Posts by tag: CASTEL DEL RIO

Cultura e Spettacoli 20 Ottobre 2021

Castel del Rio set del film thriller italo-olandese «Dark Matter»

Castel del Rio set del thriller italo-olandese «Dark Matter» del regista Stefano Odoardi. Fino a lunedì 25 ottobre, una troupe composta dal cast e da 40 professionisti è al lavoro in località Molino del Duca per le riprese delle parti più intense e spettacolari.

«Dark Matter» racconta di Antonio, un affermato fisico che opera nel campo della Materia oscura – particelle di cui non sappiamo nulla, ma che compongono il 95 per cento del nostro universo – la cui vita viene stravolta quando all’improvviso suo figlio Thomas, appena undicenne, scappa di casa dopo la morte del nonno. Da quel momento Antonio non solo dovrà cercare il figlio, ma anche se stesso. «Viviamo un periodo storico in cui sembriamo aver perso la capacità di confrontarci con lo sconosciuto – commenta Odoardi, che da diversi anni lavora prevalentemente in Olanda -. Il mio film vuole essere un tentativo di riaffermare l’importanza dello sconosciuto come un elemento fondamentale della vita stessa. In definitiva, quando lo sconosciuto viene rivelato può essere crudele, ma può anche premiarti con una nuova consapevolezza».

Nel cast Alessandro Demcenko, Angélique Cavallari, Eleonora Giovanardi, Thierry Toscan, Elisabetta Pellini, Orso Maria Guerrini, Daniela Poggi, Simona Senzacqua, Shaula Pascucci, Angelica Cacciapaglia e per la prima volta sullo schermo il giovanissimo Giulio Cecchettini. (lu.ba.) 

Nella foto: un momento delle riprese

Castel del Rio set del film thriller italo-olandese «Dark Matter»
Cronaca 13 Ottobre 2021

Marroni di Castel del Rio, annata di piccolo calibro

Caldo e siccità hanno seriamente compromesso la stagione dei marroni e delle castagne. Si trovano fin troppo d’accordo Sergio Rontini, vicepresidente del Consorzio dei castanicoltori di Castel del Rio, che con sua figlia Monia nella vallata del Santerno coltiva più di 50 ettari di castagneti, e Renzo Panzacchi, presidente del Consorzio castanicoltori dell’Appennino bolognese. All’unanimità affermano, infatti, che «quest’anno ci sarà almeno il 50 per cento in meno di prodotto, rispetto allo scorso anno, ma la percentuale in alcune zone potrebbe salire al 70 per cento». (a.g.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Marroni di Castel del Rio, annata di piccolo calibro
Cultura e Spettacoli 8 Ottobre 2021

Dalla Stazione Radioastronomica di Medicina alla Pieve di Ca' Maggiore a Coniale, arrivano le Giornate d'Autunno del Fai

Seicento luoghi solitamente inaccessibili o poco noti in trecento città d’Italia. Sono le proposte di visita della decima edizione delle Giornate d’Autunno del Fai a cui il Fondo per l”Ambiente Italiano darà vita sabato 16 e domenica 17 ottobre. Si va dai complessi religiosi ai palazzi, dai castelli alle aree archeologiche, dai piccoli musei ai parchi e giardini storici, e ancora borghi, aree naturalistiche, luoghi produttivi e molto altro. In Emilia Romagna, sono coinvolti anche i comuni di Medicina, Dozza e Castel del Rio. 

A Medicina si potrà visitare la Stazione Radioastronomica «Marcello Ceccarelli» (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, accesso non garantito senza prenotazione). Inoltre, domenica 17 ottobre, alle ore 16 e alle 17, si terrà un concerto della Banda municipale diretta da Ermanno Bacca. Nella cittadina, nei due giorni si potrà inoltre prendere parte alla visita de «La sagrestia svelata della chiesa del Carmine», che prevede anche momenti musicali a cura della Scuola di musica Medardo Mascagni, o a quella alla mostra della pittrice del Novecento Bianca Calza allestita al Palazzo della Comunità, nel Museo Civico.

L”organizzazione delle Giornate d”Autunno nei tre luoghi medicinesi è curata dal Gruppo Fai Savena Idice Sillaro, mentre il Gruppo Fai di Imola, Dozza e Valle del Santerno cura le visite a Dozza e a Castel del Rio. Nel borgo dipinto, infatti, la Rocca si mostrerà nel suo aspetto di appartamento privato della famiglia Malvezzi-Campeggi (dalle ore 10 alle 18). A Castel del Rio, palazzo Alidosi sarà visitabile domenica 17 ottobre dalle 10 alle 18, mentre sia il 16 che il 17 (con due turni mattutini e due pomeridiani), sarà possibile ammirare la Pieve di Ca” Maggiore a Coniale.

Le visite si svolgeranno nel rispetto delle normative anti Covid-19 (accesso con Green pass anche per l”ingresso ai luoghi di carattere naturalistico, tranne che per i bambini al di sotto dei 12 anni). Per informazioni sulle modalità di partecipazione e per prenotare (i posti sono limitati) si possono consultare i siti Fondo ambiente e Fai.

Approfondimenti su «sabato sera» del 14 ottobre.

Nelle foto (tratta dal sito del Fai: la Stazione Radioastronomica di Medicina e la Pieve di Ca” Maggiore a Coniale

Dalla Stazione Radioastronomica di Medicina alla Pieve di Ca' Maggiore a Coniale, arrivano le Giornate d'Autunno del Fai
Cronaca 4 Ottobre 2021

Elezioni 2021, a Castel del Rio affluenza in netto calo nella prima giornata di voto

Urne di nuovo aperte questa mattina a Castel del Rio fino alle ore 15. Dai dati forniti dal sito Eligendo del ministero dell’Interno, nella prima giornata di voto si sono recati alle urne il 43,50% degli aventi diritto, affluenza in netto calo rispetto al 70% registrato nella prima giornata della scorsa tornata elettorale. (lo.mi.) 

Nella foto: veduta aerea di Castel del Rio

Elezioni 2021, a Castel del Rio affluenza in netto calo nella prima giornata di voto
Cronaca 24 Settembre 2021

Camminata, cerimonie e musica per ricordare la battaglia di Ca’ di Guzzo e la liberazione di Castel del Rio

Il 77° anniversario della battaglia di Ca’ di Guzzo e della liberazione di Castel del Rio ad opera delle truppe alleate saranno ricordati domenica 26 settembre, su iniziativa delle sezioni Anpi di Castel del Rio, di Imola e di Castel San Pietro e del Comune di Castel del Rio.

Primo appuntamento della giornata è l’ormai tradizionale camminata, con ritrovo alle ore 7.30 al parcheggio della Bocciofila di Imola e alle 8.30 alla curva del Montale (dopo Belvedere). Per informazioni: tel. 335 6411488 (Romano Bacchilega). Alle ore 9.45 ritrovo e posa di una corona presso il monumento e i resti dell’edificio di Ca’ di Guzzo, a cui seguirà la posa di una corona alla stele a ricordo di Gianni Palmieri (Medaglia d’oro al valor militare). Alle 11.15 ritrovo presso il monumento di Belvedere. In attesa del rientro dei camminatori è prevista un’azione teatrale, in collaborazione con l’associazione ExtraVagantis e l’Anpi di Imola, con musica di Maurizio Piancastelli. Interverranno Gabrio Salieri (presidente Anpi Imola), Enrico Alpi (presidente Anpi Castel del Rio), Alberto Baldazzi (sindaco di Castel del Rio) e Fabrizio Castellari (vicesindaco di Imola). Per ragioni relative alla sicurezza contro il Coronavirus, anche quest’anno non è possibile pranzare presso il Centro sociale di Belvedere.

La giornata si concluderà a Castel del Rio alle ore 18.30, quando avrà luogo la cerimonia organizzata da Comune, Anpi e Museo della Guerra, con deposizione di corone ai piedi del monumento alla Resistenza e del monumento in ricordo dei caduti dei Gruppi di combattimento Folgore, Nembo e San Marco per ricordare la liberazione del paese, primo comune della provincia di Bologna a essere liberato dagli eserciti alleati. (r.cr.)

Nella foto (dal sito del Cai di Imola): i ruderi di Ca’ di Guzzo

Camminata, cerimonie e musica per ricordare la battaglia di Ca’ di Guzzo e la liberazione di Castel del Rio
Cronaca 29 Agosto 2021

Elezioni Castel del Rio, il sindaco uscente Baldazzi presenta la sua lista. Tutti i nomi

E’ iniziato il conto alla rovescia per le elezioni comunali a Castel del Rio, che si terranno il prossimo 3-4 ottobre. Il primo a presentare la sua lista è stato il sindaco uscente Alberto Baldazzi che dopo i due mandati punta al tris. Tra i nomi della lista civica «Per Castel del Rio», appoggiata dal Partito Democratico, figurano due membri dell’attuale giunta, ovvero la vicesindaca ed assessore a welfare e sanità Daniela Masi e l’assessore alla scuola Elisabetta Masi. Presenti anche i consiglieri Sergio Galeotti e Gabriele Ciarlatani.

Tra le new entry Annamaria Mazzini, educatrice e vicepresidente della Pro Loco alidosiana, Marco Dall’Osso, presidente dell’associazione cacciatori di Castel del Rio, Raffaella Cantagalli, titolare di un negozio bio a Imola, Davide Righini, imprenditore, Franca Poggiali, castanicoltrice in pensione ed ex dipendente del Comune di Imola, e Stefano Sabioni, direttore del Sistema Museale Alidosiano.

Nei prossimi giorni sarà presentata anche la lista di Fabio Morotti, l’altro candidato sindaco scelto dal centrodestra. (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 2 settembre.

Nella foto: i componenti della lista «Per Castel del Rio» presentata dal sindaco uscente Alberto Baldazzi 

Elezioni Castel del Rio, il sindaco uscente Baldazzi presenta la sua lista. Tutti i nomi
Cronaca 26 Agosto 2021

Elezioni comunali, a Castel del Rio c’è una poltrona per due

Alberto Baldazzi, prima che fosse reso noto il nome del suo rivale, aveva auspicato la presenza di una seconda lista a Castel del Rio per «assicurare la dialettica democratica all’interno della comunità alidosiana». Il sindaco in carica corre per il terzo mandato (nei piccoli Comuni si può) e insieme alle forze della coalizione di centrosinistra sta compilando la lista «Per Castel del Rio» e definendo il programma per la consiliatura 2021-2026. «Abbiamo davanti quattro obiettivi fondamentali» anticipa Baldazzi.

La lunga trattativa nel centrodestra della vallata del Santerno ha portato alla scelta di Fabio Morotti come candidato sindaco nella lista «Centrodestra per Castel del Rio». «Ho accettato la candidatura con molta umiltà, riconoscendo i valori in campo – esordisce Morotti -. Sfidiamo Baldazzi per dare un’alternativa reale».

Per la presentazione delle liste ci sono due finestre: venerdì 3 settembre dalle 8 alle 20 e sabato 4 settembre dalle 8 alle 12. (mi.ta.)

Nella foto: a sinistra Alberto Baldazzi; a destra Fabio Morotti

Elezioni comunali, a Castel del Rio c’è una poltrona per due
Cronaca 7 Aprile 2021

Bilanci e difficoltà dei quattro Comuni della Vallata del Santerno

Sono Bilanci condizionati dalla situazione di pandemia ormai in atto da oltre un anno quelli dei quattro Comuni della Vallata del Santerno. Al momento, solo Casalfiumanese ha completato l’iter di approvazione del budget comunale per il 2021 e annesso piano degli investimenti, mentre gli altri tre provvederanno entro il mese di aprile. Bilanci da pandemia, diceva- mo, certamente per quanto riguarda le scelte fiscali e tariffarie.

Nessuno dei quattro Comuni ha ritoccato le aliquote Imu e addizionale comunale Irpef, che restano pertanto invariate a quelle in vigore nel 2020: sul versante Imu l’aliquota ordinaria resta al 10,6 per mille di Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice e al 9,6 di Castel del Rio, mentre l’addizionale Irpef va dallo 0,70% di Castel del Rio e Fontanelice allo 0,80% di Casalfiumanese, passando dallo 0,75% di Borgo Tossignano .Invariate, inoltre, le tariffe dei servizi scolastici. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» dell’1 aprile.

Bilanci e difficoltà dei quattro Comuni della Vallata del Santerno
Sport 2 Dicembre 2020

Ciclopista Mordano-Castel del Rio, Marco Selleri: «Per il prossimo anno propongo una pedalata in notturna»

La consegna della targa che riproduce lo stemma del Comune di Imola a Marco Selleri e Marco Pavarini, direttore generale e presidente del comitato organizzatore dei Mondiali di ciclismo, ha riportato l’attenzione su una vera e propria impresa organizzativa, certificata anche dai complimenti di Thomas Bach, presidente del Cio (Comitato olimpico internazionale). Un riconoscimento che il sindaco Marco Panieri e l’assessore all’Autodromo Elena Penazzi hanno consegnato invitando a «pensare ad organizzare nuove gare, nuovi traguardi da raggiungere». 

E a Marco Selleri, mordanese, le idee non mancano mai. «Il Circondario e la Città di Imola in particolare anche nel 2021 saranno un perno importante per eventi legati alla bicicletta – anticipa Selleri -. Stiamo lavorando a diversi progetti, ma ci sono anche tante altre idee». Ad esempio? «Una segnaletica per proporre ai cicloturisti, come percorsi permanenti, i due circuiti dei Mondiali 1968 e 2020. Altra idea nel cassetto: un sabato all’anno in cui pedalare sul percorso con il traffico veicolare limitato (come fanno una volta all’anno sullo Stelvio), ma anche con accesso aperto all’autodromo». Altre idee? «Una cicloturistica in notturna, dal prossimo 10 agosto e ripetendola ogni anno, sulla nuova ciclopista nella Valle del Santerno: Mordano – Castel del Rio e ritorno. Avendo maturato l’esperienza della Strade Bianche di Romagna in notturna, vorremmo proporlo e chiedere collaborazione e autorizzazioni ai 6 Comuni toccati: Mordano, Imola, Casalfiumanese, Fontanelice, Borgo Tossignano e Castel del Rio». (ma.ma)

Nella foto: Marco Selleri con la maglia iridata dell’ultimo Campionato del mondo di ciclismo disputato a Imola

Ciclopista Mordano-Castel del Rio, Marco Selleri: «Per il prossimo anno propongo una pedalata in notturna»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast