Posts by tag: sabato sera

Cronaca 20 Gennaio 2020

Perde il controllo dell’auto sull‘asse attrezzato e urta lo spartitraffico, ferito 52enne imolese

Incidente stradale ieri, pochi minuti dopo mezzogiorno, a Imola nei pressi di un sottopasso lungo l’asse attrezzato di via della Cooperazione.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco, giunti sul posto con una squadra, una Fiat Panda, per cause ancora da accertare, mentre procedeva in direzione Pedagna ha sbandato girandosi su se stessa e urtando lo spartitraffico. I pompieri hanno dovuto estrarre dalle lamiere il conducente, un 52enne residente a Imola, che è stato affidato alle cure del 118. Sul luogo dell’incidente anche la polizia che ha regolato il traffico durante le operazioni di soccorso. (da.be.)

Foto (Isolapress): l’incidente sull”asse attrezzato

Perde il controllo dell’auto sull‘asse attrezzato e urta lo spartitraffico, ferito 52enne imolese
Cronaca 17 Gennaio 2020

Esce di strada con l’auto sulla Montanara e si ribalta, 58enne ricoverato al Maggiore

Incidente, ieri sera, intorno alle 22.30 sulla Montanara, a Borgo Tossignano.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco una vettura, mentre procedeva da Fontanelice verso Borgo Tossignano, per cause ancora da accertare, è uscita di strada finendo nel fosso a lato della carreggiata, per poi ribaltarsi.

Alla guida un uomo di mezza età che è stato estratto dalle squadra di pompieri provenienti di Imola e Fontanelice. Sul posto, oltre ai carabinieri di Castel del Rio, anche i sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi e poi trasportato l’uomo, in codice 2, all’ospedale Maggiore di Bologna. (da.be.)

AUTO

ETA”

RESIDENTE

PROGNOSI

Nella foto (concessa dai vigili del fuoco): il luogo dell’incidente

Esce di strada con l’auto sulla Montanara e si ribalta, 58enne ricoverato al Maggiore
Cronaca 17 Gennaio 2020

Dalle Marche fino ad Imola per perseguitare la ex, 26enne arrestato per stalking

Un 26enne, già noto alle forze dell”ordine, è stato arrestato dai carabinieri per atti persecutori e violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. L’espisodio è avvenuto ieri pomeriggio a Imola.

L’uomo, residente a Fermo, è andato a trovare la sua ex compagna che stava lavorando come commessa all’interno di un negozio in città, nonostante gli fosse stato vietato da una misura cautelare che aveva ricevuto di recente dall’Autorità Giudiziaria di Ancona, come conseguenza di atti persecutori commessi con la ragazza, dopo che lei lo aveva lasciato lo scorso luglio, al termine di una breve relazione sentimentale. All’epoca dei fatti, il 26enne, non accettando la scelta della ragazza, aveva iniziato a tormentarla di telefonate e messaggi, poi, visto che lei continuava a ignorarlo, aveva tentato di entrarle in casa sfondando la tapparella di una finestra, venendo arrestato il 28 luglio 2019 dalla polizia mentre si trovava ancora nel balcone dell’appartamento.

Così, ieri pomeriggio, la giovane, temendo per la sua incolumità, ha chiesto aiuto ai carabinieri che hanno arrestato l’uomo prima di portarlo in carcere. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Dalle Marche fino ad Imola per perseguitare la ex, 26enne arrestato per stalking
Cronaca 17 Gennaio 2020

Incidenti in A14, rallentamenti e code anche sulla via Emilia

Rallentamenti e code questa mattina, intorno alle 8.40, lungo l’Autostrada A14 in direzione sud, causa incidenti all’altezza di Imola e Castel San Pietro che hanno provocato disagi e traffico intenso anche sulla via Emilia, soprattutto nel tratto che separa le due città.

Come comunicato dai vigili del fuoco, in prossimità del casello della città termale si è verificato un tamponamento tra due mezzi pesanti e uno dei due autisti è rimasto incastrato nell”abitacolo. Sul posto i pompieri, con due squadre ed un’autogru, che hanno messo in sicurezza il luogo dell’incidente e, coadiuvati dal personale del distaccamento di Medicina, hanno poi aiutato il conducente del mezzo ad uscire dalla cabina del camion. L”uomo, in buone condizioni fisiche, è stato affidato al 118 presente insieme a Polstrada e personale tecnico dell”Aspi terzo tronco. (da.be.)

Incidenti in A14, rallentamenti e code anche sulla via Emilia
Cronaca 16 Gennaio 2020

Attacco hacker alla Cefla, informatici al lavoro per il ripristino ma dipendenti ancora a casa da lunedì

Gli hacker hanno preso di mira la Cefla. Da ormai cinque giorni l’attività della cooperativa è stata quantomeno drasticamente rallentata da un ransomware «un virus informatico che ha reso inaccessibili i dati dei sistemi aziendali – spiegano in una nota diramata oggi dall’azienda, ma rassicurano -. Sono ancora in corso le procedure di sicurezza, attivate tempestivamente nel rispetto dei protocolli da tempo operativi, grazie ai quali Cefla può assicurare la capacità di ripristino dei backup al 100%. A scopo precauzionale sono stati spenti tutti i server e sono state avviate approfondite verifiche sistematiche di ogni apparecchiatura, al fine di verificare eventuali effetti del virus e di eliminare in modo radicale la minaccia».

Gran parte dei dipendenti della cooperativa è a casa dal lavoro da lunedì e, a turno, stanno tornando al lavoro per fare dei test sui singoli computer. Ad oggi, però, non si sa ancora con esattezza quando la situazione tornerà alla normalità. «Stiamo analizzando e monitorando attentamente e costantemente la situazione – afferma il presidente di Cefla, Gianmaria Balducci -. Una volta terminati gli accertamenti e messi in sicurezza i singoli pc e i server, procederemo a riattivare i sistemi. Al momento non ci sono le condizioni per indicare quando sarà completato il riavvio di tutti i servizi».

La Cefla non è l’unica azienda finita nel mirino degli hacker. La scorsa estate, ad esempio, diversi stabilimenti della multinazionale Bonfiglioli Riduttori erano stati intaccati da un virus che aveva cifrato, rendendo quindi non utilizzabili, molti dati aziendali. In parallelo, era arrivata una richiesta di riscatto (340 Bitcoin pari a circa 2,4 milioni di euro), che l’azienda aveva deciso di non pagare, lavorando con un pool di informatici per ripristinare il tutto. (gi.gi.)

Nella foto: l’esterno della Cefla sulla Selice

Attacco hacker alla Cefla, informatici al lavoro per il ripristino ma dipendenti ancora a casa da lunedì
Cronaca 16 Gennaio 2020

Si aggira per il parco con giubbetto mimetico e fucile, minorenne semina il panico a Imola

Caccia all’uomo ieri pomeriggio, a Imola. Intorno alle 14.30, infatti, sei pattuglie tra carabinieri, polizia e municipale sono state impegnate nella ricerca di un ragazzo vestito con un giubbotto mimetico e armato di un fucile d’assalto che era stato visto aggirarsi con fare sospetto all’interno di un parco pubblico della città, frequentato per lo più da famiglie e bambini.

Fortunatamente, poco dopo, i carabinieri di Imola, coadiuvati dai colleghi di Casalfiumanese, hanno individuato l’autore del gesto, un minorenne, all’interno di un appartamento situato nelle vicinanze del parco da dove era scattato l’allarme. Lo studente, comunque incensurato, ha ammesso le proprie responsabilità e si è scusato con i Carabinieri per aver procurato il panico affermando che il suo era solo un passatempo.

L’indumento mimetico, simile a un giubbotto antiproiettile, e il fucile d’assalto sono stati sequestrati. Quest’ultimo, utilizzato per l”attività del softair e perciò finto, spara colpi in plastica ma è la riproduzione fedele di un modello in uso alle Forze Armate. (da.be.)

Nella foto: l’indumento mimetico ed il fucile sequestrati

Si aggira per il parco con giubbetto mimetico e fucile, minorenne semina il panico a Imola
Cronaca 16 Gennaio 2020

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero (rinnovato) di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.   

POLITICA. Domenica 26 si vota per le regionali: l”Emilia Romagna funziona e deve continuare a crescere.

COMPLEANNO. «sabato sera» compie 58 anni e si rinnova.

EDITORIA. I 30 anni della sezione ragazzi di «Casa Piani». Grazie alla biblioteca Imola è al top nei libri per l’infanzia con Bacchilega Junior e non solo.

TRASPORTI. Abbonamenti annuali per treno e bus, per i medicinesi sconto del 50% prorogato fino al 31 luglio 2020. tutte le informazioni per fare domanda.

QUARTA ETA”. I nonni protagonisti che fanno cronaca.

VIABILITA”. In via Mingardona il ponte riaprirà entro aprile.

ECONOMIA & LAVORO. Sei dipendenti rilevano l’Ar.pa lieviti.

SERVIZI. A Medicina loculi e ossari sono più cari

CINEMA. Intervista al regista Pupi Avati.

SPORT. Lotta. Mirco Minguzzi tricolore di lotta vuole le Olimpiadi. Motori. Valter Bartolini ha quasi 56 anni ma corre ancora.

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 14 Gennaio 2020

Sorpreso con 2,5 kg di hashish in auto, arrestato 46enne di Medicina

Un automobilista è stato arrestato dai carabinieri per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope. L”episodio è avvenuto ieri sera sulla Tangenziale Nord di Bologna, durante un normale controllo alla circolazione stradale.

L”uomo, un 46enne nato a Bologna e residente a Medicina, era alla guida di una Ford Fiesta quando, compiendo delle manovre anomale all’altezza dell’uscita “8”, ha attirato l”attenzione dei militari. Alla vista dei carabinieri, il conducente ha iniziato ad agitarsi, insospettendo gli agenti dell”Arma che hanno provveduto ad ispezionare la vettura. All’interno di un borsone custodito nel portabagagli sono stati ritrovati 25 panetti di hashish, del peso complessivo di 2,5 kg. La sostanza stupefacente è stata sequestrata così come l”auto che gli è stata confiscata. Il 46enne, già noto alle forze dell”ordine, è finito in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Sorpreso con 2,5 kg di hashish in auto, arrestato 46enne di Medicina
Cronaca 13 Gennaio 2020

Infortunio sul lavoro a Castel Guelfo, 57enne trasportato in elisoccorso al Maggiore

M N

Incidente sul lavoro questa mattina a Castel Guelfo. L’episodio è avvenuto alle 10 nell’azienda di autotrasporti Andromeda Srl, in via dell’Artigianato. A rimanere ferito un 57enne residente nel ferrarese.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri l’uomo, che si trovava nell’azienda per conto di una cooperativa logistica di Foggia specializzata nel carico e scarico delle merci, stava pilotando in retromarcia un transpallet, ovvero una sorta di muletto molto più leggero che si guida in piedi, quando, per cause ancora al vaglio dei tecnici della medicina del lavoro dell’Ausl di Imola, è andato a sbattere con la schiena contro uno scaffale, mentre il manubrio del transpallet l’ha colpito violentemente al torace tenendolo bloccato contro la struttura.

Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno trasportato il 57enne, in elicossorso, al Maggiore di Bologna con «codice due». Non risulta, per fortuna, in pericolo di vita.  (da.be.)

Foto d”archivio

Infortunio sul lavoro a Castel Guelfo, 57enne trasportato in elisoccorso al Maggiore
Cronaca 13 Gennaio 2020

Sradicano il bancomat con un carro attrezzi, carabinieri sventano il colpo

Prima il boato e poi le sirene dell’allarme. E” questo quanto hanno udito, questa notte, alcuni abitanti di Osteria Grande dopo che ignoti hanno divelto lo sportello bancomat della filiale della Banca di Imola posta in via Emilia Ponente.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intorno alle 2.20, i malviventi hanno agganciato il bancomat ad un carro attrezzi per poi sradicarlo. L’allarme è scattato immediatamente, con tre pattuglie, provenienti da Imola, Castel San Pietro e Sesto Imolese, che si sono precipitate subito sul posto. Alla vista dei militari i i ladri si sono dileguati a piedi nei campi vicini, abbandonando, oltre all”intero bottino, anche l”autocarro e l”auto, una Lancia, entrambi rubati precedentemente in un’officina a Castel San Pietro, che gli sarebbe servita per la fuga.

Nonostante il colpo sia stato sventato dalle forze dell”Ordine, la struttura ha riportato danni. Ora spetterà ai carabinieri, insieme alla scientifica di Bologna, cercare di risalire agli autori del gesto che sono accusati di tentato furto aggravato. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Sradicano il bancomat con un carro attrezzi, carabinieri sventano il colpo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast