Sport

L’Imolese perde ancora, la società aspetta che passi la nuvoletta di… Anastasi

L’Imolese perde ancora, la società aspetta che passi la nuvoletta di… Anastasi

Imolese – Torres, 23ª partita di questa stagione di serie C, finisce con un’altra sconfitta degli imolesi, la decima nelle ultime 12 partite, con 690 minuti senza gol e una squadra che cambia uomini ma non sostanza.

Il presidente Coppa a fine partita difende i giocatori e l’allenatore Anastasi, parla di sfortuna e cita la nuvoletta di Fantozzi. Onestamente più che una nuvola sull’Imolese pare stazionare una tempesta che dura dal 29 ottobre dell’anno scorso (vittoria a Fermo). Le prime quattro sconfitte della serie furono con Antonioli in panchina, ora Anastasi è arrivato al quinto k.o. consecutivo, sesto della sua gestione che ha fatturato solo due punti.

Aspettiamo pure che ci siano tutti i nuovi giocatori e che ritornino alcuni infortunati, come dice Coppa, ma sempre onestamente l’Imolese non sappiamo come si possa salvare.

La cronaca di Imolese – Torres nel primo tempo è portatrice di spunti già dopo due minuti: Simeri scappa verso la porta sassarese, dal limite tira un diagonale di sinistro troppo largo. Dopo 5 minuti è invece un contropiede iniziato da Mamona, proseguito da Bertaso che apre per D’Auria da cui parte un cross in mezzo all’area. Il portiere ospite Salvato è fedele al suo cognome e anticipa tutti.

Sono passati 17 minuti quando Lora si impappina come ultimo uomo e Simeri lo sta per beffare. La sbracciata del centravanti imolese per superare il centrocampista avversario richiama il fischio dell’arbitro per fallo dell’attaccante. Di questo l’Imolese si lamenta.

Sono passati 20 minuti quando Bertaso fa vedere di avere un bel calcio da fuori. Purtroppo la mira è imprecisa. Passano ancora due minuti e la Torres si fa sentire: Lombardo crossa, Lisai di testa anticipa tutti ma non vede la porta.

Un altra protesta, più fondata, l’Imolese la presenta dopo 27 minuti: combinazione Eguelfi – Agyemang che viene toccato su una spalla da Gianola e va giù in area di rigore. L’arbitro ignora, Bensaja invece dalla panchina sbraita e si prende un cartellino giallo.

Comincia il secondo tempo e dopo due minuti i fari si accendono ma l’Imolese inizia a spegnersi. La Torres invece cresce. Liviero, dopo un primo tempo in sordina, inizia ad affondare sulla fascia sinistra e infila Cerretti al 13° con un cross che scorre senza intralci fino al piede di Diakite che insacca da 3 metri. Può andare peggio? Sì, dopo 5 minuti Camilleri, che aveva preso un cartellino giallo 82 secondi prima, salta a centrocampo con un gomito largo. Secondo giallo, espulsione e partita verso l’archiviazione. Il resto del tempo è una piccola corrida, con alcune sostituzioni che lasciano perplessi e solo una corrida finale in area di rigore ospite dove l’Imolese era finita per caso. Ma forse è tutta colpa della nuvoletta…

A proposito, nella nuvoletta si sono perse le tracce anche di Annan e Castellano che non sono andati in panchina per una scelta del mister (così l’ha spiegata il presidente Coppa). Speriamo, soprattutto per loro, che i due dispersi si ritrovino in un’altra squadra alla fine del mercato. (Paolo Bernardi)

Imolese – Torres 0-1

Gol: Diakite 13’ s.t.

IMOLESE: Rossi; Cerretti, Serpe, Camilleri, Eguelfi; Mamona (dal 30’ s.t. Likendja), Zanini, Bertaso (dal 9’ s.t. Faggi), Agyemang (dal 17’ s.t. Rocchi); D’Auria (dal 17’ s.t. Perez); Simeri.

All. Sintini (Anastasi squalificato).

Nella foto di Isolapress: Anastasi, squalificato, era in tribuna con il direttore Righi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook