Cultura e Spettacoli

Cultura e Spettacoli 28 Settembre 2019

Paolo Condò e il suo nuovo libro, bella serata di calcio a Imola. IL VIDEO

Calcio, aneddoti, risate e tanto altro sono stati gli ingredienti giovedì scorso, a Imola nella Sala delle Stagioni, della presentazione del nuovo libro del giornalista della Gazzetta dello Sport e di Sky Paolo Condò, dal titolo «La storia del calcio in 50 ritratti» (editrice Centauria, 160 pagine, 19,90 euro il prezzo).

All”evento, organizzato dalla Cooperativa Bacchilega insieme a CooperAttivaMente e Coop Alleanza 3.0, erano presenti anche Giancarlo Marocchi e Marco Montanari, in rappresentanza dell”Imolese. (d.b.)

Nella foto: da sinista Giancarlo Marocchi, Paolo Condò e Paolo Bernardi, presidente della Cooperativa Bacchilega

Paolo Condò e il suo nuovo libro, bella serata di calcio a Imola. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 28 Settembre 2019

«Marco Bonechi. Storia di un burattino» in mostra alla Salannunziata di Imola a cura dell'Aim Croce Coperta

Marco Bonechi. Storia di un burattino» è la mostra che l’Associazione interparrocchiale missionaria Croce Coperta propone alla Salannunziata di Imola a partire da oggi, sabato 28 settembre. Un viaggio nel mondo del burattino che diventerà un bambino nato dalla fantasia di Carlo Collodi che è simbolo di amore, possibilità, fiducia, fede nella bontà. «L’Aim Croce Coperta opera a sostegno delle missioni gestite dalle Piccole Suore di Santa Teresa di Gesù Bambino di Imola in Kenya, Messico, Brasile e Tanzania – spiega il presidente Dino Costa – e questa mostra si inserisce nelle attività che organizziamo per farci conoscere e far conoscere ciò che facciamo».

In esposizione ci saranno venti terracotte policrome invetriate dell’artista fiorentino, che racconteranno il mondo di Pinocchio dalla sua creazione da parte di Geppetto al suo diventar bambino. Allestita fino al 27 ottobre, la mostra sarà inaugurata oggi alle ore 17 con un evento di arte e musica curato da Luigi Iacobone: «Sarà un evento di testimonianza alternato a musiche originali composte da me – spiega -. Io sono un polistrumentista di musica ambient per cui creerò dei momenti musicali che rappresentano gli incontri che Pinocchio fa nella sua avventura, alternati a racconti e immagini. Vogliamo rendere partecipe chiunque voglia partecipare, ma soprattutto i ragazzi, di un’esperienza e della voglia di condividerla, pensando a quanto bene possiamo fare ogni giorno».

La mostra è aperta fino al 27 ottobre, nei seguenti orari: giovedì, venerdì e sabato 16-19, domenica 10-12 e 16-19. Info 0542/44294o (www.aimimola.it). (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 26 settembre

Nella foto l”opera raffigurata nella locandina della mostra

«Marco Bonechi. Storia di un burattino» in mostra alla Salannunziata di Imola a cura dell'Aim Croce Coperta
Cultura e Spettacoli 27 Settembre 2019

A Castel del Rio torna «Tipica», la sagra che riunisce eventi e sapori della Vallata del Santerno

Torna «Tipica», la sagra che riunisce diversi eventi della Vallata del Santerno: sabato 28 settembre, nell’area festa di palazzo Alidosi, dalle 17 alle 18.30 ci saranno musica e dj set con Nearco e dalle 18.30 alle 20 uno spettacolo comico con Davide Dalfiume e Marco Dondarini, mentre alle 20.30 ci si sposta nella sala Magnus con l’Associazione musicale di Borgo Tossignano per lo spettacolo «Una nota classica per Tipica».

Spazio alla gastronomia con piatti a base di marroni e porcini (Castel del Rio), piè fritta (Fontanelice), maccheroni di Borgo (Borgo Tossignano), polenta di Tossignano e fiori d’acacia (Tossignano), raviolo dolce (Casalfiumanese), zuccherini della cuccagna (Sassoleone). Infine, alle 18.30 partirà un’escursione in Mtb su sentieri e strade sterrate all’interno dei castagneti (info 339/1388767).

Per informazioni si può telefonare allo 0542/95906 (Comune di Castel del Rio). (r.c.)

A Castel del Rio torna «Tipica», la sagra che riunisce eventi e sapori della Vallata del Santerno
Cronaca 26 Settembre 2019

Un carabiniere che ama la poesia, la passione del nuovo Capitano di Imola Andrea Oxilia

Un carabiniere che ama la poesia. E” questa la grande passione del nuovo Capitano della Compagnia di Imola Andrea Oxilia. «So può sembrare qualcosa di particolare – ha ammesso -. Almeno così, però, l”Arma non è ricordata solo per le barzellette, che ci stanno e fanno piacere, ma può essere tenuta in considerazione in quanto al suo interno c”è anche chi si dedica alla cultura».

Poesie scritte non solo in italiano, ma anche in cimbro. «E” una lingua minoritaria germanofona che, come tante altre, è tutelata da una Legge nazionale. Non ne fa parte, ad esempio, il romagnolo perché invece è considerato un dialetto. Da dove nasce questa passione? Merito delle origini della mia famiglia che sono per metà veronesi e per l”altra metà trentine. Soprattutto in Trentino, infatti, si parla il cimbro. Scrivere in questa lingua però è difficile, perché serve un profondo studio della semantica, dell”etimologia e della sintassi, in quanto risale al 1100 e non si è mai evoluta».

Proprio con una poesia in cimbro, nel luglio scorso, Oxilia ha vinto il primo premio al concorso nazionale per lingue minoritarie «Mendránze n poejia» svolto nel Comune di Livinallongo del Col di Lana, in provincia di Belluno. «Non è il primo riconoscimento, comunque, che ricevo, anche per poesie scritte in italiano. Questo è un concorso biennale importante che, ormai da quindici anni, riunisce tanti poeti da tutta Italia. La mia poesia, intitolata Àltaz nisnótaz tàuc (Vecchio cimbro inutile), parla della lingua cimbra in modo provocatorio, delineandola prima come inutile, per poi far capire quanto invece sia importante e porti con sè storia, origini e tradizioni che non possono essere perse». (d.b.)

Nella foto: a destra il Capitano Oxilia, insieme all”ex Maggiore dei carabinieri di Imola Gallù

Un carabiniere che ama la poesia, la passione del nuovo Capitano di Imola Andrea Oxilia
Cultura e Spettacoli 26 Settembre 2019

Allo Stignani arrivano Rubini, Lo Cascio, Battiston, Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini

Otto spettacoli da novembre ad aprile. E’ questa la proposta per la stagione di prosa 2019/2020 del teatro comunale «Ebe Stignani» che proverà a bissare il successo dello scorso anno, portando in città molti attori alla loro prima esperienza sul palco imolese. «Guardando i numeri arriviamo da una stagione senza precedenti – ha confermato il direttore Luca Rebeggiani -. Gli abbonati sono stati 1.833, ben 114 in più rispetto all’anno precedente, mentre per quanto riguarda le presenze abbiamo toccato quota 17.824 spettatori, di cui 3.284 per la vendita dei singoli biglietti. Questo trend positivo è confermato dai costi: sono stati incassati 378mila euro a fronte di 363mila euro di spese per le compagnie ed il prezzo degli abbonamenti rimarrà pressoché invariato».

Sfogliando il programma, l’inaugurazione spetterà ad un grande classico come Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello che, dal 27 novembre all’1 dicembre, sarà portato in scena da Leo Gullotta sotto la regia di Fabio Grossi. Dal 10 al 15 dicembre, invece, toccherà a Giuseppe Battiston interpretare Winston vs Churchill, spettacolo di Carlo G. Gabardini diretto da Paolo Rota, che racconta gli ultimi anni di vita di un Winston Churchill ormai fuori dalla scena politica. Il 2020, invece, si aprirà, dal 3 al 7 gennaio, con il musical School of Rock, tratto dall’omonimo film ed interpretato da Lillo, celebre attore del duo comico Lillo & Greg, e sotto la regia di Massimo Romeo Piparo. Continuando, si arriva a Romeo & Giulietta. Nati sotto contraria stella che, dal 29 gennaio al 2 febbraio, sarà portato ad Imola da Ale e Franz, attori dotati di uno strepitoso background teatrale. Dall’11 al 16 febbraio Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini porteranno sul palco, sotto la direzione dello stesso Rubini, una rilettura del Dracula di Bram Stoker. Il sesto appuntamento in cartellone sarà Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, in scena dal 26 febbraio all’1 marzo e tratto dal romanzo di Mark Haddon per la regia di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani. A marzo, dal 10 al 15, due leonesse del teatro italiano come Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini saranno le protagoniste di Arsenico e vecchi merletti di Joseph Kesselring. Diretto da Geppy Gleijeses, si tratta di una commedia brillante in un allestimento ispirato e dedicato a Mario Monicelli. Chiusura, dal 15 al 19 aprile, con Che disastro di Peter Pan di Henry Lewis, Jonathan Sayer ed Henry Shields. Diretto da Adam Meggido, si tratta di uno spettacolo nello spettacolo davvero esilarante e senza un momento di noia. (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 26 settembre.

Nella foto (di Filippo Manzini): da sinistra Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini in «Dracula»

Allo Stignani arrivano Rubini, Lo Cascio, Battiston, Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini
Cultura e Spettacoli 22 Settembre 2019

Si amplia ancora il Museo diocesano di Imola con l'inaugurazione della «Wunderkammer» restaurata

Si amplia ulteriormente il Museo diocesano di Imola. Dopo l’inaugurazione del Museo delle carrozze avvenuta lo scorso anno e dopo l’apertura della sala V e della sala VI dell’appartamento verde nel 2016, un’altra sala va ad aggiungersi agli spazi espositivi: oggi domenica 22 settembre alle 17.30 saranno infatti ufficialmente inaugurati i restauri della VII sala dell’appartamento verde (detta Wunderkammer) e dell’annesso terrazzo/giardino pensile. Adibita un tempo a cucina e, più recentemente, a magazzino, la stanza è stata oggetto di un approfondito lavoro di sistemazione. «Il suo stato di conservazione era pessimo – conferma Marco Violi, vicedirettore del museo – per cui è stato necessario un lavoro molto impegnativo. La stanza, adibita a servizio, era divisa in due ambienti, corridoio e cucina: ora è un unico ambiente. Ha una vista mozzafiato, con affaccio sul giardino interno, un grande balcone da cui si vede il giardino con le antiche serre e, guardando in alto, si può ammirare il cielo con inquadrati il campanile e metà frontone della cattedrale. In questa particolare occasione c’è stato un concorso di sponsor e di ditte che hanno lavorato mettendoci anche del loro a livello economico, e devo fare loro i miei ringraziamenti».

La stanza fa parte del nucleo dell’appartamento del cardinale Giacomo Giustiniani (vescovo di Imola dal 1826 al 1832). A differenza delle altre sei, tra cui le due restaurate nel 2016, ha dimensioni ridotte e non presenta decorazioni sul soffitto in arellato, poiché originariamente nata con funzione di servizio. Gli attuali restauri la doteranno di vetrine per l’esposizione fatte ad hoc, così come l’illuminazione. Con la sua apertura diventeranno così sedici i locali allestiti e aperti al pubblico al piano nobile del Palazzo vescovile occupati dal Museo diocesano. Proprio perché piccola, è stata nominata «Wunderkammer» ovvero «camera delle meraviglie»: così vengono indicati particolari ambienti, di dimensioni perlopiù raccolte, in cui i collezionisti a partire dal Cinquecento erano soliti conservare raccolte di oggetti straordinari.

L’inaugurazione della nuova sala si terrà oggi alle 17.30 nella Sala grande del Museo diocesano. Parteciperanno il vescovo Giovanni Mosciatti, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola Fabio Bacchilega, il presidente dell’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna Fabio Balzani, lo storico dell’arte Lorenzo Lorenzini (Museo civico d’arte di Modena) e il vicedirettore del Museo diocesano di Imola Marco Violi. (ste.f.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 20 settembre

Nella foto monsignor Giovanni Signani e Marco Violi

Si amplia ancora il Museo diocesano di Imola con l'inaugurazione della «Wunderkammer» restaurata
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2019

A settembre è tempo di Sfujaréja, festa in piazza a Imola con le tradizioni contadine

Tradizioni in primo piano oggi, sabato 21 settembre a Imola. Torna infatti, con la sua trentasettesima edizione, la Sfujaréia, organizzata dalla Società del Passatore– Ca’d’Jomla e dall’associazione turistica Pro Loco. La tradizionale spannocchiatura che avveniva nelle aie delle nostre campagne a settembre viene portata nel centro della città per mostrare a grandi e piccini uno dei momenti più tipici della storia della nostra terra. Momento importante anche quale condivisione con una festa che univa tutti al termine del lavoro.

E una festa sarà quella di sabato in piazza Matteotti quando alle 17 si apriranno gli stand gastronomici e sarà allestito un mercatino di opere dell’ingegno e alimentare. Ci saranno la sfujareia con Gli amici del Plaustro, un’esposizione di attrezzi della tradizione contadina col Gruppo Ricordi di Campagna, la polenta del Gruppo Polentari di Tossignano, la mescita di vino doc delle Cantine Cavim, Poletti e Severoli, nonché la degustazione di vino nuovo della vendemmia 2019 della Cantina Tre Monti.

Non mancherà la possibilità di acquistare la piastrella ricordo della Cooperativa Ceramica di Imola con disegno di Nevio Galeotti. Spazio poi a una prova gratuita di tennis per bambini con Asbid Imola, e ai balli popolari con Sbanda Ballet. Alle 20.30 si terrà la cerimonia dell’Incappellatura degli Amici Società del Passatore seguita da uno spettacolo musicale con «iBigBand» che proporrà canzoni notissime e amate da tutti. (r.c.)

Nella foto un momento dell”edizione 2018 della Sfujareja

A settembre è tempo di Sfujaréja, festa in piazza a Imola con le tradizioni contadine
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2019

Il sapore buono della lasagna al forno nella frazione di Fabbrica

La lasagna al forno evoca domeniche invernali passate tutti insieme attorno alla tavola imbandita e ha il sapore buono della nonna sorridente con una teglia appena sfornata. Alla regina della pasta, il centro sociale di Fabbrica di Imola, in via del Santo 1/m, dedica la Sagra della lasagna e del Sangiovese iniziata ieri sera, venerdì 20, e che proseguirà anche oggi e domani, domenica 22 settembre.

Oltre al buon cibo, con il menù dello stand gastronomico che prevede vari piatti della tradizione, non mancheranno gli spettacoli e il ballo liscio: stasera con Stefania Ciani, domenica 22 con il Trio Gualandi. I bambini potranno invece divertirsi giocando con il gonfiabile (gratuito). (r.c.)

Il sapore buono della lasagna al forno nella frazione di Fabbrica
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2019

La festa è sull'acqua al laghetto Mariver di Osteria Grande

Un lago, l’autunno che inizia, una festa. È piena di belle sfumature l’iniziativa Osteria sul lago in festa che si terrà al laghetto Mariver di Osteria Grande oggi, sabato 21, dalle 16.30 e domenica 22 settembre dalle 10.30 con la sua quarta edizione e che festeggia la a 10a Giornata internazionale del buon vivere slow. Spazi dedicati a grandi e piccoli, musica, benessere, sport, laboratori, enogastronomia, Farmer’s market e tanto altro animeranno le rive del lago con due temi principali: il vivere slow e l’arte. «Oltre al “vivere slow”, il leitmotiv quest’anno sarà l’arte – spiegano gli organizzatori -. Ospiteremo artisti del territorio e non solo: lo scultore Eros Mariani, che riesce a coniugare la freddezza e la durezza del ferro in poetiche e delicate opere, ci presenterà alcune sculture di notevoli dimensioni, quasi cinque metri di altezza; Leonardo Ottoni ci affascinerà con il suo mondo di draghi colorati; Valeria Cava e suo figlio Elia con i loro dipinti. E questi sono solo alcuni dei nostri ospiti. Il lago sarà protagonista della festa con regate di modelli a vela e motore e la domenica si animerà con la “Pedalago”, divertente sfida all’ultima pedalata, e con gli immancabili fuochi d’artificio a chiusura dell’evento».

La festa si aprirà oggi alle ore 16. A cura del Gruppo Navimodellistico Senza Vento, si terranno regate di flotta con modelli a vela radiocomandati classe Iom, una dimostrazione di motoscafi elettrici, la navigazione di modelli, riproduzione ed esposizione di modelli statici e non. Il tutto fino a tarda notte con i modelli illuminati. Nel parco dalle 16.30 ci saranno letture per bambini a cura dei volontari della biblioteca di Osteria Grande, e alle ore 17.30 un’esibizione di ginnastica artistica. La serata si concluderà con lo spettacolo della scuola di ballo Batucada al via alle 20.30, seguito da un dj set. Domenica 22, a partire dalle ore 10, il lago si animerà con prove e dimostrazioni di navimodellismo e il parco con la gimkana per bambini a cura della società ciclistica Dalfiume di Osteria Grande. Dalle ore 16.30 torneranno le esibizioni di ginnastica artistica e le letture per bambini con i volontari della biblioteca. Alle 17.15 si disputerà la Pedalago, la divertente gara di pedalò che coinvolgerà squadre maschili, femminili e junior (gareggiano squadre di quattro persone ciascuna; per iscrizioni rivolgersi al Briocafè). Infine alle ore 20.15 prenderà il via la musica con Imola Big Band e a seguire il gran finale con i fuochi d’artificio. Nell’area del parcheggio, sabato dalle ore 18 e nella giornata di domenica, ci saranno degustazioni a cura degli operatori del settore alimentare di Osteria Grande, giochi a cura delle società sportive, bancarelle, mercatino e altro ancora. (r.c.)

Nella foto: il laghetto Mariver

La festa è sull'acqua al laghetto Mariver di Osteria Grande
Cultura e Spettacoli 20 Settembre 2019

In autodromo un weekend di cibo, musica e molto altro con «Summer food experience», domenica arriva Cristina D'Avena

Cibo, shopping, musica e tanto altro. Arriva all’autodromo di Imola il 20, 21 e 22 settembre «Summer Food Experience», una manifestazione che si annuncia come caratterizzata da quattro specifiche aree (food, shopping, music ed experience) e che animerà piazza Ayrton Senna oggi venerdì dalle 14.30 a mezzanotte, domani dalle 10.30 alle 2 di notte e domenica dalle 8.30 alle 23. Ci saranno food truck che venderanno cibi di diversa tipologia, durante tutto l’arco della giornata, mentre l”artigianato locale, bancarelle con prodotti tipici e prodotti a Km0 saranno i protagonisti del mercatino. All’interno dei box dell’autodromo ci sarà un’area dedicata alle attività di tipo esperienziale legate alle tematiche dell’intrattenimento oltre che al cibo e al riciclo, con laboratori per bambini in cui si potranno sperimentare i tanti modi in cui poter riciclare materiali d’uso quotidiano che spesso finiscono nel cestino, come la plastica e il legno.

Saranno presenti anche un simulatore Lamborghini che permetterà a tutti i partecipanti di vivere l’esperienza della pista e una pista di Slot Cars con oltre venti metri di percorso ed otto corsie. Tra l’altro, ci saranno giochi all’aperto per bambini e ragazzi, gonfiabili per i più piccoli, una ruota panoramica e una torre panoramica. Domenica in un’area apposita sarà inoltre possibile assistere alla trasmissione delle gare di F1 a Shanghai e MotoGP ad Aragona e si potrà assistere al passaggio del Gran Premio Nuvolari, con oltre trecento auto storiche, mentre una dozzina di buskers animeranno l’area food durante tutta la giornata.

Per quanto riguarda le serate, oggi dalle 20 «Spaghetti Unplugged» vedrà come guest star gli Street Clerks, Boys Boys Toys (nuova formazione di Marco Rissa, chitarristadei The Giornalisti) e Gobbi. Domani, 21 settembre dalle 22 con «Febbre a 90» arriva la festa dedicata alla musica, allo stile e alle icone che hanno segnato gli anni ‘90. Infine, domenica 22 settembre dalle 20.30 sul palco ci saranno Cristina D’Avena insieme ai Gem Boy per un concerto trascinante. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 19 settembre

Nella foto nel riquadro la copertina dell”album “Duets” di Cristina D”Avena, pubblicato nel 2017

In autodromo un weekend di cibo, musica e molto altro con «Summer food experience», domenica arriva Cristina D'Avena

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast