Cronaca

Cronaca 8 Giugno 2018

Tre giorni di festa per Sao Bernardo ricordando don Leo Commissari

Ricordare don Leo Commissari, il missionario imolese, nel ventesimo anniversario della tragica scomparsa avvenuta vent’anni fa in Brasile, a Sao Bernardo do Campo. E’ con questo spirito che la Diocesi di Imola, attraverso il Centro missionario diocesano e l’Ufficio per la cultura, ha organizzato «In musica liberi di…», tre appuntamenti che animeranno la sala Mariele Ventre e il chiostro di palazzo Monsignani da oggi fino a domenica. Una manifestazione che ha visto la collaborazione dell’Azione cattolica, dell’associazione San Cassiano, del comitato Solidarietà per Sao Bernardo, del ristorante Ristoro e della Banda giovanile Città di Imola. «La prima serata, Liberi di alzare gli occhi al cielo, sarà dedicata alla poesia e alla musica», spiegano gli organizzatori con una nota. Dalle ore 21 la lettura e il commento di alcune poesie di Mario Luzi, a cura di Pietro Casadio e Luciano Chiesi, sarà accompagnata dall’esecuzione di brani musicali eseguiti da Pietro Beltrani.

Domani, sabato 9 giugno, si comincerà alle ore 17 con «Liberi di essere festa, liberi raccontando», un pomeriggio dedicato ai bambini e ai ragazzi, con laboratori, racconti e canti. «Per rinnovare la consapevolezza che il Vangelo è gioia, oltre il piacere di stare insieme» scrivono gli organizzatori. Alle ore 19.30 cena a cura del Ristoro.

Anche domenica 10 giugno si comincia nel pomeriggio, alle ore 17, con il concerto della Banda giovanile di Imola, e dalle ore 19 una cena brasiliana di beneficenza per il Progetto Crescer, che a Sao Bernardo si dedica all’educazione degli adolescenti fino ai 17 anni (euro 40 – prenotazione obbligatoria contattando cell. 338/7609691 elisacommissari@gmail.com), e ancora una serata di testimonianze e musica con Pietro Beltrani presenta Liliana Vivoli.«Tre iniziative differenti, però legate fra loro da alcuni fili conduttori – concludono gli organizzatori – primi fra tutti la musica, il ricordo, le testimonianze, e la solidarietà». Nei tre giorni saranno allestiti anche una piccola mostra su don Leo Commissari, un banchetto di prodotti equo-solidale e si raccoglieranno fondi per il Progetto Crescer.

Da oltre trent’anni c’è un legame strettissimo tra Sao Bernardo, la grande città brasiliana a ridosso di Sao Paolo, e la nostra zona proprio grazie alle tante attività avviate dai missionari, preti e suore, della Diocesi imolese, per aiutare i più poveri delle favelas, come la scuola materna e un centro professionale intitolato, oggi, proprio a Padre Leo Commissari.  

Nella foto don Leo Commissari in un asilo a Sao Bernardo

Tre giorni di festa per Sao Bernardo ricordando don Leo Commissari
Imola 8 Giugno 2018

#ElezioniImola2018, Forza Italia chiude la campagna elettorale per Palazzolo con Bernini, Galliani e Bignami

Questa sera chiusura di campagna elettorale per Forza Italia. A portare il sostegno al candidato sindaco di centrodestra Giuseppe Palazzolo e al capolista di Forza Italia Nicolas Vacchi saranno la senatrice Anna Maria Bernini, presidente gruppo Fi a Palazzo Madama, il senatore Adriano Galliani, vicepresidente del gruppo, e il deputato Galeazzo Bignami. L”appuntamento è alle ore 18.30, Opera Dulcis, piazza Matteotti. “L’alleanza di centrodestra è salda e compatta e rappresenta l’unica, sola alternativa a decenni di malgoverno della sinistra – spiega Vacchi -. A Imola abbiamo una occasione storica. Vincere a Imola aprirà la strada alla vittoria in Regione il prossimo anno. La nostra Città merita un cambiamento dopo più di 70 anni di governo monocolore. E questa sarà la vera, grande vittoria della democrazia”.

Nelle foto Galeazzo Bignami, Anna Maria Bernini e Adriano Galliani

#ElezioniImola2018, Forza Italia chiude la campagna elettorale per Palazzolo con Bernini, Galliani e Bignami
Imola 8 Giugno 2018

#ElezioniImola2018, i 299 candidati al Consiglio comunale

A Imola per le elezioni amministrative di domenica 10 giugno sono in corsa sette candidati sindaco, quattordici liste e quasi trecento candidati al Consiglio comunale, per la precisione in tutto sono 299. 

Per la prima volta in lizza (con possibilità di farcela) ci sono due donne per la poltrona di primo cittadino: si tratta di Carmela Carmen Cappello e di Manuela Sangiorgi. Più Giuseppe Palazzolo, Francesco Armiento, Giambattista Boninsegna, Franco Benedetti e Filippo Samachini. 

Per quanto riguarda la corsa degli altri quasi trecento candidati consiglieri, va ricordato che Armiento, Sangiorgi, Benedetti e Samachini presentano ciascuno una sola lista di candidati che li sostengono, mentre ci sono cinque liste per Cappello e quattro per Palazzolo. 

Sul “sabato sera” di giovedì 7 giugno quattro pagine con tutti i nomi e l’appello al voto finale dei candidati sindaco.  

Gli stessi nomi li trovate nella foto del manifesto elettorale ufficiale che potete scaricare anche dal sito web del Comune di Imola.

#ElezioniImola2018, i 299 candidati al Consiglio comunale
Imola 8 Giugno 2018

#ElezioniImola2018, un giro in mongolfiera per la chiusura della campagna elettorale di Azione Imolese

Decisamente curiosa la scelta di Azione Imolese per la chiusura della campagna elettorale delle amministrative imolesi: una mongolfiera. Il candidato sindaco Francesco Armiento, con il presidente di Azione Imolese Eduardo Iengo, organizza per venerdì 8 giugno in via Pirandello a fianco del supermercato Famila.

“Tutti i presenti avranno la possibilità di fare un giro panoramico sulla mongolfiera dalle ore 20.30″ informano con una nota gli organizzatori. La serata andrà avanti sino alle ore 23 con il complesso musicale Evergreen e momenti di intrattenimento per i più piccoli. “Non si tratta di un semplice momento di festa – spiega il candidato sindaco Francesco Armiento – ma di un’occasione per osservare la nostra città dall”alto. Questo è lo spirito con cui vogliamo cambiare ‘punto di vista’ per la nostra Città e scrivere insieme agli imolesi tutta un”altra storia”.

#ElezioniImola2018, un giro in mongolfiera per la chiusura della campagna elettorale di Azione Imolese
Imola 8 Giugno 2018

#ElezioniImola2018, la candidata sindaco del centrosinistra Carmela Cappello chiude la campagna con Carlo Lucarelli

Doppia intervista a chiusura della campagna elettorale della candidata  sindaco Carmen Cappello. Stasera, a partire dalle ore 20, da Renzo, il chiosco di via Romeo Galli, Paolo Bernardi, giornalista del settimanale “sabato sera”, intervisterà l’avvocatessa imolese, candidata della coalizione di centrosinistra, e lo scrittore e regista mordanese Carlo Lucarelli, presidente della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati e in predicato di divenire consulente (a titolo gratuito) della candidata su legalità e sicurezza. Poi, alle 21.30, musica live con i Judy Testa Band.

Una scelta coraggiosa quella di chiudere la campagna elettorale sul tema forse più insidioso: la legalità. «Sulla base di una recente normativa – motiva la candidata – il sindaco può farsi promotore di una messa in rete delle forze dell’ordine sul territorio, creando dei Patti per la sicurezza urbana, che hanno lo scopo di prevenire i fenomeni di criminalità diffusa e di promuovere il rispetto della legalità e del decoro urbano. La Conferenza Stato, Città e Autonomie locali ha emanato, nel gennaio scorso, le linee guida per l’applicazione di questi patti in maniera omogenea su tutto il territorio italiano. Il sindaco – continua la Cappello – avrà il potere di adottare ordinanze per rimediare a situazioni di degrado e contrastare spaccio di stupefacenti, sfruttamento della prostituzione e accattonaggio. Sarà anche possibile eseguire ordini di allontanamento che, in caso di reiterazione, consentiranno al questore di disporre il cosiddetto Daspo cittadino. E’ evidente però che tutti questi strumenti sanzionatori dovranno accompagnarsi a percorsi di educazione alla legalità da promuovere presso le scuole e le strutture giovanili, con il fondamentale apporto che Carlo Lucarelli potrà darci, vista la sua esperienza e l’alto livello di conoscenza che ha in materia. E proprio per parlare di legalità davanti ai giovani abbiamo pensato di organizzare la festa di chiusura della campagna elettorale». 

Nella foto: Carlo Lucarelli e Carmen Cappello

#ElezioniImola2018, la candidata sindaco del centrosinistra Carmela Cappello chiude la campagna con Carlo Lucarelli
Cronaca 7 Giugno 2018

Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa: «Dopo l’Opera Dulcis puntiamo al bar Bacchilega»

Dal bar delle Acque minerali al centro storico. Sirio Spa, infatti, a inizio maggio ha rilevato l’Opera Dulcis di piazza Matteotti e da tempo è in trattativa con il Comune per il vicino bar Bacchilega, aperto nel 1929 e chiuso nel maggio del 2016. Per non lasciare vuote le vetrine di uno spazio così centrale e storico, il Comune ha preferito muoversi nell’ambito dei locali temporanei. Da ultimo, e fino al 30 giugno, vi ha trovato spazio il negozio di abbigliamento Etico-Il negozio imperfetto.

Nel mezzo, l’uscita di due bandi per assegnare il locale per un periodo più lungo, entrambi andati deserti, forse perché la cifra richiesta non era delle più economiche (si partiva da una base d’asta di 38 mila euro più 45 mila euro per le attrezzature, scesa poi a 33.600 euro più 9 mila euro per le attrezzature). Poi Area Blu, che si occupa anche del patrimonio pubblico, è passata a trattativa privata, raccogliendo tre manifestazioni di interesse, tra cui quella di Sirio Spa, l’unica ancora al vaglio. «Ci piacerebbe spostare dal primo piano sia il bagno che il laboratorio e riaprire alcune finestre murate che affacciano sulla piazza. E’ in corso un confronto con la Soprintendenza – spiega Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa -. Se tutto andrà in porto, vorremmo aprire per Pasqua 2019. Vogliamo mantenere l’aspetto retrò del Bacchilega e renderlo un bar che offre miscele di caffè, the e tisane, ma anche arricchire gli aperitivi e mantenere la pasticceria. Per i pranzi, invece, c’è l’Opera Dulcis, per il quale vogliamo anche ampliare la zona aperitivi e creare una zona esterna che offra cibo da strada, pensata soprattuto per i giovani. Inoltre, personalizzeremo maggiormente la zona ristorante. Vorrei rendere la piazza il fulcro della zona cocktail e aperitivi. La mia vocazione è investire, crescere e creare valore. Erano idee che avevo nell’animo da tempo e quando è capitata l’occasione l’ho colta».

gi.gi.

L”articolo completo su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: Stefania Atzori all”Opera Dulcis

Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa: «Dopo l’Opera Dulcis puntiamo al bar Bacchilega»
Cronaca 7 Giugno 2018

Il nuovo gestore Sirio Spa ha le idee chiare su come rilanciare il bar delle Acque minerali

Colazioni, pranzi leggeri, aperitivi, serate a tema e discoteca. Il nuovo gestore del bar all’interno del parco delle Acque minerali, ossia il gruppo ravennate Sirio Spa, sta mettendo molta carne al fuoco. La novità più evidente rispetto al recente passato è che a interessarsi non sia stato un dj o qualcuno proveniente dal mondo delle discoteche e della musica, bensì una società che, stando ai dati pubblicati sul suo sito, ha raggiunto un fatturato annuo di oltre 60 milioni di euro e dà lavoro a 600 dipendenti.

Sirio Spa, nata come gestore del servizio ristorazione bar in ambito ospedaliero presso il Sant’Orsola Malpighi, oggi si occupa di 75 punti vendita, dalla ristorazione autostradale e stradale (SirioGrill, soprattutto sull’Autostrada A22 Modena-Brennero) all’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna con ristorante e bar a marchio La Ghiotta, passando per tre fast food in franchising Burger King a Jesolo Lido, Bolzano e Venezia. Presidente del gruppo dal 2004 è Stefania Atzori che abita in zona e forse proprio per questo convinta a investire su Imola, in maggio acquisendo l’Opera Dulcis di piazza Matteotti e, ora, almeno per questa stagione estiva, la zona bar del parco delle Acque, che la Atzori definisce «un contesto meraviglioso».

Per fare cosa? «Vogliamo coinvolgere tutte le fasce d’età, dai giovani alle famiglie, fino alle persone più avanti con gli anni». Come? «Apriremo 7 giorni su 7, partendo con le colazioni e proseguendo con pranzi leggeri con qualche piatto fresco, poi aperitivi e serate a tema con menù fisso e musica – dettaglia la Atzori -. Oltre al bar, poi, vogliamo creare un angolo birreria dove servire anche hot dog e hamburger e una zona con centrifugati e macedonie». Non solo. «Vorremmo riattivare la discoteca per qualche serata da organizzare nei mesi di luglio e agosto – anticipa la presidente di Sirio Spa -. Ho due figlie ventenni e sono le prime a chiedermelo. E’ un momento di svago importante per i giovani e ci piacerebbe riuscirci».

Sirio Spa, come indicato nel bando, è entrata in possesso delle chiavi solo da martedì 5 giugno, visto che domenica 3 si è svolta la manifestazione Sport al centro, la pista da ballo era occupata dalla presentazione delle attività delle associazioni e il bar dato in gestione per l’occasione. «Dobbiamo sistemare un po’ la zona bar e inserire qualche arredo nuovo. L’obiettivo è aprire entro fine giugno – aggiunge Atzori -. Per farlo, siamo alla ricerca di personale, in particolare baristi e camerieri. Contiamo di assumere una decina di persone». Per Sirio Spa l’estate 2018 sarà il banco di prova per testare il locale all’interno del parco e, magari, presentarsi quando Area Blu pubblicherà un bando per una gestione più lunga. «Abbiamo tante idee, ad esempio vorremmo creare un ristorante dove c’è la casa del custode, ma bisogna prima verificare confrontandoci con Area Blu e Ausl quali delle nostre idee sono fattibili e sostenibili. Ci piacerebbe portare i cittadini a frequentare di più il parco anche d’inverno».

gi.gi.

L”articolo completo su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: la pista da ballo delle Acque durante la manifestazione «Sport al Centro» del 3 giugno

Il nuovo gestore Sirio Spa ha le idee chiare su come rilanciare il bar delle Acque minerali
Imola 7 Giugno 2018

#ElezioniImola2018, il Popolo della Famiglia chiude la campagna elettorale per Boninsegna a L'Annunziata

Chiusura della campagna elettorale con un incontro per il Popolo della famiglia Ultimo appuntamento stasera prima dell”apertura dei seggi di domenica 10 giugno, per la compagine che sostiene il candidato sindaco Giambattista Boninsegna. Per il partito di Adinlolfi interverranno a Imola il dirigente nazionale e coordinatore per il nord Italia Mirko De Carli, lo stesso candidato sindaco e il capolista e presidente del circolo imolese Matteo Venturi. L”incontro inizierà alle ore 21, presso la Sala de L”Annunziata, in via Fratelli Bandiera 17/a.

Nella foto nella sede del partito in via Appia, Matteo Venturi presidente del circolo Valori&Vita, Giambattista Boninsegna, Filippo Martini, Mirko De Carli coordinatore nazionale nord Italia del partito di Adinolfi, Mauro Turrini

#ElezioniImola2018, il Popolo della Famiglia chiude la campagna elettorale per Boninsegna a L'Annunziata
Imola 7 Giugno 2018

#ElezioniImola2018, Paragone e Bugani chiudono la campagna elettorale della candidata sindaco Manuela Sangiorgi

Ultimi giorni prima del voto amministrativo del 10 giugno a Imola. Questa sera finirà con una festa in piazza Gramsci a partire dalle ore 20.30 la campagna elettorale della candidata sindaco Manuela Sangiorgi e del Movimento 5 Stelle. A sostenere Sangiorgi la presenza del senatore Gianluigi Paragone e Massimo Bugani, capogruppo a Bologna a referente regionale dei 5Stelle, insieme a tutti i parlamentari del M5S dell”Emilia Romagna.

Allieteranno la serata due gruppi di cabaret: Davide Lazzarini &Michele Foschini e Malandrino e Veronica. 

Nella foto Massimo Bugani e Gianluigi Paragone

#ElezioniImola2018, Paragone e Bugani chiudono la campagna elettorale della candidata sindaco Manuela Sangiorgi
Cronaca 7 Giugno 2018

Sisma per finta, domani al via l'esercitazione della protezione civile a Castel San Pietro

Per una volta il terremoto non arriva all’improvviso. Si tratta infatti della grande esercitazione di protezione civile organizzata dal secondo raggruppamento di protezione civile dell’Associazione nazionale alpini, dalla Protezione civile dell’associazione nazionale alpini (Ana) dell’Emilia Romagna e dall’Unità di protezione civile Ana della sezione bolognese romagnola.

Un esercito di volontari. Complessivamente, circa 800 volontari della protezione civile «invaderanno» Castel San Pietro da domani (venerdì) a domenica 10 giugno, proprio come avviene in situazioni di emergenza dovute a calamità naturali. Anche se il terremoto sarà solo simulato, saranno reali e molteplici le attività messe in campo durante l’esercitazione, a partire dalla predisposizione del campo base con tende, tensostrutture e moduli container.

Pericolo! L’allarme verrà dato domani alle 6.30 ipotizzando una scossa sismica di magnitudo 4 della scala Richter, a seguito della quale sarà attivato il Centro operativo comunale (Coc). Per gestire le operazioni come nell’eventualità di un sisma reale, sarà istituito nel campo base un ufficio che dovrà avere accesso alla rete dei dati comunali, in cui saranno presenti il sindaco Fausto Tinti, il dirigente dell’ufficio tecnico, il comandante della polizia municipale e gli altri addetti alla protezione civile del Comune. Dal Coc il sindaco manderà un messaggio per comunicare l’avvio dell’esercitazione ai cellulari dei cittadini tramite l’Alert System. A seguito del finto sisma scatteranno poi le varie emergenze simulate, con le esercitazioni pratiche dei volontari previste per il sabato: idrogeologica, frane, incendio boschivo, evacuazione abitazioni, ricerca dispersi.

Sfollati. Quattro famiglie hanno dato la disponibilità ad essere evacuate dalle loro abitazioni nel corso della giornata e a dormire (tre nella notte tra venerdì e sabato e una nella notte tra sabato e domenica) nelle tende del campo allestito per l’accoglienza della popolazione, vicino al campo base e che sarà per lo più picchettato, con solo alcune tende montate. Completo sarà invece il campo base, allestito fra le vie Torricelli ed Avogadro, nell’area di rimessaggio autobus, come previsto dal piano di protezione civile comunale. Nel campo base troveranno spazio tutti i moduli previsti, dalla cucina ai servizi igienici, dal modulo sanitario a quello psicologico, dalla centrale elettrica a quella per lo smistamento dei liquami.

Visite al campo. I cittadini potranno visitare il campo base di via Torricelli sabato 9 nella tarda mattinata (è prevista anche la visita di alcune scolaresche) e domenica 10 mattina, previa registrazione all’ingresso. A partire da domani e per due notti, i volontari dormiranno nelle palestre e nei locali messi a disposizione dal Comune, dal centro sociale Bertella, dalla parrocchia di Osteria Grande e presso la chiesa di Santa Clelia.

Materiale informativo in caso di pericolo. «E’ stato anche realizzato un opuscolo con i suggerimenti sulle azioni da compiere e i comportamenti da adottare nelle condizioni di pericolo che, naturalmente, auspichiamo non si verifichino mai» conclude il sindaco Tinti.

Maggiori dettagli sulle esercitazioni e sul coinvolgimento dei comuni limitrofi a quello castellano sono su “sabato sera” del 7 giugno.

mi.mo

Nella foto: il campo in fase di allestimento

Sisma per finta, domani al via l'esercitazione della protezione civile a Castel San Pietro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA