione. L’idea è sensibilizzare sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari, che rappresentano tuttora la prima causa di morte in Italia nonostante i passi in avanti fatti (tra questi anche la rete di defibrillatori installata anche nel circondario imolese).

In piazza Matteotti sarà possibile usufruire di un check-up cardiologico presso una clinica mobile dotata di due ambulatori, in cui i medici e gli infermieri dell’équipe della Cardiologia dell’Ausl di Imola guidata da Paolo Ortolani, eseguiranno un check-up gratuito attraverso test ematici capillari (pick al dito) per la determinazione del colesterolo, rilevazione dei principali parametri vitali come pressione arteriosa ed indice di massa corporea (Bmi) e calcolo del livello di rischio, fornendo un counseling specialistico personalizzato.

I posti a disposizione per lo screening cardiologico sono 100 ed è necessario mettersi in lista a partire dalle 9 del mattino, presso lo stand dedicato che sarà presente in piazza (verrà fornito un appuntamento orario che permetterà di evitare assembramenti e lunghe attese). (r.cr.)

Per saperne di più su «sabato sera» del 7 ottobre. (r.cr.)

«Tieni in forma il tuo cuore», controlli gratis in piazza Matteotti contro il rischio cardiovascolare
Economia 7 Ottobre 2021

F1 a Imola, tra i fondi regionali per la ripartenza anche 2 milioni all’autodromo per il Gp 2021

Con la conferma che il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna si svolgerà a Imola fino al 2025, oggi dalla Regione arriva anche la notizia dello stanziamento di 2 milioni per l’autodromo, per l’organizzazione del Gp che si è svolto lo scorso 18 aprile e che, spiega l’ente, «ha riportato in regione uno degli spettacoli più attesi dagli appassionati delle corse per una nuova e grande occasione di visibilità internazionale dell’intero territorio regionale». 

I fondi fanno parte di un pacchetto destinato ai comparti più penalizzati dal Covid-19 (turismo, commercio, agricoltura, imprese, servizi, cultura e sport di base). Quelli provenienti dalla Regione interessano in particolare le imprese agricole (circa 5,5 milioni); le imprese che operano nell’ambito dell’aeroporto di Forlì (3 milioni); le attività impiegate per l’organizzazione del Gp di Formula Uno a Imola 2021 (2 milioni); le misure per l’abbattimento dei tassi di interesse per gli investimenti nelle strutture alberghiere e ricettive (1,7 milioni) e 200 mila euro a iniziative nell’ambito delle celebrazioni dantesche. In tutto oltre 12 milioni di euro, inclusi nel progetto di legge regionale approvato dalla Giunta e già licenziato in Commissione, che approderà in Assemblea legislativa la prossima settimana per l’esame finale e il via libera al provvedimento. (lo.mi.) 

Nella foto (di Isolapress): un momento del Gran Premio di Formula 1 del Made in Italy e dell’Emilia Romagna

F1 a Imola, tra i fondi regionali per la ripartenza anche 2 milioni all’autodromo per il Gp 2021
Sport 7 Ottobre 2021

F1 a Imola, sì di Governo e Regione al Gran Premio fino al 2025

L’autodromo di Imola vedrà lo spettacolo della F1 sia nel 2022 che nei tre anni successivi. Ad annunciarlo, nel tardo pomeriggio di oggi, la Regione che è entrata nei dettagli sul sì al Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna fino al 2025. Dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, è giunto infatti il mandato ad Aci a sottoscrivere il contratto con Formula One, garantendo l’investimento economico necessario. Al momento, quindi, manca solo la data che, salvo sorprese, verrà ufficializzata il prossimo 15 ottobre. Il mese di luglio sempre però il più probabile. 

Un progetto comune che vede insieme Governo e territorio. L’impegno annuale sarà infatti di 20 milioni di euro: 12 dall’esecutivo nazionale (7 dal ministero degli Affari esteri e dall’Ice, l’Istituto per il commercio estero, e 5 dal ministero dell’Economia e delle Finanze), 5 dalla Regione Emilia-Romagna, 2 milioni dal ConAmi di Imola e un milione dall’Aci.

«Siamo ormai a un passo da un traguardo storico e dopo il passo decisivo compiuto dal Governo possiamo finalmente annunciarlo – afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini-. Il Gran Premio a Imola sarà confermato nel 2022 e fino al 2025. Per riportare così stabilmente il circuito Enzo e Dino Ferrari nel calendario del Mondiale di Formula uno, la sua collocazione naturale. Con la firma del presidente Draghi, che ringrazio, il Governo ha deciso di sostenere la proposta di accordo pluriennale che, come Regione Emilia-Romagna, avevamo presentato insieme al territorio. Dopo le ultime due edizioni sperimentali della corsa, ora il Gp a Imola può davvero tornare a essere un appuntamento fisso». (r.s.)

Nella foto (Isolapress): il Gp a Imola nel 2021

F1 a Imola, sì di Governo e Regione al Gran Premio fino al 2025
Cronaca 12 Settembre 2021

Citybus, prima fermata per collegare Ozzano

L’avvio è slittato di un anno a causa dell’emergenza sanitaria, ma da domani, lunedì 13 settembre, entreranno in servizio i due citybus (navette) pensati per collegare la stazione ferroviaria con il centro abitato di Ozzano Emilia, gli stabilimenti Ima, la facoltà di Veterinaria, le zone industriali Primo Maggio, Quaderna e Ponte Rizzoli e la frazione di Ponte Rizzoli.

«Il servizio è cadenzato in base agli orari dei treni e sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 6.13 alle 19.35 – dettaglia la vicesin- daco e assessore alla Mobilità, Mariangela Corrado -. Si tratta di un servizio strutturato per incentivare l’uso del treno negli spostamenti quotidiani. Non solo, per l’abitato di Ponte Rizzoli, dal lunedì al venerdì il collegamento sarà servito da 13 coppie di corse al giorno e solo il sabato permarrà l’attuale servizio con solo 3 coppie di corse». (gi.gi.)

Approfondimenti e mappe dei percorsi dei citybus su «sabato sera» del 9 settembre.

Citybus, prima fermata per collegare Ozzano

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast