Posts by tag: autodromo

Cronaca 13 Luglio 2020

Tragedia all’autodromo di Imola, durante il Peroni Race Weekend muore il pilota Andrea Manzoni

Lutto all’autodromo di Imola, durante il Peroni Race Weekend. A perdere la vita, sabato 11 luglio, il pilota Andrea Manzoni.

Il pilota della scuderia Biondetti ha accusato un malore al termine dell’ultima sessione di prove libere del campionato Alfa Revival Cup. L’uomo, 72enne, è stato prontamente soccorso dal personale medico del circuito, che ha ritenuto opportuno allertare l’elisoccorso. Manzoni è stato quindi trasportato all’ospedale Maggiore di Bologna, dove è deceduto nel pomeriggio. «Il Gruppo Peroni Race rivolge le più sentite condoglianze alla famiglia e al team del pilota» si legge sul sito. (da.be.)

Nella foto: una gara del Peroni Race Weekend

Tragedia all’autodromo di Imola, durante il Peroni Race Weekend muore il pilota Andrea Manzoni
Sport 2 Luglio 2020

F.1. a Imola, giorni decisivi per il secondo Gp italiano. La Ferrari al Mugello? Un conflitto d’interessi

Al momento non sappiamo se l’Alpha Tauri che con Kvyat e Gasly ha girato all’autodromo Enzo e Dino Ferrari mercoledì 24 giugno sia stato un assaggio di Formula 1 fine a se stesso o l’antipasto di qualcosa di più consistente. Certo è che il secondo Gran Premio italiano annunciato da settimane per domenica 13 settembre 2020 non è ancora stato confermato. Così come l’autodromo del Mugello, sbandierato con quotidiana cadenza da giornali e televisioni, stavolta ligi a seguire le indicazioni dell’Aci che spinge in questa direzione da quando ha visto aprirsi lo spiraglio per una seconda corsa di F.1 in Italia, dato come sede certa dell’evento, non trova riscontro.

Il Gp di Toscana per ora è presente solo nel calendario immaginato da qualcuno, ma non in quello di Liberty Media (società che gestisce i diritti della massima formula automobilistica), che è l’unico che conta. Imola, che al pari del circuito toscano si è proposta come sede della gara che farebbe seguito a quella di Monza in programma il 6 settembre, aspetta gli sviluppi per capire se è veramente tagliata fuori come si dice e si scrive insistentemente, o se invece è ancora in ballo per l’organizzazione dell’eventuale secondo Gran Premio italiano, che per non essere da meno potremmo chiamare dell’Emilia Romagna. Anche se potrebbe tornare in ballo pure San Marino, come nei tempi d’oro.

Sticchi Damiani fa orecchie da mercante e, anziché spendersi però in favore della candidatura imolese, lo fa per quella del Mugello Forse per non urtare la suscettibilità della Ferrari, che dell’impianto di Scarperia è proprietaria. Ma è folta la schiera di quelli che in questo periodo agiscono allo stesso modo. A cominciare dalla gran parte dei media, sempre pronti a sostenere e supportare i desideri (anche quelli più inconfessati) di Maranello, che non interviene sulla disputa fra Imola e Mugello perché sa di essere al centro si un macroscopico conflitto di interessi. (a.d.p)

Nella foto (Isolapress): Daniil Kvyat con la sua Alpha Tauri numero 26 durante il «filming day» disputato mercoledì 24 giugno all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola

F.1. a Imola, giorni decisivi per il secondo Gp italiano. La Ferrari al Mugello? Un conflitto d’interessi
Cronaca 29 Giugno 2020

Cesare Cremonini annuncia la nuova data all'autodromo di Imola: sabato 5 giugno 2021

Cesare Cremonini annuncia il tour 2021, dopo il posticipo di tutti i concerti di quest”anno a seguito dell”emergenza coronavirus.
In un post pubblicato su Instagram, la nuova tappa all”autodromo Enzo e Dino Ferrari (dove Cesare era atteso sabato 18 luglio, ndr) è fissata per sabato 5 giugno.
«Finalmente ci siamo – scrive il cantante -!! L”ho sognato e aspettato per tutto questo tempo insieme a voi!». (r.cr.)

Cesare Cremonini annuncia la nuova data all'autodromo di Imola: sabato 5 giugno 2021
Cronaca 15 Giugno 2020

Tappa all'autodromo di Imola (domani, ore 19) per la staffetta di Obiettivo3 di Alex Zanardi

Farà tappa all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola domani sera alle 19 la staffetta rossa di Obiettivo3, il progetto ideato da Alex Zanardi che mira a reclutare, avviare e sostenere persone disabili all’attività sportiva.
A portare il testimone sarà l’handbiker bolognese Flavio Gaudiello, che entrerà all’autodromo e farà un giro di pista prima di passare il testimone agli altri due staffettisti, gli handbiker imolesi Davide Cortini e Alex Labindi. I due, una volta raccolto il testimone, effettueranno un altro giro di pista, prima di proseguire il loro viaggio il giorno seguente. Sarà presente a salutare gli atleti il dottor Claudio Costa.

La staffetta rossa è parte di Obiettivo Tricolore, la grande staffetta che da venerdì 12 a domenica 28 giugno vedrà oltre cinquanta atleti paralimpici passarsi di mano in mano il testimone partendo da nord, ai confini con la Svizzera, fino ad arrivare a sud, a Santa Maria di Leuca in Puglia.
In totale saranno percorsi tremila chilometri da 52 atleti paralimpici che si alterneranno per 43 tappe e toccheranno 14 regioni d’Italia. (r.cr.)

Nella foto: la staffetta di Alex Zanardi

Tappa all'autodromo di Imola (domani, ore 19) per la staffetta di Obiettivo3 di Alex Zanardi
Sport 14 Giugno 2020

Battaglia Imola-Mugello per la F.1, per il giornalista Pino Allievi favorita la pista toscana: «Ferrari decisiva»

Due indizi non costituiscono una prova, ma se il giornale sportivo nazionale più letto, cioè la rosea, finge di travisare le parole di Ross Brawn, direttore generale del settore Motorsport di Liberty Media, la società che gestisce i diritti della F.1, trasformando Imola, citata dall’ex ingegnere di Ferrari e Mercedes come possibile sede di un secondo Gran Premio di F.1 in Italia, in Mugello, e poi a distanza di pochi giorni un altro quotidiano titola una dichiarazione di Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club Italia: «Se l’Italia raddoppia, più Mugello che Imola», è evidente che siamo di fronte a due coincidenze perlomeno strane. «Il Mugello è di proprietà della Ferrari, ed è più facilmente presidiabile per una gara a porte chiuse rispetto a Imola, che confina col centro abitato» la successiva spiegazione dello stesso Sticchi Damiani.

Ragione che ha in parte confermato Pino Allievi, ex firma storica della Gazzetta dello Sport, opinionista della Rai per il Mondiale di F.1 e ora titolare di una rubrica sul settimanale Autosprint. «La Ferrari sa come vanno condotte le trattative – ha detto Allievi -. E la casa di Maranello potrebbe essersi inserita, accollandosi le spese
organizzative relative all’e- vento, quando ha visto che Silverstone ha avuto in concessione due gare senza dover sborsare un euro a Liberty Media. Personalmente Imola non la vedo favorita. In questi casi sono fondamentali gli appoggi politici locali, regionali, nazionali. Quando nel 1980 il Gran Premio d’Italia passò da Monza a Imola, ed è capitato una sola volta, furono decisive le volontà di Enzo Ferrari in primo luogo, e poi quelle della politica». Nel frattempo la rivista Autosprint ha lanciato la sfida, tramite sondaggio, proprio tra la pista toscana, l’impianto in riva al Santerno ed un eventuale Monza-bis. Chi vincerà? Votate!

In attesa però che Liberty Media sciolga le riserve, domenica 7 giugno si è concluso invece il sondaggio di «sabato sera» sulla propria pagina Facebook, nel quale abbiamo chiesto agli internauti se fossero favorevoli al ritorno del Circus all’autodromo Enzo e Dino Ferrari, seppur a porte chiuse. Su 431 votanti, ben il 95% degli utenti hanno cliccato «Si», mentre solo il 5% ha espresso parere negativo. Sicuramente tutto questo non peserà sulla scelta finale di Liberty Media, ma testimonia come il legame tra i tifosi, la città di Imola e la F.1 sia rimasto intatto e senza tempo. (a.d.p.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’11 giugno.

Nella foto: Pino Allievi e il risultato finale del sondaggio

Battaglia Imola-Mugello per la F.1, per il giornalista Pino Allievi favorita la pista toscana: «Ferrari decisiva»
Sport 12 Giugno 2020

L’autodromo di Imola mantiene l’omologazione per la F.1. Gran Premio più vicino?

Nelle ultime ore è arrivata la notizia che la Federazione automobilistica internazionale ha rinnovato l’omologazione di «Grado 1» della pista dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari. «Un importante risultato – fanno sapere da Formula Imola, la società che gestisce l’impianto -, ottenuto a seguito degli interventi che hanno adeguato il tracciato ai massimi standard qualitativi e di sicurezza richiesti».

In virtù di questo rinnovo, che prevede di conseguenza la possibilità di organizzare gare di F.1, l”autodromo di Imola «si conferma una volta di più ai vertici dell”attività motoristica internazionale, pronto ad affrontare nuove sfide come è tradizione dell”impianto imolese – ha commentato il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense  -. Ora cii troviamo nella condizione di poter ospitare anche un Gran Premio di Formula 1, avendo la nostra pista tutti i parametri richiesti dalla Federazione automobilistica internazionale. Auspichiamo che tale sogno possa trasformarsi in realtà, con il lavoro di squadra di istituzioni e territorio». (da.be.)

Nella foto: l’ultimo Gp di Formula Uno disputato a Imola nel 2006

L’autodromo di Imola mantiene l’omologazione per la F.1. Gran Premio più vicino?
Sport 7 Giugno 2020

Gp di Formula 1 a Imola, c’è tempo fino a oggi per votare il sondaggio sul profilo Facebook di «sabato sera»

«Siete favorevoli a rivedere la F.1 all’autodromo Enzo e DinoFerrari?». Dallo scorso 28 maggio la redazione web di «sabato sera» ha lanciato, sulla propria pagina Facebook, un sondaggio per capire cosa ne pensano, imolesi e non, della possibilità di assistere ad un Gran Premio che in riva al Santerno manca ormai dal lontano 2006.

Tutto è nato da un articolo pubblicato sulla scorsa edizione del settimanale cartaceo in cui si è parlato dell’ipotesi più che concreta per la città, causa emergenza Coronavirus e annullamento di diverse gare in calendario, di ospitare il Circus il prossimo 13 settembre. Mai come quest’anno, quindi, Imola torna a sognare da vicino il ritorno della F.1, sia pure a porte chiuse. Il sondaggio terminerà oggi pomeriggio. Per saperne di più visitate la nostra pagina Facebook. (da.be.)

Nella foto: il sondaggio sulla pagina Facebook di «sabato sera»

Gp di Formula 1 a Imola, c’è tempo fino a oggi per votare il sondaggio sul profilo Facebook di «sabato sera»
Cronaca 26 Maggio 2020

Coronavirus, ora è ufficiale: Crame rinviato al 2021

Il Consiglio direttivo del Crame-Club romagnolo auto e moto d”epoca ha deliberato di rimandare la Mostra scambio al settembre dell”anno prossimo, «ritenendo così di contravvenire alla regola dello “spettacolo a tutti i costi”», commenta Bruno Brusa, suo presidente.

Nonostante questo, «in questo difficile momento il Crame ha ritenuto di dover fare la propria parte intervenendo a favore del territorio nazionale, delle associazioni locali e della Protezione civile – aggiunge Brusa -. Sono stati devoluti 20.000 euro frutto di quelle attività sospese che non sospendono l’attenzione che il Crame oggi rivolge a quanti stanno combattendo la dura battaglia contro il Coronavirus». (r.cr.)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Coronavirus, ora è ufficiale: Crame rinviato al 2021
Sport 23 Maggio 2020

Mondiale motocross, parla David Luongo di Infront: «Fiduciosi per Imola, gara in ottobre o novembre»

Saltata la Superbike, l’ora della verità per l’autodromo di Imola si sposta verso il Mondiale motocross, dove il caos regna sovrano e non si sa bene che pesci pigliare. Allo stato attuale delle cose il calendario del Mondiale si è beccato un altro bello scossone, con l’annullamen- to definitivo dell’attesissimo Gran Premio d’Italia di Maggiora, una delle tre gare italiane assieme ad Arco di Trento e, appunto, Imola. La gara era fissata a giugno, ma i superdanarosi organizzatori piemontesi non ne hanno vouto sapere di rischiare, anche in considerazione dei numerosi problemi riscontrati negli ultimi tre anni, che hanno visto la pista scomparire dai radar dei calendari. L’altrettanto ricca e citata Arco, che vanta il supporto della provincia autonoma di Trento, è stata spostata alla poco confortevole data del 4 ottobre: una decisione che porta alla «sospensione mo- mentanea» della gara di Imola (inserita nella lista Tba, cioè quella delle prove da definire) per fare spazio a gran premi forse più remunerativi.

Lo spostamento sembra un modo come un altro per prendere tempo ma il promotore del Mondiale, cioè la Infront Moto Racing (nuovo nome di Youthstream, dopo il passaggio al colosso svizzero delle manifestazioni sportive) nella persona del «Ceo» David Luongo, ci ha rilasciato la seguente dichiarazione. «Il Gran Premio dell’Emilia Romagna al momento è inserito nel calendario come Tba (to be announced, ndr), in modo da lasciare un po’ di spazio all’organizzatore locale per trovare la data consona e organizzare l’evento nel modo migliore, tenendo conto dell’emergenza sanitaria. Ottobre o novembre possono essere plausibili, ma è troppo presto per prendere la decisione finale. Siamo in contatto diretto col circuito di Imola per aggiornamenti sulla situazione, ma siamo fiduciosi che l’evento avrà luogo. Vogliamo ringraziare gli organizzatori per l’impegno e la determinazione e la regione Emilia Romagna che supporta l’evento». (m.r.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 21 maggio.

Nella foto: il podio di Imola nel 2018, David Luongo è il primo a destra

Mondiale motocross, parla David Luongo di Infront: «Fiduciosi per Imola, gara in ottobre o novembre»
Cronaca 12 Maggio 2020

Coronavirus, ricalendarizzato il motocross. E ipotesi porte chiuse. Formula Imola: «La città supporti l'autodromo»

A seguito di un’attenta analisi della situazione attuale dovuta all’epidemia di COVID-19, che non prevede di avere certezze sulle modalità di disputa di un evento sportivo, Formula Imola e Infront Moto Racing, società che detiene i diritti del Mondiale MxGp, hanno deciso in totale accordo di ricalendarizzare l’MxGp of Emilia-Romagna, previsto il 19 e 20 settembre 2020.

«Le parti sono in continuo contatto non solo per individuare una nuova data, ma anche per approfondire modalità di svolgimento diverse dalla presenza di pubblico – anticipano da via Fratelli Rosselli –. Per questo organizzatore, in partnership con il moto club Monte Coralli, e promotore hanno aperto un tavolo di confronto per individuare le giuste e appropriate condizioni economiche e tecniche per riuscire a effettuare l’evento, tenendo anche conto che il calendario 2020 è in continuo aggiornamento a causa dei rinvii che riguardano anche altri round, e della problematica della quarantena al momento prevista per chi proviene da stati esteri».

Inoltre, «se la gara si dovesse tenere a porte chiuse per il prolungarsi delle disposizioni sanitarie per il contenimento della diffusione del COVID-19, sarà fondamentale, per il raggiungimento del risultato da tutti auspicato, il supporto delle istituzioni e delle realtà economiche del territorio», aggiunge la società di gestione del circuito sulle rive del Santerno. (r.cr)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Coronavirus, ricalendarizzato il motocross. E ipotesi porte chiuse. Formula Imola: «La città supporti l'autodromo»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast