Cronaca

Olimpiadi della Biologia, Mattia Biavati dell'Alberghetti è terzo in Italia e volerà a Teheran

Olimpiadi della Biologia, Mattia Biavati dell'Alberghetti è terzo in Italia e volerà a Teheran

Mattia Biavati, studente del Liceo scientifico delle scienze applicate «Alberghetti», è arrivato terzo assoluto in Italia alle Olimpiadi della Biologia, organizzate dall’Associazione nazionale insegnanti di scienze naturali e riservate ai migliori studenti del triennio dei licei scientifici di ogni regione. E grazie a questo risultato Mattia farà parte della squadra nazionale italiana (unico studente emiliano-romagnolo) che parteciperà alle Olimpiadi internazionali della Biologia, in programma a Teheran, la capitale dell’Iran, dal 15 al 22 luglio. «E’ un grandissimo onore e sono sicuro che sarà un’esperienza importante – commenta lo studente imolese -. Per questo tengo molto a ringraziare i professori che mi hanno seguito nei cinque anni ed in particolare la mia prof di scienze Sonia Manaresi, che mi ha trasmesso la passione per questa bellissima materia, consentendomi il confronto con i migliori a livello nazionale».

La finale italiana, svoltasi dall’11 al 13 maggio all’università lombarda di Castellanza, consisteva in una prova scritta sulle scienze della vita, con quesiti riguardanti conoscenze e competenze in tutti i campi della biologia fino alle più recenti acquisizioni delle biotecnologie. I primi venti classificati della prova teorica hanno poi affrontato una prova di laboratorio consistente in osservazioni al microscopio e analisi volte a testare anche le capacità di problem solving, al termine della quale Mattia ha totalizzato il terzo miglior punteggio, a solo mezzo punto dalla seconda classificata. «Nonostante l’ansia per le prove teoriche e laboratoriali è sempre bello affrontare sfide inedite e mettere alla prova le proprie capacità – commenta ancora Mattia -. In più vi è l’opportunità di conoscere studenti provenienti da tutta Italia uniti da un interesse comune».

Il Liceo scientifico Alberghetti vanta un palmares veramente ricco a livello mondiale: nel 2010 Luca Biavati e Riccardo Buscaroli hanno rappresentato l’Italia vincendo una medaglia di bronzo ciascuno rispettivamente alle Olimpiadi internazionali di Biologia in Corea e di Scienze della Terra in Indonesia; nel 2011 Luca Biavati ha fatto il bis con una medaglia d’argento conquistata alle Olimpiadi di Biologia svoltesi a Taiwan e nel 2016 Gabriele Bentivoglio ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi delle Scienze della Terra in Giappone. «Mi hanno chiesto – scherza Mattia – se io e Luca siamo parenti, ma l’unica cosa che abbiamo in comune è la prof Manaresi».

r.c.

Nella foto: Mattia Biavati insieme alla professoressa Sonia Manaresi nel laboratorio dell”Alberghetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast