Cronaca

Da domani l’Italia gradualmente passerà al digitale terrestre di seconda generazione

Da domani l’Italia gradualmente passerà al digitale terrestre di seconda generazione

L’Italia sta gradualmente passando al digitale terrestre di seconda generazione. Da domani, 20 ottobre, 9 canali Rai e 6 Mediaset sono passati alle trasmissioni in alta definizione: si tratta di Rai4, Rai5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport + Hd, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium, Rai Scuola, Tgcom24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 Tv e Virgin Radio Tv. Per vederli, ora sarà necessario avere un televisore o un decoder Hd (le istruzioni per risintonizzare gli apparecchi qui).

Al presidente del Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom), Stefano Cuppi, abbiamo chiesto di spiegarci le ragioni di questo ulteriore cambiamento e le modalità con cui entrerà in vigore il nuovo digitale terrestre.

Come si fa a capire se il proprio televisore è abilitato alla ricezione dei programmi trasmessi in alta definizione? «Basta verificare se digitando sul telecomando i canali 500 del digitale terrestre si riesce a vedere qualcosa. I canali 500 sono infatti quelli già da tempo dedicati alla sperimentazione in Hd: per esempio se digitando 501 si riesce a vedere Rai1 Hd, significa che decoder e tv sono già compatibili con la compressione Mpeg4 e quindi dopo il 20 ottobre riusciranno a ricevere il segnale con la nuova compressione. Diversamente sarà necessario sostituire il televisore obsoleto con un apparecchio di nuova generazione per poter ricevere tutti i canali». (lu.ba.)

L”intervista su «sabato sera» del 21 ottobre.

Immagine tratta dal sito del Governo sul nuovo digitale terrestre 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scuola

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast