Posts by tag: bonaccini

Cronaca 18 Agosto 2021

Crisi afghana, Bonaccini-Schlein: «La Regione farà la propria parte, ora priorità ai corridoi umanitari»

Dopo l’appello dei sindaci del circondario imolese, anche la Regione Emilia-Romagna è a fianco del popolo afghano, pronta a fornire soccorso innanzi tutto alle donne, ai bambini, alle persone più fragili. «In queste ore drammatiche già molti sindaci di questa regione, e non solo di una parte politica, hanno dato la loro disponibilità ad accogliere i profughi e quanti riusciranno a lasciare l’Afghanistan – sottolineano il presidente della Regione Stefano Bonaccini e la vicepresidente e assessora al Welfare Elly Schlein -, dando prova di quella umanità e di quel senso civico che da sempre contraddistinguono questo territorio. Anche la Regione sta seguendo con attenzione l’evolversi della situazione ed è pronta a fare la propria parte, in raccordo con il Governo e i territori, per garantire un‘azione che sia il più possibile coordinata ed efficace. Il nostro pensiero va innanzi tutto alle donne, ma anche ai bambini e a quanti in queste ore drammatiche si trovano in una condizione di maggiore fragilità».

Secondo Bonaccini e Schlein è urgente ora «attivare corridoi umanitari e aiuti alla popolazione, ma allo stesso tempo sarà necessario compiere una riflessione approfondita su quello che è successo, e sul ruolo della politica. E’ una responsabilità che ci chiama in causa tutti come Occidente e come Europa». (r.cr.)

Nella foto: Stefano Bonaccini ed Elly Schlein

Crisi afghana, Bonaccini-Schlein: «La Regione farà la propria parte, ora priorità ai corridoi umanitari»
Cronaca 17 Agosto 2021

Il Cai regionale al presidente della Regione Bonaccini: «Si trovi presto la soluzione per la rete sentieristica»

La questione della tutela della rete sentieristica nella nostra regione, trattata più volte da sabato sera, non ha ancora trovato una soluzione. A tutt’oggi, la legge regionale n. 14 del 2013, che promuove e disciplina la salvaguardia di questo patrimonio, non può avere gli effetti auspicati per la mancanza di regolamenti che ne disciplinano l’accesso e ne garantiscono la fruizione da parte degli escursionisti e degli appassionati.

Il problema nasce dalla lentezza della Regione nell’affrontare l’argomento e, secondo il presidente del Cai Emilia Romagna, Massimo Bizzarri: «Dalle iniziali difficoltà e perplessità circa la mancata redazione dei regolamenti, si è passati ad una fase di stallo che non solo non permette di procedere secondo le indicazioni prese otto anni fa, ma che ha appesantito e aggravato il territorio, lasciato così allo sbando».

Per smuovere la situazione, Bizzarri ha inviato una lettera al presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e agli assessori competenti, per chiedere una maggiore regolamentazione del settore. «Spero che vi sia la volontà urgente di dare risposte esaustive dovute e attese, oggi più che mai», auspica il presidente, che si augura di poter incontrare personalmente Bonaccini per approfondire i temi affrontati nel documento. (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 5 agosto.

Il Cai regionale al presidente della Regione Bonaccini: «Si trovi presto la soluzione per la rete sentieristica»
Cronaca 26 Luglio 2021

Il presidente della Regione Bonaccini a Castello, appunti e idee per «Il Paese che vogliamo»

«Qui c’è tutto ciò che conta, ciò che siamo e ciò che vorremo essere. Vale per l’Emilia Romagna, vale per l’Italia». Stefano Bonaccini ha raccolto i suoi appunti di viaggio nel libro «Il Paese che vogliamo» (Piemme) uscito ad inizio luglio che verrà presentato oggi, lunedì 26 luglio, alle ore 21 in piazza XX Settembre a Castel San Pietro in compagnia del sindaco Fausto Tinti e con un saluto della segretaria del Pd territoriale Francesca Marchetti. È consigliata la prenotazione che è possibile effettuare scrivendo una e- mail a pdcastelsanpietroterme@gmail.com.

Il viaggio di cui questo libro è diario, è quello di un presidente di Regione che guarda oltre i suoi confini. «Ho il privilegio di essere nato e di vivere in una bellissima regione, insieme all’orgoglio di amministrarla da più di sei anni – è il pensiero del presidente Bonaccini -. Ma quel che serve è per l’Italia, l’Emilia Romagna non basta a se stessa. I problemi che affrontiamo non sono poi così dissimili nel resto della penisola. Soprattutto quelli che riguardano il nostro futuro, il cambiamento necessario, gli obiettivi per realizzare il Paese che vogliamo». (r.cr.)

Nelle foto: Stefano Bonaccini

Il presidente della Regione Bonaccini a Castello, appunti e idee per «Il Paese che vogliamo»
Cronaca 22 Luglio 2021

L’Università di Bologna, di cui fa parte anche la sede di Imola, è la migliore d’Italia

L’Università di Bologna, che può contare anche una sede a Imola all’interno di palazzo Vespignani, è la migliore in Italia. A stabilirlo la classifica Censis sui grandi atenei con più di 40 mila studenti.

L’Università di Bologna, con 91,8 punti, ha preceduto l’ateneo di Padova e La Sapienza di Roma. «Un risultato che ci rende orgogliosi, per un”Emilia-Romagna sempre più terra dei saperi e della conoscenza. Ottimo lavoro» ha commentato il presidente della Regione Stefano Bonaccini.

Sull’ateneo bolognese, ma soprattutto sulla sede imolese era intervenuto anche il sindaco Marco Panieri, nell’intervista su «sabato sera» del 15 luglio scorso. «Ho già fatto i complimenti al nuovo rettore Giovanni Molari, ma voglio ringraziare anche il suo predecessore Francesco Ubertini e Patrizia Tassinari, che coordina il polo distaccato di Imola, in forte sinergia con il territorio e con gli stakeholder, come la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, il ConAmi, l’Ausl. Ora siamo in attesa della posa della prima pietra per lo studentato universitario all’Osservanza e l’obiettivo generale è raddoppiare gli studenti dei corsi imolesi arrivando a circa duemila presenze, facendo leva su tre aspetti: trasporti e collegamenti, formazione universitaria e tecnica, costo della vita e servizi». (da.be.)

Nella foto: la sede imolese dell’Università di Bologna

L’Università di Bologna, di cui fa parte anche la sede di Imola, è la migliore d’Italia
Cronaca 19 Luglio 2021

Inaugurato il campo polivalente a Casalfiumanese, al taglio del nastro il presidente Bonaccini – Le immagini

E’ stato inaugurato sabato scorso, a Casalfiumanese, il campo polivalente in erba sintetica «Nando Cavina». Al taglio del nastro era presente anche il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. A seguire, è andata in scena la partita di calcio tra la Nazionale italiana sindaci e gli amministratori e amici del Nuovo Circondario imolese. (r.cr.)

Nella foto: il taglio del nastro del nuovo campo polivalenti di Casalfiumanese

Inaugurato il campo polivalente a Casalfiumanese, al taglio del nastro il presidente Bonaccini – Le immagini
Cronaca 17 Luglio 2021

Il presidente Bonaccini a Casalfiumanese per inaugurare il campo polivalente

Ci sarà anche il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, oggi al taglio del nastro del nuovo campo polivalente in erba sintetica «Nardo Cavina» presso il centro sportivo di viale XXV Aprile a Casalfiumanese. L’appuntamento è per l’iniziativa «Ritorno al…lo Sport. Sorridiamo, condividiamo, cresciamo».

Il via alle ore 10 con le attività sportive a cura delle associazioni nei campi sportivi di Casale (viale XXV Aprile e piazzetta della Solidarietà). Alle 18.30 il presidente Bonaccini e la sindaca Beatrice Poli invece inaugureranno il campo polivalente in erba sintetica realizzato con un cofinanziamento regionale (108 mila euro su 177 mila euro complessivi) sulla superficie del vecchio campo in erba. Alle ore 19 inizieranno le fasi finali dei tornei e alle 19.30 scenderanno in campo la Nazionale italiana sindaci contro gli amministratori e amici del Nuovo Circondario imolese. (r.s.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 15 luglio.

Nella foto: il campo polivalente in erba sintetica «Nardo Cavina»

Il presidente Bonaccini a Casalfiumanese per inaugurare il campo polivalente
Cronaca 5 Aprile 2021

Pacco sospetto a casa, paura per il presidente Stefano Bonaccini

Nel primo pomeriggio di oggi, come riporta l’Ansa sul proprio sito, due uomini hanno suonato nel modenese all”abitazione del presidente dell”Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, consegnandogli un pacco di cartone con sopra un foglio con su scritto ”Frode Covid”, dicendogli, fra le altre cose, che gli ospedali sarebbero vuoti e che si toglie lavoro alle persone.

Bonaccini ha immediatamente allertato i carabinieri, lasciando su loro consiglio il pacco fuori casa. I militari hanno avuto modo di verificare il contenuto non pericoloso: cartacce e pannolini sporchi. Adottate misure per rafforzare la sicurezza di Bonaccini e della sua famiglia. (r.cr.)

Nella foto: Stefano Bonaccini

Pacco sospetto a casa, paura per il presidente Stefano Bonaccini
Cronaca 13 Marzo 2021

Coronavirus, addio al «re del liscio» Raoul Casadei. Il ricordo di Bonaccini e Manca

E” scomparso oggi, all’ospedale di Cesena, Raoul Casadei. Il «re del liscio» aveva 83 anni e dal 2 marzo era ricoverato al Bufalini per le conseguenze del Covid.

Tra i messaggi di cordoglio, quello del presidente della Regione, Stefano Bonaccini sulla sua pagina Facebook. «Caro Raoul, hai cantato la Romagna in Italia e nel mondo, aggiungendo un ingrediente di magia all”identità della nostra terra e della nostra riviera. Hai fatto ballare intere generazioni accompagnando sogni, vacanze, serate. Un grande abbraccio a Pina, Carolina, Mirna e Mirko. Ci mancherai tantissimo».

Pensiero rivolto anche dal senatore del Pd, Daniele Manca. «Purtroppo ci lascia una radice della nostra terra: la sua musica, ha stretto nel ballo le persone, ha promosso felicità, divertimento, comunità. La solarità della nostra terra ha incontrato la sua musica, la sua allegria. Nel ballo, le sue parole incontravano la musica con un”armonia unica, costruivano felicità amore, promuovevano relazioni ed emozioni uniche nel mondo e hanno reso ancora più grande la nostra terra, la Romagna. Grazie Raoul Casadei, la tua musica con le tue parole vivrà per sempre». (r.cr.)

Nella foto: Raoul Casadei

Coronavirus, addio al «re del liscio» Raoul Casadei. Il ricordo di Bonaccini e Manca
Cronaca 23 Febbraio 2021

Scomparsa di Fausto Gresini, il presidente della Regione Bonaccini: «Se ne è andato un grande campione, figlio di questa terra»

Continuano ad arrivare messaggi di cordoglio per la morte di Fausto Gresini. Oltre a quelli del sindaco di Imola Marco Panieri, ecco le parole del presidente della Regione, Stefano Bonaccini: «Se ne è andato un grande campione, portato via da una malattia feroce che sta provocando tanti dolori e lutti. Sono vicino alla famiglia cui porgo, anche a nome della Giunta regionale, le mie più sincere condoglianze. Gresini ha incarnato alcune delle caratteristiche più vere di questa terra che ama i motori. Lo ricorderemo per l’umanità e lo spirito autenticamente agonistico, l’impegno e la tenacia con cui negli anni ha saputo coltivare questa passione, sia in prima persona, come pilota vincitore di titoli mondiali, sia come manager sportivo con la decisione di fondare un proprio team, il Gresini Racing, sotto le cui insegne hanno corso altri grandi campioni tra i quali Marco Melandri e Marco Simoncelli».

Nella foto: Fausto Gresini

Scomparsa di Fausto Gresini, il presidente della Regione Bonaccini: «Se ne è andato un grande campione, figlio di questa terra»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast