Sport

Sport 24 Gennaio 2020

Basket C Gold, il derby è giallonero. La Intech Imola vola nel finale con Colombo

Il derby tra Castel Guelfo ed Intech Imola parla gallonero. A vincere, infatti, è la squadra di Ragazzi che espugna 69-64 il palaMarchetti.

Padroni di casa, però, che partono meglio ed infliggono subito un parziale di 13 a 0 agli ospiti, trascinati da un Bernabini in grande forma. Imola, però, dopo aver trovato la via del canestro solo a metà primo quarto rientra in partita con Barattini ed Errera ed all’intervallo lungo è incollata al match. Nel terzo quarto Castel Guelfo scappa nuovamente con Govi, ma i gialloneri non crollano e si rifanno sotto negli ultimi dieci minuti grazie anche al solito Begic. La squadra di Cavicchioli litiga con il ferro e così Imola impatta con Colombo a 4 minuti dal termine. Lo stesso numero 1 degli ospiti è l’assoluto protagonista nel finale con la tripla e il tiro libero che regalano il successo a Dalpozzo e compagni.

Nel prossimo turno, in programma domenica 2 febbraio (ore 18) la Intech Imola ospiterà Castelnovo Monti, mentre Castel Guelfo farà visita alla capolista Fiorenzuola. (da.be.)

Approfondimenti sul numero di «sabato sera» del 30 gennaio.

Nella foto: un momento del derby

Tabellino

Prosic-Intech Imola 64-69 (24-15, 40-36, 57-48)

Castel Guelfo: Bernabini 16, Musolesi, Pieri, Govi 18, Amoni 4, Wiltshire 2, Bonetti ne, Baccarini 7, Bonazzi, Murati 9, Bergami, Pederzini 8. All. Cavicchioli.

Imola: Dalpozzo 5, Errera 12, Planinic, Barattini 13, Begic 12, Colombo 12, Marcone 6, Agatensi 9, Orlando ne, Biandolino, Savino ne. All. Regazzi.

Basket C Gold, il derby è giallonero. La Intech Imola vola nel finale con Colombo
Sport 24 Gennaio 2020

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio. Attenzione, però, alla sosta natalizia.

BASKET. In A2 l”Andrea Costa scenderà in campo, domenica 26 (ore 18), al Ruggi contro Caserta. In serie B, invece, la Sinermatic Ozzano sarà impegnata domenica 26 (palla a due alle 18) a Porto Sant`Elpidio, mentre mercoledì 29 (ore 21) riceverà Jesi. Scendendo in C Gold, stasera spazio al derby Castel GuelfoIntech Imola (ore 21). Domenica 26, invece, il calendario proporrà Castenovo Monti-Medicina (alle 17) ed Olimpia Castello-Anzola (ore 18.30).

CALCIO. L”Imolese (serie C) scenderà in campo domenica 26 (ore 17.30) sul campo del Modena

CALCIO FEMMINILE. In serie C, campionato fermo per l”Imolese che ripartirà domenica 9 febbraio (alle 14.30) in casa contro San Miniato

FUTSAL. L”Imolese (A2) domani (ore 15) sarà ospite del Città di Massa.

PALLAVOLO. Questo weekend la Clai (B1) osserverà un turno di riposo.

PALLAMANO. Il Romagna di Tassinari (A2) sfiderà, domani (alle 18), in trasferta il Secchia Rubiera.

RUGBY. Imola (serie B), domenica 26 gennaio (ore 14.30), sarà ospite della Fiorentia.

Classifiche, calendario e tutte le infomazioni su «sabato sera», nella sezione Sport. (d.b.)

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Sport 23 Gennaio 2020

Tutto esaurito per la seconda edizione de «La notte dei campioni». Intervista a Red Scorpion

Tutto esaurito, ancora una volta, alla tensostruttura del centro sociale La Tozzona per la seconda edizione de «La notte dei campioni», appuntamento griffato Wrestling Megastars ed organizzato dal Bologna Wrestling Team con il patrocinio del Comune di Imola (qui l‘anteprima dell‘evento). Secondo gli organizzatori, sabato 18 gennaio erano 600 le persone assiepate per assistere allo show, circa un centinaio in più rispetto allo scorso anno. «La serata è andata molto bene – ha confermato il wrestler Red Scorpion – ed il pubblico ormai identifica la Tozzona come il luogo del wrestling a Imola».

Passando allo spettacolo sul ring, dopo il match di apertura stravinto dall’austriaco 8 volte iridato Chris «The Bambikiller» Raaber e Nico Narciso contro i Fat Machine Guns (duo formato da Trucker e Jason Cain), la sfida più apprezzata ha visto Lyon sollevare e battere Crater, il wrestler inglese più pesante del mondo. Pubblico entusiasta anche per il match tra Red Scorpion ed il leggendario Ultimo Dragon, che metteva in palio il titolo continentale dei medio massimi, interrotto però da King Danza e Vp Dozer che insieme hanno sfidato i due lottatori mascherati. «Abbiamo vinto con una mossa di coppia – ha raccontato il lottatore dozzese -. Erano anni che Ultimo Dragon non si esibiva in Italia ed è rimasto piacevolmente sorpreso per il calore del pubblico ed il livello degli altri lottatori, tanto che non ha notato nessuna differenza tra questo show e quelli a cui partecipa in giro per il mondo». Anche la cintura del titolo italiano non è stata assegnata, visto che King Danza e Vp Dozer si sono alleati ed hanno deciso di non combattere. Chiusa l’edizione 2020, è già tempo di pensare alla prossima. «Il sogno sarebbe quello di realizzare un prodotto televisivo» ha concluso Red Scorpion. (da.be.)

Foto Isolapress della serata

Tutto esaurito per la seconda edizione de «La notte dei campioni». Intervista a Red Scorpion
Sport 23 Gennaio 2020

La torre dell‘autodromo di Imola si tingerà dei colori dell‘azienda Aruba, sponsor della Ducati Superbike

La Ducati ha scelto il suo passato più leggendario per presentare le nuove Panigale R 4 cilindri che coi piloti Chaz Davies e Scott Redding parteciperanno al prossimo Mondiale Superbike che prenderà il via a Phillip Island il 29 febbraio. L’appuntamento è per mercoledì 12 febbraio alle ore 11 al Media Center dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari, (leggi qui). 

A livello di immagine l’autodromo imolese si appresta a diventare pure la dimora di Aruba, da 4 anni main sponsor della Team Ducati in Superbike. È ormai praticamente certo che la torre del circuito si tingerà dei colori Aruba probabilmente già per la presentazione del 12 febbraio. Non essendo ancora stato ufficializzato l’accordo, ovviamente non si conosce la durata del contratto che legherà il circuito del Santerno allo sponsor della Ducati. Un legame saldissimo che dura da 4 anni quello fra la storica marca di moto bolognese e l’azienda web di Ponte San Pietro (provincia di Bergamo), che va oltre la semplice sponsorship. Dunque, per restare all’epoca più recente, dopo essere stata blu, biancorossa, biancoverde, ora la torre che si erge sopra la linea di partenza della pista si appresta ancora a cambiare faccia. E così si presenterà nel week-end dall’8 al 10 maggio, che vedrà il Mondiale Superbike fare tappa a Imola per il quinto appuntamento stagionale. (a.d.p)

Nella foto (Isolapress): la torre dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari attualmente è bianca, priva di sponsor

La torre dell‘autodromo di Imola si tingerà dei colori dell‘azienda Aruba, sponsor della Ducati Superbike
Calcio 22 Gennaio 2020

L'Imolese batte 1-0 il Rimini, Chinellato è subito protagonista

La quarta dell’anno è una vittoria che conta, un gol che pesa, quello di Chinellato col Rimini al 38’ e che porta l’Imolese a +5 dall’ultimo posto. Ma i biancorossi ci hanno provato fino alla fine, trovando più occasioni da gol nei 5 minuti di recupero rispetto ai 90 della partita. L’Imolese ha sofferto ma comunque meritato, dimostrando che gli acquisti di gennaio faranno assai comodo. Bella la notizia di un ritrovato Checchi titolare, padrone dell’area, un po’ in ombra Belcastro, ma è da capire dopo le fatiche extra degli ultimi tempi. Più che discreta anche la prova di Ferretti, nonostante abbia abusato di qualche tocco lezioso: forse deve capire che non è più alla Triestina.

La partita è di quelle che si potrebbero ricordare a fine stagione. Insomma, di quelle importanti, anche se usare la parola decisiva sembra un po’ esagerato, con quasi tutto il girone di ritorno da giocare. Atzori non ha dubbi e mette dentro i rinforzi di gennaio, Ferretti e Chinellato. In porta c’è Rossi. Indifesa manca lo squalificato Della Giovanna, quindi resta Boccardi a destra, Carini trasla a sinistra e Checchi ritrova il centro. A centrocampo torna titolare Garattoni sulla destra, mentre dall’altro lato corre Valeau e in mezzo i consueti Marcucci e Alimi. Ferretti fa coppia con Belcastro nella trequarti campo, con Chinellatoil più avanzato del reparto offensivo.

La cronaca. Bum bum, parte forte il Rimini, che non si sposta dall’area imolese. Al 3’ batte un cross che Cigliano mette in mezzo e Ambrosini devia sulla traversa. Un bello spavento per la squadra di Atzori. Pian piano l’Imolese cresce, si vede subito che Ferretti gioca la palla ad un livello superiore. Al 19’ i rossoblù si fanno largo sulla sinistra, Valeau crossa e proprio Ferretti spara al volo, ma trova l’esterno della rete. Al 24’ l’Imolese ci riprova. Il corner di Marcucci serve la testa di Checchi, ma il suo pallonetto, ormai dentro, viene respinto da una zuccata del difensore Ambrosini. Tra qualche esitazione le occasioni dell’Imolese vanno ad aumentare e al 38’ Garattoni (dopo essersi liberato benissimo dell’uomo) spara un cross rasoterra dalla destra, però Chinellato non riesce a fare la deviazione vincente. Il gol era nell’aria e al 41’ Chinellato, servito direttamente dal portiere Rossi, corre come una locomotiva sulla destra (stile De Marchi lo scorso anno), va da solo e fulmina il portiere Sala con un tiro effettato che entra sul primo palo.

La ripresa. Si dormicchia per 10 minuti, quando l’arbitro improvvisamente si ricorda di avere i cartellini in tasca. Ne ammonisce tre del Rimini in pochi giri di lancette, ma i biancorossi non smettono di crederci e di spingere. Ecco allora che al 56’ Letizia spara dal limite dell’area e trova una paratona di Rossi, che devia in angolo. Al 58’ l’Imolese riesce finalmente a tornare in attacco, ma Valeau tutto solo dentro l’area non trova il passaggio giusto per ben due volte. Inizia la girandola dei cambi e al 65’ Atzori toglie uno spento Belcastro, ma anche l’autore del gol, per inserire Latte Lath e Vuthaj. Al 70’ Latte riesce a raccogliere un fallo interessante (quinto giallo per gli ospiti) e Ferretti su punizione ci prova da lontanissimo, con una botta che sorvola di poco la traversa. La partita avanza senza particolari scosse, per questo possiamo segnalare anche il tiruccio di Latte Lath verso la porta al minuto 82.

Il recupero. Collu di Cagliari concede 5 minuti e c’è da soffrire al freddo. L’Imolese ha effettuato tutti e 5 i cambi e di qualità ce n’è meno rispetto all’inizio. Il Rimini ci prova, con cross e angoli senza interruzione. Il pericolo più grosso arriva al 94’ con un colpo di testa di Messina bloccato da Rossi. L’ultimo batticuore è ancora con Rossi che blocca a terra un tiro di Remedi al 95’, giusto 10 secondi prima della fine. E’ andata.

Imolese- Rimini 1-0 (1-0)

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Checchi, Carini; Garattoni, Marcucci (85’ Tentoni), Alimi, Valeau (85’ Ingrosso); Belcastro (65’ Latte Lath), Ferretti (76’ Maniero); Chinellato (65’ Vuthaj). All. Atzori.

Gol: 38’ Chinellato (I).

L'Imolese batte 1-0 il Rimini, Chinellato è subito protagonista
Sport 22 Gennaio 2020

Calcio serie C, l'Imolese punta sui nuovi acquisti: Chinellato e Ferretti titolari nel derby

Alle 18.30 al Romeo Galli va in scena l‘attesissimo derby tra Imolese e Rimini. Arbitro della partita il signor Collu di Cagliari, che sarà coadiuvato dagli assistenti Conti e Galimberti, entrambi di Seregno.

Qui Imolese. Il tecnico Atzori proporrà il consolidato 3-4-2-1. In porta Rossi, davanti a lui la linea sarà composta da Carini centrale, Boccardi a destra e Checchi a sinistra che sostituisce lo squalificato Della Giovanna. In mezzo al campo Marcucci e Alimi, mentre sulle fasce agiranno, a destra, Garattoni e Valeau a sinistra. In attacco, dietro all”unica punta Chinellato, spazio per la coppia Belcastro-Ferretti.

Qui Rimini. Anche il modulo adottato da mister Colella dovrebbe essere lo stesso, con le due squadre che almeno inizialmente potrebbero giocare a specchio. Davanti all’estremo difensore Sala, la linea ritrova capitan Ferrani dopo il problema fisico che lo aveva costretto al forfait contro il Sudtirol. Accanto a lui dovrebbero giocare sia Paramatti che De Vito. A centrocampo, Cigliano affiancherà Remedi con Finizio a destra e Silvestro a sinistra. Infine, il peso dell’attacco sarà interamente sulle spalle di Gerardi che sarà sorretto da Arlotti e Palma. (da.be.)

Le probabili formazioni

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Carini, Boccardi, Checchi; Marcucci, Alimi, Garattoni, Valeau; Belcastro, Ferretti; Chinellato. All. Atzori.

Rimini (3-4-2-1): Sala; De Vito, Ferrani, Paramatti; Cigliano, Remedi, Finizio, Silvestro; Palma, Arlotti; Gerardi. All. Colella.

Foto concessa dall‘Imolese

Calcio serie C, l'Imolese punta sui nuovi acquisti: Chinellato e Ferretti titolari nel derby
Sport 22 Gennaio 2020

Motori, quarant’anni di carriera per Valter Bartolini: «Vinco, quindi continuo»

Se nelle moto esistesse un campionato triathlon, probabilmente Valter Bartolini ne sarebbe il re incontrastato anche ora che insegue le 56 primavere, che raggiungerà il prossimo Ferragosto. I suoi 40 anni di carriera sono un meraviglioso esempio di versatilità, dedizione, tenacia, coraggio, oltre che simbolo e manifesto di longevità agonistica di un motociclismo lontano dai riflettori dei grandi media e nel quale la passione prevale nettamente sul business. Fantasticando, potremmo dire che, se fosse stato un top driver della velocità, avrebbe sfidato tutti, da Kenny Roberts a Marc Marquez, attraversando le generazioni e adattandosi perfettamente all’evoluzione delle numerose moto guidate anche nel cross e nel motard.

E non è finita, perché Bartolini è intenzionato a scrivere altre pagine della sua incredibile storia fatta di tante vittorie, ma anche di molti sacrifici. Con in testa un’aspirazione folle e affascinante nello stesso tempo, correre sul circuito stradale più antico e pericoloso del mondo: quello del Tourist Trophy sull’isola di Man. «E’ un sogno che poteva concretizzarsi ai tempi in cui disputavo il campionato canadese – ci ha rivelato Bartolini -. Ma non ci fu seguito. La voglia di andarci mi è rimasta dentro e, se un team me lo proponesse, accetterei. Non prima però di aver imparato bene il percorso. So che è molto difficile e rischioso correre là, ma io ho sempre pensato che se è destino che uno debba farsi male, gli può succedere ovunque». (a.d.p.)

L”intervista completa su «sabato sera» del 16 gennaio.

Nella foto: Bartolini insieme a Dovizioso

Motori, quarant’anni di carriera per Valter Bartolini: «Vinco, quindi continuo»
Sport 21 Gennaio 2020

Calcio serie C, domani è il grande giorno del derby Imolese-Rimini

Ad un mese esatto dal 22 dicembre (giorno in cui si sarebbe inizialmente dovuta giocare la partita prima dello sciopero), Imolese e Rimini si ritrovano al Romeo Galli un derby sempre molto sentito, quest”anno sicuramente di più per la posta in palio. Le due squadre si sfideranno dopo un inizio 2020 piuttosto simile a livello di risultati: entrambe, dopo aver vinto la gara inaugurale del nuovo anno rispettivamente contro Arzignano e Feralpisalò, sono incappate in una sconfitta con Reggiana e Sudtirol. «Domani ci attende una partita difficile come un po’ tutte alla fine anche perché, da quando sono qui all’Imolese, il mio cammino è sempre stato quello di rincorrere – ha commentato il tecnico rossoblù Atzori -. Affrontiamo una partita che reputo la più importante per diverse concause tra cui il fatto che giochiamo in casa e dobbiamo sfruttare il fattore campo contro un Rimini che si è rinforzato. Naturalmente la cosa più importante è e rimane il risultato».

Il Rimini, invece, nel calciomercato invernale che ha rivoluzionato enormemente la rosa. Un intervento necessario vista la situazione che vede la squadra di Colella all’ultimo posto in classifica a quota 15 punti ma a sole 4 lunghezze dalla salvezza diretta. La speranza dei rivieraschi è di invertire il trend (fino ad ora piuttosto negativo con 5 sconfitte, 1 vittoria, 12 goal subiti ed appena 4 segnati) in un girone di ritorno cruciale.

I convocati dell‘Imolese

Portieri. 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi. Difensori: 2 Alboni, 5 Checchi, 19 Boccardi, 23 Garattoni, 26 Carini, 27 Valeau, 29 Ingrosso, 30 Schiavi. Centrocampisti. 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 17 Maniero, 25 Artioli. Attaccanti. 7 Latte Lath, 9 Vuthaj, 14 Ngissah, 20 Sall, 21 Chinellato, 32 Ferretti.

Calcio serie C, domani è il grande giorno del derby Imolese-Rimini
Sport 21 Gennaio 2020

Ciclismo, l’edizione 2020 del Giro d’Italia Under 23 farà tappa a Mordano

Il Giro d’Italia Giovani Under 23 del 2020 farà tappa a Mordano. È stato annunciato questa mattina, martedì 21 gennaio, a Milano e ora la data è da segnare in rosso nel calendario: sabato 6 giugno, la terza tappa partirà da Riccione per concludersi proprio in centro a Mordano, dove ha sede la Nuova Ciclistica Placci 2013. Il Giro U23 arriva praticamente a casa di Marco Selleri, il direttore generale della corsa, che dopo l’esperienza del Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp (fino al 2015, dopo aver iniziato nel 2008 prendendo il posto di Giuseppe Gaddoni) è riuscito nel 2017, insieme al gruppo di volontari della Placci, quasi tutti di Mordano, Bubano, Imola e altri Comuni della Bassa Romagna, a rilanciare una corsa che mancava da cinque anni.

Il Giro Giovani è oggi la più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, strategica per far crescere il movimento ciclistico italiano e permettere ai giovani talenti di confrontarsi con i più forti al mondo. Ancora presto per poter definire «ufficiali» i percorsi della tappa, ma si sa già che la Riccione-Mordano sarà una tappa molto spettacolare, impegnativa, con tante salite sui nostri Appennini e un finale che vedrà la carovana entrare nel territorio imolese da Riolo Terme: i corridori affronteranno Mazzolano e Lola, per poi scendere via Bergullo, passare da Zello e scendere ancora verso Bagnara; a quel punto, un passaggio a Bubano e l’arrivo in centro a Mordano. Ci sarà da divertirsi, a casa di Marco Selleri, della Nuova Ciclistica Placci 2013 e di tutto il team al lavoro con la passione che lo ha sempre contraddistinto. (ma.ma.)

Approfondimenti sul numero di «sabato sera» del 23 gennaio.

Nella foto (dalla pagina Facebook del Giro d’Italia Under 23): Marco Selleri e la maglia rosa 2019 Andres Camilo Ardila

Ciclismo, l’edizione 2020 del Giro d’Italia Under 23 farà tappa a Mordano

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast