Cronaca

Con «Mettiamo radici per il futuro» torna la distribuzione degli alberi, vivai accreditati a Imola e Castel San Pietro

Con «Mettiamo radici per il futuro» torna la distribuzione degli alberi, vivai accreditati a Imola e Castel San Pietro

Ci saranno anche due realtà dell’imolese tra le ventidue aziende vivaistiche accreditate per la distribuzione gratuita il 1 ottobre, dellle piante di «Mettiamo radici per il futuro», la campagna della Regione per fare dell’Emilia-Romagna il corridoio verde d’Italia. Si tratta di Arborea a Castel San Pietro (Via Ercolana 2495, Località Gallo, Tel. 051 948594) e Società agricola S.S. a Imola (Via Montanara 58/P, Tel. 0542 684732)

Inizia così la terza fase della distribuzione che ha raggiunto oramai quota un milione e 274mila: al primo posto delle piante più diffuse ci sono l’alloro, il Laurus nobilis sempreverde e dal buon profumo. Seguono il carpino bianco, specie rustica che si adatta a vari ambienti, il cespuglioso ligustro selvatico, dai delicati fiori bianchi, il nocciolo e il carpino nero.

Da oggi è online la prima puntata di Cartoline dal futuro, un podcast di quattro appuntamenti con Stefano Mancuso e Tessa Gelisio che indaga, immagina e racconta un futuro per una Emilia-Romagna più verde grazie alle buone pratiche ecologiche innescate dal progetto «Mettiamo radici per il futuro». È possibile ascoltare la prima puntata, Rinverdiamo il presente sulle piattaforme Spreaker e Spotify.

«Continuiamo nel nostro cammino, consapevoli che la sfida per arricchire il nostro Pianeta è ancora lunga- commenta Irene Priolo, assessore regionale all’Ambiente-. Gli alberi sono alleati preziosi per il benessere nostro e dell’ambiente ed è per questo che continuiamo una campagna strategica che affianca alla distribuzione diretta tramite vivai convenzionati presenti in tutta la regione, anche finanziamenti per progetti di forestazione nei comuni e nelle aziende. A questo si aggiungono più di un milione di nuovi alberi che saranno messi a dimora sul territorio regionale lungo le rive del Grande Fiume, grazie ad un progetto per la Rinaturazione del Po, inserito nel Pnrr e finanziato con 357 milioni».

Dall’inizio della campagna (° ottobre 2020) fino al 15 aprile 2022 sono stati distribuiti gratuitamente 1.215.332 alberi, a questi ne vanno aggiunti altri 58.391 dei bandi forestazione dedicati ai comuni. È inoltre in fase di chiusura l’avviso dedicato alla forestazione in aree di proprietà di aziende.  (r.cr.)

Nella foto di archivio alberi in città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook