Posts by tag: autodromo

Sport 21 Settembre 2020

Mondiali ciclismo a Imola, la Regione apre agli spettatori sugli spalti dell’autodromo

Dopo il Gp di F.1, anche i Campionati mondiali di ciclismo, in programma dal 24 al 27 settembre a Imola, si svolgeranno alla presenza del pubblico sugli spalti dell’autodromo «Enzo e Dino Ferrari», seppur ovviamente in numero molto limitato rispetto alla capienza delle tribune del circuito. Potrà infatti esserci fino a un massimo di 2.246 spettatori, per rispetto delle norme sulla sicurezza.

E’ questo quanto prevede un’ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che, accogliendo la richiesta presentata dagli organizzatori, concede una deroga al numero massimo di mille spettatori previsto negli impianti all’aperto per gli eventi sportivi di portata nazionale e internazionale. La deroga è stata concessa dopo che l’assessorato regionale alla Politiche per la salute ha concluso l’istruttoria sul piano per la sicurezza presentato dagli organizzatori stessi, che garantisce il pieno rispetto delle misure anti Covid: dal distanziamento all’uso obbligatorio della mascherina, dagli accessi controllati alla sanificazione e ai controlli fuori dalla struttura,  sulla base delle disposizioni dettate dalle «Linee guida regionali per la partecipazione del pubblico agli eventi sportivi».

«Il soggetto gestore – precisa l’ordinanza – si deve impegnare alla corretta applicazione del protocollo nonché alla vigilanza sulla sua attuazione e deve garantire tutte le misure organizzative per evitare assembramenti durante l’accesso e il deflusso del pubblico all’impianto, la permanenza nel posto assegnato e l’accesso ai punti ristoro e ai servizi igienici». Il numero degli operatori di sicurezza impegnati nell’assistenza e monitoraggio delle misure è stabilito in un addetto ogni 150 spettatori. La vendita dei biglietti sarà esclusivamente on line e/o in prevendita e il soggetto gestore dell’impianto dovrà conservare per almeno 14 giorni copia degli elenchi nominativi di coloro che hanno acquistato i biglietti, rendendoli disponibili su richiesta alle strutture sanitarie in caso di necessità di svolgere attività di contact-tracing. (da.be.)

Foto tratta dl sito dell’autodromo di Imola 

Mondiali ciclismo a Imola, la Regione apre agli spettatori sugli spalti dell’autodromo
Sport 20 Settembre 2020

F.1 a Imola, da martedì 22 settembre via alla prevendita dei biglietti

Grazie all’ordinanza della Regione Emilia-Romagna, l’autodromo Enzo e Dino Ferrari avrà la possibilità di ospitare 13.147 spettatori per ogni giornata del prossimo Gp di F.1, in programma da sabato 31 ottobre (qualifiche) a domenica 1 novembre (giorno della gara).

Per questo, da martedì 22 settembre, Formula Imola aprirà la prevendita dei biglietti per la prima edizione del «Formula 1 Emirates Gran Premio dell’Emilia-Romagna». I biglietti saranno disponibili online dalle 18 sul sito di Ticketone.

Nei prossimi giorni, sui canali ufficiali social e web dell’Autodromo, verranno inoltre comunicate le regole previste in materia sanitaria anti-covid per l’accesso e la presenza in totale sicurezza nelle zone adibite al pubblico. «Dopo il ritorno del pubblico al Mugello e Misano, Imola può godere di un’occasione di ritorno alla quasi normalità, festeggiando con il rispetto delle regole ed in assoluta sicurezza grazie agli enormi spazi a disposizione, un evento iconico e leggendario atteso da ben quattordici anni – ha commentato il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense -. Una grande opportunità per dimostrare al mondo la capacità di fronteggiare la grave crisi con intelligenza e presa di coscienza di un futuro che potrebbe essere segnato ancora per un po’ di tempo da queste regole, senza rinunciare tuttavia a vivere. Quale occasione migliore quindi per tutti gli appassionati, di godersi uno spettacolo unico caratterizzato dalla presenza di adrenalina e di tecnica sportiva automobilistica in regime di massima sicurezza, sugli spalti dell”Autodromo di Imola con posti opportunamente distanziati, raggiungibili tramite accesso regolato da percorsi e parcheggi dedicati ai possessori dei biglietti. La Regione Emilia Romagna ed il territorio ancora una volta si dimostrano precursori ed innovatori, così come fu all”inizio di questa bellissima avventura chiamata Autodromo, grazie alla lungimiranza della politica che decise allora come oggi di investire, per uscire dalla grave crisi post bellica, in questo insostituibile contenitore di sogni». (da.be.)

F.1 a Imola, da martedì 22 settembre via alla prevendita dei biglietti
Sport 30 Agosto 2020

F.1 a Imola, intervista all’ex presidente dell’autodromo Federico Bendinelli

In città non si è spento l’eco legata al clamoroso ritorno della Formula 1. E fra i tanti ad esultare c’è anche l’avvocato bolognese Federico Bendinelli, che dal 1978 al 2006 è stato al vertice della Sagis (acronimo di Società allestimento e gestione impianti sportivi), che ha gestito l’autodromo, prima come amministratore delegato e poi come presidente.

Bendinelli firmò con Bernie Ecclestone tutti i contratti per far correre qui la F.1; dal primo, il Gran Premio d’Italia del 1980 (l’unico della storia a non essersi disputato a Monza), fino all’ultimo, quello di San Marino del 2006. Nessuno meglio di lui sa cosa significhi ottenere e poi organizzare una corsa di questo livello. «Ho provato una grande soddisfazione quando ho saputo che la F.1 sarebbe tornata a Imola – ha detto Bendinelli -. La considero una specie di rivincita, perché già nel 2016 ci si era andati molto vicino a riaverla. Esisteva un’intesa con Ecclestone, che non essendosi accordato con Monza voleva spostare il Gran Premio d’Italia all’Enzo e Dino Ferrari. Non fosse intervenuto il capo del Governo in difesa dell’autodromo brianzolo, il sogno si sarebbe realizzato già allora, perché il ricorso al Tar, relativo al diritto di ricevere dall’Aci i 10 milioni di euro di finanziamento, che non sono prerogativa solo di Monza ma di chi acquisisce la corsa, sarebbe stato sicuramente accolto. In qualità di consigliere dell’Aci, in quel periodo mi sono battuto per favorire Imola, risultando però in netta minoranza». (a.d.p.)

L‘intervista completa su «sabato sera» del 27 agosto.

Nella foto (Isolapress): Federico Bendinelli insieme a Bernie Ecclestone

F.1 a Imola, intervista all’ex presidente dell’autodromo Federico Bendinelli
Sport 24 Agosto 2020

Antipasto di F.1 a Imola, il pilota Valtteri Bottas alla scoperta del circuito con la nuova Mercedes stradale

Antipasto di F.1 all”autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Il pilota della Mercedes Valtteri Bottas ha infatti testato il circuito in riva al Santerno sulla nuova vettura stradale A 45 AMG, provando così i rettilinei, le curve e le varianti che ritroverà nell’appuntamento iridato dell’1 novembre.

Una visita a sorpresa quella del pilota finlandese e lontana dai riflettori. «Questo circuito è parte della storia della Formula 1, ed è stata una grande emozione ritrovarmi a percorrere quelle stesse traiettorie su cui vedevo sfrecciare i miei miti di quando ero giovanissimo –  ha dichiarato Valtteri Bottas al termine del giro -. Avevo già iniziato a studiare la pista con il simulatore, ma dal vivo è tutta un’altra cosa, e per questo voglio ringraziare il presidente Uberto Selvatico Estense e tutto lo staff dell’autodromo della magnifica accoglienza in questo meraviglioso impianto, dove non vedo l’ora di correre».

Entusiasta anche il presidente di Formula Imola Selvatico Estense. «Davvero non ci aspettavamo questa sorpresa. Ci ha fatto davvero molto piacere la visita di Valtteri, che ha in qualche modo segnato il ritorno della Formula 1 su questo storico tracciato, che è nel cuore e nelle memorie degli appassionati e che oggi ci prepariamo a far rivivere con il ritorno del Gran Premio dell’Emilia-Romagna a Imola». (da.be.)

Nella foto (Isolapress): Valtteri Bottas a Imola

Antipasto di F.1 a Imola, il pilota Valtteri Bottas alla scoperta del circuito con la nuova Mercedes stradale
Sport 9 Agosto 2020

Da Piquet a Schumacher, la F.1 a Imola ha scritto la storia: tutti i Gp dal 1980 al 2006

Domenica 1 novembre, dopo 14 lunghi anni, la F.1 tornerà a Imola. Per celebrare l’evento la nostra redazione ha voluto ripercorrere la storia dei 27 Gp consecutivi andati in scena all’autodromo Enzo e Dino Ferrari.

Si parte dal 1980 con il Gp d’Italia in riva al Santerno strappato a Monza, per la prima e unica volta in 70 anni. La gara fu vinta da Piquet dopo l’iniziale dominio delle Renault di Jabouille e Arnoux, ma Jones, che a Imola fu superato dal brasiliano nella classifica iridata, alla fine si laureò ugualmente campione. Da ricordare di quel 14 settembre è la rovinosa uscita di strada della Ferrari di Gilles Villeneuve, nel curvone prima della Tosa che qualche anno dopo gli fu intitolato.

Per finire all’ultimo del 2006 quando Michael Schumacher, nonostante fosse quasi due secondi più lento, tenne dietro Fernando Alonso per tutta la gara.Questa fu la settima sinfonia per il tedesco a Imola che dopo quella stagione lasciò la Ferrari e per la prima volta anche il Circus. Per la pista imolese fu il commiato dalla F.1, sicuramente per problemi economici, ma anche per l’inadeguatezza del tracciato e delle infrastrutture. (p.p.)

La storia della F.1 a Imola su «sabato sera» del 30 luglio.

Nella foto: la lotta tra Villeneuve e Pironi nel leggendario Gran Premio del 1982

Da Piquet a Schumacher, la F.1 a Imola ha scritto la storia: tutti i Gp dal 1980 al 2006
Sabato Sera TV 7 Agosto 2020

Selvatico Estense confermato fino al 31 dicembre al timone dell’autodromo – VIDEO

Il presidente Selvatico Estense nella conferenza stampa del pomeriggio ha sciolto i dubbi girati nei giorni scorsi sul suo ruolo al vertice di Formula Imola: “Il ConAmi ha confermato il pieno mandato al sottoscritto con scadenza attualmente al 31 dicembre”.

Il Cda dal 10 agosto oltre che da Selvatico Estense sarà composto dalla dottoressa Motta e dall”avvocato Carlo Baseggio. Il collegio sindacale sarà composto da Pierluigi Ungania, Antonio Gaddoni e Maurizio Bacchilega.

Il presidente ha anticipato anche alcune curiosità e temi attorno alla F1, rimarcando il “grande volano economico che porterà al territorio”.  E le richieste di “asilo”, ovvero di poter svolgere le gare alla luce del Covid che imperversa in altri Paesi, che sono arrivate anche da altri soggetti legati all’automobilismo come Les Mans Series. (r.cr.)

Foto Isolapress

Servizio video a cura di Angelo Dal Pozzo – Montaggio Redazione web sabatosera.it

Selvatico Estense confermato fino al 31 dicembre al timone dell’autodromo – VIDEO
Sport 2 Agosto 2020

F.1 a Imola, le parole di un raggiante Selvatico Estense: «Voi di “sabato sera” i primi a scriverne»

Questi sono giorni radiosi per Uberto Selvatico Estense. L’impresa di riportare la F.1 a Imola lo rende raggiante. E dopo il lungo silenzio imposto dagli accordi con Liberty Media, ha voglia di raccontare. «Per il nostro autodromo riavere la Formula 1 è qual- cosa di eccezionale – ha commentato il presidente di Formula Imola -. Vuol dire rilanciarsi a livello internazionale e aprire scenari importanti. Per me invece significa un grande successo, una soddisfazione enorme in termini professionali. Con caparbietà sono riuscito a centrare questo obiettivo, nonostante più volte mi sia chiesto che senso avesse insistere di fronte a difficoltà sempre maggiori. Adesso nel mio palmares di presidente di Formula Imola ci sono tutte le gare mondiali più importanti, tranne la MotoGp. Per la città? Questo bisognerebbe chiederlo agli imolesi. Perché ciascuno ha nel cuore sentimenti diversi. Legati alla F.1 ci sono ricordi, suggestioni ed emozioni che caratterizzano la storia di ognuno».

Proviamo a ripercorrere i passaggi che hanno portato al Gran Premio dell’Emilia Romagna l’1 novembre a Imola.

«L’idea ce l’avevo già in gennaio. C’era il Covid in Cina e ho pensato che Liberty Media avrebbe potuto avere bisogno di alternative. Gli scrissi per ricordare che a Imola c’è un circuito omologato per la F.1 con alle spalle una grande storia. Voi di sabato sera i primi a scriverne». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 30 luglio.

Nella foto: Uberto Selvatico Estense

F.1 a Imola, le parole di un raggiante Selvatico Estense: «Voi di “sabato sera” i primi a scriverne»
Cronaca 29 Luglio 2020

Il Meeting di Rimini punta (anche) sullo streaming. A Imola ci si collega dall'autodromo

Tra gli effetti del Covid-19 c’è anche una novità dal Meeting di Rimini di Comunione e liberazione, che nel suo 41° anno organizza momenti pubblici di diffusione e trasmissione dell’evento in cinquanta città italiane, fra cui Imola.

Dalla Sala stampa dell”autodromo, nelle giornate di giovedì 20 e venerdì 21, sarà possibile seguire tutti gli eventi in programma e visitare virtualmente le mostre.
E in serata si potranno seguire due tra i momenti più importanti della manifestazione, l”incontro Da dove nasce la speranza? con Julián Carrón (giovedì 20) e il dibattito Il Parlamento serve ancora? con la partepazione -fra gli altri- dei ministri Luigi Di Maio e Roberto Speranza. (r.cr.)

Il Meeting di Rimini punta (anche) sullo streaming. A Imola ci si collega dall'autodromo
Cultura e Spettacoli 24 Luglio 2020

Sabato 26 giugno 2021 è la nuova data scelta dai Pearl Jam per il concerto all’autodromo di Imola

Dopo il rinvio causa Coronavirus, i Pearl Jam hanno annunciato che il loro tour europeo prenderà ufficialmente il via a giugno 2021 e includerà due nuove tappe, ovvero quella al Pinkpop Festival di Langraaf (Olanda) e a Praga. L’unica data italiana, originariamente prevista il 5 luglio di quest’anno, è stata quindi riprogrammata al 26 giugno 2021 sempre all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola. 

I biglietti precedentemente acquistati restano validi per la nuova data.  Per ulteriori informazioni consultare la pagina apposita. I possessori dei biglietti del Ten Club saranno avvisati via mail con tutti i dettagli.I biglietti per la nuova data sono disponibili per l’acquisto su Ticketmaster Italia, Ticketone e in tutti i punti vendita autorizzati.

Per maggiori informazioni sulle date e il tour, visitare la pagina ufficiale dei Pearl Jam. (da.be.)

Nella foto: i Pearl Jam

Sabato 26 giugno 2021 è la nuova data scelta dai Pearl Jam per il concerto all’autodromo di Imola
Sport 21 Luglio 2020

F.1 a Imola, ora ci siamo: domani all’autodromo il delegato Fia per la sicurezza Michael Masi

Questa è la settimana decisiva per la conferma della F.1 a Imola. Liberty Media, società statunitense che gestisce i diritti del massimo campionato automobilistico, sta per varare il calendario definivo del Mondiale 2020. E lo storico tracciato imolese, sede in passato di ben 27 consecutivi Gran Premi (dal 1980 al 2006), pare ci sia dentro.

Dopo il sopralluogo della Fia (Federazione Internazionale dell’Automobile) nelle scorse settimane per verificare l’impianto e le condizioni della pista, che comunque è già omologata da tempo e in regola per ospitare la Formula 1, domani toccherà alla Fowc (l’Associazione Costruttori) far visita all’autodromo per un’ispezione tecnico-logistica  finalizzata  principalmente a definire gli accordi per l’allestimento interno al paddock. Presente anche Michael Masi, delegato Fia per la  sicurezza. Non si prevedono sorprese,  considerando che l’Enzo e Dino Ferrari possiede gli spazi per creare le cosiddette bolle di isolamento necessarie a garantire il distanziamento fra i gruppi di addetti ai lavori della F.1. (a.d.p.)

Ulteriori dettagli su «sabato sera» del 23 luglio.

Nella foto (Isolapress): l’ultimo Gp di F.1 a Imola nel 2006

F.1 a Imola, ora ci siamo: domani all’autodromo il delegato Fia per la sicurezza Michael Masi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast