Posts by tag: viabilità

Cronaca 14 Ottobre 2021

Qualità dell’aria, in vigore misure antismog anche a Castel San Pietro

Il Comune di Castel San Pietro Terme ha recepito con una specifica ordinanza le misure straordinarie per contrastare l’inquinamento e migliorare la qualità dell”aria che sono in vigore nell’agglomerato della Città metropolitana (nel nostro territorio Imola e Ozzano) fino al 30 aprile 2022, come previsto nel Pair – Piano Aria Integrato Regionale e successive delibere regionali.

In tema di mobilità sostenibile, viene attivato nel territorio comunale il blocco alla circolazione per i veicoli privati euro 0 ed euro 1 nei centri abitati dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.3 (esenzioni previste nell’ordinanza). Per quanto riguarda il riscaldamento, la principale misura prevista è il divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa ad alto impatto emissivo sotto la certificazione a 4 stelle. In caso di situazioni emergenziali per la qualità dell”aria, scattano ulteriori limitazioni sui generatori di calore, l”obbligo di ridurre la temperatura negli edifici e altro ancora. Inoltre nel periodo in questione sono vietati gli abbruciamenti dei residui vegetali, agricoli o forestali e lo spandimento dei liquami zootecnici in agricoltura.

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Qualità dell’aria, in vigore misure antismog anche a Castel San Pietro
Cronaca 8 Ottobre 2021

Caro metano, prezzi alle stelle e proteste degli automobilisti. Il punto con Federconsumatori Emilia Romagna

Dopo molti anni di fermo dei prezzi (anche quando il costo degli altri carburanti scendeva) in questi giorni è arriva la stangata riguardo il forte aumento del metano per autotrazione. Numerose, infatti, le chiamate di protesta ai centralini di Federconsumatori in Emilia Romagna da parte di consumatori e consumatrici. L’Emilia Romagna è la regione dove sono più diffuse le autovetture a metano, circa un quarto delle 980 mila complessive circolanti in Italia. Bologna, invece, la provincia italiana con maggiore quantità di autovetture a metano.

«In questi giorni i metanisti sono tutti attaccati alle App e ai siti che danno conto dei prezzi applicati – si legge nel comunicato di Federconsumatori Emilia Romagna -. Tutti in fila ai distributori dove i prezzi sono variati di poco, nessuno o quasi a rifornirsi dove i prezzi sono raddoppiati, come (è solo un esempio trai tanti) in un distributore della provincia reggiana, dove il costo al kg ha raggiunto i 2,266 euro, contro i 0,99 delle settimane precedenti».

Perché ancora oggi molti distributori applicano prezzi attorno ad 1/1,2 euro, mentre altri hanno raddoppiato quegli importi? «Secondo le associazioni di settore – prosegue il comunicato – non si tratta di speculazione, ma dell’effetto delle nuove forniture. Se fosse così in breve tempo tutto il settore si troverà allineato a 2/2,2 euro. Una condizione che potrebbe durare molto tempo, con un incerto rientro alla “normalità”, e dove gli effetti sulle tasche dei cittadini sarebbero importanti. Non solo, ci saranno conseguenze su tutti i cittadini, ad esempio per il peso che questi aumenti avranno sull’autotrasporto, senza dimenticare la grande quantità di mezzi di trasporto pubblici circolanti a metano. Oltre agli effetti sui cittadini si rischia di mettere in crisi un settore che da tempo era in crescita, quello del metano da autotrazione. Quindi un problema di prima grandezza, per il quale è difficile non pensare a speculazioni in corso, anche gravi, atteso che l’incremento del gas non può incidere con queste modalità nel prezzo alla pompa. Per questo deve alzarsi di molto il livello di attenzione a questo problema.  Per verificare se sono in corso fenomeni speculativi è necessario che scendano in campo soggetti pubblici, come la Guardia di Finanza. Anche il Garante della Concorrenza e del Mercato deve interessarsi di questa situazione, prima che cessino le file davanti ai distributori più economici, perché tutti si saranno allineati in alto; troppo in alto». (r.cr.)

Caro metano, prezzi alle stelle e proteste degli automobilisti. Il punto con Federconsumatori Emilia Romagna
Cronaca 6 Ottobre 2021

A Casalfiumanese conclusi i lavori di ripristino della scarpata in via Maddalena

Si sono conclusi questa mattina, come comunicato dalla sindaca Beatrice Poli, i lavori di ricostruzione della scarpata e di ripristino della viabilità danneggiata lungo la strada comunale via Maddalena. I lavori, dal costo di 37.664,94 euro, sono stati effettuati ditta F.lli Lorenzini Srl di Monghidoro.

Tale importo sarà interamente finanziato grazie al contributo proveniente dalla Regione per «eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei territori colpiti della Regione Emilia-Romagna nel mese di maggio 2019». (r.cr.)

Nella foto: via Maddalena

A Casalfiumanese conclusi i lavori di ripristino della scarpata in via Maddalena
Cronaca 29 Settembre 2021

Incrocio Stradelli Guelfi-via San Giovanni pericoloso e poco illuminato, a Castello l’interpellanza arriva in consiglio comunale

Viabilità e sicurezza sono temi caldi a Castel San Pietro. In questo caso a finire nel mirino è l’incrocio tra gli Stradelli Guelfi (Sp 31) e via San Giovanni che rappresenta uno snodo strategico per la viabilità della frazione di Osteria Grande in quanto permette di immettersi sugli Stradelli Guelfi snellendo il traffico lungo la via Emilia. Per questo il gruppo consiliare Pd, Castello in Comune, Uniti a Centro per Castello ne chiede la messa in sicurezza, attraverso un’interpellanza in consiglio comunale.
 
«Il tratto stradale, al centro della nostra interpellanza, di fatto è un’arteria fondamentale soprattutto per le aziende presenti nel comparto industriale di Osteria Grande – spiega la consigliera Martina Rangoni –. Purtroppo, negli ultimi anni è stato oggetto di diversi incidenti stradali, determinati anche dall’alta percorrenza della strada provinciale degli Stradelli Guelfi, che funge da collegamento tra diverse uscite dell”autostrada oltre che per numerose provenienze urbane e strade di quartiere. In particolare, la mattina presto e nelle ore notturne, l”incrocio risulta scarsamente illuminato, in quanto l”unica fonte di luce arriva dai lampioni del limitrofo negozio immobiliare. Siamo consapevoli dell”impegno dell”amministrazione comunale per garantire la messa in sicurezza del territorio, attraverso interventi di riqualificazione di aree a rischio, il miglioramento dell”illuminazione pubblica e l”installazione di dispositivi di sorveglianza, in particolare l”ultimo intervento di qualche mese fa all’incrocio tra via Cartara e gli Stradelli Guelfi. Pertanto, a fronte di questa attenzione nei confronti della viabilità dei cittadini, abbiamo chiesto di continuare l’interlocuzione con la Città Metropolitana al fine di individuare possibili alternative per migliorare la sicurezza rispetto all’incrocio segnalato. Oltre a verificare la possibilità di intervenire installando un corpo illuminante, che consentirebbe la messa in sicurezza soprattutto nelle ore dove la visuale risulta più scarsa a causa del buio. Infine abbiamo interpellato la giunta affinché si provveda ad una mappatura lungo tutto il tratto della strada provinciale Sp31, che attraversa il territorio del Comune di Castel San Pietro, per verificare l”eventuale esistenza di altri incroci che necessitano di queste attenzioni».

Pronta la risposta del vicesindaco Andrea Bondi. «L’illuminazione dell’incrocio Stradelli Guelfi – via San Giovanni è prioritaria e rientra tra le priorità di intervento dell”amministrazione comunale proprio ai fini della sicurezza stradale. Abbiamo affidato un incarico tecnico per la progettazione degli interventi, sia del citato incrocio così come per altri punti del territorio che necessitano di una migliore illuminazione. Una volta acquisita l”autorizzazione da parte della Città metropolitana contiamo di affidare i lavori entro la fine dell”anno».

Incrocio Stradelli Guelfi-via San Giovanni pericoloso e poco illuminato, a Castello l’interpellanza arriva in consiglio comunale
Cronaca 21 Settembre 2021

Lavori in corso, a Castel San Pietro limitazioni sulla Sp 31 «Colunga»

A Castel San Pietro, per permettere i lavori di pavimentazione e messa in sicurezza del manto stradale su due tratti della Sp 31 «Colunga» (dal km 11+250 al km 13+150 e dal km 15+350 al km 16+250), fino al prossimo 11 ottobre, sono state previste alcune limitazioni.

Nello specifico, sono stati istituiti: limite di velocità a 30 km/h, divieto di sorpasso, restringimento della carreggiata e senso unico alternato con obbligo di dare la precedenza. (r.cr.)

Nella foto: il tratto interessato dai lavori

Lavori in corso, a Castel San Pietro limitazioni sulla Sp 31 «Colunga»
Cronaca 13 Settembre 2021

Concluso con la segnaletica orizzontale l'intervento di asfaltatura nel tratto di via Scania

Con il rifacimento della segnaletica orizzontale, si è concluso nei giorni scorsi l”intervento di sistemazione del tratto di via Scania che va dall”incrocio con le vie Risorgimento e Colombarina fino al semaforo all”incrocio con via Marconi.

La riasfaltatura era stata effettuata dal Comune di Castel San Pietro, anticipando per motivi di sicurezza una parte della prevista sistemazione complessiva dell”incrocio Scania-Marconi. «L”opera complessiva, già programmata dall”Amministrazione comunale – precisano il vicesindaco Andrea Bondi e l”assessore Giuliano Giordani -, comprende anche la costruzione di nuovi marciapiedi nel tratto sud di via Marconi, l”allargamento dei marciapiedi tra via Marconi e il piazzale Oberdan, il completamento dei collegamenti ciclopedonali e ovviamente la riasfaltatura delle aree oggetto di intervento. Poiché i tempi per ottenere le autorizzazioni necessarie per poter effettuare l”opera complessiva si sono allungati, costringendoci a rimandarne l”avvio, abbiamo deciso di anticipare i lavori nel tratto più ammalorato, e quindi pericoloso in particolare per pedoni e ciclisti, per rimetterlo in sicurezza». (r.cr.)

Nella foto: la segnaletica orizzontale in via Scania

Concluso con la segnaletica orizzontale l'intervento di asfaltatura nel tratto di via Scania
Cronaca 12 Settembre 2021

Citybus, prima fermata per collegare Ozzano

L’avvio è slittato di un anno a causa dell’emergenza sanitaria, ma da domani, lunedì 13 settembre, entreranno in servizio i due citybus (navette) pensati per collegare la stazione ferroviaria con il centro abitato di Ozzano Emilia, gli stabilimenti Ima, la facoltà di Veterinaria, le zone industriali Primo Maggio, Quaderna e Ponte Rizzoli e la frazione di Ponte Rizzoli.

«Il servizio è cadenzato in base agli orari dei treni e sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 6.13 alle 19.35 – dettaglia la vicesin- daco e assessore alla Mobilità, Mariangela Corrado -. Si tratta di un servizio strutturato per incentivare l’uso del treno negli spostamenti quotidiani. Non solo, per l’abitato di Ponte Rizzoli, dal lunedì al venerdì il collegamento sarà servito da 13 coppie di corse al giorno e solo il sabato permarrà l’attuale servizio con solo 3 coppie di corse». (gi.gi.)

Approfondimenti e mappe dei percorsi dei citybus su «sabato sera» del 9 settembre.

Citybus, prima fermata per collegare Ozzano
Cronaca 23 Agosto 2021

Violenta aggressione in centro storico, feriti due giovani a Imola

Violenta aggressione nella tarda serata di ieri, intorno alle 22, in centro storico a Imola. Vittime due giovani di 23 e 24 anni residenti fuori città, presi a calci e pugni in via Cavour, con la lite che poi è proseguita anche nelle vicine via Milani e via Nardozzi. A dare l”allarme alcuni cittadini.

Secondo la testimonianza raccolta dai carabinieri intervenuti, i due giovani, trovati dagli agenti a terra feriti, sono stati aggrediti e picchiati da un gruppo di coetanei poi fuggiti al suono delle sirene. Sul posto, in ausilio, anche volanti della polizia ed agenti della polizia locale.

Ancora non si conoscono i motivi della lite. Le vittime sono state medicate al pronto soccorso e già dimesse. Sull”accaduto stanno indagando i carabinieri che sta cercando di risalire agli autori del gesto attraverso la visione delle telecamere di sicurezza installate nella zona. (r.cr.)

Foto d”archivio

Violenta aggressione in centro storico, feriti due giovani a Imola
Cronaca 22 Agosto 2021

Da domani a Medicina limite dei 50 km/h e divieto di sorpasso su due tratti dissestati della Sp 29

A causa dello stato di ammaloramento di alcuni tratti della Sp 29/I «Medicina – S.Antonio di Quaderna-Primo Tronco» nei comuni di Medicina e Molinella, e vista l’impossibilità di procedere nell’immediato ai lavori di ripristino della pavimentazione, la Città metropolitana ha deciso da domani, lunedì 23 agosto, di istituire il limite massimo di velocità a 50 km/h ed il divieto di sorpasso dal km 6+200 al km 7+500 e dal km 18+000 al km 21+000. Le limitazioni rimarranno in vigore fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. (r.cr.)

Foto d’archivio

Da domani a Medicina limite dei 50 km/h e divieto di sorpasso su due tratti dissestati della Sp 29
Cronaca 20 Agosto 2021

In via Pasquala realizzato un sistema di sensi unici e interventi di moderazione della velocità

Come annunciato dal Comune di Imola a giugno, in via Pasquala è stato realizzato un sistema di sensi unici contrapposti tra via Pasquala e via Ottoni, in modo da evitare il passaggio diretto tra la via Ortignola e la via Ottoni stessa e disincentivare il traffico di passaggio tra la via Cooperazione e Lasie. Realizzati anche interventi di moderazione della velocità. (r.cr.)

Foto Isolapress

In via Pasquala realizzato un sistema di sensi unici e interventi di moderazione della velocità

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast