Economia

La cooperativa Clai compie 60 anni e regala un’ambulanza all’Ausl di Imola

La cooperativa Clai compie 60 anni e regala un’ambulanza all’Ausl di Imola

La cooperativa Clai quest’anno compie i 60 anni di vita e oggi ha festeggiato l’avvenimento donando una nuova ambulanza attrezzata all’Azienda usl di Imola. Un mezzo del valore di circa 100 mila euro. “Un’idea nata prima dell”emergenza pandemica e che ora si arricchisce di significato, del ringraziamento a tutti gli operatori sanitari che si sono presi e si prendono per la cura delle persone più fragili della comunità – ha dichiarato il presidente Giovanni Bettini -. L”ambulanza è il mezzo della prossimità, quello che interviene nel momento in cui si ha più bisogno. Un simbolo di speranza e condivisione”.  Un regalo molto gradito dall’Ausl e quantomai utile al territorio del circondario imolese. “Abbiamo 15 ambulanze e in media due all’anno superano i 400 mila km percorsi e sono da sostituire” ha dichiarato il direttore dell’Azienda sanitaria Andrea Rossi.

Presente alla consegna del mezzo anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini che ha ricordato come “il 118, il servizio di emergenza è un pilastro delle nostre comunità e un orgoglio per l’Emilia Romagna dove venne sperimentato per la prima volta nel 1990, e di cui abbiamo visto l’importanza in questi anni così difficili della pandemia”. Bonaccini ha sottolineato anche il valore della cooperativa Clai come “realtà solidale e generosa che dà lavoro”, ed è parte dell’importante filiera agroalimentare regionale: “La food valley è diventato un brand turistico insieme alla motor valley”. In effetti, oggi il marchio Clai è sinonimo di carne e formaggi di qualità, salumi e insaccati, per i consumatori italiani e non solo.

La cerimonia di consegna dell’ambulanza è avvenuta a Villa La Babina, nel meraviglioso parco del centro direzionale nella frazione imolese di Sasso Morelli; gli impianti produttivi della cooperativa agroalimentare oggi sono a Imola, Faenza, Palazzuolo sul senio e Langhirano (nel Parmense), e si aggiungono i punti vendita, legati al marchio delle Macellerie del contadino, o nei supermercati, come a Castel Bolognese o Toscanella, per non parlare dei singoli prodotti venduti all’estero e perfino su Amazon.

“La Clai è una storia imprenditoriale bella e vera – ha concluso Bettini -, un’impresa partecipata, dove le persone non sono meri esecutori. La storia di uomini e donne che da diverse generazioni si tramandano l”arte del saper fare. Una cooperativa basata sull’amore per il lavoro, la produzione di cibo, dalla terra alla tavola, dove il valore dell”appartenenza al nostro territorio è importante”. (l.a.)

Nella foto della consegna ufficiale dell’ambulanza, in piedi da sinistra, il direttore del gruppo Clai Pietro D’Angeli, il presidente Clai Giovanni Bettini, il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Imola Marco Panieri, il vescovo di Imola Giovanni Mosciatti, il direttore dell’Ausl Andrea Rossi, il direttore del dipartimento di Emergenza Urgenza dell’Ausl Igor Bacchilega, il direttore del Pronto soccorso e Medicina d’urgenza dell’Ausl Rodolfo Ferrari  (Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast