Cronaca

Bando unico per la gestione del canile e del gattile. Un solo candidato in corsa

Bando unico per la gestione del canile e del gattile. Un solo candidato in corsa

Solamente una candidatura per il bando per la nuova gestione del canile e del gattile comunali di Imola. La busta con la documentazione presentata dall”unico aspirante nuovo gestore (salvo sorprese, la cooperativa Coala, che si occupa del canile già da anni e che ha dichiarato apertamente la propria intenzione di partecipare) è stata aperta ieri mattina. Si attende il pronunciamento da parte del Comune, sia che si tratti di una richiesta di integrazione dei documenti presentati dal candidato o direttamente l”avvenuta assegnazione.

Da notare che, al contrario di quanto riferito, sempre dall”Amministrazione qualche giorno prima della scadenza del bando, non ci sono altri pretendenti per la gestione delle due strutture comunali. Chi non ha deciso di partecipare sicuramente è Gatto Nero, che si occupa del gattile, perché «il conto economico è sfavorevole», come conferma l’operatrice Serena Mirri. «Sono anni che diciamo che la quota di gestione del gattile non copre le spese – precisa -. Inoltre la gestione unica delle due strutture è una richiesta che supera di gran lunga le nostre forze».

Come si sa, la grande novità contenuta nel bando è proprio l’accorpamento dei due servizi comunali dedicati agli animali da affezione sotto un unico soggetto. Però, diversamente da quanto inizialmente annunciato dall’assessore all’Ambiente, Andrea Longhi, l’aggiudicatario non dovrà necessariamente avere esperienza pregressa nella gestione di entrambe le strutture, canile o gattile, ma solo in una di esse. Un dettaglio non di poco conto che ha riaperto, di fatto, la possibilità di partecipazione anche a Coala.

La base d’asta prevista è di 266 mila euro annui per la gestione del canile e del gattile per tre anni. L’importo non differenzia le quote di canile e gattile, permette, però,il subappalto di parte dei servizi per un massimo del 40 per cento del totale, un fatto che potrebbe, verosimilmente, coprire quanto di spettanza per la cura dei gatti. (r.cr.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast