Posts by tag: ciclopista

Sport 10 Agosto 2021

Successo per «La Pedalata delle Stelle» sulla ciclopista del Santerno – Le immagini più belle

Successo per la prima edizione de «La Pedalata delle Stelle» organizzata da Marco Selleri della Nuova Ciclistica Placci. Sono stati, infatti, più di cento gli appassionati delle due ruote che si sono ritrovati sulla ciclopista del Santerno ed hanno pedalato, da Mordano e Castel del Rio, sui due percorsi in programma (corto 68,8 km, lungo 87,2 km). La partenza era fissata alle 20. (r.s.)

Foto Isolapress

Successo per «La Pedalata delle Stelle» sulla ciclopista del Santerno – Le immagini più belle
Cronaca 18 Luglio 2021

La Città metropolitana stanzia 3,6 milioni di euro per nuove ciclabili, previsti interventi a Imola e Ozzano

Continua a espandersi la rete della Bicipolitana bolognese. La Città metropolitana, infatti, ha finanziato nuovi progetti per 3,6 milioni di euro (cofinanziamento pari al 50% dell’importo stimato delle opere) che serviranno per realizzare 26,5 chilometri di nuove ciclabili. Per quanto ci riguarda da vicino, gli interventi riguarderanno Imola e Ozzano Emilia.

Il Comune di Imola ha ottenuto 100 mila euro che «serviranno per connettere le frazioni di San Prospero, Ponticelli e Fabbrica alla nuova ciclopista del Santerno. Inoltre – dettaglia l’assessora alla Mobilità sostenibile, Elisa Spada -, verrà realizzata una ciclabile lungo via Punta, dall’incrocio con la via Montanara fino a via Dalla Chiesa, per collegare Ponticelli alla Pedagna». Complessivamente, si tratta di 10 chilometri di nuove piste.

Altrettanti chilometri verranno realizzati tra Noce di Ozzano e Monterenzio. «Sarà un tratto in sede propria, in alcuni punti sarà più vicina a via Idice, in altri più lontana, molto simile alla ciclopista del Santerno – dettaglia il sindaco Lelli -. «Il tratto consentirà quasi di arrivare alla via Emilia utilizzando viabilità già esistente». (gi.gi.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 15 luglio.

Nella foto: la ciclopista del Santerno

La Città metropolitana stanzia 3,6 milioni di euro per nuove ciclabili, previsti interventi a Imola e Ozzano
Cronaca 10 Aprile 2021

Ciclopista del Santerno, le impressioni dell’ex pro Michele Coppolillo

Michele Coppolillo è stato un ciclista professionista dal 1991 al 2001, tra i più apprezzati dai tifosi per la generosità dimostrata nelle fughe e nel lavoro per i propri capitani. Michele pedala ancora spesso, condividendo con i propri follower sui social foto e video delle sue pedalate.

Così è stato anche pochi giorni fa con un video realizzato con il proprio telefono sulla nuova ciclopista del Santerno, quasi ultimata nei suoi 44 chilometri tra Mordano e Castel del Rio. Gli abbiamo chiesto un parere da esperto, considerando anche la sua vocazione da cicloturista, i trascorsi da assessore allo Sport del Comune di Dozza e il suo attuale incarico da direttore tecnico di #inEmiliaRomagna Cycling Team, progetto di sport e marketing territoriale promosso nel 2019 da Apt Servizi e Consorzio Terrabici per promuovere il territorio attraverso l’attività di un team agonistico U23.

Prime impressioni?

«Secondo me è un’opera meravigliosa. Per prima cosa, consente di muoversi in sicurezza, lontano dal traffico, alla scoperta della valle del Santerno. Per chi è di Imola o di un Comune del circondario è una occasione per conoscere tratti di lungofiume inesplorati a pochi passi da casa. E poi ha un grande potenziale per lo sviluppo turistico del nostro territorio». (ma.ma.)

Nella foto: Michele Coppolillo 

Ciclopista del Santerno, le impressioni dell’ex pro Michele Coppolillo
Cronaca 11 Dicembre 2020

Alberi lungo il tracciato e una mappa per valorizzare Santerno e ciclopista

Continua il percorso partecipativo dell’associazione Ge@Lab per la valorizzazione della ciclopista del Santerno che collegherà Mordano con Castel del Rio. «Il 16 novembre è stato pubblicato il bando Partecipazione 2020 della Regione Emilia Romagna – spiega Giacomo Buganè, presidente dell’associazione –. Con uno sforzo unitario, abbiamo la possibilità concreta di pervenire a risultati apprezzabili. La scadenza è il 16 dicembre. Rimane poco tempo, ma ce la possiamo fare».

E mentre la proposta originaria di mettere a dimora alcune varietà di alberi autoctone lungo il tracciato va avanti, attraverso un primo contatto con i vivai del territorio e un confronto su alcuni tratti in cui intervenire, si aggiunge la proposta di una cartografia digitale del percorso della ciclopista e della vallata. «La prima idea è quella di una mappa topografica tematica escursionistica – spiega Massimo Gherardi, responsabile del settore Gis/ Cartografia di Boreal Mapping, società che collabora con Ge@Lab da tempo –, da declinare in versione digitale georeferenziata che l’utente potrebbe scaricare scansionando un codice QR pubblicato sulla cartellonistica presente lungo la ciclopista». Dalle esperienze alla riserva nazionale di Horsh Eden in Libano e con il Villaggio della Salute Più di Monterenzio arriva la seconda proposta di «un pacchetto informativo-geografico per Google Earth – aggiunge Gherardi –, scaricabile attraverso i portali istituzionali dei Comuni o del Circondario/delle Unioni dei Comuni, con una toponomastica di dettaglio e i dati di viaggio (lunghezza, dislivello, tempo di percorrenza medio) del tracciato o delle singole tappe». (lu.ba.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre. 

Nella foto (Isolapress): un tratto della ciclopista appena realizzata nella vallata del Santerno

Alberi lungo il tracciato e una mappa per valorizzare Santerno e ciclopista
Sport 2 Dicembre 2020

Ciclopista Mordano-Castel del Rio, Marco Selleri: «Per il prossimo anno propongo una pedalata in notturna»

La consegna della targa che riproduce lo stemma del Comune di Imola a Marco Selleri e Marco Pavarini, direttore generale e presidente del comitato organizzatore dei Mondiali di ciclismo, ha riportato l’attenzione su una vera e propria impresa organizzativa, certificata anche dai complimenti di Thomas Bach, presidente del Cio (Comitato olimpico internazionale). Un riconoscimento che il sindaco Marco Panieri e l’assessore all’Autodromo Elena Penazzi hanno consegnato invitando a «pensare ad organizzare nuove gare, nuovi traguardi da raggiungere». 

E a Marco Selleri, mordanese, le idee non mancano mai. «Il Circondario e la Città di Imola in particolare anche nel 2021 saranno un perno importante per eventi legati alla bicicletta – anticipa Selleri -. Stiamo lavorando a diversi progetti, ma ci sono anche tante altre idee». Ad esempio? «Una segnaletica per proporre ai cicloturisti, come percorsi permanenti, i due circuiti dei Mondiali 1968 e 2020. Altra idea nel cassetto: un sabato all’anno in cui pedalare sul percorso con il traffico veicolare limitato (come fanno una volta all’anno sullo Stelvio), ma anche con accesso aperto all’autodromo». Altre idee? «Una cicloturistica in notturna, dal prossimo 10 agosto e ripetendola ogni anno, sulla nuova ciclopista nella Valle del Santerno: Mordano – Castel del Rio e ritorno. Avendo maturato l’esperienza della Strade Bianche di Romagna in notturna, vorremmo proporlo e chiedere collaborazione e autorizzazioni ai 6 Comuni toccati: Mordano, Imola, Casalfiumanese, Fontanelice, Borgo Tossignano e Castel del Rio». (ma.ma)

Nella foto: Marco Selleri con la maglia iridata dell’ultimo Campionato del mondo di ciclismo disputato a Imola

Ciclopista Mordano-Castel del Rio, Marco Selleri: «Per il prossimo anno propongo una pedalata in notturna»
Cronaca 13 Novembre 2020

A piedi o in bici lungo la ciclopista del Santerno, il punto sui lavori

Diversi tratti sono già completati, alcuni aperti e già molto usati da chi vuole camminare o pedalare tra la natura, altri soprattutto a valle saranno aperti dove possibile, ma si dovrà aspettare comunque la primavera-estate del 2021 per vedere la conclusione della ciclopista del Santerno, che collegherà Mordano con Castel del Rio passando da Imola (a partire da via degli Orti), Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice.

Un’opera da oltre 3 milioni di euro, dei quali 2,6 milioni finanziati da Bando periferie e i restanti 914 mila direttamente dai Comuni interessati (563 mila euro toccano a Imola), che sta realizzando la Tmg Srl di Berbenno di Valtellina, in provincia di Sondrio. (mi.ta.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto (Isolapress): uno dei guadi su blocchi di arenaria

A piedi o in bici lungo la ciclopista del Santerno, il punto sui lavori
Cronaca 17 Giugno 2020

Ciclopista del Santerno, partiti i lavori ma già sospesi quelli nell'alveo del fiume

Sono partiti da poco, ma sono già in parte fermi i lavori della Ciclopista del Santerno, che collegherà Mordano con Castel del Rio passando da Imola, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice. Nei giorni scorsi, infatti, sono stati approntati più cantieri nell’alveo del Santerno a Borgo Tossignano e a Fontanelice nei pressi del meandro di Campola e a fianco della Montanara oltre Fontanelice, in direzione di Castel del Rio. L”opera, però, ha scatenato le proteste di ambientalisti e pescatori che hanno evidenziato l’avvio dei lavori piuttosto invasivi nell’alveo in piena stagione di frega (riproduzione dei pesci).

Giovedì 11 giugno gli agenti della polizia locale della Città metropolitana hanno fatto un sopralluogo per verificare eventuali irregolarità e, a stretto giro, Area Blu ha deciso di sospendere i lavori nel letto del fiume. «Prima di cominciare abbiamo chiesto l’autorizzazione alla Regione, che ha risposto affermativamente a patto di salvaguardare la fauna ittica – spiega il geometra Maurizio Giovannini di Area Blu –. Così, prima di iniziare i lavori una ditta specializzata ha prelevato i pesci per rimetterli nel fiume più a monte».

Nonostante questo, l’avvio del cantiere stride con il nullaosta rilasciato dall’ente Parco Vena del Gesso Romagnola in fase di progettazione della Ciclopista che indicava di “concentrare tutte le operazioni nei periodi stagionali di minore disturbo per la flora e per la fauna (in particolare salvaguardare il periodo 15 marzo–15 luglio di fioritura delle geofite e di nidificazione-riproduzione della fauna selvatica)”.
Da qui la necessità di sospendere i lavori in alveo in attesa dell’incontro tra i tecnici di Area Blu e l’ente Parco fissato per giovedì 18 giugno. Nel frattempo, gli operai della Tmg Srl di Berbenno di Valtellina lavoreranno altrove, «a Imola nel tratto lungo il canale dei Molini e sopra Fontanelice – aggiorna Giovannini –. Sicuramente questa sospensione inciderà sulla data di fine lavori. Prevedevamo di ultimarli in novembre, ma probabilmente si slitterà a dicembre». (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): i lavori fermi nell’alveo del Santerno

Ciclopista del Santerno, partiti i lavori ma già sospesi quelli nell'alveo del fiume

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast