Sport

Sport 10 Febbraio 2019

Pallavolo B2 femminile, a Cervia un tie-break al… miele per la Vtb Ozzano

Ritorna al successo la Vtb Pianamiele Ozzano che espugna 3-2 il campo di Reggio Emilia, squadra anch”essa invischiata nella lotta per non retrocedere. Con questa vittoria le ragazze di Casadio rimangono sempre all”11° posto in classifica, ma ora ad una sola lunghezza dalla prima squadra salva, ovvero Rimini.

In Romagna, Ozzano parte male e cede il primo set alle padrone di casa. Nel secondo e terzo parziale, però, le emiliane ribaltano la situazione, prima di capitolare nel quarto set. Si va al tie-break, il terzo in stagione per la Vtb, che si conclude agevolmente in favore delle ragazze di Casadio.

Nel prossimo turno, in programma domenica 17 (ore 18), la Vtb Ozzano affronterà in casa l”Arbor Reggio Emilia. (d.b.)

Tabellino

Cervia-Vtb Ozzano 2-3 (25-18, 19-25, 19-25, 25-20, 8-15)

Nella foto (di Annalisa Mazzini): la Vtb Ozzano

Pallavolo B2 femminile, a Cervia un tie-break al… miele per la Vtb Ozzano
Sport 9 Febbraio 2019

Basket C Gold, al palaMarchetti di Castel Guelfo passa anche Fiorenzuola

Zero punti per Castel Guelfo che perde 82-70 al palaMarchetti contro Fiorenzuola e rinvia l”appuntamento con la vittoria che manca ormai da un mese.

Primo tempo tutto di marca piacentina con percentuali altissime da 3 per Fiorenzuola. Castel Guelfo, invece, litiga con il ferro dall”arco, così come ai liberi, e complice una fase difensiva al di sotto delle aspettative scivola indietro nel punteggio ed è costretta ad inseguire dopo l”intervallo lungo (41-54). Nel terzo quarto, ultimamente il tallone d”Achille per i padroni di casa, i gialloblù riescono però a invertire la rotta e rosicchiare punto su punto a Fiorenzuola, con Filippo Govi e Musolesi grandi trascinatori. L”ultimo quarto vede Castel Guelfo partire da -5 (61-66), ma gli ospiti si dimostrano implacabili e non si fanno sorprendere fino alla sirena finale.

Nel prossimo turno, in programma sabato 16 (ore 21), Castel Guelfo sarà ospite di Montecchio. (d.b.)

Tabellino

Prosic-Fiorenzuola 70-82 (17-25, 41-54, 61-66)

Castel Guelfo: Musolesi 15, Saccà 4, Pieri 7, F. Govi 19, Grillini 5, Nembrini ne, Bergami 9, Lugli 6, Santini 2, Bonazzi, Baccarini 3. All. Serio. 

Fiorenzuola: Zucchi 3, Cunico 12, Sprude 14, Yabre 7, Galli 16, Sichel 14, Carini ne, Fellegara ne, Dias, Colonnelli 11, Sabbadini 2, Lottici 3. All. Lottici.

Nella foto: Lorenzo Grillini

Basket C Gold, al palaMarchetti di Castel Guelfo passa anche Fiorenzuola
Sport 9 Febbraio 2019

Futsal serie B, anche dopo la sosta l'Imolese Kaos non perde il «vizio» di vincere

Due settimane di stop non hanno fatto perdere il «vizio» di vincere all”Imolese Kaos. Alla Cavina, infatti, i rossoblù hanno superato 5-3 (tripletta di Castagna, reti di Tiago e Micheletto) il Città di Mestre, rimanendo così saldamente in vetta alla classifica. Anzi, complice il pareggio casalingo a sorpresa della Fenice, la squadra di Carobbi ha portato il vantaggio sulla seconda a +9.

Match comunque non facile per Vignoli e compagni che all”intervallo erano addirittura sotto di due reti. Nella ripresa però si è scatenato il ciclone Castagna che ha regalato altri tre punti fondamentali ai rossoblù verso la promozione.

Nella prossima giornata, in programma sabato 16 (ore 16) l”Imolese Kaos farà visita al fanalino di coda Futsal Atesina. (d.b.)

Tabellino

Imolese Kaos-Città di Mestre 5-3 (p.t. 1-3)

Imolese: Juninho, Spadoni, Gabriel, Tiago, Zonta, Castagna, Vignoli, Baroni, Salas, Bueno, Micheletto, Paciaroni. All. Carobbi.

Gol: 1’ Vettore (C), 12’ Vettore (C), 3’ Castagna (I), 16’ Franceschini (C); 1’ s.t. Castagna (I), 3’ Micheletto (I), 11’ Castagna (I), 19’ Tiago (I).

Nella foto (Isolapress): time-out in casa rossoblù

 

Futsal serie B, anche dopo la sosta l'Imolese Kaos non perde il «vizio» di vincere
Calcio 9 Febbraio 2019

Lanini cannoniere del girone, una bellissima Imolese a Gubbio

Una delle più belle dell’anno, almeno per il primo tempo. L’Imolese ha battuto il Gubbio 3-2 dopo essere andata in svantaggio nei primi minuti, dopo che anche Belcastro era stato costretto ad uscire per un risentimento muscolare. Ha segnato Mosti e poi Lanini ha chiuso con una doppietta che lo porta ad essere il cannoniere del girone con 10 gol. Qualche patema nel finale, quando al 90’ il Gubbio ha accorciato le distanze, ma stavolta la beffa non c’è e la squadra di Dionisi si innalza a quota 41.

La cronaca. Si parte e il Gubbio vuole subito farsi sentire, ha qualche occasione e ben presto trova il gol. Da un cross sulla sinistra il pallone arriva a centro area, dove il piccolo De Silvestro colpisce indisturbato di testa e spedisce il pallone alle spalle di Rossi. Ma dopo la rete c’è solo l’Imolese, con un gioco che ubriaca i padroni di casa, che riescono ad uscire solo per qualche contropiede, uno solo dei quali al 39’ che potrebbe mettere in difficoltà i rossoblù, ma Fiore è bravo in scivolata. Nel mezzo dilaga la squadra di Dionisi, con tanto possesso palla e occasioni a raffica. Al 14’ Saber si fa parare il tiro. Al 18’ la sfera arriva a Mosti che da posizione centrale al limite dell’area lascia partire un tiro a giro sul quale non può nulla Marchegiani. Al 23’ Saber fa un’incursione in area e ci sono molti sospetti per un rigore non concesso. Al 25’ è Lanini a provarci, ma la palla termina fuori, Al 41’ Giovinco (entrato al posto di Belcastro al 6’, probabile problema muscolare) tira dal limite dell’area e la sfera con una parabola tutta sua cade e colpisce la traversa a portiere battuto. Al 43’ Lanini intercetta un pallone e vola in contropiede tutto solo, superando il Gubbio da posizione defilata. Al 46’ un altro contropiede imolese, con Lanini che stavolta tira fuori.

La ripresa. Molta meno Imolese rispetto al primo tempo, ma era prevedibile. Come nel primo tempo, i padroni di casa partono forte, però al 55’ Carraro inventa un lancio perfetto che Lanini stoppa in maniera sublime, allungandosi il pallone quel metro che gli consente di battere il difensore e tirare in porta per il 3-1 della serenità. Tre minuti dopo è Giovinco ad avere un’altra possibilità, ma da lì alla fine c’è molto più Gubbio, che reclama anche un rigore al 67’ per un ipotetico fallo di mano di Carini. Al 70’ c’è poi Cattaneo a sparare alto da posizione favorevole, mentre al 79’ Rossi para tranquillamente un tiro senza pretese. Il misfatto arriva al 90’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo c’è prima un colpo di testa e poi la sfera termina sui piedi di Campagnacci che spara fortissimo in rete. Nei 5’ minuti di recupero però i padroni di casa non fanno più paura. (paolo zanelli)

Gubbio – Imolese 2-3 (1-2)

Imolese (4-3-1-2): Rossi; Sciacca, Boccardi, Carini, Fiore (60’ Varutti); Saber (78’ Gargiulo), Carraro, Valentini; Mosti (78’ Bensaja); Lanini (60’ De Marchi), Belcastro (6’ Giovinco). All. Dionisi.

Gol: 9’ De Silvestro (G), 18’ Mosti (I), 43’ Lanini (I), 55’ Lanini (I), 90’ Campagnacci (G).

Lanini cannoniere del girone, una bellissima Imolese a Gubbio
Sport 9 Febbraio 2019

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Gubbio

Dopo le gioie di Coppa è ora di rituffarsi nel campionato per l”Imolese che oggi  (ore 14.30) affronta allo stadio «Pietro Barbetti» il Gubbio (all”andata finì 1-0 con rete di Lanini). Il rettangolo verde umbro rappresenta un autentico fortino per gli i padroni di casa che in stagione non hanno mai perso sul loro campo (4 vittorie e 8 pareggi), subendo solamente 2 reti e diventando di fatto la migliore difesa d”Europa tra le mura amiche. In trasferta però le cose non vanno allo stesso modo e questo spiega il 13° posto del Gubbio in campionato, con addirittura più reti subite rispetto alla squadra di Dionisi (19 contro 20).

Dalla gara d”andata però molte cose sono cambiate. In panchina non c”è più Alessandro Sandreani, ma «Nanu» Galderisi. La sua squadra arriva all”appuntamento forte di 5 risultati utili consecutivi, frutto di tre vittorie e due pareggi, nelle ultime giornate, con Teramo e Fano. Davanti gli umbri nel mercato invernale hanno acquistato Matteo Chinellato (già due reti per lui con la nuova maglia) al posto di Ettore Marchi, passato al Monza, mentre a centrocampo il rinforzo è Guido Davì, ex Feralpi Salò. Galderisi schiererà i suoi con il classico 4-2-3-1: in porta il figlio d”arte Marchegiani, al centro della difesa la coppia Espeche-Piccinni, mentre in mediana Davì, Benedetti e Malaccari si giocheranno due posti tra gli undici. Davanti Casiraghi, De Silvestro e uno tra Battista e Campagnacci agiranno alle spalle di Chinellato.

Dirigerà la gara il signor Pascarella di Nocera Inferiore, con assistenti D’Apice e De Angelis.

In vista del match sono 23 i convocati dal tecnico Galderisi.

Convocati Gubbio

Portieri. 1 Battaiola, 27 Marchegiani. Difensori. 2 Adorni, 3 Lo Porto, 5 Nuti, 6 Maini, 15 Schiaroli, 19 Espeche, 20 Tofanari, 23 Piccinni, 25 Pedrelli. Centrocampisti. 7 Malaccari, 8 Benedetti, 10 Casiraghi, 14 M. Conti, 18 Ricci, 28 Davì. Attaccanti. 9 Chinellato, 11 De Silvestro, 17 Tavernelli, 24 Plescia, 26 Campagnacci, 29 Cattaneo.

Probabile formazione

Gubbio (4-2-3-1): 27 Marchegiani; 2 Adorni, 25 Pedrelli, 19 Espeche, 23 Piccinni; 28 Davì, 7 Malaccari; 10 Casiraghi, 11 De Silvestro, 29 Cattaneo; 9 Chinellato. All. Galderisi.

Foto del match d”andata tratta dalla pagina facebook del Gubbio 

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Gubbio
Sport 8 Febbraio 2019

Calcio serie C, l’Imolese sta attenta al… Lupo, Gubbio è un pericolo

L’Imolese è arrivata nel pomeriggio a Gubbio dove giocherà alle 14.30 di sabato. Sul pullman tante certezze in più dopo il passaggio del turno in Coppa Italia e qualche interrogativo sulla capacità della squadra di gestire una partita meno difficile delle precedenti dal punto di vista psicologico ma più complessa perché l’avversario è comunque dotato e il campo di Gubbio non è dei più facili.

Per quanto riguarda la formazione il mister rossoblù Alessio Dionisi ha le idee chiare per il centrocampo dove Saber, Carraro e Valentini sono pronti. Anche in difesa ci sono molte certezze e un solo dubbio: Checchi ha qualche piccolo problema e potrebbe lasciare spazio a Boccardi. In attacco Belcastro e Mosti sono vicini alla titolarità mentre per il ruolo di terzo attaccante è Lanini il nostro favorito, ma tutto è aperto. Sono 24 i convocati (assente il lungodegente Garattoni) ma solo 23 andranno a referto. (Paolo Bernardi)

PROBABILE FORMAZIONE IMOLESE

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 19 Boccardi, 26 Carini, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 8 Valentini; 29 Mosti; 10 Belcastro; 17 Lanini. (1 Turrin, 4 Bensaja, 5 Checchi, 6 Tissone, 7 Varrutti, 9 Cappelluzzo, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Raineri, 20 Gargiulo, 27 Rossetti, 28 Giovinco, 30 De Marchi). All. Dionisi.

Nella foto (dalla pagina facebook dell”Imolese): la gioia dei rossoblù dopo il gol della vittoria in Coppa contro la Carrarese firmato da Boccardi

Calcio serie C, l’Imolese sta attenta al… Lupo, Gubbio è un pericolo
Sport 8 Febbraio 2019

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio. 

BASKET. L”Andrea Costa (A2), dopo la vittoria al secondo supplementare contro Mantova, domenica 10 sfiderà in trasferta Ferrara (ore 18). La Sinermatic Ozzano (serie B), invece, sarà impegnata, occasionalmente domenica (palla due alle 18) in casa contro Milano. Scendendo in C Gold la Vsv Imola affronterà domenica al Ruggi Castelnovo Monti (alle 18), mentre domani sera Castel Guelfo ospiterà al palaMarchetti Fiorenzuola (ore 21). In C Silver, infine, domani sera spazio a Grifo ImolaCastelfranco (ore 18.30), mentre Olimpia Castello-Artusiana e Medicina-Granarolo scenderanno in campo alle 21.

CALCIO. L”Imolese (serie C) tornerà in campo domani, sabato 9 (ore 14.30), a Gubbio. Passando ai dilettanti (fischio d”inizio sempre alle 14.30), in Eccellenza ci sarà Copparese-Medifossa e Argentana-Sanpaimola, mentre in Promozione il calendario metterà di fronte Sparta Castel Bolognese-Sesto Imolese e Portuense-Valsanterno. In Prima Categoria spazio a Borgo Panigale-BubanoLibertas Castello-Crespo, Juvenilia-Montefredente, Ozzanese-San Lazzaro, Fontanelice-Marzabotto e Osteria Grande-Castellettese. Scendendo in Seconda Categoria (girone L) la Tozzona andrà sul campo del Fossolo, il Sant”Antonio a La Dozza e l”Amaranto Castel Guelfo sarà di scena in casa contro il Bononia. Nel girone N di Seconda Categoria, invece, Castel del Rio e Mordano giocheranno rispettivamente a Palazzuolo e San Rocco. Chiudendo con la Terza Categoria, occhi puntati su Ozzano ClaternaAcademy ImolaDozzese-Cagliari, San DonatoSporting Valsanterno, Stella Azzurra-Villanova e Sporting Guelfo-San Gabriele.

CALCIO DONNE. L”Imolese (serie C) affronterà domenica 10 a Sesto Imolese la Libertas Lucca (ore 14.30).

FUTSAL. Imolese Kaos (serie B) tornerà in campo domani alla Cavina contro il Città di Mestre (ore 15).

PALLAVOLO DONNE. Nel campionato d B2 fari puntati domani su Cervia-Vtb Ozzano (ore 21), mentre domenica la Clai Imola riceverà Rovigo (alle 18).

RUGBY. In C1 Imola e Castel San Pietro torneranno in campo domenica 17 febbraio.

PALLAMANO. Il Romagna (A2) giocherà domani alla Cavina contro il Verdeazzurro Sassari (ore 19).

(d.b.)

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Cronaca 7 Febbraio 2019

Premio Rotary Sport 2019, le più belle immagini della 35^ edizione. IL VIDEO

Nella serata di lunedì si è svolta, all”interno della Sala Polivalente-Media Center dell’autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, la 35° edizione del Premio Rotary Sport, destinato agli studenti delle Scuole Medie Superiori di Imola che si sono distinti abbinando allo studio risultati sportivi di rilievo.

Il concorso, organizzato dal Rotary Club di Imola e che negli anni ha elargito riconoscimenti a più di 2.500 studenti, per l”occasione ha premiato 94 ragazzi e ragazze, tra cui Anna Manaresi e Sofia Dalmonte, vincitrici della Medaglia d’oro. Tra i testimonial dell’evento, Lorenzo Checchi e Michele Valentini, giocatori dell’Imolese Calcio 1919, oltre a Patricio Prato, cestista dell’Andrea Costa Basket, e Davide Scazzieri, atleta nazionale paralimpico di tennis tavolo. Presente anche la nuotatrice Alessia Polieri, i rappresentanti delle forze dell”ordine e dell”amministrazione comunale. (d.b.)

Nella foto: la platea durante la serata all”autodromo

Sport 6 Febbraio 2019

Calcio Coppa Italia serie C, il tecnico Alessio Dionisi nel post partita di Imolese-Carrarese. IL VIDEO

L”Imolese batte 2-1 in rimonta la Carrarese al Galli e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia di serie C. Per i rossoblù in rete Giovinco, su punizione, e Boccardi, su rigore (la cronaca del match qui). Ora Valentini e compagni affronteranno, mercoledì 27 febbraio, il Monza, anche se non è ancora stato deciso se si giocherà alle Acque Minerali o nello stadio brianzolo. 

Ecco le parole a fine gara di mister Dionisi. (d.b.)

Nella foto (dalla pagina facebook dell”Imolese): mister Dionisi

Calcio Coppa Italia serie C, il tecnico Alessio Dionisi nel post partita di Imolese-Carrarese. IL VIDEO
Sport 6 Febbraio 2019

Bronzo tricolore a squadre per l'Unione Sportiva Imolese Lotta

L’Usil ha scritto un’altra pagina vincente della propria storia: la società imolese di lotta è salita sul terzo gradino del podio nazionale delle squadre più forti nella categoria massima. Grazie ai risultati dei propri atleti in gara ad Ostia per il campionato italiano assoluto di lotta greco romana, infatti, si è guadagnata il bronzo nazionale della classifica a squadre dietro ai club di Rovereto e Torino. «Un risultato storico, il migliore degli ultimi anni, che ci dà gioia e speranza – è il commento degli allenatori Gian Matteo Ranzi e Silvano Zaccaroni, al seguito dei 9 atleti imolesi -. Torniamo a casa felici e con ancora tanta voglia di far crescere la lotta imolese». Già lo scorso anno l’Usil si era classificata prima a livello regionale, battendo la storica rivale Faenza sulle materassine di casa.

Entrando nel merito dei singoli risultati, tre sono le medaglie portate a casa da altrettanti atleti: l’oro assoluto di Saverio Scaramuzzi nei 72 kg, l’argento di Mirco Minguzzi (che ha lottato contro un avversario di grande potenza) negli 87 kg e il bronzo del giovane atleta «fresco» di lotta (si allena da soli tre mesi) Ayoub Kechoun nei 55 kg. Simone Raffini quinto nei 130 kg dopo il ripescaggio. Grazie a Scaramuzzi, il titolo nazionale assoluto nella lotta greco romana torna ad Imola dopo tanti anni; mancava infatti dagli anni Settanta (ma lo scorso anno l’atleta Usil Valentina Minguzzi, moglie di Scaramuzzi, aveva portato ad Imola il titolo assoluto femminile nella lotta libera). «Sono contento di questo titolo italiano – conferma Scaramuzzi – perché si tratta del mio quinto assoluto, un numero importante che non pensavo di raggiungere ora che mi occupo, da un anno a questa parte, più dell’allenamento dei giovanissimi dell’Usil e della famiglia. La mia partecipazione era comunque importante per portare punti alla società, era il mio modo di dire grazie. Spero di essere stato di esempio per i miei compagni più giovani, per trasmettere che materassina significa fatica fino all’ultimo, ed anche per miei allievi giovanissimi, che ora hanno un maestro campione assoluto». (re.spo.)

Nella foto: da sinistra Scaramuzzi, Minguzzi, Zaccaroni, Ranzi e Kechoun

Bronzo tricolore a squadre per l'Unione Sportiva Imolese Lotta

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast