Cultura e Spettacoli

Ritmi sudamericani a Castel San Pietro con i Del Barrio per l'Erf

Ritmi sudamericani a Castel San Pietro con i Del Barrio per l'Erf

Una serata piena di suoni coinvolgenti. Oggi alle 21.30 piazza Acquaderni a Castel San Pietro ospiterà i travolgenti Del Barrio con una formazione allargata e un nuovo progetto, Metalizado. Il concerto, che rientra nell’Emilia Romagna festival, vedrà esibirsi Hilario Baggini (voce, charango, ronroco, chitarra, quena, sikus, moxenio, gaita colombiana, flauto, tarka), Gianni Perinelli (sax tenore, soprano), Carlos Forero (voce, chitarra, tarka, sikus), Jandu Detti (trombone, tuba, conchiglie), Andres Langer (piano, fisarmonica, sikus, tarka, voce), Massimo Valentini (sax baritono, soprano, contralto) e Marco Zanotti (batteria, cajon, bombo, leguero, pandeiro).

Ospitato più volte all’Erf, il Trio del Barrio nasce dall’incontro tra il polistrumentista Hilario Baggini, il pianista Andres Langer e il percussionista Marco Zanotti: i tre musicisti si evolvono dalla loro area di ricerca folklorica per assumere i contorni di una world music senza frontiere, con richiami al tango e alla musica andina. Dopo il debutto del nuovo disco El Diablito, la collaborazione con Antonella Ruggiero per l’opera lirica Misa Criolla e la tournée in Russia, il gruppo porta la versione arricchita del già festoso concerto Makumbero: sul palco questa volta fa il suo ingresso trionfale una sezione fiati composta da Massimo Valentini, Gianni Perinelli e Marcello Jandu Detti, con il colombiano Carlos Forero alla voce e chitarra.

In America Latina gli ottoni vengono chiamati metales: da qui il titolo del nuovo allestimento di Del Barrio. Il repertorio spazia dalle composizioni originali ai brani della tradizione musicale sudamericana che il pubblico già conosce ed apprezza nelle versioni spesso stravolte e rivisitate dalla band, dal Rio della Plata ai Caraibi, dalla cumbia alle danze della Cordigliera delle Ande.«Ma soprattutto: la vera novità sono i nuovissimi arrangiamenti della sezione dei “metales” che si rifanno sia alla scuola latina che a quella del folklore andino – si legge nel comunicato stampa -, introducendo al sound un irresistibile sapore funky. Se già l’impatto sonoro del quartetto Makumbero è travolgente, con la versione Metalizado il coinvolgimento è assicurato». (r.c.)

Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast