Posts by tag: Castel San Pietro

Cronaca 3 Luglio 2022

Lo stracchino Comellini tra i formaggi più innovativi, secondo posto al Premio Roma

Lo Stracchino senza lattosio di Caseificio Comellini ha conquistato il podio del concorso Premio Roma, promosso dalla Camera di Commercio, per il secondo anno consecutivo e raggiunge il secondo posto nella classifica dei migliori «Formaggi innovativi per tecnologia di produzione o funzionalità» nell”edizione 2022.

La linea senza lattosio di Caseificio Comellini è innovazione nel rispetto della tradizione casearia emiliano-romagnola. I formaggi sono ottenuti dalla lavorazione del latte proveniente da piccoli allevamenti di Castel San Pietro, delattosati in caldaia e coagulati grazie all”utilizzo del caglio vegetale estratto dal cardo selvatico. Oltre allo Stracchino, fanno parte della gamma dei delattosati anche: Squacquerone, Casatella e Formaggio di Castel San Pietro.

«Nella produzione dei nostri formaggi cerchiamo sempre di estrarre tutto il buono del latte, per ottenere una qualità in grado di emozionare – commenta Luca Comellini, Amministratore delegato di Caseificio Comellini Spa -. Per il secondo anno il Premio Roma riconosce la bontà del nostro stracchino e ci rende particolarmente fieri, perché premia la sfida intrapresa quando abbiamo investito e scommesso sulla nuova linea di formaggi delattosati: prodotti che mantengono intatti i sapori e gli aromi dei formaggi tradizionali andando incontro alle esigenze alimentari di chi è intollerante o vegetariano ma non vuole rinunciare al piacere del buon formaggio». (r.cr.)

Lo stracchino Comellini tra i formaggi più innovativi, secondo posto al Premio Roma
Cronaca 2 Luglio 2022

Carrera, cambio di programma: per la sicurezza le «prove libere» in viale Terme slittano di una settimana

Il Comune di Castel San Pietro tramite un comunicato ufficiale ha reso noto che le prove libere della Carrera inizialmente previste per domani, domenica 3 luglio, dalle ore 9 alle 12 lungo viale Terme sono state rinviate a domenica 10 luglio. Il motivo è legato al decreto Gabrielli sulle misure di sicurezza in vigore dal 7 giugno 2017 a seguito dei fatti di Torino, in occasione della finale di Champions League, quando in piazza San Carlo si scatenò il panico che provocò 1500 feriti e 3 morti. 

«Vogliamo rispettare le condizioni di sicurezza richieste dal decreto Gabrielli – spiega il sindaco Fausto Tinti – e questa mattina in modo condiviso con l”Associazione e i Team abbiamo convenuto di svolgere solo tre prove libere a cominciare dal 10 luglio».

Sulla stessa linea di visione anche il presidente dell”Associazione Club Carrera Andrea Vallisi: «Ieri sera, al termine di un confronto di oltre due ore in comune, abbiamo constatato che alcuni particolari non sono ancora stati messi a punto e vogliamo fare le cose come si deve per la tutela di tutti, anche degli stessi atleti. Pensavamo di riuscire a farcela in tempo, ma alcuni tasselli non sono come devono essere quindi a malincuore perderemo una prova. Domenica 10 sarà tutto a posto sicuramente». (ma.cav.)

Nella foto (Isolapress): l’arrivo dell’edizione 2021 della Coppa Terme

Carrera, cambio di programma: per la sicurezza le «prove libere» in viale Terme slittano di una settimana
Cronaca 30 Giugno 2022

Tanti costi e pochi team, ma c’è Carrera nell’aria. Il presidente Vallisi: «Entusiasmo e volontà non mancano»

La stagione 2022 per la Carrera è finalmente alle porte nonostante parecchie difficoltà economiche legate al Covid e non solo. Le prove libere della storica competizione castellana con le macchinine a spinta prenderanno il via domenica 3 luglio lungo viale Terme per poi proseguire da metà mese nel centro storico. Momento clou settembre, come da tradizione, con le prove ufficiali e le gare.  

«I team purtroppo sono soltanto dieci di cui due che si sdoppiano. In pratica quindi sono otto – ha annunciato il presidente del Club Carrera Andrea Vallisi -. Questo fa capire le enormi difficoltà che stiamo riscontrando anche economicamente». 

Tutta l”intervista completa con dettagli e informazioni su «Sabato Sera» di oggi in edicola. 

Nella foto: l’edizione 2021 della Coppa Terme e Andrea Vallisi

Tanti costi e pochi team, ma c’è Carrera nell’aria. Il presidente Vallisi: «Entusiasmo e volontà non mancano»
Cronaca 30 Giugno 2022

Ius scholae, Castel San Pietro dalla parte dei diritti. Approvato l’ordine del giorno delle consigliere Francesca Marchetti e Sara Rouibi

«Non è più tempo di aspettare: il Parlamento deve approvare la nuova legge sulla cittadinanza. Chi nasce e/o cresce in Italia e frequenta la scuola è cittadino italiano». Da Castel San Pietro, la capogruppo del Partito democratico Francesca Marchetti e la consigliera comunale Sara Rouibi chiedono all’Amministrazione Tinti di attivarsi affinché l’iter di riforma della legge sulla cittadinanza si concluda positivamente entro la fine dell’attuale legislatura.

«L’ordine del giorno (approvato anche con il voto favorevole del Movimento 5 stelle, ndr) intende dar voce a tutte le ragazze e i ragazzi garantendo loro la cittadinanza italiana attraverso procedure più inclusive, certe e rapide rispetto a quelle attuali – spiega Rouibi –. Chiediamo al consiglio comunale e alla giunta di attivarsi per contribuire anche nel nostro territorio alla realizzazione di un percorso di consapevolezza sociale rivolto a tutti i minori stranieri residenti nel Comune e ai loro genitori, con l’obiettivo di diffondere tutte le informazioni utili al conseguimento della cittadinanza italiana ai 18 anni per coloro che ne hanno diritto, e al contempo informare i soggetti che non sono tutelati dalla normativa vigente su quelli che sono i loro diritti e doveri. Riteniamo opportuno promuovere una rassegna dedicata a tutta la cittadinanza, avente come promotori i cittadini di nuova generazione, il tessuto associativo e scolastico di Castel San Pietro Terme, riguardante l’importanza del diritto di cittadinanza». (lu.ba.)

Nella foto (dalla pagina Facebook di Sara Rouibi scattata prima della pandemia): da sinistra Sara Rouibi e Francesca Marchetti

Ius scholae, Castel San Pietro dalla parte dei diritti. Approvato l’ordine del giorno delle consigliere Francesca Marchetti e Sara Rouibi
Cronaca 24 Giugno 2022

Conclusa la manutenzione straordinaria del ponte di via Fiagnano a Castel San Pietro

Si è concluso nei giorni scorsi l’intervento di manutenzione straordinaria delle strutture idrauliche a difesa del ponte di via Fiagnano sul torrente Sillaro, al confine tra i comuni di Castel San Pietro e Casalfiumanese, progettato e diretto dal Consorzio della bonifica renana per un importo di 55.000 euro, cofinanziati dal Consorzio stesso e dai Comuni di Castel San Pietro e Casalfiumanese per un terzo ciascuno.

La vasca a sinistra della pila centrale presentava un dissesto, con rottura della platea e conseguente buca a valle della stessa, profonda oltre 3 metri; anche la vasca a destra della pila centrale era in uno stato alquanto precario, con conseguente rischio per la stabilità del ponte soprastante. 

«La conclusione dell’intervento è l’ennesima conferma dell’impegno che i Comuni di Castel San Pietro e Casalfiumanese portano avanti congiuntamente per la valorizzazione delle infrastrutture e per rendere fruibili in piena sicurezza la viabilità comune – commentano Fausto Tinti, primo cittadino di Castel San Pietro, e Beatrice Poli, sindaca di Casalfiumanese –. Dopo aver dato il via libera al progetto per la ricostruzione del ponte di Molino muovo, le due amministrazioni comunali proseguono la loro proficua collaborazione per assicurare sviluppo e difesa del territorio» (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Castel San Pietro, le strutture idrauliche del ponte di via Fiagnano

Conclusa la manutenzione straordinaria del ponte di via Fiagnano a Castel San Pietro
Cronaca 14 Giugno 2022

Redditi: castellani «paperoni» del circondario, i comuni della vallata in fondo alla classifica

Sono i castellani i “paperoni” del circondario. Secondo il rapporto del servizio Studi e Statistica della Città metropolitana sui redditi dei cittadini residenti nei comuni della città metropolitana di Bologna (dati relativi alle dichiarazioni presentate nel 2021), a Castel San Pietro il reddito medio è di 24.728 euro.

Il reddito medio più basso si registra invece a Castel del Rio con 19.467 euro.
Fra i due estremi si inseriscono, nell’ordine, Imola con un reddito medio di 24.200 euro, Dozza con 23.801 euro, Castel Guelfo con 22.795 euro, Medicina con 22.125 euro, Mordano con 21.938 euro, Casalfiumanese con 21.403 euro, Borgo Tossignano con 20.269 euro (terzultimo) e Fontanelice con 20.002 euro.

Nella maggior parte dei comuni della Città metropolitana il reddito medio cala, in conseguenza del calo del reddito complessivo: fanno eccezione Castel del Rio, Mordano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Imola. (lu.ba.)

Redditi: castellani «paperoni» del circondario, i comuni della vallata in fondo alla classifica
Cronaca 9 Giugno 2022

Festa della Repubblica, Castel San Pietro ha consegnato la Costituzione ai 18enni

Si è svolta ieri pomeriggio in piazza XX Settembre a Castel San Pietro, alla presenza del prefetto di Bologna Attilio Visconti, la cerimonia di consegna della Costituzione ai ragazzi che compiono 18 anni nel 2022, evento che caratterizza la celebrazione della Festa della Repubblica in città.

«Compiere 18 anni è un momento importante e simbolico per ogni ragazza e per ogni ragazzo perché segna il passaggio dall’età della spensieratezza a quella della responsabilità, con l’acquisizione non solo formale del diritto di voto – osserva Fausto Tinti, primo cittadino –. Donare loro la Costituzione italiana rappresenta la celebrazione del loro diventare adulti: entrare nella dimensione in cui all’esercizio dei diritti si affianca il necessario compimento dei doveri». (lu.ba.)

Fotografia del Comune di Castel San Pietro

Festa della Repubblica, Castel San Pietro ha consegnato la Costituzione ai 18enni
Cronaca 6 Giugno 2022

Castel San Pietro piange l’ex consigliere comunale Piero Cavina, il ricordo del sindaco Tinti

Castel San Pietro piange Piero Cavina, consigliere comunale durante il mandato del sindaco Graziano Prantoni e molto attivo all’interno delle associazioni di volontariato cattoliche, prima fra tutte la Caritas.
Nel 2011 aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dal sindaco di Lovran, per la sua attività a sostegno della popolazione croata e dei bambini dell’orfanatrofio locale durante le fasi più dure della guerra in Jugoslavia.
Il funerale si svolgerà mercoledì. L’apertura della camera mortuaria è prevista alle ore 9.30 alla Casa della salute con partenza per la parrocchia di Santa Maria Maggiore alle 10.30.

«Piero Cavina, molto vicino negli anni al senatore Giovanni Bersani, è stato un punto riferimento per il nostro volontariato di matrice cristiana – lo ricorda Fausto Tinti, primo cittadino –. Durante la guerra nella ex Jugoslavia ha compiuto centinaia di viaggi, di notte e di giorno, di sole e di inverno, per portare medicinali, alimenti e beni di prina necessità alle famiglie colpite dal conflitto e agli orfani ospitati nelle città croate di Lovran e Opatija. Orfani, che sono stati anche accolti durante il periodo estivo a Castel San Pietro e che, una volta cresciuti, non hanno mai dimenticato il suo grande cuore e che, più volte, lo hanno raggiunto anche solo per salutarlo. Quando se ne vanno persone come Piero Cavina lasciano un vuoto nella nostra comunità, ma la loro umanità e il loro impegno restano come esempio a cui guardare e da rinnovare a sostegno di chi, anche oggi, soffre le gravi conseguenze delle guerre in corso».

Il funerale si svolgerà a Castel San Pietro Terme mercoledì 8 giugno. L”apertura della camera mortuaria è prevista alle ore 9.30 alla Casa della Salute con partenza per la parrocchia di Santa Maria Maggiore dove si terrà la Santa Messa alle 10.30. La salma sarà poi sepolta al cimitero di Castel San Pietro Terme. (lu.ba.)

Castel San Pietro piange l’ex consigliere comunale Piero Cavina, il ricordo del sindaco Tinti
Cronaca 3 Giugno 2022

Miriam Spadaccini è la nuova sindaca dei ragazzi di Castel San Pietro

E’ Miriam Spadaccini della classe 2°E della scuola secondaria di primo grado Fratelli Pizzigotti, la nuova sindaca dell’11° Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi di Castel San Pietro
«L’esperienza del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi è un importante esercizio di lavoro di squadra, responsabilità e partecipazione – commenta l”assessore Giulia Naldi -. In queste prime settimane di lavoro i ragazzi hanno già dato un bell’esempio di impegno e voglia di mettersi in gioco e hanno presentato molte idee legate all’ambiente e alla cura della città. Come Amministrazione riaffermiamo l’impegno ad aiutarli e sostenerli in questo loro percorso e a favorire la realizzazione dei loro progetti». (lu.ba.)

Fotografia del Comune di Castel San Pietro: al centro Miriam Spadaccini

Miriam Spadaccini è la nuova sindaca dei ragazzi di Castel San Pietro
Cronaca 3 Giugno 2022

Dal 6 giugno seconda distribuzione dei kit anti-zanzara gratis ai cittadini di Castello

Seconda giornata di distribuzione alla cittadinanza dei kit gratuiti di prodotto per il controllo ecologico delle larve di zanzara a Castel San Pietro, lunedì 6 giugno.
La consegna avverrà in piazza XX settembre (portone centrale del municipio) dalle 8.30 alle 13, durante lo svolgimento del mercato.
I kit saranno disponibili anche allo Sportello cittadino fino ad esaurimento dei 1.000 kit complessivamente disponibili. (lu.ba.)

Dal 6 giugno seconda distribuzione dei kit anti-zanzara gratis ai cittadini di Castello

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA