Posts by tag: scarabelli

Cronaca 17 Marzo 2021

Viaggio di «sabato sera» alla scoperta degli interventi di Cims per il restauro del patrimonio della città di Imola

Cims ha aperto il 2021 aggiudicandosi tre importanti commesse pubbliche a Imola: il completamento dei musei di San Domenico con la ristrutturazione degli spazi per il nuovo museo archeologico, il restauro con miglioramento sismico del «palazzo nuovo» del municipio lungo via Appia e l’adattamento a edificio scolastico, con miglioramento sismico, del convitto dell’Istituto agrario Scarabelli. Tre importanti interventi, che Imola attendeva da anni, dove il filo conduttore comune è il restauro del patrimonio esistente. (lo.mi.)

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola da giovedì 18 marzo.

Nella foto: il primo chiostro del convento di San Domenico a Imola

Viaggio di «sabato sera» alla scoperta degli interventi di Cims per il restauro del patrimonio della città di Imola
Cultura e Spettacoli 10 Ottobre 2020

Ricordando Scarabelli tra fossili, piante e storie

Nel bicentenario della nascita di Giuseppe Scarabelli (Imola 1820 – Imola 1905), scienziato, sindaco di Imola, senatore del Regno d’Italia, sono varie le iniziative per ricordarlo, curate da diversi enti e associazioni.

Il prossimo evento in programma, oggi sabato 10 ottobre alle 17, sarà in biblioteca (via Emilia, 30 a Imola). Stefano Mariani, geologo e dottore di ricerca in Scienze della Terra dell’Università di Bologna, attraverso l’analisi di inediti documenti personali e di lavoro, porterà alla riscoperta dello stesso Scarabelli, in un incontro dei «Tesori della Biblioteca» (prenotazione obbligatoria allo 0542-602657). Lo stesso Stefano Mariani condurrà, l’11 ottobre alle 10, lungo una visita guidata alla Riserva del Bosco della Frattona (con ritrovo al parcheggio di via Suore) alla scoperta di animali, piante, popolazioni di un antico passato ripercorrendo le orme di Giuseppe Scarabelli (evento gratuito adatto a tutti, con prenotazione obbligatoria al Ceas allo 0542 602183). Per gli eventi valgono le prescrizioni anti-Covid (mascherina e distanziamento).

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: ritratto di Giuseppe Scarabelli (Archivio privato in uso all’Archivio fotografico Musei civici di Imola)

Ricordando Scarabelli tra fossili, piante e storie
Cultura e Spettacoli 14 Settembre 2020

Le celebrazioni per Giuseppe Scarabelli a duecento anni dalla nascita

Giuseppe Scarabelli Gommi Flamini, scienziato e primo sindaco di Imola dopo l’Unità d’Italia, nasce a Imola il 15 settembre 1820, esattamente duecento anni fa. Un compleanno importante da festeggiare che, a causa dello stop imposto nei mesi primaverili dall’emergenza epidemiologica, è stato privato di alcune iniziative in programma che dovevano anticipare l’evento. Il Comitato Promotore Celebrazioni Scarabelliane e gli altri enti istituzionali e privati associati alle celebrazioni hanno, infatti, concordemente deciso il rinvio dell’evento maggiore previsto dal programma concertato fin dal 2018, cioè il Convegno storico-scientifico del 23-25 aprile 2020, proprio per effetto del Covid.

I duecento anni di vita saranno festeggiati, comunque, domani, martedì 15 settembre, con due opere importanti del programma comune che, nel frattempo, erano ormai completate. Un modo per ricordare la figura e l’opera scientifica. Il Comitato Promotore, in accordo con la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, presenterà, infatti, la nuova Carta della Pianura tra Imola e Ravenna e la relativa Guida alla Lettura, edite dalla Théodolite Editore, autori Stefano Marabini e Gian Battista Vai, a palazzo Sersanti alle ore 11. Una presentazione che sarà anticipata dai saluti di Rodolfo Ortolani, presidente della Fondazione, e di Francesco Corrado, presidente del Centro «L. Einaudi». Al pomeriggio, alle ore 17, è prevista, invece, presso la biblioteca comunale di Imola la presentazione del volume Lettere di Giuseppe Scarabelli ad Abramo Massalongo, edito da La Mandragora, alla presenza del commissario straordinario Nicola Izzo che porgerà i saluti istituzionali, dell’autri- ce Marina Baruzzi, già dirigente degli Istituti culturali imolesi, e del professor Gian Battista Vai (Università di Bologna, Museo Geologico Capellini, Dipartimento BiGeA – Bologna). (al.gio.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: ritratto di Giuseppe Scarabelli (Archivio privato in uso all’Archivio fotografico Musei civici di Imola) 

Le celebrazioni per Giuseppe Scarabelli a duecento anni dalla nascita
Cultura e Spettacoli 11 Giugno 2020

«Che montagna ragazzi!», il concorso del Cai premia l'intervista semivirtuale a Scarabelli della classe 5^ A Campanella

Il concorso Che montagna ragazzi!, indetto dalla sezione imolese del Cai e rivolto alle ultime tre classi della scuola primaria, è arrivato al momento della premiazione, che ha avuto luogo, in modo virtuale, lo scorso 29 maggio, quando il presidente Paolo Mainetti e l’organizzatrice e vicepresidente, Maria Teresa Castaldi, hanno «bussato» alla lezione in videocall della classe vincitrice, la 5a A della scuola Campanella, per dare il gradito annuncio.

Quest’anno si è trattato senza alcun dubbio di un’edizione particolare, in cui l’emergenza Coronavirus ha impedito il normale svolgi- mento del concorso, che alla fine ha coinvolto soltanto le classi quinte (che il prossimo anno non avrebbero potuto partecipare) e soprattutto della premiazione che comunque «contiamo di fare a dicembre o marzo del prossimo anno scolastico – afferma Maria Teresa Castaldi – invitando queste classi vincitrici anche se i bimbi saranno alle medie».

Il tema di quest’anno era In viaggio con Scarabelli che prevedeva un’intervista al famoso geologo e studioso imolese. Dall’esame degli elaborati è emersa la netta vittoria dei primi classificati, i bambini della 5a A Campanella, che hanno ottenuto il punteggio massimo da 12 giurati su 15, vincendo il primo premio per il secondo anno consecutivo, visto che l’anno scorso avevano vinto con un racconto sul pipistrello.

Tutti i racconti, completi dei riferimenti agli autori sono stati pubblicati sul sito del Cai Imola.

Nella foto: la 4a A Campanella dello scorso anno, in occasione della premiazione

«Che montagna ragazzi!», il concorso del Cai premia l'intervista semivirtuale a Scarabelli della classe 5^ A Campanella

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast