Posts by tag: cani

Cronaca 26 Luglio 2019

Focolaio di leishmaniosi in via Calunga Buore e via Strascina, ordinanza del Comune per prevenire l'epidemia

Prevenire la leishmaniosi viscerale nel territorio comunale. E” l”obiettivo che ha portato la sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, a firmare un”ordinanza a seguito di una segnalazione del Dipartimento di Sanità pubblica dell”Ausl nella quale si comunica la presenza di un focolaio della malattia nelle vie Calunga Buore e Strascina. Nella nota che l”Azienda sanitaria ha inviato al Comune, si sottolinea infatti che la leishmaniosi «costituisce una malattia grave, potenzialmente mortale ad esordio lento e di difficile diagnosi, trasmessa da flebotomi Spp (pappataci) e riconosce un serbatoio animale fonte di infezione costituito in principalmente dai canidi, in primis dal cane domestico».

Ecco allora la decisione di disporre, attraverso lo strumento dell”ordinanza, una serie di misure di sorveglianza e controllo a sostegno dell’attività dell”Unità di Igiene Veterinaria dell”Ausl, impegnata nella ricerca dei cani infetti e a tutela della salute dei residenti nell’ambito territoriale di diffusione della malattia». In particolare, il provvedimento, per evitare che la patologia si diffonda nella popolazione canina, impone ai cittadini della zona interessata dal focolaio queste misure indicate dall”Azienda sanitaria: l”immediata registrazione di tutti i cani di proprietà mediante applicazione del microchip e iscrizione nell’anagrafe regionale animali d’affezione (Araa) alla pubblicazione all’Albo Pretorio dell”ordinanza (obbligo peraltro già previsto dalla normativa vigente e sanzionabile se non si ottempera entro 30 giorni dall”entrata in possesso di un cane); obbligo di informare l”Igiene Veterinaria della presenza di cani di proprietà, ma registrati in altri Comuni (Dipartimento di Sanità Pubblica – Front Office, telefono 0542-604950 dal lunedì al sabato 8.30-12.30 e al martedì dalle 14.30 alle 17 – mail: frontoffice@ausl.imola.bo.it); obbligo di sottoporre i cani ai controlli di laboratorio prescritti o eseguiti dall’Igiene Veterinaria; obbligo di aderire alle prescrizioni (terapeutiche/di approfondimento diagnostico) impartite dalla stessa Unità di Igiene Veterinaria per i cani rivelatisi infetti/sospetti; obbligo di applicare ai cani un collare impregnato di antiparassitario ad effetto repellente fino alla fine del mese di ottobre. (r.cr.)

Nella foto l”area di attenzione nella quale è stato segnalato il focolaio della malattia

Focolaio di leishmaniosi in via Calunga Buore e via Strascina, ordinanza del Comune per prevenire l'epidemia
Cronaca 19 Gennaio 2019

Il suo cane morde una donna, lei è costretta a frequentare un corso di rieducazione insieme all'animale

Nel circondario imolese si contano circa 48 mila cani regolarmente iscritti ai registri dell’anagrafe canina (e quindi dotati di chip). Ma forse non tutti i padroni di amici a quattro zampe sanno che, potenzialmente, ogni cane può diventare un «morsicatore», cioè indipendentemente dalla razza può manifestare aggressività contro un altro cane oppure una persona. Sempre stando alle statistiche del servizio veterinario dell’Ausl di Imola, si contano in media fra le 80 e le 100 morsicature all’anno. Episodi che, il più delle volte, non balzano agli onori della cronaca perché, per fortuna, non causano particolari danni.

«Questi sono i numeri degli episodi che transitano attraverso i canali ufficiali, come il pronto soccorso o gli studi veterinari in caso di morsi fra cani, e che poi giungono a noi per l’iter di prassi – precisa il veterinario Geremia Dosa dell’Ausl -. Quando avvengono in famiglia oppure non provocano particolari conseguenze, non vengono nemmeno segnalati». Altre volte, invece, occorre procedere secondo un iter che prevede differenti passaggi ed è regolato, oltre che dalla legge nazionale, da norme regionali specifiche dell’Emilia Romagna.

Lo scorso 12 novembre, ad esempio, un pitbull femmina di un anno, di proprietà di una donna di Castel San Pietro, ha morsicato una donna imolese. «Si è trattato di un caso grave di aggressività – commenta il veterinario -. Al seguito della valutazione comportamentale da noi effettuata alla padrona del cane è stato disposto l’obbligo di non lasciare l’animale incustodito alla presenza di estranei. Insieme al cane morsicatore, poi, dovrà frequentare un corso di rieducazione prima di poter richiedere una nuova visita di valutazione dell’aggressività dell’animale». E le disposizioni sono state pubblicate anche sull’albo pretorio del Comune di Castello.

In Emilia Romagna, infatti, il servizio veterinario viene coinvolto per ogni segnalazione di morsicatura ed effettua tre verifiche: l’identificazione dell’animale e la verifica della sua regolare iscrizione all’anagrafe canina, il controllo sanitario contro il virus della rabbia (malattia non presente in Italia ma non del tutto sconfitta nell’Europa dell’est) e una valutazione comportamentale dell’aggressività del cane. «Si tratta di una visita utile per determinare se l’episodio di morsicatura rappresenta una risposta motivata e razionale del cane allo stimolo ricevuto, oppure se l’animale ha reagito con eccessiva aggressività – spiega Dosa -. Il cane non è un animale aggressivo di per sé, l’episodio di aggressività, ad esempio, potrebbe essere una conseguenza del fatto che il morsicato non ha rispettato il “galateo comportamentale” nei confronti degli animali (cioè non avvicinarsi ad un cane che non si conosce, chiedere il permesso al padrone – che per il cane è il capobranco -, porgere la mano e farsi annusare prima di accarezzarlo) oppure se si è trattato al contrario di un caso di aggressività eccessiva o fuori controllo. In questa seconda eventualità si procede intimando alcuni obblighi di sicurezza da osservare come indossare la museruola e la pettorina contenitiva al posto del semplice guinzaglio».

Se l’animale tende a scappare i veterinari dell’Ausl possono richiedere la predispo-sizione di un particolare recinto. «Nei casi di aggressività più grave possiamo anche disporre la partecipazione ad un corso di socializzazione con un addestra-tore iscritto all’albo regionale, durante il quale l’animale dovrà imparare ad approcciarsi correttamente con gli altri cani e gli esseri umani, mentre il pa-drone dovrà imparare a gestire l’animale». (mi.mo.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 17 gennaio

Nella foto il veterinario dell”Ausl Geremia Dosa

Il suo cane morde una donna, lei è costretta a frequentare un corso di rieducazione insieme all'animale
Cronaca 22 Settembre 2018

Una domenica per gli «amici a quattro zampe» al parco delle Acque minerali

Oltre alle Guardie Ambientali Metropolitane Zoofile, che tutti i giorni lavorano per la salvaguardia degli animali, saranno presenti varie associazioni per la tutela del benessere animale e dell’ambiente, un punto veterinario e vari educatori cinofili saranno a disposizione del pubblico per consulenze gratuite e per far provare gratuitamente ai cittadini mobility, rally obbedience e disc dog, con il proprio cane.

A lui viene quindi dedicata la giornata di domenica 23 settembre curata da Legambiente Imola-Medicina che prende il via alle 9 con il ritrovo in piazza Matteotti davanti all’Opera Dulcis, prosegue alle 9.30 con la sfilata verso il parco delle Acque minerali dove alle 10.45 ci sarà un’esibizione di Sleedog/Canicross/Dogbike e ci si potrà iscrivere alla mostra canina aperta a cani di razza e non, presso lo stand di Legambiente, mostra che si terrà alle 11.20 nella discoteca.

Come in mattinata, anche il pomeriggio alle Acque vedrà esibizioni varie, prove e dimostrazione (ad esempio, alle 17.15 ci sarà l’esibizione dell’unità cinofila del corpo dei Carabinieri di Bologna). Sarà possibile pranzare con il proprio cane all’interno del bar delle Acque minerali. La manifestazione è ad ingresso gratuito e offerta libera; il ricavato dell’evento verrà utilizzato per aiutare gli animali in difficoltà.

Info www.legambientemedicina.it

r.c.

Una domenica per gli «amici a quattro zampe» al parco delle Acque minerali
Cronaca 10 Settembre 2018

Il medicinese Fabio Ruffini con il suo Nice Red Mamba ai Mondiali 2018 per cani di “Utilità e Difesa'

Il quarantaduenne Fabio Ruffini, di professione geometra, divide le sue giornate tra lo studio a Medicina, la famiglia e la sua passione per i cani, che lo accompagna fin da bambino. Per riuscire a coniugare tutto, si sveglia ogni mattina alle cinque e fa esercizio con i suoi cani prima di andare al lavoro.

«L’addestramento richiede dedizione e lavoro giornaliero – spiega – per questo motivo mi trovo a dovermi ritagliare qualche ora di prima mattina e di sera, quando gli altri dormono». Lo spirito di sacrificio di Ruffini lo ha portato a strappare un biglietto per i mondiali Fci-Ipo 2018 di Utilità e Difesa, che si svolgeranno dall’11 al 16 settembre presso lo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro.

Lui e Nice Red Mamba, il suo cane di razza pastore belga malinois, coronano un percorso di cinque anni di lavoro, impegno e sudore gareggiando per l’Italia nella competizione Ipo (Utilità e Difesa) più prestigiosa, a cui parteciperanno 171 cani provenienti da 40 paesi. La disciplina in cui competono i due è forse la più impegnativa e completa nel panorama degli sport cinofili, con gare strutturate in tre prove da cento punti ciascuna, divise su tre livelli di difficoltà differenti e denominate Pista, Obbedienza e Difesa.

La prova di Pista richiede che il cane segua una pista odorosa mantenendosi con precisione su un percorso prestabilito, mentre quella di Obbedienza mette sotto esame il legame tra animale e conduttore, valutando la capacità di eseguire particolari comandi ed esercizi. La prova di Difesa, infine, testa le capacità del cane di individuare le minacce, segnalarle al conduttore e attenersi ai suoi comandi controllando la propria aggressività: solo quando riceve l’ordine può attaccare il «nemico», ossia un figurante dotato di protezioni, mordendolo sull’apposita manica. E’ il momento più spettacolare della gara e coniuga potenza, agilità e controllo.

«Partecipare ai mondiali è un sogno che coltivo fin da quando ho ricevuto il mio primo cane, una boxer, all’età di 15 anni e ho iniziato a frequentare il campetto di addestramento di Castenaso» racconta Ruffini. Il salto di qualità lo ha fatto con la sua prima malinois, Hilda, ottenuta in regalo nel 2009 da uno dei frequentatori del campo. (ri. ra.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 6 settembre

Nella foto Fabio Ruffini con Nice Red Mamba

Il medicinese Fabio Ruffini con il suo Nice Red Mamba ai Mondiali 2018 per cani di “Utilità e Difesa'
Cultura e Spettacoli 22 Agosto 2018

Tozzona Festa & Sport ritorna con spettacoli, ballo, attività sportive e sfilata degli amici cani

Tozzona Festa & Sport è l”appuntamento di fine agosto con il divertimento al centro sociale La Tozzona di Imola, in via Punta 24. Da domani, giovedì 23 agosto, fino al 30 agosto i visitatori potranno mangiare allo stand gastronomico (che apre tutte le sere alle 18.30, domenica 26 anche alle 11.30), dedicarsi al gioco del tappo, godere di attività sportive e ricreative, ballare ed assistere a spettacoli.

Per quel che riguarda questi ultimi, iniziano alle ore 21 e prevedono: giovedì 23 ballo con l”orchestra Mirco Gramellini, venerdì 24 con l”orchestra Claudio Nanni, sabato 25 spettacolo di pattinaggio Imola Roller, domenica 26 spettacolo One y Dos e associazione Biancoverde, lunedì 27 ballo con l”orchestra Emil Spada, martedì 28 spettacolo di ballo Gamma Club, mercoledì 29 ballo con l”ochestra Stefania Ciani e giovedì 30 con Nuova Romagna Folk.

Sono in programma anche altre attività quali il primo raduno serale Mtb Tozzona con un percorso di 32 chilometri (giovedì 23 ore 17-19, con un buono di 8 euro dato agli iscritti da consumarsi al ristorante della festa), la gimkana per bambini fino a 11 anni (sabato 25 ore 16-18, con simulazione del mondo della strada in collaborazione con la Polizia municipale), il raduno di auto e moto d”epoca (domenica 26 alle 9), l”animazione per bambini (domenica 26 alle 17), il settimo Trofeo memorial Bruno Falconi (mercoledì 29 alle 20 al campo da calcio Calipari).

Momento clou della festa sarà poi, domenica 26, la Festa del bastardino con «sfilata a 4 zampe»: le iscrizioni aprono alle 14.30 (quota minima 5 euro, ricavato interamente devoluto al canile municipale), la sfilata prende il via alle 15 e le premiazioni si tengono alle 17 (in palio ci sono un buono vacanze per una settimana a Marilleva in residence da 4/8 persone con promo valida fino al settembre 2018 e venti buoni sconto del 20 per cento spendibili nei negozi L”ora degli animali).

Nella foto un momento di una passata edizione della festa

Tozzona Festa & Sport ritorna con spettacoli, ballo, attività sportive e sfilata degli amici cani

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast