Posts by tag: autodromo

Sport 19 Ottobre 2019

Aperture autodromo, domenica «speciale» ed una «finestra» anche lunedì

Nel periodo che prendiamo in considerazione, agli sgoccioli della stagione, l’autodromo prevede due giornate di apertura al pubblico. La prima è in programma domani, domenica 20 ottobre, con lo «speciale pomeriggio» dalle 14 alle 18, la seconda il giorno dopo, lunedì 21, dalle 17 alle 18.30. Poi, almeno stando al calendario, mancherà solo la giornata conclusiva di domenica 10 novembre.

E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore. Le giornate potrebbero subire delle modifiche. Consigliamo di controllare sempre nel sito autodromoimola.it, sezione eventi, open days. (r.s.)

Nella foto: appassionati all”autodromo

Aperture autodromo, domenica «speciale» ed una «finestra» anche lunedì
Cronaca 18 Ottobre 2019

Vasco a Imola, App&Down di #imolachiamaVasco: “Siamo molto contenti per Imola'

«Siamo molto contenti. Soprattutto per Imola». Dopo l’annuncio del festival rock che Vasco Rossi porterà all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” nell’estate del 2020, ha di che essere soddisfatto anche Giuseppe Bianco, presidente di App&Down.
Il 18 giugno scorso l”associazione ha riempito di fan la tribuna della Rivazza per intonare Albachiara in occasione del quarantesimo anniversario della pubblicazione della canzone (nell’album Non siamo mica gli americani!). Un evento battezzato #ImolachiamaVasco, con la speranza non troppo nascosta di convincere il Komandante a ritornare a Imola.

«Siamo contenti per Imola, perché la nostra iniziativa ha coinvolto l’intera città – aggiunge -. Noi siamo stati una miccia, che ci vuole sempre, però sotto ci deve essere un fuoco pronto per divampare. La prima sfida vinta, con grande piacere, è stata quella di riempire la Rivazza. Quando abbiamo visto la Rivazza piena, abbiamo cominciato a sentire che qualche cosa di più grande stava succedendo e a convincerci che non poteva passare inosservato». (lu. ba.)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Vasco a Imola, App&Down di #imolachiamaVasco: “Siamo molto contenti per Imola'
Cronaca 18 Ottobre 2019

Vasco a Imola, Selvatico Estense: “Finalmente torna a casa'. La sindaca: “Una bella notizia'

«Finalmente Vasco ha deciso di ritornare a casa!». E’ comprensibilmente entusiasta Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola, dopo l’annuncio del festival rock che il Komandante porterà all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” nell’estate del 2020. «E’ il coronamento di diversi anni di trattative con i promoter che gestiscono il tour di Vasco Rossi – aggiunge –. E questa è la migliore notizia che possiamo annunciare per il prossimo anno».

E’ stato il Blasco in persona, attraverso un video pubblicato su Instagram nel tardo pomeriggio di ieri, a dare l’annuncio del suo ritorno nel circuito sulle rive del Santerno, a quindici anni di distanza dalla penultima edizione dell’Heineken Jammin’ Festival organizzata in città: «Non è stato facile, ma sono riuscito a convincere il mio promoter a organizzare un festival rock a Imola».
Poche parole, però più che sufficienti per scaldare gli animi e i cuori dei suoi fan sotto l”Orologio.

E nell’attesa dell’annuncio della data e di ulteriori particolari, che si aggiunge al concerto di Cesare Cremonini in programma sabato 18 luglio, soddisfazione per la grande notizia arriva anche dalla prima cittadina Manuela Sangiorgi, attraverso un post pubblicato sul proprio profilo Facebook personale: «Una bella notizia per Imola!! #imolanelcuore», ha scritto poco dopo le 20.30 di ieri sera.
Nessun commento “ufficiale”, almeno per il momento, dal Comune, né attraverso una nota né attraverso i suoi canali social. (lu.ba.)

Fotografia tratta dalla pagina Facebook di Vasco Rossi

Vasco a Imola, Selvatico Estense: “Finalmente torna a casa'. La sindaca: “Una bella notizia'
Sport 15 Ottobre 2019

«Parole in pista», a Imola cinque incontri con giornalisti e personaggi

Grazie al successo ottenuto in 5 mesi di apertura, la mostra «Ayrton Magico. L’anima oltre i limiti», ospitata dal Museo Checco Costa (Maicc), posticipa la data chiusura al 3 maggio 2020, in concomitanza con il 26º anno dalla scomparsa del campione brasiliano. E si arricchisce anche la proposta: dal 17 ottobre al via «Parole in pista», una serie di appuntamenti (in collaborazione con Crame e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola) con alcuni dei giornalisti più rappresentativi della F.1, da Ezio Zermiani a Giorgio Terruzzi, e ancora Carlo Pernat, lo storico manager di Valentino Rossi e il patron Gian Carlo Minardi.

Si parte giovedì 17 ottobre alle 21.15, a Palazzo Sersanti, con Giorgio Terruzzi. Quarant’anni vissuti in pista, Terruzzi è autore di «Suite 200. L’ultima notte di Ayrton», un racconto dove il giornalista immagina gli attimi di vita del campione nella sera che precede la domenica del Gp di Imola del 1994. A seguire gli appuntamenti si sposteranno al «Maicc» che, giovedì 7 novembre alle 21.15, ospiterà un’altra pietra miliare: «Ezio Zermiani racconta» è il titolo dell’incontro con lo storico giornalista. Zermiani, in compagnia di Gian Carlo Minardi e all’ex pilota Pierluigi Martini, racconteranno il pilota brasiliano e ripercorreranno quegli anni indimenticabili. Pino Allievi, giornalista della Gazzetta dello Sport e opinionista Rai, decano delle corse, e Carlo Cavicchi, ex direttore di Autosprint, sono gli autori, insieme a Roberto Boccafogli, di «Senna inedito»: quasi 250 immagini. Saranno i protagonisti dell’appuntamento al Museo di giovedì 14 novembre. Venerdì 22 novembre sarà la volta di un altro mito dello sport, Alex Zanardi, raccontato da Mario Donnini che al pilota bolognese ha dedicato il suo libro «Alex Zanardi, immagini di una vita».

A chiudere gli appuntamenti, giovedì 28 novembre, sarà un viaggio nelle tante storie di corse, dentro e fuori dalle piste, raccontate da Carlo Pernat, dirigente sportivo e manager, in libreria con un’autobiografia scritta con Massimo Calandri (giornalista di Repubblica): «Belìn, che paddock». (r.s.)

Nella foto: la mostra dedicata ad Ayrton Senna

«Parole in pista», a Imola cinque incontri con giornalisti e personaggi
Sport 14 Ottobre 2019

Aperture autodromo, stasera tutti in pista all'«Enzo e Dino Ferrari»

Nel periodo che prendiamo in considerazione, fino a giovedì 17 ottobre, l’autodromo prevede una sola giornata di apertura al pubblico. Cancelli aperti, quindi, stasera, lunedì” 14 ottobre, dalle 17 alle 18.30. A questo punto, a meno di variazioni, mancheranno solo altri tre ingressi prima della chiusura invernale. E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

Le giornate potrebbero subire delle modifiche. Consigliamo di controllare sempre nel sito autodromoimola.it, sezione eventi, open days. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): appassionati all”autodromo

Aperture autodromo, stasera tutti in pista all'«Enzo e Dino Ferrari»
Sport 3 Ottobre 2019

Aperture autodromo, cancellata la data di stasera. Si riparte giovedì 10 ottobre

Nel periodo che prendiamo in considerazione questa settimana l’autodromo non prevede giornate di apertura al pubblico. Cancellata negli ultimi giorni la data di stasera, giovedì 3 ottobre (che avevamo segnalato la scorsa settimana), ma si riparte giovedì 10 ottobre, dalle 17 alle 18.30.

E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore. Le giornate potrebbero subire delle modifiche. Consigliamo di controllare sempre nel sito autodromoimola.it, sezione eventi, open days. (r.s.)

Nella foto: appassionati all”autodromo

Aperture autodromo, cancellata la data di stasera. Si riparte giovedì 10 ottobre
Sport 2 Ottobre 2019

Il mito delle Ferrari rivive all'autodromo, in pista anche le «rosse» di Michael Schumacher

Ritorno al passato per l”autodromo “Enzo e Dino Ferrari” che, tra ieri ed oggi, ha rivisto in pista i bolidi rossi che hanno fatto la storia della Formula Uno. Dalla Ferrari 640 F1 di Nigel Mansell e Gerhard Berger fino ad arrivare alla F2012 di Fernando Alonso, passando per due monoposto guidate da Michael Schumacher, compresa la F2001 con la quale conquistò il titolo mondiale. Presenti anche la F310 di Eddie Irvine, le F2001, F2003 GA e F2004 di Rubens Barrichello, le F2007 e F2008 di Felipe Massa e la F2008 di Raikkonen.

Una due giorni, dalle 9 alle 18.30, resa possibile dal programma F1 Clienti, che dal 2003 permette ad alcuni appassionati di acquistare le vetture e consente loro di scendere in pista come se fosse un pilota della Scuderia Ferrari Per loro, a Imola, anche un tutor d”eccezione come il collaudatore Marc Gené. Per l”occasione la tribuna A è rimasta aperta ad ingresso gratuito. Peccato per la pioggia di oggi che ha un pò complicato i piani, ma siamo sicuri che ad alcuni degli appassionati di motori presenti sarà scesa una lacrimuccia pensando al 2006, ultimo anno in cui il Circus della F1 sbarcò all”impianto in riva al Santerno. (d.b.)

Foto concessa dall”autodromo di Imola

Il mito delle Ferrari rivive all'autodromo, in pista anche le «rosse» di Michael Schumacher
Sport 30 Settembre 2019

Aperture autodromo, ripartono le giornate con due entrate di 90 minuti

Nel periodo che prendiamo in considerazione questa settimana l’autodromo riparte (anche se siamo agli sgoccioli) con le giornate di apertura al pubblico. Il prossimo spazio sarà stasera, lunedì 30 settembre, dalle 18 alle 19.30, mentre la prima possibilità del nuovo mese arriva giovedì 3 ottobre, dalle 17 alle 18.30. E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

Le giornate potrebbero subire delle modifiche. Consigliamo di controllare sempre nel sito, sezione eventi, open days. (r.s.)

Nella foto: appassionati all”autodromo
Aperture autodromo, ripartono le giornate con due entrate di 90 minuti
Sport 11 Settembre 2019

Autodromo, Imola si candida per la Formula 1: «Il Mugello c’è? Ci siamo pure noi»

«Ehi, fermi tutti. Ci siamo anche noi». E’ più o meno questo il significato del comunicato che Formula Imola ha emesso ieri, martedì 10 settembre, in risposta alle avance del Mugello, che dopo il Gp d’Italia a Monza e il rinnovo del contratto della F.1 col circuito lombardo fino al 2024, si è fatto sentire sui media nazionali per ribadire l’interesse toscano verso la massima serie automobilistica dal 2025 in avanti. Il comunicato uscito dall’Enzo e Dino Ferrari ribadisce e rinforza i concetti che Pietro Marazzi, direttore dell’autodromo imolese, aveva espresso sul sabato sera del 13 giugno. Così diceva: «Il Mugello, oltre che essere un impianto privato (è di proprietà della Ferrari, ndr), ha problemi logistici di non facile soluzione. Noi invece saremmo praticamente a posto sotto tutti gli aspetti».

Ed ora, tre mesi dopo, si prova a spingere sull’acceleratore, ribadendo a tutta l’Italia come Imola non stia ferma a guardare, ma abbia progetti concreti in via di realizzazione e, cosa non scontata, abbia rinnovato l’omologazione di Grado 1 necessaria per ospitare le gare di F.1. «Anche Imola rilancia la propria candidatura al pari del Mugello per ospitare la F.1, rendendo noto lo studio commissionato alla Dromo di Jarno Zaffelli, società che ha appena vinto l’appalto per la progettazione degli sviluppi dei tracciati di Silverstone e Zandvoort. Lo studio, sollecitato dalle autorità sportive nazionali, si è focalizzato sul completamento dei lavori relativi alla struttura che ospita il corpo box con la realizzazione delle hospitality relative al Paddock Club e alle relative tribune di servizio».

L’ostacolo maggiore, cioè quello economico, viene sottolineato da Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola. «Per raggiungere un tale risultato è fondamentale avere il pieno supporto delle istituzioni regionali e metropolitane, come sta avvenendo per Monza e Mugello». E il fatto che il Governo nazionale abbia virato dal cosiddetto gialloverde verso il giallo-rosso, potrebbe non essere negativo per le speranze future (non solo dopo il 2024, anche prima, se Monza non dovesse finire i lavori richiesti in tempo utile) dei veri rombi sul Santerno, quelli che l’hanno reso famoso in tutto il mondo. (p.z.)

Nella foto: il rendering che mostra il futuro corpo box

Autodromo, Imola si candida per la Formula 1: «Il Mugello c’è? Ci siamo pure noi»
Cronaca 5 Settembre 2019

All'autodromo nel week-end spazio a «Mostra scambio» e «Ayrton Magico»

La 43ª Mostra scambio di auto, moto e cicli d’epoca si svolgerà venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 settembre, come di consueto organizzata dal Crame all’autodromo «Enzo e Dino Ferrari». E sarà il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ad inaugurarla ufficialmente. Inaugurazione che, per la prima volta, vedrà un vero e proprio taglio del nastro sabato 7 settembre, alle ore 11, sotto la storica torre di accesso all’impianto e davanti al museo multimediale intitolato a Checco Costa, con la partecipazione, fra gli altri, della sindaca Manuela Sangiorgi e dell’assessore regionale a Turismo e Commercio, Andrea Corsini. Quella di Bonaccini è una presenza che onora un impegno che lo stesso presidente aveva assunto l’anno scorso, a testimoniare l’importanza che la Regione riconosce all’evento imolese, anche per le sue importanti ricadute in termini turistici. Altrettanto significativo, dal punto di vista simbolico, anche il luogo scelto per il taglio del nastro. Il nuovo museo multimediale Checco Costa rappresenta infatti un valore aggiunto per l’autodromo, con la sua capacità di far vivere le radici di questo impianto e la passione che lo ha sempre animato, proiettandole nel futuro. E la 43ª Mostra scambio sarà impreziosita proprio dall’apertura del museo, dove continua la mostra Ayrton magico, l’anima oltre i limiti: una mostra unica, un viaggio emozionale ed immersivo nella vita di Ayrton Senna a 25 anni da quel tragico 1 maggio del 1994. Un evento nell’evento, con un prezzo speciale per tutti i visitatori e gli espositori della mostra scambio.

A proposito di espositori e visitatori, anche quest’anno le cifre sono importanti e confermano il trend di crescita: sono attesi oltre 2 mila espositori, che si distribuiranno nel paddock, nei box e lungo tutti e due i lati della pista, di cui oltre 150 stranieri, provenienti in particolare da Germania, Francia, Gran Bretagna e Paesi dall’Europa dell’est. Sul fronte dei visitatori, al momento le previsioni stimano oltre 40 mila presenze, con alte percentuali anche dall’estero. Questo afflusso, distribuito su più giorni, si traduce ogni volta in benefici economici per il territorio, in particolare per le attività di ricezione e ristorazione. Un volano turistico che va oltre il «colore» con il quale da sempre, giustamente, si dipinge la manifestazione, per assumere anche i connotati di un evento di importanza economica per Imola e dintorni. Non a caso la mostra scambio è la prima manifestazione del suo genere in Italia, per numeri, organizzazione e logistica, inserita anche quest’anno nel calendario ufficiale delle iniziative del Comune e di Formula Imola, la società che gestisce l’impianto del Santerno.

Gli orari di ingresso saranno i seguenti: per gli espositori con prenotazione venerdì 6 settembre ore 7-17; sabato 7 e domenica 8 settembre ore 7-18; per i visitatori (ingresso 10 euro per persona, biglietto valido per una sola giornata) venerdì 6 settembre ore 12-18; sabato 7 e domenica 8 settembre ore 7.30-18. Da quest’anno c’è anche la possibilità di acquistare i biglietti online (www.crame.it). Infine, giusto ricordare che il Crame accende anche i motori della solidarietà. Grazie infatti ai tanti privati che ogni anno collaborano al successo della mostra scambio in forma totalmente gratuita, il Crame in questi anni ha raggiunto il traguardo di ben 582.000 euro destinati alla solidarietà, di cui 22.000 euro donati con l’edizione dello scorso anno. Fra questi ci sono anche i 5.000 euro destinati alla Fondazione Senna, l’ente benefico creato dallo stesso Senna per fornire assistenza sanitaria e scolastica ai bambini brasiliani, che ha in Claudio Giovannone (che fu amico del tre volte campione del mondo) il suo «ambasciatore» in Italia ed in Europa. (r.c.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 29 agosto.

Nella foto (Isolapress): da sinistra l”edizione 2018 della Mostra scambio e la mostra «Ayrton Magico» allestita presso il museo «Checco Costa»

All'autodromo nel week-end spazio a «Mostra scambio» e «Ayrton Magico»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast