Posts by tag: coala

Cronaca 10 Novembre 2020

Il Coala che si prende cura degli amici a quattro zampe

Una cooperativa… a quattro zampe. È la cooperativa Coala, nata nel 2009 come riferimento locale per la gestione delle strutture di ricovero degli animali e per il benessere degli stessi. Dal 2010 la coop. gestisce infatti il canile imolese, mentre da gennaio di quest’anno (e fino al 31 dicembre 2022) è aggiudicataria anche del ser- vizio di gestione del gattile comunale. A raccontare la cooperativa, impresa sociale senza fini di lucro costituita da tre socie, è la presidente Serena Mirri.

Di che cosa si occupa Coala?

«Al momento la coop. conta otto dipendenti, di cui due part-time. Ogni giorno, su turni, garantiamo il servizio di gestione delle strutture occupandoci di molteplici attività: le cure e il mantenimento degli animali ospitati; l’assistenza ai veterinari durante le visite; la gestione del pubblico e delle adozioni a distanza; l’accoglimento degli animali “rinunciati” dai proprietari; le pratiche per la riconsegna dei cani di proprietà, dell’anagrafe canina e felina, del recupero dei cani vaganti (quest’ultimo solo per il comune di Imola e con servizio h24) e dei gatti feriti, in difficoltà o da catturare sul territorio per le sterilizzazioni; ma soprattutto la promozione delle adozioni responsabili degli animali ospitati nelle strutture, sensibilizzando la cittadinanza attraverso numerose iniziative. L’attività di cura degli animali, infatti, non può prescindere da un costante lavoro di sensibilizzazione ed educazione alla corretta convivenza tra gli animali e le persone, per prevenire abbandoni e randagismo. Noi, coadiuvati dalla collaborazione di istruttori ed educatori cinofili qualificati, siamo formati per la gestione delle adozioni degli animali e per l’affiancamento degli adottanti nel percorso di inserimento del nuovo componente in famiglia». (mi.mo.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 5 novembre.

Nella foto: lo staffa della cooperativa Coala 

Il Coala che si prende cura degli amici a quattro zampe
Cronaca 13 Maggio 2020

Coronavirus, dal 19 maggio riapriranno al pubblico il canile e il gattile comunali di Imola

Fortunatamente cani e gatti non si ammalano di Coronavirus, ma anche per loro la vita scorre diversamente in questo periodo di emergenza sanitaria. Chiuso al pubblico da inizio marzo, però, il canile e il gattile comunali di Imola, entrambi gestiti dalla cooperativa Coala, riapriranno i cancelli il prossimo 19 maggio. «Finalmente abbiamo ricevuto l’autorizzazione alla riapertura di entrambe le strutture – hanno scritto sulla pagina Facebook della cooperativa -. Si ricorda al gentile pubblico che saranno applicate tutte le prescrizioni previste dai protocolli anticontagio: gli ingressi saranno contingentati in entrambe  le strutture e ,ove possibile e a discrezione del gestore, saranno concordati appuntamenti per rendere  migliore il servizio alla cittadinanza. L’accesso ad entrambe le strutture da parte del pubblico sarà vincolato all’uso di guanti (da indossarsi all’entrata) e mascherina».

Tutte e due le strutture erano state chiuse al pubblico «d’accordo con l’Amministrazione comunale ai primi segnali di emergenza sanitaria, prima comunque del lockdown nazionale – spiega Serena Mirri, presidente della cooperativa che gestisce le due strutture –. Abbiamo sospeso le adozioni nuove e in corso, ma anche quelle a distanza. Garantiamo regolarmente, invece, il recupero di animali sul territorio, feriti o vaganti, così come le sterilizzazioni urgenti per evitare nascite indesiderate nelle colonie».

La vita nelle due strutture di via Gambellara, invece, in questo periodo è passato per lo più in maniera normale per i 129 cani e i 120 gatti, fra cui già una ventina di cuccioli, in carico alla cooperativa. «Certo – precisa Mirri –, i cani si sono accorti che qualcosa è cambiato perché adesso escono molto di meno per le passeggiate. Noi operatrici siamo contate e facciamo quello che possiamo. Purtroppo sono venute a mancare le visite dei padroni a distanza che si occupano di alcuni cani che pur vivono qui, ma che settimanalmente li portano fuori a passeggio. Per fortuna “resistono” le merende, che in tanti continuano a donarci» e che le operatrici del canile filmano e pubblicano su Facebook per condividere la gioia dei quattro zampe. (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» in edicola dal 14 maggio.

Nella foto: Eliana D’Errico con un micio del gattile

Coronavirus, dal 19 maggio riapriranno al pubblico il canile e il gattile comunali di Imola
Cronaca 2 Ottobre 2019

Bando unico per la gestione del canile e del gattile. Un solo candidato in corsa

Solamente una candidatura per il bando per la nuova gestione del canile e del gattile comunali di Imola. La busta con la documentazione presentata dall”unico aspirante nuovo gestore (salvo sorprese, la cooperativa Coala, che si occupa del canile già da anni e che ha dichiarato apertamente la propria intenzione di partecipare) è stata aperta ieri mattina. Si attende il pronunciamento da parte del Comune, sia che si tratti di una richiesta di integrazione dei documenti presentati dal candidato o direttamente l”avvenuta assegnazione.

Da notare che, al contrario di quanto riferito, sempre dall”Amministrazione qualche giorno prima della scadenza del bando, non ci sono altri pretendenti per la gestione delle due strutture comunali. Chi non ha deciso di partecipare sicuramente è Gatto Nero, che si occupa del gattile, perché «il conto economico è sfavorevole», come conferma l’operatrice Serena Mirri. «Sono anni che diciamo che la quota di gestione del gattile non copre le spese – precisa -. Inoltre la gestione unica delle due strutture è una richiesta che supera di gran lunga le nostre forze».

Come si sa, la grande novità contenuta nel bando è proprio l’accorpamento dei due servizi comunali dedicati agli animali da affezione sotto un unico soggetto. Però, diversamente da quanto inizialmente annunciato dall’assessore all’Ambiente, Andrea Longhi, l’aggiudicatario non dovrà necessariamente avere esperienza pregressa nella gestione di entrambe le strutture, canile o gattile, ma solo in una di esse. Un dettaglio non di poco conto che ha riaperto, di fatto, la possibilità di partecipazione anche a Coala.

La base d’asta prevista è di 266 mila euro annui per la gestione del canile e del gattile per tre anni. L’importo non differenzia le quote di canile e gattile, permette, però,il subappalto di parte dei servizi per un massimo del 40 per cento del totale, un fatto che potrebbe, verosimilmente, coprire quanto di spettanza per la cura dei gatti. (r.cr.)

Bando unico per la gestione del canile e del gattile. Un solo candidato in corsa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast