Cronaca

Cronaca 21 Settembre 2018

Giornata mondiale dell'Alzheimer, sabato 22 settembre il convegno «Dalla diagnosi al prendersi cura»

Settembre è il mese mondiale dell’Alzheimer, e il 21 settembre è la giornata celebrativa istituita nel 1994 dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dall’Alzheimer’s Disease International (Adi).

In questa occasione, Alzheimer Imola e il Servizio sanitario regionale Emilia-Romagna organizzano un convegno: Dalla diagnosi al prendersi cura, che si svolgerà sabato 22 settembre dalle ore 8.30 alle 13 nella sala Bcc Città e cultura (cinema Centrale) in via Emilia 210/a.

Saranno relatori il dottor Massimo Menetti (Malattia di Alzheimer, uno sguardo sul territorio), la dottoressa Anna Lucicesare (Le demenze reversibili), la dottoressa Rachele Casadio (Il delirium), la dottoressa Letizia Espanoli (Svelare la bellezza delle persone che convivono con la demenza per accoglierle, sostenerle ed averne cura). Alle 12.15 terrà il suo intervento la dottoressa Giusy Perna (Imola ha un futuro). Seguiranno le conclusioni.

Il convegno è rivolto a educatori professionali, fisioterapisti, infermieri, medici chirurghi e di medicina generale, assistenti sociali e a tutti coloro che siano a vario titolo interessati all’argomento. L’iscrizione è gratuita e obbligatoria entro il 20 settembre: i dipendenti Ausl devono iscriversi seguendo la procedura interna, mentre i professionisti esterni e i cittadini devono iscriversi on line collegandosi al link https://portale-ext-gru.progetto-sole.it. Per informazioni ci si può rivolgere allo staff Formazione Ausl Imola dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 allo 0542 6044436 – Alzheimer Imola 0542 604253 – associazione@alzheimerimola.it.

Alzheimer Imola compie quest’anno 20 anni: «Abbiamo sempre cercato e sempre cercheremo di non lasciare senza risposta le persone che hanno bisogno – spiega la presidente Bona Sandrini – seguiamo circa 150 persone del comprensorio e le loro famiglie, cercando di personalizzare al massimo gli interventi nel corso delle nostre attività, rivolte a persone prigioniere di un cervello che non risponde più come dovrebbe».

L’articolo completo è su «sabato sera» del 20 settembre

La foto è tratta dal sito dell”associazione Alzheimer Imola

Giornata mondiale dell'Alzheimer, sabato 22 settembre il convegno «Dalla diagnosi al prendersi cura»
Cronaca 21 Settembre 2018

Il pastore tedesco Clea vince “Un cane per amico', la coppa Lions Club assegnata a Birba, meticcia di 20 anni

La 18ª edizione di Un cane per amico, concorso per cani di razza e non, è stata come sempre una festa fra abbai e scodinzolii (dei cani), sorrisi e applausi (degli umani).

Al termine della sfilata dei 42 cani in concorso, l’assessore all’Agricoltura Anna Rita Muzzarelli ha consegnato i premi ai primi 10 classificati, affiancata dai bambini che componevano la giuria del concorso.

Vincitrice è risultata Clea, pastore tedesco di 18 mesi, che accompagnava Angelo, il suo padrone non vedente. Al secondo posto Winnie, golden retriever di 16 mesi, accompagnata da Luca e al terzo Tobia, golden retriever di 12 anni, accompagnato da Isabella.

La coppa del Lions Club di Castel San Pietro Terme è andata alla longeva Birba, meticcio femmina di ben 20 anni, accompagnata da Luca.

L’articolo completo è su «sabato sera» del 20 settembre

Nella foto la vincitrice Clea

Il pastore tedesco Clea vince “Un cane per amico', la coppa Lions Club assegnata a Birba, meticcia di 20 anni
Cronaca 20 Settembre 2018

La macchina solare castellana Emilia 4 al convegno di Imola sulla mobilità sostenibile

Al convegno sulla mobilità sostenibile, in programma domani 21 settembre a palazzo Sersanti, sarà protagonista anche Emilia 4, l’auto solare costruita in Emilia Romagna dall’Università di Bologna e dal team dell’associazione castellana Onda Solare, nata per sviluppare prototipi di veicoli solari.

Il progetto Emilia 4 ha visto il coinvolgimento di centri di ricerca e diverse aziende anche del territorio, tra cui l’officina Metal Tig, la carrozzeria Augusta e il Centro Arcobaleno di Castel San Pietro, Bergami di Castel Guelfo, Curti e Solmec di Castel Bolognese. Dopo 2.700 chilometri percorsi dal Nebraska all’Oregon, lo scorso luglio Emilia 4 ha trionfato all’American Solar Challenge, competizione riservata a veicoli solari sviluppati dalle università di tutto il mondo.

«Il 21 settembre – sottolinea il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Imola, Fabio Bacchilega – la macchina sarà esposta in piazza Matteotti e alcuni membri del team di Emilia 4 saranno a disposizione per rispondere alle domande del pubblico».

La macchina solare castellana Emilia 4 al convegno di Imola sulla mobilità sostenibile
Cronaca 20 Settembre 2018

Virus West Nile, la Regione ha convocato i sindaci per la lotta alle zanzare: “Disponibili ad aumentare i contributi'

La Regione invita a serrare le fila e intensifica le iniziative per contrastare la diffusione del virus West Nile. L’assessore alle Politiche per la Salute, Sergio Venturi, ha convocato in questi giorni i sindaci dei Comuni capoluogo e i presidenti di Provincia per illustrare le prossime mosse: una giornata di formazione il 7 novembre a Bologna per i tecnici comunali e gli operatori sanitari coinvolti nelle attività di sorveglianza e lotta alle zanzare e un convegno con la partecipazione di specialisti entro la fine del 2018.

Intanto sarà potenziato il gruppo regionale sulle malattie trasmesse dalle zanzare (costituito nel 2007 dopo l’epidemia di Chikungunya) e, contestualmente, si cercherà di mettere in campo strategie innovative per coinvolgere di più i cittadini nella disinfestazione contro gli insetti portatori del pericoloso virus, in considerazione del fatto che il 75-80% dei focolai si registra in aree private.

«Quest’anno ci siamo mossi nei tempi giusti, ma si è trattato di un anno davvero particolare, che potrebbe ripetersi – ha commentato Venturi -. Quindi, dobbiamo serrare le fila. Intanto rinnoviamo questo gruppo di lavoro, che è un gruppo tecnico: è la sede idonea in cui possono trovare risposta le specifiche esigenze territoriali e attraverso cui vengono fornite informazioni tempestive sui lavori e gli eventi in corso». Venturi ha garantito, inoltre, il sostegno economico della Regione per gli interventi di disinfestazione condotti dagli enti pubblici, sottolineando la disponibilità ad incrementarlo: la Regione contribuisce da sempre con un finanziamento consistente, “ed è sempre disponibile ad incrementarlo” ha concluso Venturi.

L’incontro ha rappresentato anche l’occasione per fare il punto sui casi di persone infettate. L’assessore ha fatto sapere che si sono manifestate ad oggi in regione 96 forme neuroinvasive di West Nile e che dal 12 settembre non sono stati segnalati nuovi casi. I decessi sono stati 18 (il primo a Imola si è verificato il 13 settembre scorso, ndr), 66 i casi di forme febbrili e 26 le infezioni asintomatiche. Le persone decedute avevano tra i 63 e gli 87 anni.

Virus West Nile, la Regione ha convocato i sindaci per la lotta alle zanzare: “Disponibili ad aumentare i contributi'
Cronaca 20 Settembre 2018

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

A Imola si parla di rifiuti con la crescita della raccolta differenziata. Bella intervista anche a Vito Belladonna di Atersir, mentre c’è da registrare la prima vittima nel circondario per la febbre del Nilo. Volete vedere da vicino l’auto solare «Emilia 4»? Appuntamento in piazza Matteotti.

A Castello e Medicina, nelle frazioni, colonnine Hera per l’olio usato. Trattando di rifiuti, fioccano le multe nella città termale e ad Ozzano. Castello alla ribalta anche per i «mostri» voraci nel laghetto Scardovi. Medicina, infine, fa parlare di sé per il nuovo campo da calcio a 7 in sintetico.

Sport. Imola si prepara a festeggiare Vittorio Adorni con il Grifo per i 50 anni del Mondiale di ciclismo. Nel calcio, invece, il Medifossa attende il Cotignola e vuole la prima vittoria in Eccellenza. Il basket, infine, vede Ozzano vincere il «Bonny» e sfidare Rimini in amichevole, mentre, è ufficiale il nuovo main sponsor dell’Andrea Costa: sarà il marchio «Le Naturelle» del Gruppo Eurovo.

Su «sabato sera due» copertina per «FantastikA» che arriva a Dozza. A Imola il Museo delle carrozze inaugura nel palazzo vescovile e l’Accademia pianistica trionfa in Norvegia. Castel San Pietro presenta la stagione teatrale al Cassero e festeggia i novant’anni di balli folk. A Fabbrica si mangia con la sagra della lasagna e del Sangiovese, mentre la sfujaréia arriva in piazza Matteotti. Infine, il cinema con le proiezioni che ripartono al’Osservanza. (r.c.)

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 20 Settembre 2018

Un cercatore di funghi trova un vecchio cimitero sulle colline di Gesso

Cercava funghi e ha scoperto delle vecchie ossa umane. E’ accaduto martedì ad un 34enne che stava cercando funghi in una zona isolata sulle colline in zona Gesso e ha visto spuntare dal terreno quelli che sembravano frammenti di ossa. Alla vista del macabro ritrovamento ha chiamato il 112 che ha inviato sul posto gli uomini dell’Arma di Casalfiumanese.

I carabinieri hanno appurato che si trattava in effetti di un cospicuo numero di ossa, la maggior parte sepolte appena sotto qualche centimetro di terra, che le recenti piogge dovevano aver dilavato e fatto affiorare. Il successivo esame fatto dal medico legale ha accertato che si tratta dei resti di persone di differenti fasce di età e sesso, decedute almeno cinquant’anni fa e forse oltre. I primi accertamenti non fanno escludere che l’area di ritrovamento fosse un vecchio cimitero rurale, abbandonato e andato distrutto nel tempo, di cui si è persa memoria. Poco lontano vi sono alcuni ruderi.

Le spoglie rinvenute sono state depositate presso la camera mortuaria dell’Ausl di Imola ed è stata informata l’autorità giudiziaria anche se ad oggi non sono ipotizzati reati di alcun tipo. Sul posto non sono neppure emerse piastrine o armi che possano spostare la datazione agli eventi della seconda guerra mondiale. Però sono stati trovati un cucchiaino e una ciotola. I carabinieri stanno proseguendo con gli accertamenti sulle mappe catastali per vedere se è possibile ricostruire di cosa si tratta esattamente.

Un cercatore di funghi trova un vecchio cimitero sulle colline di Gesso
Cronaca 20 Settembre 2018

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

A Imola si parla di rifiuti con la crescita della raccolta differenziata. Bella intervista anche a Vito Belladonna di Atersir, mentre c”è da registrare la prima vittima nel circondario per la febbre del Nilo. Volete vedere da vicino l”auto solare «Emilia 4»? Appuntamento in piazza Matteotti. 

A Castello e Medicina, nelle frazioni, colonnine Hera per l”olio usato. Trattando di rifiuti, fioccano le multe nella città termale e ad Ozzano. Castello alla ribalta anche per i «mostri» voraci nel laghetto Scardovi. Medicina, infine, fa parlare di sé per il nuovo campo da calcio a 7 in sintetico.

Sport. Imola si prepara a festeggiare Vittorio Adorni con il Grifo per i 50 anni del Mondiale di ciclismo. Nel calcio, invece, il Medifossa attende il Cotignola e vuole la prima vittoria in Eccellenza. Il basket, infine, vede Ozzano vincere il «Bonny» e sfidare Rimini in amichevole, mentre, è ufficiale il nuovo main sponsor dell”Andrea Costa: sarà il marchio «Le Naturelle» del Gruppo Eurovo

Su «sabato sera due» copertina per «FantastikA» che arriva a Dozza. A Imola il Museo delle carrozze inaugura nel palazzo vescovile e l”Accademia pianistica trionfa in Norvegia. Castel San Pietro presenta la stagione teatrale al Cassero e festeggia i novant”anni di balli folk. A Fabbrica si mangia con la sagra della lasagna e del Sangiovese, mentre la sfujaréia arriva in piazza Matteotti. Infine, il cinema con le proiezioni che ripartono al”Osservanza.

r.c.

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 19 Settembre 2018

Finiranno entro metà ottobre i lavori di Hera per collegare le case di Selva al depuratore Santerno

Si concluderanno entro metà ottobre i lavori che Hera sta realizzando per collegare al depuratore Santerno le abitazioni di Selva che finora scaricavano nel rio Bandita. Si tratta di un’opera inserita un paio di anni fa nel piano degli investimenti di Atersir. Complessivamente i lavori prevedono la posa di 1.200 metri di condotta, per un importo complessivo di circa 350 mila euro.

«L’intervento è iniziato l’11 giugno 2018, come prescritto dal Comune, per evitare impedimenti al passaggio dello scuolabus – fanno sapere da Hera -. Attualmente è stata già ultimata la posa della condotta fognaria lungo via Zoppa, comprese le predisposizioni per gli allacci (che saranno poi a carico dei privati, ndr). Rimangono da finire alcune lavorazioni in via Celletta e la realizzazione del tratto in attraversamento della linea ferroviaria Bologna-Rimini, partito in questi giorni».

Come si ricorderà, si tratta di un’opera chiesta da tempo e con forza dai cittadini. Le abitazioni della zona, infatti, risultano allacciate ad una condotta che sfocia in un impianto di trattamento di tipo Imhoff, per poi finire nel famoso rio che, alla fine, si immette nel Santerno. Nel tempo le case sono aumentate insieme alla popolazione e con frequenza sempre maggiore sono stati segnalati cattivi odori e acque inquinate lungo il rio.

L’articolo completo è su «sabato sera» del 13 settembre

Finiranno entro metà ottobre i lavori di Hera per collegare le case di Selva al depuratore Santerno
Cronaca 19 Settembre 2018

Intervento notturno dell'eliambulanza per trasportare al Maggiore un'anziana che si è sentita male

Sono molti i cittadini che nella tarda serata di lunedì hanno alzato il naso all”insù sentendo un elicottero aggirarsi nel cielo di Imola. Si trattava dell”eliambulanza intervenuta per trasportare un”anziana che si era sentita male e per la quale si è deciso il trasporto all”ospedale Maggiore di Bologna.

L”Ausl ricostruisce così l”accaduto. “Alle ore 21.44 alla centrale di Bologna del 118 è arrivata la richiesta di intervento per una cittadina imolese che presentava sintomi di una patologia cardiovascolare potenzialmente grave. Immediatamente vengono attivate sia l”ambulanza, collocata ad Imola, che l”elisoccorso. Alle 21.50 l”ambulanza è arrivata sul posto per prestare le prime cure urgenti”. Nel frattempo viene dato l”ordine anche all”elisoccorso di alzarsi in volo: “alle 21.53 parte da Bologna in direzione di Imola” continuano dall”Ausl. La donna, nel frattempo, è stata trasportata alla piazzola dell’ospedale di via Montericco dove, alle 22.15, atterra l”elicottero per partire subito in direzione del Maggiore. “Alle 22.30 è arrivato a destinazione”. 

“Una situazione d”emergenza che ha dimostrato l”efficacia dei mezzi messi in campo per riuscire ad intervenire nel modo più efficiente e rapido” concludono soddisfatti dall”Azienda sanitaria. La vicenda è a lieto fine soprattutto per l”anziana donna che ci dicono essere “in buone condizioni” tanto che è già in fase di trasferimento a Imola.

L’inizio dell’attività di soccorso con gli elicotteri risale agli anni ”80, si comincia al Maggiore nel 1986 con la prima base di elisoccorso regionale. Attualmente sono quattro gli elicotteri che prestano servizio sul territorio regionale. A partire da giugno 2017, tra l”altro, si è aggiunto anche l”attività notturna con l’impiego di una eliambulanza 24 ore su 24 (con estensione del servizio della base di Bologna). L’avvio di questa nuova modalità ha coinciso con la realizzazione delle prime 17 aree idonee al decollo e all’atterraggio notturno e dal 15 agosto scorso è a disposizione un elicottero dotato di tecnologia Night Vision Goggles (visori a intensificazione di luce posizionati sui caschi dei piloti), che permette di utilizzare anche le basi di decollo e atterraggio non illuminate con modalità operative analoghe a quelle diurne, e in piena sicurezza.

Foto d”archivio di elisoccorso

Intervento notturno dell'eliambulanza per trasportare al Maggiore un'anziana che si è sentita male
Cronaca 19 Settembre 2018

Servizio civile, 43 posti disponibili negli enti del circondario per ragazze e ragazze sotto i 29 anni

Sono 53.363 i posti disponibili per i giovani tra i 18 e i 28 anni che vogliono partecipare al servizio civile, un’esperienza utile e qualificante per la propria crescita personale e per incrementare le proprie competenze. Fino al 28 settembre è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei 5.408 progetti che si realizzeranno tra il 2018 e il 2019 su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Tre i progetti promossi quest’anno dagli enti del territorio circondariale imolese. Il progetto Culturando, che mette a disposizione 10 posti e permetterà ai giovani volontari di operare nelle varie realtà culturali degli enti aderenti: ovvero le biblioteche comunali di Castel Guelfo, Castel San Pietro, Dozza, Imola, Medicina, Mordano e preso l’ufficio cultura spettacolo e politiche giovanili del Comune di Imola.

Il progetto Accogliere ed informare si propone invece di favorire la conoscenza e l’accessibilità dei servizi rivolti ai cittadini; 16 i posti disponibili presso i Comuni di Castel San Pietro, Castel Guelfo, Mordano, Dozza, presso gli sportelli sociali dell’Azienda servizi alla persona del Circondario imolese e presso l’Azienda Usl.

Infine Conoscersi, che permetterà ai volontari di operare nel mondo scolastico a supporto di alunni in difficoltà; 17 i posti disponibili presso gli uffici scuola di Castel Guelfo, Castel San Pietro, Dozza, Imola, Medicina, Mordano, l’Azienda servizi alla persona del Circondario imolese e l’Azienda Usl.

Per informazioni consultare i siti internet degli enti proponenti i progetti oppure, per una panoramica sui progetti, consultare il sito www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it.

L’articolo completo è su «sabato sera» del 13 settembre

Servizio civile, 43 posti disponibili negli enti del circondario per ragazze e ragazze sotto i 29 anni

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA