Posts by tag: viabilità

Cronaca 19 Giugno 2019

Autostrada A14, casello di Imola chiuso nella notte tra il 19 e il 20 giugno in entrata per Bologna e in uscita da Ancona

Qualche disagio nella notte tra il 19 e il 20 giugno per chi deve prendere l”autostrada dalla stazione di Imola o uscirne. A causa di lavori di manutenzione programmati nelle ore notturne, che richiedono una riduzione della circolazione dei veicoli, dalle 22 del 19 giugno alle 6 di giovedì 20 il casello di Imola sarà chiuso in entrata in direzione Bologna e in uscita per chi proviene da Ancona o Pescara.

Chi deve dunque entrare in autostrada da Imola in quelle ore o deve uscire a Imola provenendo da sud, dovrà optare per la stazione autostradale di Castel San Pietro Terme o Faenza. (r.cr.)

Autostrada A14, casello di Imola chiuso nella notte tra il 19 e il 20 giugno in entrata per Bologna e in uscita da Ancona
Cronaca 16 Giugno 2019

A Casola Canina la rotatoria davanti alla chiesa è stata intitolata allo storico arciprete don Guerrino Ceroni

Da pochi giorni è ufficiale: la rotatoria che si trova davanti alla chiesa di Casola Canina, frazione di Imola, è intitota a don Guerrino Ceroni. La cerimonia ha visto la partecipazione dell”assessore ai Lavori pubblici del Comune di Imola, Massimiliano Minorchio, del vescovo uscente Tommaso Ghirelli, dell”arciprete attuale di Casola Canina don Massimo Martelli, del vicepresidente del Consiglio comunale Fabrizio Castellari, del consigliere comunale Simone Righini, di Carlo Conti, volontario, coordinatore delle attività parrocchiali e del parroco di Pontesanto don Carlo Toschi.Don Guerrino Ceroni, canonico, è stato arciprete a Casola Canina per 61 anni ed è scomparso il 14 novembre 2008.

L”iniziativa di intitolargli la rotatoria che si trova proprio davanti alla “sua” chiesa è stata assunta da Fabrizio Castellari, che nell”ottobre scorso ha presentato all”Amministrazione comunale l”istanza di rendere questo omaggio in questo modo allo storico parroco della frazione. Istanza che è stata prontamente accolta dalla Giunta, con la motivazione che si legge in delibera: «Il canonico Guerrino Ceroni, nel corso del suo ministero sacerdotale a Casola Canina si è adoperato nella ristrutturazione di tutte le opere parrocchiali, incentivando e promuovendo le attività pastorali, ricreative, teatrali e sportive a servizio della sua comunità».

Tale ruolo svolto per tanti anni è stato sottolineato nei loro interventi dall”assessore Minorchio, dallo stesso Castellari e dal vescovo Ghirelli, il quale ha invitato la comunità ad andare avanti «facendo tesoro degli insegnamenti di don Guerrino Ceroni». La cerimonia, che è stata preceduta dalla santa messa celebrata nel campo sportivo, ha idealmente concluso l”annuale “Festa dell”Amicizia” di Casola, che ha impegnato un centinaio di volontari e il cui ricavato viene impiegato a sostegno delle attività della comunità della frazione.(r.cr.)

Nella foto le autorità e la comunità di Casola Canina intorno al cartello “Rotatoria don Guerrino Ceroni” 

A Casola Canina la rotatoria davanti alla chiesa è stata intitolata allo storico arciprete don Guerrino Ceroni
Cronaca 13 Giugno 2019

Il comandante della polizia municipale Vasco Talenti lascia Imola

Vasco Talenti si prepara a lasciare l’ufficio di via Pirandello. Il comandante del Corpo unico di polizia municipale del circondario (anzi, polizia locale come stabilisce la nuova legge regionale) andrà a ricoprire lo stesso ruolo per l’Unione della Romagna faentina. Arrivato a Imola con l’Amministrazione Manca, il suo contratto è scaduto l’anno scorso a termine del mandato ed è stato prorogato per sei mesi, ora, vista l’incertezza sull’eventuale rinnovo, ha colto l’occasione. «Ormai la scelta mi sembra fatta» dice. Del lavoro svolto in questi anni è contento «soprattutto della videosorveglianza, sia l’implementazione tecnologica sia il sistema di lettura targhe». (l.a.)

Altri particolari sul “sabato sera” del 13 giugno.

Nella foto: Vasco Talenti

Il comandante della polizia municipale Vasco Talenti lascia Imola
Cronaca 13 Giugno 2019

In funzione le telecamere targa system a Imola, controllano chi non ha assicurazione o revisione in regola

Questa settimana sono entrate in attività a Imola le 18 telecamere targa system (leggi-targa) che scansionano il traffico e permettono di riconoscere i veicoli senza copertura assicurativa o con mancata revisione. Per multare i veicoli non a norma occorre sia presente una pattuglia che, notata l’irregolarità sul tablet, ferma il conducente in tempo reale. Ma i varchi controllano costantemente il traffico agendo anche come strumento per le forze dell”ordine e in prospettiva potranno essere collegati anche ad altre banche dati per fornire informazioni utili per il controllo e la sicurezza del territorio. 

«La realizzazione del sistema risponde alla necessità delle forze di polizia dello Stato e della Polizia locale di perseguire l’obiettivo di un controllo efficace di tutti i veicoli in transito nella città e nel circondario» sottolinea Andrea Longhi, assessore alla Legalità e Sicurezza del Comune di Imola, con delega alla Polizia municipale, nell’annunciare l’avvio operativo delle nuove telecamere. Il costo di 126 mila euro è stato coperto dal Comune di Imola tramite i fondi stanziati a fine 2017 dall’allora Giunta Manca.

Le postazioni su cui sono state installate sono: in zona Punta/Montericco, Dante/Pirandello, Marconi/Vittorio Veneto, Costa/stazione ferroviaria, I Maggio/del lavoro, Cooperazione, Selice/Fossetta, San Vitale frazione di Sesto Imolese, Pisacane/ Hotel Olimpia, Montanara/ ristorante Fagiano, Lughese/Lasie, Selice/Bicocca. (l.a.)

Altri particolari sul “sabato sera” del 13 giugno.

Nella foto una pattuglia della municipale di Imola controlla il tablet del “targa system” mobile (foto d”archivio)

In funzione le telecamere targa system a Imola, controllano chi non ha assicurazione o revisione in regola
Sport 27 Maggio 2019

Cresce l'attesa per l'andata della semifinale play-off tra Imolese e Piacenza. Le modalità di accesso allo stadio Romeo Galli

Manca ormai poco al match di andata della semifinale play-off tra Imolese e Piacenza, prevista per mercoledì 29 maggio (fischio d”inizio alle 20.30). Per l”occasione, la Questura ha comunicato le modalità di accesso allo stadio  Romeo Galli. Sul Ponte di Viale Dante verrà effettuato un prefiltraggio che permetterà l’accesso a Via Fratelli Rosselli ai soli mezzi della tifoseria ospite che dovranno obbligatoriamente essere parcheggiati nell”area a loro riservata in via Malsicura (parcheggio American Graffiti). All’interno del parcheggio sarà predisposto un punto di ritiro accrediti per quei tifosi ospiti che dovranno ritirarli e che accederanno poi a piedi al settore tribuna.

I tifosi locali provvisti di biglietto e documento d’identità, invece, potranno accedere sul ponte di viale Dante esclusivamente a piedi percorrendo poi la pista ciclabile fino all’ingresso dello stadio in Via Atleti Azzurri d’Italia (percorso A in rosso sulla mappa). Per questo la stessa Imolese invita i tifosi rossoblù di accedere allo stadio parcheggiando i propri mezzi  in via Musso (percorso B in blu sulla mappa), ma suggerisce, vista la capienza ridotta, a chi ne ha la possibilità di usufruire dei parcheggi posti in via Pirandello (Famila e River Side) per poi dirigersi allo stadio seguendo il percorso a piedi. Sarà inoltre predisposto un nuovo accesso «Curva locali» posto davanti all’ingresso del circolo tennis Cacciari.

Inoltre non sarà consentito l’ingresso allo stadio con l’ombrello perciò, visto il maltempo previsto, meglio equipaggiarsi in maniera alternativa per difendersi dalla pioggia. (d.b.)

Nella foto: la mappa con le indicazioni per i parcheggi

Cresce l'attesa per l'andata della semifinale play-off tra Imolese e Piacenza. Le modalità di accesso allo stadio Romeo Galli
Cronaca 21 Maggio 2019

Investito da un treno alle porte di Faenza, ritardi e treni cancellati sulla linea Bologna-Rimini

Problemi in mattinata per chi doveva viaggiare in treno sulla linea Adriatica Bologna-Rimini a causa dell”investimento di un uomo in prossimità della stazione di Faenza. Coinvolto il Regionale 11528 diretto da Ancona verso Piacenza, autorizzato solo dopo circa 70 minuti all’ingresso nella stazione di Faenza, da dove i passeggeri hanno proseguito il viaggio con altri treni. Nel frattempo, per permettere gli accertamenti sull”accaduto e il recupero della salma, è stata sospesa la circolazione, dalle 9.40 fino alle 10.20 quando è parzialmente ripresa per poi tornare regolare alle per 11.15.

A dare la notizia l”ufficio stampa di Rfi che precisa che quattro convogli a lunga percorrenza e uno regionale hanno subito ritardi fino a 50 minuti; un regionale è stato deviato via Ravenna, uno cancellato e due limitati nel percorso. Rete ferroviaria italiana sottolinea come, per ovviare ai disagi, sia stata potenziata l’assistenza alle persone in viaggio, in particolare a Bologna, Rimini e Faenza distribuendo anche circa 500 kit con generi di conforto. (l.a.)

Foto d”archivio

Investito da un treno alle porte di Faenza, ritardi e treni cancellati sulla linea Bologna-Rimini
Cronaca 16 Maggio 2019

Il Passante fa discutere i 5Stelle, ma a Castello, Ozzano, Imola e Dozza interessano quarta corsia, bretella e complanare

L’annuncio del via libera al progetto del passante di mezzo di Bologna ha creato scompiglio tra i 5Stelle, ma il vicesindaco della Città metropolitana, il castellano Fausto Tinti, rimane cauto e rilancia: «Se si approva il passante, ma non la complanare, resta un lavoro incompleto» ha commentato a margine dell’incontro a Imola sulla bretella di qualche giorno fa.

Nei giorni precedenti il sottosegretario ai Trasporti, Michele Dell’Orco, del Movimento 5 stelle, ha annunciato che la conferenza dei servizi relativa al potenziamento in sede della tangenziale bolognese sarà aperta entro l’estate. Questo ha avuto come effetto immediato di scatenare le ire dei colleghi grillini emiliani, primo tra tutti il referente regionale del Movimento, Massimo Bugani, che ha postato su Facebook una lettera al vetriolo indirizzata al collega. Lo stop all’allargamento della tangenziale era stato infatti uno dei cavalli di battaglia dell’ultima campagna elettorale grillina bolognese. Il sottosegretario ha replicato dicendo che è stata una decisione obbligata: «Purtroppo spesso dobbiamo fare i conti con iter burocratici già avviati o completati» ha risposto su Facebook.

Per Ozzano e Castel San Pietro, però, oltre al passante di mezzo, è importante che non si perda di vista la successiva realizzazione della cosiddetta «complanare di ritorno», da San Lazzaro a Tolara. «Mentre il passante di mezzo è frutto di un accordo con la Regione e il Comune di Bologna – spiega Tinti -, in questo caso si tratta di un’opera compresa e finanziata con i fondi per la realizzazione della quarta corsia dell’A14». Da qui i timori di Tinti che i tempi possano allungarsi o addirittura si areni tutto.

Al momento, infatti, il progetto esecutivo della quarta corsia attende ancora la validazione tecnica da parte del ministero dei Trasporti. Soltanto dopo questo passaggio autorizzativo, Autostrade per l’Italia potrà procedere con le gare per l’assegnazione dei lavori. Castel San Pietro, Ozzano e Imola sono così unite nella stessa sorte: dall’ampliamento dell’A14 dipende la possibilità di finanziare il completamento della bretella imolese così come le altre opere.

Il 20 marzo, il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, insieme al sindaco di Bologna e della Città metropolitana, Virginio Merola, avevano incontrato il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli. Sul tavolo c’era proprio la richiesta di via libera per una serie opere di viabilità prioritarie per l’Emilia Romagna, a partire dal passante di Bologna, sulle quali Regione e Città metropolitana avevano organizzato una grande manifestazione il 9 marzo, con il sostegno delle associazioni imprenditoriali e non solo. L’incontro al Mit con Toninelli ha permesso di fare un importante passo in avanti verso la realizzazione del passante di Bologna e della bretella Campogalliano-Sassuolo, ma per i Comuni la quarta corsia resta la priorità.

Altri particolari negli articoli sul “sabato sera” del 16 maggio.

Nella foto la complanare esistente, quella verso sud

Il Passante fa discutere i 5Stelle, ma a Castello, Ozzano, Imola e Dozza interessano quarta corsia, bretella e complanare
Cronaca 14 Maggio 2019

Dal 15 maggio al via i cantieri di Hera per la sostituzione di tubature dell'acqua in via Comezzano e in via Pediano

Hera darà il via da domani, mercoledì 15 maggio, a due cantieri per la posa di nuove tubature della rete idrica dell”acquedotto a Imola, in via Comezzano (tra il civico 16 e via Suore) e in via Pediano (tra il civico 6/a e il civico 13). In tutto il tratto di nuova installazione sarà lungo 1.600 metri, di cui 1.000 in via Comezzano e il resto in via Pediano.

Il duplice intervento, dell”importo complessivo di 110.000 euro, comprenderà anche il rifacimento degli allacciamenti degli utenti. La scelta di procedere è stata fatta da Hera in considerazione del fatto che i due tratti interessati sono vetusti e quindi a maggior rischio di rotture. L”intervento di completa sostituzione, che rientra nel programma di rinnovo delle reti pianificato in base alla criticità rilevate nel sistema, dovrà pertanto prevenire questa eventualità e i conseguenti disagi per i residenti. 

Per quanto riguarda tempi e modalità, i lavori proseguiranno fino alla fine di giugno e richiederanno una regolamentazione del traffico in zona mediante un semaforo provvisorio, al fine di garantire comunque sempre il passaggio. Ovviamente un”apposita segnaletica avviserà della presenza del cantiere, che sarà gestito, assicura Hera, «con la massima attenzione per arrecare il minor disagio possibile». (r.cr.)

Dal 15 maggio al via i cantieri di Hera per la sostituzione di tubature dell'acqua in via Comezzano e in via Pediano
Cronaca 13 Maggio 2019

Maltempo, esonda il Savio, treni fermi tra Faenza e Cesena, ritardi e problemi sulla linea Bologna-Rimini

Ritardi o modifiche negli orari per chi deve viaggiare sulla linea Bologna-Rimini. Il Savio è esondato e altri torrenti sono a rischio, da qui la decisione di bloccare la circolazione dei treni  nel tratto che va da Faenza a Cesena. «I convogli a lunga percorrenza e alcuni regionali sono stati fatti deviare su percorsi alternativi, via Ravenna, e le persone sono invitate ad utilizzare questi per muoversi, è chiaro che si allungano i tempi – confermano da Ferrovie dello Stato -. Abbiamo potenziato il personale nelle stazioni interessate per fornire assistenza ai viaggiatori ma la situazione è in continuo cambiamento. Al momento stiamo riorganizzando l’offerta».

Alle ore 13 quindi, tra Faenza e Cesena sono stati attivati dei servizi sostitutivi con dei bus; per ritornare a Imola da Bologna sono previsti ritardi, così come da Faenza è più conveniente il bus; qualche problema in più per chi deve andare o tornare da Rimini. Ma la situazione può cambiare. «Il consiglio è controllare gli aggiornamenti sul nostro sito nell’area delle informazioni sulla viabilità oppure chiamando il numero verde 800892021 attivato per questa emergenza» dicono sempre da Ferrovie dello Stato.

«L’infrastruttura non ha alcun problema ma è una scelta precauzionale per un’eventuale esondazione, stiamo monitorando costantemente la situazione e anche i tratti interessate possono cambiare nelle prossime ore». Ovviamente la speranza è che tutto torni alla normalità nel più breve tempo possibile. (l.a.)

Foto d”archivio

Maltempo, esonda il Savio, treni fermi tra Faenza e Cesena, ritardi e problemi sulla linea Bologna-Rimini
Cronaca 9 Maggio 2019

Modifiche alla viabilità nell'area dell'autodromo e parcheggi straordinari nel weekend della Superbike

Dal 10 al 12 maggio è in programma all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola la tappa del mondiale Superbike e come di consueto, in occasione dell’evento, l’Amministrazione comunale di Imola ha introdotto attraverso un’ordinanza firmata dal dirigente della Polizia municipale una serie di modifiche alla viabilità cittadina.

In dettaglio, in via Malsicura è in vigore già da martedì il divieto di transito, di fermata e sosta su entrambi i lati che durerà fino a domenica 12 maggio alle 17. Analogo divieto è stabilito da venerdì 10 alle 8.30 a domenica 12 alle 17 su tutte le strade di seguito indicate interne al perimetro dell’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari”: via Musso, via Kennedy, via Galli, via F.lli Rosselli, via Atleti Azzurri d’Italia, via dei Colli, con esclusione degli autorizzati. Dalle 9 del 10 maggio alle 17 del 12 maggio divieti di fermata e sosta e/o altre modifiche alla normale viabilità sono disposti in piazzale Leonardo da Vinci, viale Dante, via Goldoni, via Tasso, via Graziadei, via Pirandello, via dei Colli, via Ghiandolino, via Pediano, via Santerno, via Oriani, via Guicciardini, via Tabanelli.

Sono poi state adibite a parcheggi straordinari a pagamento per autoveicoli alcune aree pubbliche: l’Area verde Aviatori d’Italia in via Pirandello (fianco Famila), l’area “Spettacoli Viaggianti” di via Pirandello, i parcheggi via Oriani e via Tabanelli su ambo i lati della corsia di marcia verso nord fino al chiosco Strike per la sola giornata di domenica via Tabanelli su ambo i lati della corsia di marcia verso nord dal chiosco Strike a piazzale Michelangelo e via Guicciardini, il parcheggio via Graziadei, l’area golenale via Graziadei, il parcheggio via Santerno e parte dell’area verde “Chico Mendez”, l’area verde “Rivazza” in via dei Colli, l’area verde via dei Colli (sulla salita a sinistra), l’area verde vie dei Colli/Ascari, il parcheggio via Ascari (fianco scuola Agraria), l’area verde via Tiro a Segno e parcheggi lungo la banchina stradale.

Per le moto a pagamento sono stati ricavati parcheggi esclusivi in viale Dante da P.le Leonardo da Vinci a via Graziadei/Pirandello, lato est, via Romeo Galli da via Malsicura al termine della strada, lato ovest (escluso i residenti nel tratto da via Atleti Azzurri d’Italia al cancello di ingresso pista) e stradello interno fianco Stadio Romeo Galli, il tratto terminale di via Kennedy dal cancello Parco Acque Minerali. In tutte queste aree sono applicate le tariffe stabilite dall’Amministrazione comunale, vale a dire 40 euro per i pullman, 10 per le auto,7 per le moto, 15 per le roulotte e 16 per i camper. (r.cr.)

Per maggiori informazioni: http://www.comune.imola.bo.it/in-evidenza/mondiale-sbk-a-imola

Modifiche alla viabilità nell'area dell'autodromo e parcheggi straordinari nel weekend della Superbike

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast