Posts by tag: agricoltura

Cronaca 20 Gennaio 2023

Sfide dell’agricoltura, l’assessore Mammi ne parla durante la visita in aziende dell’Imolese

«Siamo impegnati per creare le condizioni per rendere le imprese e le comunità agricole resilienti. Per farlo nei prossimi anni investiremo 1miliardo e 650 milioni di euro per interventi legati al potenziamento degli impianti di irrigazione, per sostenere investimenti produttivi delle imprese agricole, con particolare attenzione a quelle giovanili e per la produzione di biologico». Così l’assessore all’Agricoltura regionale Alessio Mammi ha chiuso ieri la visita sul territorio imolese. 

Una visita che l’assessore regionale ha effettuato accompagnato da amministratori dell’imolese in tre importanti realtà del territorio: l’azienda Galletti Ezio a Castel San Pietro Terme, la società agricola Brintazzoli a Castel Guelfo e l’azienda agribioenergia Società Cooperativa Agricola a Medicina, dove si è svolto anche il Tavolo Verde conclusivo. Ad accompagnarlo c’erano il sindaco di Castel Guelfo con delega all’agricoltura del Circondario Claudio Franceschi, i sindaci di Castel San Pietro Terme Fausto Tinti e di Medicina Matteo Montanari e gli assessori all’agricoltura Pierangelo Raffini (Imola), Massimo Bonetti (Medicina) e Silvano Casella (Casalfiumanese).

«Questa visita dell’assessore della Regione si inserisce nel filone già intrapreso da alcuni anni dal Tavolo Verde circondariale che presiedo come sindaco delegato –afferma Claudio Franceschi –. L’intento è quello di avvicinare sempre di più il territorio e quindi le aziende che vi operano agli enti comunali deputati alla valorizzazione e alla tenuta del settore agricolo. In questa occasione abbiamo visitato un’azienda che produce sementi, un’azienda zootecnica e una cooperativa che produce energia da biomasse e officinali».

Con il Tavolo Verde del Circondario, al quale partecipano le associazioni di categoria agricole e gli stakeholders del territorio, si vuole avere un luogo di confronto e di discussione utile ad affrontare le principali sfide nell’ambito agricolo. Tra le altre quella della crisi idrica, erogazioni dei fondi regionali, contrasto alla riduzione della produzione ortofrutticola in vallata e di quella della patata in pianura, valorizzazione dei prodotti agricoli, gestione della fauna selvatica e più agevole riconoscimento dei danni causati dalla stessa e potenziamento dell’intervento dei Agrifidi.

Non a caso «l’agricoltura – sottolinea l’assessore imolese, Pierangelo Raffini – rappresenta un comparto molto importante dal punto di vista economico contribuendo per un buon 20% al Pil del nostro territorio. Questi momenti di incontro tra la Regione e i comuni del Circondario sono importanti per cercare di muoversi in sintonia e trovare insieme risposte a temi molto rilevanti come la produzione e valorizzazione dei prodotti locali». (r.cr.)

Nella foto la delegazione istituzionale del Circondario in visita con l’assessore Mammi

Sfide dell’agricoltura, l’assessore Mammi ne parla durante la visita in aziende dell’Imolese
Economia 14 Novembre 2022

Scalogno Igp, l’Europa concede la vendita sfusa

Dopo un iter di quattro anni, è entrato in vigore il nuovo disciplinare dell’Ue, che permette di vendere il prodotto in varie pezzature e confezioni, compresa la vendita sfusa. Soddisfatto il Consorzio, nonostante l’annata nera. (r.e.)

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola.

Scalogno Igp, l’Europa concede la vendita sfusa
Cultura e Spettacoli 9 Settembre 2022

Agricoltura in festa e protagonista a Sesto Imolese

Arriva alla XXVI edizione la Festa dell’Agricoltura, che prende il via a Sesto Imolese questa sera (fino a domenica 11) con l’apertura ufficiale alle 20 al centro civico alla presenza delle autorità e con la premiazione degli studenti diplomatisi negli anni scolastici 2020/2021/2022 all’Istituto tecnico agrario Scarabelli. Un momento seguito, alle 20.30, dal convegno «L’acqua: risorse essenziali per l’agricoltura moderna. Aspetti istituzionali, economici e tecnologici con casi di studi» con brindisi e buffet. (r.c.)

Il programma dell’evento su «sabato sera» in edicola.

Nella foto (Isolapress): trattori in sfilata nel 2019

Agricoltura in festa e protagonista a Sesto Imolese
Cronaca 19 Agosto 2022

Danni da fauna selvatica, a sei aziende della vallata soldi per le recinzioni

Sei aziende agricole dell’area imolese hanno ottenuto un contributo a fondo perduto per l’acquisto di sistemi di protezione per evitare i danni da fauna selvatica, principalmente cinghiali, caprioli, daini e cervi. Si tratta di un’azienda di Casalfiumanese, quattro di Fontanelice e una di Castel del Rio. Il Consiglio di amministrazione del Gal ha concesso complessivamente 27 contributi, ad altrettante aziende che hanno presentato domanda tramite l’apposito bando.

In totale 532.427 euro; all’area imolese ne spettano 163.207, a copertura del cento per cento delle spese documentate per l’acquisto dei materiali, fino ad una cifra massima ammissibile di 30 mila euro per singolo intervento. E gli interventi finanziati riguardano in prevalenza l’acquisto di recinzioni perimetrali, metalliche o elettriche a bassa tensione. (al.giov.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 4 agosto.

Danni da fauna selvatica, a sei aziende della vallata soldi per le recinzioni
Economia 4 Agosto 2022

Pesche, albicocche e susine combattono il cambiamento climatico

Pesche, nettarine, susine e albicocche sono la frutta dell’estate e possono aiutare anche a combattere il cambiamento climatico. È quanto affermano da Apo Conerpo (oltre 4 mila soci operano in Romagna, ter- ritorio d’elezione per questi frutti).

Fra i frutti più apprezzati dell’estate, le drupacee sono state oggetto di una ricerca approfondita: «Abbiamo messo a confronto diverse modalità di produzione – spiega Monica Guizzardi, responsabile dell’ufficio tecnico di Apo Conerpo -: una coltivazione, per così dire, tradizionale senza particolari attenzioni sul fronte ambientale e una realizzata secondo il modello della produzione integrata a cui sono state applicate anche una serie di buone pratiche agronomiche di cui pro- muoviamo la diffusione fra i nostri soci».

I risultati sono di assoluto rilievo: nella produzione tradizionale si registra una produzione di anidride car- bonica di 0,13 kg per ogni kg di pesche, nel caso della produzione integrata con buone pratiche questo valore scende a 0,05 kg, ben il 62% in meno. Lo stesso accade con il consumo di acqua che passa da 195 dm3 per kg di pesche ad appena 101 dm3, praticamente dimezzato, grazie a tecnologie sempre più precise come sensori nel terreno che rilevano l’esatta quantità d’acqua necessaria alle piante per uno sviluppo ideale del frutto. (r.e.)

Pesche, albicocche e susine combattono il cambiamento climatico
Cronaca 24 Giugno 2022

Sottoscritto a Bologna un protocollo sperimentale per il controllo delle nutrie

La Città metropolitana di Bologna, i Comuni di pianura, l’Atc, le organizzazioni agricole, le organizzazioni dei cacciatori e il Consorzio della bonifica renana hanno sottoscritto un protocollo sperimentale per il controllo della nutria.
L’obiettivo è quello di «potenziare il controllo di questa specie invasiva, alquanto prolifica, soprattutto nelle aree pertinenziali dei corsi d’acqua naturali e artificiali – spiega palazzo Malvezzi –, per prevenire anche i rischi alluvionali conseguenti alle gallerie che questi animali scavano negli argini e nei pressi dei manufatti idraulici di regolazione delle acque di superficie».

Protocollo sperimentale prevede il coordinamento capillare tra attività di segnalazione puntuale e sistematica delle principali criticità indotte dalla presenza diffusa della specie (anche tramite l’utilizzo dell’App CSMON-LIFE) e interventi di contenimento mirati, attraverso personale volontario – abilitato e coordinato dalla Polizia Locale della Città metropolitana di Bologna – che opera, meritoriamente, in veste di incaricato di servizio di pubblica utilità.

Inoltre, «il controllo delle nutrie mira al riequilibrio ambientale degli habitat acquatici – aggiunge – dal momento che la proliferazione eccessiva di questa specie compromette nidificazione e alimentazione anche di numerose specie ornitiche d’interesse comunitario, presenti nelle zone umide della Regione».
Infine, «sempre più rilevanti sono anche i danni alle coltivazioni – conclude la panoramica –, fonte inesauribile di cibo per la specie, e la pericolosità per le lavorazioni agricole in vicinanza ai corsi d”acqua che gli estesi scavi sotterranei della specie invasiva provocano». (lu.ba.)

Nella fotografia della Città metropolitana, la firma del protocollo

Sottoscritto a Bologna un protocollo sperimentale per il controllo delle nutrie
Cultura e Spettacoli 18 Giugno 2022

«La Maddalena», domani alla Fiera del Santerno la presentazione-spettacolo del libro di Bacchilega editore

Si terrà domani, domenica 19 giugno (ore 15.30), nella sala conferenze della Fiera del Santerno al complesso Sante Zennaro, la presentazione-spettacolo del libro «La Maddalena. Storie di un luogo e dell’umanità che lo ha vissuto».

Presente l’autore Paolo Sartiani e Renato Sartiani, oltre all’assessore all’Agricoltura del Comune di Imola, Pierangelo Raffini. (r.cr.)

«La Maddalena», domani alla Fiera del Santerno la presentazione-spettacolo del libro di Bacchilega editore
Cultura e Spettacoli 17 Giugno 2022

«Pillole di terra», domani alla Fiera del Santerno la presentazione del libro di Bacchilega editore

«Pillole di terra», libro di Monica Marocchi, sarà presentato in anteprima alla Fiera agricola del Santerno domani, sabato 18 giugno, a partire dalle ore 11, al Teatro delle balle di paglia. Con l’autrice ci saranno l’assessore all’Agricoltura del Comune di Imola, Pierangelo Raffini, e la giornalista di «sabato sera» Lorena Mirandola.

Il libro, pubblicato da Bacchilega editore, è uno spaccato di tradizioni e storie romagnole e approfondisce, in brevi capitoli (le pillole) vari aspetti della vita contadina. «Essere parte di una comunità – spiega l’autrice nell’introduzione – significa anche conoscere la storia del proprio paese. Appartenere ad un luogo vuol dire non scordare le persone che lo hanno abitato, il loro esempio, le decisioni giuste e quelle sbagliate. Dimenticare quanto è successo, non raccontarlo ai più giovani, significa formare cittadini anonimi che poco o nulla sanno del posto dove vivono e, quindi, più facilmente saranno indotti a disinteressarsene e ad allontanarsi». (ma.cas.)

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola.

Nella foto: un’immagine tratta dal libro e la copertina del volume

«Pillole di terra», domani alla Fiera del Santerno la presentazione del libro di Bacchilega editore
Cronaca 16 Giugno 2022

«Fiera agricola del Santerno», domani al via la decima edizione

Tutto pronto a Imola per l’apertura dei cancelli domani, venerdì 17 giugno (ore 18), nel parco di Sante Zennaro della decima edizione della «Fiera Agricola del Santerno», un’occasione per portare la campagna in città e far incontrare il mondo agricolo con le famiglie.

Un gradito ritorno, dopo due anni di pausa causa l’emergenza Covid, per la rassegna che rimarrà aperta, sempre ad ingresso gratuito, domani dalle 18 alle 23; sabato 18 giugno dalle 9 alle 23 e domenica 19 giugno dalle 9 alle 21. L’inaugurazione ufficiale si terrà domani alle ore 18,30, alla presenza del sindaco Marco Panieri, dell’assessore allo Sviluppo Economico-Agricoltura Pierangelo Raffini, della delegata dalla Regione Emilia Romagna, la consigliera Francesca Marchetti, del presidente del Consorzio del Canale dei Mulini di Imola, Giordano Zambrini e dei rappresentanti delle associazioni agricole. Verrà poi impartita la benedizione da parte del vescovo Monsignor Giovanni Mosciatti. Interverrà anche l’ex assessore all’Agricoltura, Monica Campagnoli, che ideò la manifestazione ed ha accolto l’invito degli organizzatori ad essere presente. (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola all’interno dello «Speciale» Agricoltura.

Foto dal Comune di Imola

«Fiera agricola del Santerno», domani al via la decima edizione
Cronaca 7 Giugno 2022

La Fiera Agricola a Imola, la campagna arriva in città. IL VIDEO

La Fiera Agricola del Santerno riporta la campagna in città. Dopo due anni di pausa forzata causa la pandemia, da venerdì 17 a domenica 19 giugno ritorna la manifestazione nel complesso del Sante Zennaro (viale Pirandello 12) a Imola. Tra l’altro si tratta della decima edizione e l’attesa è tanta per un evento capace in passato di raccogliere oltre 40 mila presenze, soprattutto famiglie, invogliate anche dall’ingresso gratuito, tantissimi i bambini. (r.e.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 9 giugno. (r.cr.)

Foto della presentazione

La Fiera Agricola a Imola, la campagna arriva in città. IL VIDEO

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA