Posts by tag: under 23

Sport 29 Agosto 2020

Ciclismo, oggi da Urbino scatta il Giro d’Italia Under 23 di Marco Selleri

È arrivato il momento del via per il Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel, in programma da oggi, sabato 29 agosto (Urbino), a domenica 5 settembre (Aprica, dopo aver scalato il Mortirolo). La principale corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, organizzata dalla Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, in collaborazione con Communication Clinic di Marco Pavarini, quest’anno vedrà anche un arrivo sul nostro territorio: terminerà infatti a Mordano la terza tappa, lu- nedì 31 agosto, con partenza da Riccione. La corsa entrerà nel vivo nel finale con due «Gpm»: Monticino (passaggio in cima ore 15-15.20), Mazzolano (15.20-15.40) prima di scendere verso Zello; l’arrivo a Mordano è previsto tra le 15.55 e le 16.15. Tra le iniziative collaterali in attesa dell’arrivo, in collaborazione con la Ciclistica Santerno Fabbi Imola e con il settore giovanile nazionale della Fci, anche una gara «Primi Sprint» per Giovanissimi (G4, G5, G6) tra le ore 14 e le 15 nel villaggio Bper Banca dedicato agli U13.

Otto giorni di gara come spot per la ripartenza del Paese, anche dal punto di vista turistico, con il coinvolgimento di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, che promuove il Giro presentando anche la nuova maglia Multicolore della combinata.
Al via del Giro d’Italia U23 sono previsti 176 atleti in rappresentanza di 31 società sportive (18 italiane, 13 straniere), provenienti da 11 nazioni. Ogni giorno si potrà seguire il finale di tappa su Facebook (@Giroditaliau23) e in differita su Rai Sport. (ma.ma.)

Nella foto (Isolapress): Marco Selleri al Giro d’Italia Under 23

Ciclismo, oggi da Urbino scatta il Giro d’Italia Under 23 di Marco Selleri
Sport 3 Dicembre 2019

Ciclismo, la nuova «creatura» di Marco Selleri: nella prossima stagione il «Giro di Romagna» per Elite e U23

Il calendario ciclistico Elite e Under 23 nella prossima stagione si arricchirà con una nuova importante corsa a tappe. Si tratta del «Giro di Romagna per Dante Alighieri», che si dovrebbe correre dal 30 aprile al 3 maggio 2020. Ad organizzarlo sarà la «Nuova Ciclistica Placci 2013», società sportiva di Mordano presieduta da Marco Selleri, in partnership con «Communication Clinic» di Marco Pavarini. E’ lo stesso gruppo di lavoro che organizza il Giro d’Italia Under 23, la più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, rilanciata nel 2017 grazie a questo team dopo quattro anni di «stop». Anche l’impegno organizzativo per il Giro d’Italia U23 è confermato: si correrà poco più di un mese dopo, dal 4 al 14 giugno, con l’obiettivo di lanciare altri talenti, magari anche italiani, dopo le tre recenti edizioni dominate da russi (Sivakov e Vlasov) e colombiani (Ardila).

La nuova «creatura» è una corsa a tappe di quattro giorni che si svolgerà interamente in Romagna e che, anche se non è ancora definito il percorso, toccherà il nostro territorio. Per le edizioni 2020 e 2021, il Giro di Romagna omaggerà Dante Alighieri nell’anniversario dei 700 anni dalla morte (1321) avvenuta a Ravenna, città che sarà al centro delle celebrazioni dei prossimi anni. La corsa prenderà il via proprio da Ravenna, e non sarà l’unico ammiccamento al ricordo del grande poeta italiano: nelle prossime settimane gli organizzatori sveleranno il progetto di comunicazione e le novità proposte da una corsa nuova ma già molto attesa. Nei prossimi mesi, infine, ci saranno anche più informazioni sulle formazioni al via del Giro di Romagna, che saranno composte prevalentemente da ciclisti Under 23 (che nel 2020 saranno i nati tra il 1998 e il 2001), ma anche da Elite. (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 28 novembre.

Nella foto: Marco Selleri (primo da sinistra) con Renato Di Rocco (presidente Federazione Ciclistica Italiana), Stefano Bonaccini (presidente Regione Emilia-Romagna) e Davide Cassani (Ct azzurro) alla presentazione del Giro d”Italia U23 a Fico a Bologna

Ciclismo, la nuova «creatura» di Marco Selleri: nella prossima stagione il «Giro di Romagna» per Elite e U23
Sport 20 Giugno 2019

Il Giro d'Italia Under 23 di ciclismo entra nel vivo, Marco Selleri sulla Marmolada insieme ai giovani più forti

Entra nel fine settimana decisivo il 42º Giro d’Italia Giovani Enel, la più prestigiosa e seguita corsa a tappe al mondo per ciclisti Under 23. La gara è iniziata giovedì 13 giugno con uno spettacolare cronoprologo inaugurale sul lungomare di Riccione, con arrivo in viale Ceccarini, che ha visto la vittoria dell’inglese Ethan Hayter, campione del mondo ed europeo su pista. Una prima dimostrazione dell’altissimo livello tecnico di una gara che consente ai giovani talenti italiani di confrontarsi con i più forti Under 23 al mondo. In gara 176 corridori di 31 squadre, tra cui 14 straniere (da 11 diversi Paesi). A organizzare il Giro d’Italia Giovani Under 23 è la Nuova Ciclistica Placci 2013 di Mordano, presieduta da Marco Selleri, alla guida di una grande macchina organizzativa che muove per 10 giorni una carovana di ben 600 persone in 5 Regioni: Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino e Veneto. Tra le persone impegnate nell’organizzazione, tantissimi volontari di Mordano, Bubano, Imola e comuni limitrofi, che ogni anno partecipano con entusiasmo a una vera e propria festa itinerante del ciclismo, che poco ha da invidiare al Giro d’Italia dei professionisti.

Dal punto di vista sportivo, dopo il prologo di Riccione la corsa è proseguita con altre due vittorie inglesi (Hayter e Walls), prima dell’affondo italiano di Fabio Mazzucco a Gaiole in Chianti, sullo sterrato, e del colombiano Ardila nel primo arrivo in quota al Monte Amiata. Dopo il giorno di riposo di martedì, la corsa ha presentato ieri il secondo arrivo in salita al Passo del Maniva, in provincia di Brescia dove è andato in scena lo show della maglia rosa Ardila che ora comanda la classifica generale con poco più di due minuti sull”italiano Covi (Team Colpack). Il finale però sarà rocambolesco: oggi doppia scalata del Mortirolo nella Aprica – Aprica, domani insidiosa tappa da Dimaro Folgarida a Levico Terme, sabato 22 altra tappa impegnativa da Rosà a Falcade e, domenica 23 giugno, il gran finale con una tappa in linea di 39 km, ma tutti in salita, da Agordo al Passo Fedaia (Marmolada). Un evento che sta suscitando grande interesse in Italia e nel mondo, sia sulle emittenti televisive che sui social network. In gara c’è anche il romagnolo Manuele Tarozzi, di #inEmiliaRomagna Cycling Team, che al Giro d’Italia U23 veste la maglia di una selezione mista tra Emilia Romagna, Veneto e Lombardia. (m.m.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto (Isolapress): Marco Selleri sul podio del Giro d”Italia Giovani Under 23 assieme all”inglese Ethan Hayter, campione del mondo ed europeo su pista

Il Giro d'Italia Under 23 di ciclismo entra nel vivo, Marco Selleri sulla Marmolada insieme ai giovani più forti
Sport 12 Giugno 2019

Ciclismo, Marco Selleri ed il Giro Under 23 che parte domani: «Uno spettacolo unico»

E’ arrivato il momento del 42° Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel, che parte domani, giovedì 13 giugno, con il cronoprologo serale a Riccione (primo atleta al via alle ore 18) per concludersi domenica 23 giugno sul Passo Fedaia (Marmolada), dopo aver toccato Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino e Veneto. A organizzare la corsa, per il terzo anno consecutivo, è la società mordanese Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, direttore generale del Giro, che coordina un gruppo nato in Romagna e cresciuto lungo la via Emilia con la collaborazione con la società di Parma Clinic 4 di Marco Pavarini (direttore  organizzativo). Una credibilità incrementata anno dopo anno, per il team e per il Giro d’Italia Under 23, che in questi anni è cresciuto dal punto di vista tecnico e sportivo (più tappe, più Regioni toccate), ma anche per attenzione internazionale da parte di team e media stranieri.

Marco Selleri, che Giro d’Italia Giovani Under 23 sta cominciando?

«Sarà una gara avvincente, che consentirà ai giovani talenti italiani di confrontarsi con i più forti coetanei al mondo. Ci saranno 176 corridori al via, 31 squadre, tra cui 14 straniere da 11 Paesi, le migliori selezionate tra le 45 richieste di partecipazione arrivate dall’estero».

L”articolo completo su «sabato sera» in edicola da giovedì 13 giugno.

Nella foto: Marco Selleri

Ciclismo, Marco Selleri ed il Giro Under 23 che parte domani: «Uno spettacolo unico»
Sport 17 Febbraio 2019

Ciclismo Under 23, il nuovo team di Calzoni e Coppolillo. E Bedeschi ha già 3.000 km nelle gambe

Mentre il 2019 del ciclismo professionistico su strada è ormai entrato nel vivo, con le prime gare tra Oceania e Sudamerica, gli Under 23 si stanno allenando quasi ogni giorno per prepararsi al meglio ai primi appuntamenti del calendario italiano. Mancano solo due settimane a sabato 23 febbraio, quando la Firenze-Empoli e la Coppa San Geo inaugureranno la stagione. Domenica 24 febbraio, poi, gli appassionati locali potranno spostarsi di pochissimi chilometri per raggiungere San Bernardino, che ospiterà il tradizionale circuito di inizio stagione (via alle ore 13.30). Inizierà così un 2019 che, per il circondario imolese, presenta un paio di novità rispetto alla stagione scorsa. L’unico Under 23 imolese è sempre lo stesso: si tratta di Filippo Bedeschi, scalatore classe 1996.

La prima novità però è il suo cambio di casacca: dopo il quadriennio da Under 23 a Mestre, con la maglia della Work Service Gazzera Videa, Bedeschi per lo «scatto di età» agli Elite ha scelto di accasarsi a 30 km da Imola alla Hicari Cablotech Biotraining, formazione di Budrio presieduta da Matteo Pesci, che vede Claudio Strazzari come direttore sportivo. Un progetto partito con umiltà nel 2018 e che si sta consolidando, potendo contare su un organico di 10 atleti, tutti emiliano romagnoli, pronti a ben figurare nelle gare in linea del calendario nazionale e in qualche corsa a tappe. Bedeschi sarà l’elemento di esperienza, chiamato a qualche bel risultato e anche ad aiutare i compagni ad adattarsi a una categoria che conosce bene, avendo affrontato classiche importanti e avendo raccolto in questi anni qualche piazzamento, come il 5° posto ai Muri Fermani nel 2018. Filippo sembra motivato e lo dimostra anche il suo profilo su Strava, il social network su cui gli sportivi possono condividere i propri percorsi Gps: in inverno è importante fare il fondo e Bedeschi nel 2019 ha già percorso oltre 3.000 chilometri in allenamento.

Se la prima novità, confermata da tempo, è il ritorno a casa di Bedeschi, l’altra news annunciata su «sabato sera» già ad agosto è la nascita di un nuovo team Under 23 che vedrà Michele Coppolillo come team manager, con l’imolese Mauro Calzoni come direttore sportivo, coadiuvati da Alberto Contoli e Matteo Malaguti. Si tratta di una nuova formazione che avrà la propria sede a Faenza e che si presenta ai nastri di partenza con un duplice obiettivo: non solo l’attività agonistica, ma anche un ruolo attivo nella promozione del territorio regionale. Il mondo della bicicletta (alimentato da escursioni, granfondo, cicloturismo) genera infatti importanti ritorni per il turismo verso l’Emilia Romagna e il nuovo progetto può alimentare ulteriormente un trend già positivo. La stampa di settore ha già spiegato che la nuova squadra vedrà in organico 11 corridori, tutti Under 23 emiliano romagnoli, anche se nessuno di questi proviene dal territorio imolese.

Tra i talenti che faranno parte del nuovo team spicca il nome di Manuele Tarozzi, faentino al terzo anno nella categoria che nel 2018, in maglia Beltrami, è riuscito a ottenere anche una vittoria nel finale di stagione. «Noi puntiamo a fare il nostro lavoro al meglio – anticipa Coppolillo -. Abbiamo un gruppo di ragazzi volonterosi, che ha lavorato bene e con serietà per tutto l’inverno. Poi dobbiamo considerare che metà squadra va ancora a scuola e quest’anno dovrà affrontare l’esame di maturità: fino a giugno, per molti, sarà quella la priorità». A breve la nuova squadra verrà presentata ufficialmente, svelando il nome, i colori sociali, gli sponsor e l’organico completo del team. In generale, per i giovani ciclisti emiliano romagnoli oggi ci sono più opportunità rispetto agli ultimi anni, per potersi mettere alla prova tra gli Under 23 senza immediati trasferimenti fuori dai confini regionali. Per il resto, è solo questione di tempo: tra due settimane la stagione ciclistica Under 23 sarà già entrata nel vivo. (re.spo.)

Nella foto: Michele Coppolillo e Mauro Calzoni

Ciclismo Under 23, il nuovo team di Calzoni e Coppolillo. E Bedeschi ha già 3.000 km nelle gambe
Sport 12 Maggio 2018

Ciclismo, domani si corre la Coppa Varignana a Osteria Grande

Domani è una giornata da segnare nel calendario per gli appassionati di ciclismo. E’ il giorno della Coppa Varignana, la storica gara ciclistica per Elite e Under 23 che chiuderà la «due giorni ciclistica delle colline Castellane», aperta lo scorso 29 aprile dal Memorial Benfenati per Allievi. Organizzazione, come sempre, a cura della società ciclistica Sergio Dalfiume di Osteria Grande, sodalizio sempre attivo nella promozione del ciclismo.

Quella di domani sarà la 67ª edizione della Coppa Varignana (denominata anche 65ª Coppa Dalfiume, 43° Trofeo Brunori, 7° Trofeo Berardi Bulloneria). Partenza alle ore 13.30, classico percorso di oltre 140 km, su cui si sfideranno ben 200 corridori, il numero massimo consentito. Dopo il via dal Bocciodromo di Osteria Grande, tre giri del circuito pianeggiante a Castel San Pietro, poi l’impegnativo e spettacolare circuito finale di Varignana, che da sempre raccoglie molto pubblico. L’arrivo è previsto circa alle ore 16.50. La Coppa Varignana porta anche il nome di Sergio Dalfiume, che fu il primo vincitore della Coppa Varignana. Tra gli iscritti anche il «nostro» Filippo Bedeschi (Work Service Videa Coppi Gazzera), l’imolese al quarto anno tra gli Under 23.

ma.ma.

Nella foto: l”arrivo dello scorso anno

Ciclismo, domani si corre la Coppa Varignana a Osteria Grande

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast