Sport

Cronaca 13 Settembre 2021

La Variante Alta è stata intitolata a Fausto Gresini – Gli scatti più belli

Ieri all’autodromo la cerimonia di intitolazione della Variante Alta a Fausto Gresini, scomparso lo scorso 23 febbraio a soli 60 anni.

Presenti il presidente della Regione Stefano Bonaccini, il sindaco Marco Panieri, l’assessore all’Autodromo Elena Penazzi, i vertici dirigenziali dell’autodromo e ovviamente i famigliari di Fausto. Nel corso della cerimonia, è stata scoperta una stele a ricordo dell’ex pilota e manager imolese. (r.cr.)

Foto Isolapress

La Variante Alta è stata intitolata a Fausto Gresini – Gli scatti più belli
Sport 12 Settembre 2021

Basket Supercoppa serie B, Sinermatic Ozzano ko a San Miniato

Ko pesante, almeno nel punteggio, per la Sinermatic Ozzano che cade 86-60 sul campo di San Miniato nel primo turno di Supercoppa. Toscani più forti e rodati rispetto alla squadra di coach Loperfido che resiste solo un tempo e, complice la scarsa vena dall’arco, non riesce nell’impresa di passare alle semifinali. (r.s.)

San Miniato-Sinermatic 86-60 (19-14; 42-27; 60-46)

Foto dalla pagina Facebook della Sinermatic Ozzano

Basket Supercoppa serie B, Sinermatic Ozzano ko a San Miniato
Calcio 12 Settembre 2021

Imolese: un pareggio giusto a Cesena

Buon pareggio, giusto. Il Cesena ha avuto più occasioni da gol (6 tiri in porta, per lo più deboli), l’Imolese ha giocato meglio nella ripresa, senza mai trovare conclusioni degne di nota. Resta il dubbio di un rigore non fischiato su Matarese nel finale di primo tempo, ma l’analisi del match non cambia. Quattro punti raccolti tra Viterbo e Cesena sono oro colato, in attesa di un Siena che fa paura (domenica 19, ore 17.30).

Il punto. Squadra che vince non si cambia. Anzi, si cambia pochissimo, perché gli unici assenti rispetto a Viterbo sono Angeli, che lascia il posto a Vona al centro della difesa e Torrasi (risentimento all’ultimo secondo). Per il resto, Rossi in porta (alla 93esima presenza in campionato), Cerretti e Lia terzini, Rinaldi vicino al citato Vona, che rientra dopo le 2 giornate di squalifica rimediate la scorsa stagione nel Bisceglie. Centrocampo con Lombardi, D’Alena e Benedetti. Attacco con De Sarlo centrale, affiancato da Padovan (a destra) e Matarese. Ricordiamo che nell’aprile scorso l’Imolese sbancò il Manuzzi 2-0 (con Spagnoli in panca) grazie alla doppietta di Polidori, i suoi ultimi gol in maglia rossoblù. Una vittoria decisiva per la salvezza, poi ottenuta ai play-out.

La cronaca. Subito occasioni da entrambe le parti, poi la partita si placa un po’, anche se resta piacevole. Al 4’ Lombardi la spizza di testa, ma ne esce fuori un tiro che non preoccupa Nardi. Lo stesso portiere si impappina al 9’ e Benedetti lo anticipa, ma non riesce a tirare bene, col corpo dell’estremo difensore che ci mette una pezza finale. Poi arrivano 4 occasioni consecutive per il Cesena. All’11’ su corner Mulè la colpisce e Rossi blocca a terra, a due dita dalla linea. Al 17’ la sfera termina a Bortolussi tutto solo a due passi dalla porta, ma dà un tiretto debole e inconcepibile Rossi para due mani petto. Stessa cosa al 22’, stavolta con Zecca, sembra quasi che giochino con la palla medica, quella che pesa 1 chilo. Poco differente la conclusione al 31’ di Caturano e Rossi continua a ringraziare gli avversari. L’episodio peggiore arriva al 47’, quando Matarese viene atterrato in area da Ardizzone, che lo butta giù stile Chiellini nella finale degli Europei. Sembra rigore netto, ma l’arbitro sorride e lascia stare. Per coerenza almeno poteva ammonire l’esterno rossoblù, altrimenti qualcosa non torna…

La ripresa. Brutto cambio quello di Santopadre al posto di Rossi, sperando che il capitano non abbia nulla di grave; entra anche Lombardino al posto di Padovan. Bello, ma sterile il secondo tempo. L’Imolese tiene il pallino del gioco fino a metà frazione, ma i troppi tentativi di ultimo passaggio si infrangono sempre sui bianconeri. Dunque: zero tiri in porta, nonostante le geometrie piacevoli. Ecco allora che si rischia la beffa, quando al 71’ Pierini dà l’unico tiro del Cesena. Santopadre però è pronto, così come è pronto al 92’, quando Rigoni spara in porta e si ritrova il portiere nella sua traiettoria. In quegli ultimi 20 minuti era successo poco o niente, a parte l’espulsione (doppio giallo) di Vona al 73’, obbligando Fontana a togliere De Sarlo per inserire Angeli; sono entrati anche La Vardera e Belloni, ma si torna a casa. Quattro punti raccolti in due trasferte così difficili non sono male, anzi. (p.z.)

Cesena – Imolese 0-0

Imolese (4-3-3): Rossi (46’ Santopadre); Cerretti, Rinaldi, Vona, Lia; Lombardi, D’Alena (80’ La Vardera), Benedetti; Padovan (46’ Lombardi L.), De Sarlo (74’ Angeli), Matarese (82’ Belloni). All. Fontana.

Imolese: un pareggio giusto a Cesena
Sport 11 Settembre 2021

Basket Supercoppa serie B, l’Andrea Costa espugna Cesena e passa il turno

Inizia con un successo la nuova Andrea Costa targata Federico Grandi. I biancorossi, nel primo turno di Supercoppa, hanno infatti espugnato 59-56 il parquet di Cesena. Decisiva la tripla di tabella a due secondi dalla fine firmata da Corcelli.

L’Andrea Costa passa così il turno e nella semifinale nel girone B (da disputare entro mercoledì 15 settembre) affronterà la vincente del match tra Ancona e Civitanova Marche che si disputerà domani. I biancorossi saranno di scena al palaRuggi solo in caso di successo degli ospiti, altrimenti giocheranno nuovamente in trasferta. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): coach Grandi

Basket Supercoppa serie B, l’Andrea Costa espugna Cesena e passa il turno
Sport 11 Settembre 2021

Gianluca Galeati è un vero «ultra», il re delle Alpi è pronto per il suo 8° Tor des Geants

Dopo un anno di stop a causa del Covid torna in Valle d’Aosta il Tor des Geants, gara ultra-trail (corsa estrema in montagna) tra le più massacranti al mondo. E al via ci sarà ancora una volta Gianluca Galeati, imolese classe 1983, all’ottava partecipazione (la prima nel 2012) dopo un 2° posto nel 2015, quando sfiorò la vittoria in condizioni atmosferiche proibitive, un 7° nel 2014 e un 9° nel 2018.

Partenza da Courmayeur domani, domenica 12 settembre, alle ore 10, la gara prevede 330 km con oltre 24mila metri di dislivello positivo (considerando cioè solo la salita) attraverso il Parco Nazionale del Gran Paradiso e quello Regionale del Mont Avic, toccando i «giganti» delle Alpi: Monte Bianco, Gran Paradiso, Monte Rosa e Monte Cervino. Tempo limite entro 150 ore, ma i più forti chiudono in poco più di 70 ore, riposando per un paio di ore divise in «micro-sonni». «Arrivo bene: non è sufficiente per avere certezze, ma è una buona base di partenza. Inizio con una mentalità positiva e spero di mantenerla il più a lungo possibile. Alla partenza sai già che le ultime 30 ore saranno di pura sofferenza, speriamo di saper gestire le difficoltà, inevitabili in queste gare, e di non avere intoppi così grandi da precludere una buona prova». (ma.ma.)

Per seguire l’ultra runner imolese rimanete collegati sul sito del Tor des Geants o controllate gli aggiornamenti live sulla pagina Facebook di Gianluca Galeati.

L’intervista su «sabato sera» del 9 settembre.

Nella foto: Gianluca Galeati

Gianluca Galeati è un vero «ultra», il re delle Alpi è pronto per il suo 8° Tor des Geants
Sport 11 Settembre 2021

Beach tennis, Giulia Gasparri sul tetto d’Europa

Un altro titolo per la mordanese Giulia Gasparri che a Sofia (Bulgaria), in coppia con la cervese Ninny Valentini, si è laureata campionessa europea di beach tennis.

Le azzurre, n° 1 del tabellone, dopo aver superato le cipriote Horiceanu-Xenophontos (6-0, 6-0), le tedesche Biglmaier-Pelster, (6-1, 6-3) e le russe Churakova-Nikoian (6-2, 7-6), nella finale disputata oggi hanno sconfitto l’altra coppia italiana formata da Nicole Nobile e la dozzese Sofia Cimatti (6-2, 6-2).

Foto dalla pagina Instagram di Giulia Gasparri

 

Beach tennis, Giulia Gasparri sul tetto d’Europa
Sport 10 Settembre 2021

Sette parate di ricordi, 200 Miglia di emozioni

Se è vero che non muore mai nulla che sia passato dal cuore, allora la «200 Miglia Revival» in programma domani, sabato 11, e domenica 12 settembre all’autodromo Enzo e Dino Ferrari è un chiaro, esplicito e caldo invito ad assaporare il piacere della memoria per chi l’ha vista almeno una volta quella leggendaria corsa.

Prepariamoci perciò a vivere un viaggio a ritroso nel tempo, accarezzati da quei ricordi dove a predominare erano le emozioni di vedersi e sentirsi sfrecciare davanti agli occhi moto che ancora oggi sembrano sogni divenuti realtà. In pista a Imola scenderanno 350 piloti nell’ambito delle sette parate non competitive: 200 Miglia, 100 Miglia, 50 Miglia, Coppa d’Oro, Endurance, Sidecar, Historic Fim, un gruppo quest’ultimo riservato solo a mezzi strettamente originali. A questi 350 se ne aggiungeranno altri 250 impegnati nelle prove libere.

Due le giornate nelle quali si potrà spalancare il gas in pista a cominciare dalle 8 fino alle 18.20, mentre i biglietti (12 euro o 20 il cumulativo per due giorni) si potranno acquistare su TicketOne o direttamente alle biglietterie nei pressi dell’autodromo. Per accedere all’evento sarà necessario esibire il green pass. (a.d.p.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 9 settembre.

Sette parate di ricordi, 200 Miglia di emozioni
Sport 9 Settembre 2021

Inaugurazione Via del Gesso, si parte a mezzogiorno con una camminata dalla stazione di Imola

Domani, venerdì 10 settembre, in occasione del «taglio del nastro» della nuova via nella Vena del Gesso, un trekking di 70 km che unisce Imola e Faenza, si terrà un cammino inaugurale con partenza alle ore 12 dalla stazione ferroviaria di Imola. (r.s.)

La Via del Gesso parte dalla stazione dei treni di Imola, percorre la città fino a Borgo Tossignano sulla ciclovia del Santerno, raggiunge il parco della Vena del Gesso, per arrivare poi a Brisighella e da qui discendere fino a Faenza e terminare alla stazione ferroviaria della città manfreda. in sintesi: 70 km di sviluppo lineare, 2.570 m. di dislivello positivo e 2600 m. negativo, 3 tappe escursionistiche (o più a seconda delle vostre scelte), 24,5 ore come tempo totale di percorrenza (tempo medio del medio camminatore, escluse le soste e pause).

Per ulteriori informazioni

Inaugurazione Via del Gesso, si parte a mezzogiorno con una camminata dalla stazione di Imola
Sport 9 Settembre 2021

«Trofeo McDonald’s Imola», in campo al palaRuggi Paola Egonu e le altre azzurre campionesse d’Europa

Andrà in scena nel weekend del 25-26 settembre al palaRuggi il «Trofeo McDonald’s Imola», quadrangolare di pallavolo femminile riservato alle squadre di serie A ed organizzato da Diffusione Sport.

Quattro, come detto, le formazioni partecipanti, ovvero Conegliano, squadra campione d’Italia e d’Europa in carica, Scandicci, Firenze e Monza. Se per le prime due si tratta dell’esordio nella manifestazione, non si può dire lo stesso per le altre che avevano già preso parte all’evento nel 2019.

Il format prevede le semifinali sabato 25 settembre: alle 16.30 Scandicci contro Monza ed a seguire Conegliano se la vedrà con Firenze. Finali la domenica, con quella per il 3° posto alle 16 prima della finalissima. 

Al palaRuggi scenderanno quindi in campo alcune delle campionesse azzurre fresche vincitrici dell’Europeo come Paola Egonu, Miriam Sylla, Monica De Gennaro, Anna Danesi ed Elena Pietrini, nata a Imola e figlia dell’ex giocatore dell’Andrea Costa Alberto, oltre che ad altre interessanti giocatrici da tutto il mondo.

La manifestazione sarà visibile anche in streaming sui social di Diffusione Sport e di Radio Bruno. (f.a.l.)

Nella foto (dalla pagina Facebook di Conegliano): Paola Egonu

«Trofeo McDonald’s Imola», in campo al palaRuggi Paola Egonu e le altre azzurre campionesse d’Europa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast