Posts by tag: erf

Cultura e Spettacoli 22 Ottobre 2021

Erf@CasseroMusica, da Marescotti alla castellana Rita Mascagna fino all’omaggio a Pasolini

«Abbiamo il privilegio da diversi anni di collaborare con l’Emilia Romagna festival sia per la stagione estiva che per quella invernale. E uso appositamente il termine privilegio perché si tratta di proposte che qualificano fortemente le iniziative musicali che si tengono a Castel San Pietro». L’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi introduce con soddisfazione quella che è la quarta edizione di Erf@CasseroMusica, la stagione concertistica organizzata da Emilia Romagna Festival, in collaborazione con il Comune di Castel San Pietro: quattro appuntamenti, uno al mese da dicembre a marzo, accomunati dalla diversità delle proposte e dall’alto profilo degli interpreti. 

Il via si ha sabato 11 dicembre, quando sul palco del teatro Cassero Ivano Marescotti porterà il suo «Dante Un Patàca», un irriverente e divertente recital. Si continua nel nuovo anno con un omaggio che il Trio Gustav (Dario Destefano al violoncello, Francesco Comisso al violino e Olaf John Laneri al pianoforte) dedica a Felix Mendelssohn-Bartholdy attraverso l’esecuzione dal vivo del loro ultimo lavoro discografico uscito nel 2019, e che riunisce il Trio n. 1 in re minore op. 49 e il Trio n. 2 in do minore op. 66 (18 gennaio). Martedì 22 febbraio sarà protagonista un’artista «di casa»: il concerto «8 Corde e la virtuosità» vedrà in scena il Duo Alma, composto dalla castellana Rita Mascagna al violino, premiata in importanti concorsi nazionali ed internazionali, e da Livia Rotondi al violoncello. La stagione si chiude lunedì 21 marzo con una prima esecuzione assoluta portata in scena dall’attrice, regista e autrice Elena Bucci e dal flautista Massimo Mercelli: «Cento anni di Pasolini. Un viaggio nella biografia e nelle opere di Pier Paolo Pasolini». Informazioni per biglietti e abbonamenti su www.emiliaromagnafestival.it. (s.fr.) 

Nella foto (di Roberto Serra): Ivano Marescotti

Erf@CasseroMusica, da Marescotti alla castellana Rita Mascagna fino all’omaggio a Pasolini
Cultura e Spettacoli 22 Ottobre 2021

Dodici spettacoli per l’Erf invernale a Imola, che si muove tra Bach e Mina e omaggia Penderecki

Dodici spettacoli e quattro appuntamenti con «L’opera nel ridotto», per un totale di sedici serate: è la sesta edizione di Erf#StignaniMusica, curata da Emilia Romagna Festival nel teatro comunale di Imola. Una rassegna che porta grandi nomi del panorama internazionale e giovani talenti, con un obiettivo chiaro: «Noi facciamo entertainment – dice il direttore artistico Massimo Mercelli – e al contempo formiamo emozioni». Con un ventaglio di proposte che uniscono generi diversi, per quella che il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Imola, Rodolfo Ortolani, definisce una rassegna «dal grande impatto dal punto di vista della qualità e di primissimo livello. Per questo la Fondazione è da anni a fianco di quest’iniziativa».

Si comincia lunedì 29 novembre recuperando un concerto della stagione 2020/21 saltato per via dell’emergenza Covid: i Cameristi della Scala saranno sul palco con il violoncellista Daniel Müller-Schott. Il «Concerto Inaugurale» vero e proprio si avrà lunedì 6 dicembre quando I Solisti Veneti daranno vita a quattro de «I Concerti Brandeburghesi» di Bach. La settimana dopo ci sarà Alessandro Carbonare al clarinetto insieme al pianista Sandro De Palma, in un programma da Brahms a Poulenc.

Il programma completo, le informazioni su biglietti e abbonamenti sul sito www.emiliaromagnafestival.it. Ci saranno, poi, quattro serate con «L’Opera nel Ridotto», proiezioni a ingresso gratuito nel ridotto del teatro Stignani: venerdì 17 dicembre «La fanciulla del West» di Puccini, venerdì 28 gennaio «Rigoletto» di Verdi, venerdì 18 febbraio «La Bohème» di Puccini, venerdì 25 marzo «Il Trovatore» di Verdi. (s.fr.)

Nella foto: Massimo Mercelli, direttore artistico dell’Emilia Romagna festival e flautista di fama internazionale

Dodici spettacoli per l’Erf invernale a Imola, che si muove tra Bach e Mina e omaggia Penderecki
Cultura e Spettacoli 25 Settembre 2021

A Imola e Castello l’Erf suona con fisarmonica e archi

Un concerto interamente dedicato alle suggestioni della fisarmonica. A proporlo, nell’ambito dell’Emilia Romagna festival, sarà il giovane talento Andrea Coruzzi questa sera alle 21 nel giardino storico del Palazzo vescovile a Imola. In programma musiche classiche di Mozart e Paganini, ma anche brani di autori contemporanei come Franck Angelis, Vladimir Zubitsky, Astor Piazzolla, Richard Galliano. E una composizione originale dello stesso Coruzzi intitolata Tango para mi Hermana.

Due giorni dopo l’Erf si sposta a Castel San Pietro per l’ultimo appuntamento della stagione estiva. Lunedì 27 settembre alle 21 al teatro Cassero si esibiranno gli archi del Trio di Strumentisti del Teatro alla Scala: la violinista Laura Marzadori, la violista Elena Faccani, tra i primi violini dell’Orchestra del Teatro alla Scala, e il violoncellista Massimo Polidori, primo violoncello dell’Orchestra Scaligera.

Nella foto: Andrea Coruzzi

A Imola e Castello l’Erf suona con fisarmonica e archi
Cultura e Spettacoli 11 Settembre 2021

Erf, allo Stignani Anna Kravtchenko sostituisce Ramin Bahrami

Il concerto di Ramin Bahrami, previsto al teatro Ebe Stignani di Imola per oggi, sabato 11 settembre, è stato annullato poiché, come rende noto l’organizzazione dell’Emilia Romagna festival, il pianista non potrà esibirsi a causa di un problema di salute. A sostituirlo, alle ore 21, sarà la pianista ucraina Anna Kravtchenko, definita dal quotidiano olandese Het Parool «il miracolo della tastiera» e vincitrice, a soli 16 anni, del primo premio all’unanimità al prestigioso Concorso Internazionale «Ferruccio Busoni».

Anna Kravtchenko si esibirà nella Ciaccona dalla Partita n. 2 in re minore per violino BWV 1004 di Sebastian Bach / Ferruccio Busoni, e in due pezzi di Robert Schumann: Phantasiestücke per pianoforte solo op. 12 e Carnaval (Scènes mignonnes sur quatre notes) op. 9.

I biglietti acquistati in prevendita rimarranno validi per il concerto di Anna Kravtchenko o potranno essere rimborsati tramite Vivaticket. Info sul sito dell’Emilia Romagna festival.

Nella foto (dal sito dell’Erf): Anna Kravtchenko

Erf, allo Stignani Anna Kravtchenko sostituisce Ramin Bahrami
Cultura e Spettacoli 17 Luglio 2021

Per «La Toscanini Next» l’appuntamento è doppio tra Imola e Castel San Pietro

Sarà l’orchestra «La Toscanini Next» la grande protagonista dei prossimi due appuntamenti dell’Emilia-Romagna Festival in programma a Imola e a Castel San Pietro. Nel concerto alla Rocca Sforzesca previsto per oggi, sabato 17 luglio, alle 21.30, la formazione under 35 al completo diretta dal maestro Roger Catino, assieme alla cantante Mascia Foschi e al solista Massimo Ferraguti al clarinetto e al sassofono, renderà omaggio ad Astor Piazzolla, nel centesimo anniversario della nascita del musicista e compositore argentino.

Nella serata «Notte di stelle» al Convento dei cap- puccini di Castel San Pietro di lunedì 19 (inizio sempre alle 21.30), invece, «La Toscanini Next» sarà in versione quin- tetto, con Alessandro Salaroli al sax soprano, Luca Crusco al sax contralto, Ethan Bonini al sax tenore, Eoin Setti al sax baritono e Alessandro Zezza alla tastiera, e si cimenterà con le musiche di Cajkovskij, Chick Corea, Ellington, Herbie Hancock, Kander ed Ennio Morricone. (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 15 luglio.

Nella foto (di Luca Pezzani): «La Toscanini Next»

Per «La Toscanini Next» l’appuntamento è doppio tra Imola e Castel San Pietro
Cultura e Spettacoli 31 Maggio 2021

Presentata la XXI edizione dell’Emilia Romagna Festival, l’inaugurazione il 25 giugno a Imola con Nicola Piovani

E’ stata presentata oggi, la ventunesima edizione dell‘Emilia Romagna Festival che si terrà da 25 giugno al 27 settembre. 58 concerti dal vivo, in tre mesi, tra Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì e Cesena, all’insegna delle voci femminili, del grande repertorio per pianoforte e dei suoi interpreti, dei giovani talenti, degli ensemble di livello mondiale e di solisti straordinari, omaggiando Dante nel Settecentesimo anniversario della morte.

L’inaugurazione, venerdì 25 giugno, alle 21, a Imola nella Rocca Sforzesca. Ospite Nicola Piovani con «La musica è pericolosa», titolo scelto per un concerto teatrale che ripercorre, con un ensemble di musicisti eccezionali, i percorsi fra teatro, cinema e televisione che l’hanno portato a fianco di De André e Fellini, alternando l’esecuzione di inediti a nuove versioni di brani più noti in un racconto costellato di immagini di film, di spettacoli e, soprattutto, disegni di Luzzati e Manara ispirati alla personalità musicale dell’autore. (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 3 giugno.

Presentata la XXI edizione dell’Emilia Romagna Festival, l’inaugurazione il 25 giugno a Imola con Nicola Piovani
Cultura e Spettacoli 16 Febbraio 2021

Lo Stignani scende all’Inferno con John Malkovich e l’Emilia Romagna Festival

Emilia Romagna Festival riparte con John Malkovich’s Inferno. La XXI edizione della kermesse sarà inaugurata, a fine giugno, da un progetto in prima assoluta dedicato a Dante nel settecentesimo anniversario della sua morte, che vedrà sul palco dello Stignani come protagonista John Malkovich, uno dei più grandi attori di tutti i tempi. L’iconico attore hollywodiano proporrà un’interpretazione in chiave contemporanea delle intramontabili terzine dell’Inferno dantesco, restituendo sensazioni ed atmosfere del viaggio di Dante, lo stesso viaggio che ogni essere umano fa, in modo diverso e unico, simbolo di ogni uomo alla ricerca di sé stesso.

Sul palco con Malkovich, il flautista Massimo Mercelli, ideatore del progetto e direttore artistico del festival dall’intuito instancabile, l’ensemble da camera de I Solisti Aquilani e il poliedrico Gabriel Prokofiev, nipote del noto Sergei, per la composizione delle musiche. Lo spettacolo sarà proposto in inglese con proiezioni del testo in italiano, nel solco della lunga relazione fra la lingua dantesca e la lingua inglese nel corso dei secoli, in un lavoro minuzioso sulla parola e il carattere universale dell’opera.

A breve saranno comunicate ulteriori informazioni sullo spettacolo e sulla prevendita dei biglietti. (r.c.)

Nella foto: John Malkovich

Lo Stignani scende all’Inferno con John Malkovich e l’Emilia Romagna Festival
Cultura e Spettacoli 27 Dicembre 2020

Elio «guida» in tv e sul web i Salzburg Chamber Soloists

Un concerto delle feste a cui chiunque potrà assistere tramite la televisione o il web. Il tradizionale appuntamento che la Fondazione Cassa di risparmio di Imola offre alla città tra Natale e Capodanno quest’anno non potrà, a causa della pandemia, avere spettatori che vi assistano in teatro per cui «viaggerà nello spazio» raggiungendo gli amanti della musica direttamente nelle loro case.

Note di Festa, questo il titolo, è previsto per domani, lunedì 28 dicembre, alle 21: per la prima volta sarà visibile in tutta Italia grazie alla diretta in live-streaming gratuita su Lepida Tv (canale 118 del digitale terrestre) e Italiafestival.tv. L’evento, realizzato dalla Fondazione Crimola con la direzione artistica di Emilia Romagna Festival e in collaborazione con il Teatro Comunale Ebe Stignani e il Comune di Imola, con il sostegno di Mibact e Regione Emilia Romagna, porrà al centro del programma musicale la famiglia Strauss, Mozart e Rossini.

A dare vita a capolavori della storia della musica saranno i Salzburg Chamber Soloists, ensemble di Salisburgo diretto dal violinista e direttore d’orchestra Lavard Skou-Larsen. Con loro ci sarà Elio, che accompagnerà il pubblico in un viaggio alla scoperta dei brani proposti. (r.c.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 17 dicembre

Nella foto: Salzburg Chamber Soloists e Elio

Elio «guida» in tv e sul web i Salzburg Chamber Soloists
Cultura e Spettacoli 3 Agosto 2020

Un mese di agosto a tutta musica per l’Emilia Romagna Festival

Quest’estate non mancherà la musica. L’Emilia Romagna Festival, quest’anno per il suo ventennale, ha deciso di omaggiare i grandi compositori, quelli del passato e quelli del presente. Massimo Mercelli, fondatore e direttore artistico della rassegna, è orgoglioso del proprio lavoro e di quello del suo staff, quasi tutto al femminile. È anche grazie al contributo fondamentale della Regione Emilia Romagna che il festival, anche in un anno così particolare, è riuscito a partire.

Quest’anno, Emilia Romagna Festival, offre un cartellone che ospiterà grandi artisti internazionali, come Richard Galliano, Ramin Bahrami, Cristina Zavalloni, Danilo Rea, Ivo Pogorelich, I Solisti Veneti, Moni Ovadia, Daniela Pini e Silvia Chiesa, insieme a giovani talenti, quali la violinista Sharipa Tussupbekova e l’ensemble della Young Musicians European Orchestra. La parola d’ordine è, come sempre, la stessa: musica di qualità con un’attenzione particolare alle eccellenze italiane. Inoltre, quest’anno, le orchestre in residenza saranno due compagini che sono il fiore all’oc- chiello del territorio emiliano romagnolo: La Toscanini, con i suoi organici modulabili, fondazione musicale di Par- ma, acclamata da pubblico e critica, e la Toscanini Next, progetto appena nato di alta formazione musicale, adatto ai musicisti under 35, con sede nella Scuola di Musica di Giuseppe Sarti, a Faenza, e nel Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini di Parma.

La Toscanini sarà protagonista in diverse tappe: il 3 agosto a Castel San Pietro, presso il Teatro Arena, dove Gli Archi eseguiranno insieme al violoncello solista Pietro Nappi un repertorio tra Mozart e Haydn; poi di nuovo l’8 agosto a Bubano, dove l’Ensemble proporrà un concerto in crossover tra classico e jazz. (r.c.)

Nella foto: l’orchestra Toscanini 

Un mese di agosto a tutta musica per l’Emilia Romagna Festival
Cultura e Spettacoli 1 Giugno 2020

L’Emilia Romagna Festival compie vent’anni e ritorna con un ricco programma di eventi live

Dopo l’emergenza Coronavirus che ha flagellato, tra gli altri, anche il mondo della cultura e degli eventi, l’Emilia Romagna Festival ha annunciato il grande ritorno con l’edizione numero 20 della rassegna. Dal prossimo 26 luglio, infatti, fino a circa metà settembre sono in programma eventi live (per la maggior parte all”aperto ma ci saranno anche location al chiuso), ovviamente nel pieno rispetto delle nuove misure di sicurezza.

La kermesse festeggerà questo importante traguardo all’insegna dei compositori italiani ed internazionali che hanno scritto per il festival, con appuntamenti tra i luoghi magici e incantati della regione. L’obiettivo è quello di garantire al pubblico l’esperienza di un vero e proprio festival di musica live, dando continuità alla sua irrinunciabile vocazione di rassegna dedicata alla “grande musica”, esplorata nelle sue diverse sfaccettature.

Ai sommi compositori del passato, come Vivaldi, Bach, Rossini, Verdi e Puccini si affiancheranno quelli contemporanei che hanno scritto musiche per l’Erf, quali Morricone, Bacalov, Gubajdulina, Sollima, Nyman, Glass e Penderecki. « I compositori sono sempre stati il motore del festival – ha dichiarato Massimo Mercelli, 
fondatore e direttore artistico della rassegna -. Fin dalle prime edizioni, ci siamo distinti con proposte di ascolto dei più interessanti compositori di oggi e dei grandi del passato, offrendo al nostro pubblico anche le composizioni di giovani autori, ancora sconosciuti, poi diventati di fama internazionale».

Per saperne di più non perdetevi gli approfondimenti su «sabato sera» del 4 giugno.

Foto tratta dalla pagina Facebook dell’Emilia Romagna Festival 

L’Emilia Romagna Festival compie vent’anni e ritorna con un ricco programma di eventi live

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast