Posts by tag: compleanno

Cronaca 16 Aprile 2021

Marco Panieri ricorda Nonno Giorgio, il direttore che ha fatto diventare «grande» sabato sera

Giorgio Bettini, il direttore che ha fatto diventare «grande» sabato sera, nacque a Imola 92 anni fa, il 16 aprile 1929.

«In occasione del novantaduesimo anniversario della nascita, con piacere condivido un pensiero, un ricordo della figura di Giorgio Bettini (Nonno Giorgio), alla quale sono e sarò sempre legato. È lui che più mi ha spronato ad impegnarmi in prima persona, rivolgendo il mio sguardo al «bene comune». La politica è stata il filo conduttore della sua vita, con una visione riformista, a volte non allineata, critica, ma fedele al valore dell’unità. Otto anni fa, dopo tanti approfondimenti con lui sulla politica, sulla nostra città e su tutto ciò che ci circonda, la mia prima candidatura al Consiglio comunale. Da lì a poco più di un anno, la sua scomparsa, che mi ha lasciato un vuoto profondo. Era una personalità brillante e poliedrica e nella sua lunga carriera si è distinto per impegno, rigore e originalità, nei tanti ambiti toccati: giornalismo, politica, montagna e tanto altro. Aveva sempre la parola giusta per tutti, con la penna riusciva a racchiudere l’essenzialità di ciò che c’era da sapere, da raccontare, da approfondire». (Marco Panieri)

Il ricordo su «sabato sera» del 15 aprile. All’interno del settimanale anche uno scritto di Giorgio Bettini sul progetto del nuovo ospedale, tornato d’attualità in modo straordinario in questo periodo di pandemia.

Nella foto: Giorgio Bettini con in mano una copia di «sabato sera»

Marco Panieri ricorda Nonno Giorgio, il direttore che ha fatto diventare «grande» sabato sera
Cronaca 23 Gennaio 2021

Oggi Fausto Gresini compie 60 anni, il figlio Lorenzo su Facebook: «Giorni difficili ma ti aspettiamo a braccia aperte»

Oggi, sabato 23 gennaio, Fausto Gresini compie 60 anni. Un compleanno decisamente diverso dal solito visto che il team manager imolese è ancora ricoverato in gravi condizioni al Maggiore di Bologna causa Coronavirus. Ci ha così pensato il figlio Lorenzo ha scrivere un post su Facebook: «Oggi è un giorno speciale, è il compleanno del nostro papà, marito e campione, quest”anno non lo passeremo insieme come gli altri anni, siamo con te, sempre, sappiamo quanto siano difficili questi giorni, ma anche quanto sia grande la forza che hai dentro e quanta te ne diamo noi per affrontare tutto. Sei uno che non molla mai!! Ti aspettiamo a braccia aperte. Buon Compleanno! Ti Amiamo! La tua Famiglia».

Nella foto: Fausto Gresini

Oggi Fausto Gresini compie 60 anni, il figlio Lorenzo su Facebook: «Giorni difficili ma ti aspettiamo a braccia aperte»
Cronaca 14 Gennaio 2021

Lo stemma del Comune di Fontanelice compie 60 anni, lanciato un concorso agli studenti per ridisegnarlo

Nel documento che ne autorizza l’uso, firmato il 21 gennaio 1960 dall’allora Presidente del Consiglio Fanfani, lo stemma del Comune di Fontanelice è descritto così: «D’azzurro, alla vasca di fontana esagonale, al naturale, con lo specchio d’acqua e lo zampillo ricadente in due cascate d’argento. Ornamenti esteriori da Comune». Quest’anno quindi lo stemma del Comune di Fontanelice compie 60 anni.

Per festeggiare questa ricorrenza l’Amministrazione comunale ha deciso di promuovere un piccolo concorso rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie, con l’intento di avvicinare i più giovani alla storia della loro comunità ed ai simboli che la rappresentano. Un modo per sostenere l’educazione civica all”interno della scuola e per invitare i ragazzi ad essere creativi proponendo la loro personale visione per uno stemma del Comune.

Agli studenti viene posta una semplice domanda: come sarebbe lo stemma ideale di Fontanelice se fosse disegnato da te? A ciascun alunno delle scuole elementari e medie verrà consegnato direttamente in classe un foglio sul quale poter disegnare la propria proposta di uno stemma. Ci sarà tempo fino al prossimo 21 gennaio, giorno dell”anniversario, per disegnare il nuovo simbolo del Comune. Per i bambini di Fontanelice che non frequentano la scuola in paese è possibile partecipare scaricando qui il modulo su cui realizzare il disegno. I lavori saranno giudicati da una giuria composta dalla Giunta comunale, dalla dirigente dell”Istituto Comprensivo e dal direttore dell”Archivio Museo Giuseppe Mengoni. Verrà selezionato il miglior disegno di ogni classe ed il migliore tra tutti gli stemmi presentati. Ogni vincitore riceverà un piccolo premio e tutti i lavori presentati dai ragazzi saranno raccolti in una galleria sul sito web del comune. (da.be.)

Foto Isolapress

  

Lo stemma del Comune di Fontanelice compie 60 anni, lanciato un concorso agli studenti per ridisegnarlo
Cultura e Spettacoli 12 Dicembre 2020

«Lettere a Casa Piani» su Facebook per festeggiare i trent’anni della biblioteca

In questo 2020 in cui ha compiuto trent’anni, la biblioteca di Imola per bambini e ragazzi, Casa Piani, ha invitato lettori di ieri e di oggi a scriverle una lettera da lasciare in una grande urna colorata. I messaggi arrivati sono stati tantissimi e fanno parte di una raccolta che sarà conservata in archivio: chi ha fatto un disegno, chi ha espresso un ringraziamento, un ricordo, un saluto, una dichiarazione di amore per la biblioteca del cuore.

Una selezione delle lettere ricevute sarà letta domani, sabato 12 dicembre, alle 10.30 in diretta streaming dall’attore e performer Alfonso Cuccurullo, che le commenterà alla presenza di due ospiti a sorpresa. La diretta, dal titolo «Lettere a Casa Piani», sarà trasmessa online sulla pagina Facebook della biblioteca comunale di Imola e linkata sul sito di Casa Piani. L’evento sarà anche l’occasione per presentare ai lettori un gioco da tavolo che è stato pensato e ideato allo scopo di festeggiare il trentesimo compleanno di Casa Piani: Misteri a Casa Piani, la cui gestazione risale ai mesi estivi. Su richiesta della direzione, gli ideatori Luna Cocchi e Giacomo Landi hanno messo a punto il gioco e le sue regole. Con il coordinamento delle bibliotecarie di Casa Piani, Carlo Ferri ha elaborato il disegno e il progetto grafico, dando vita a una sfida tra i giocatori e i mostri che infestano la biblioteca. La distribuzione avverrà in maniera gratuita alla riapertura della biblioteche. (r.cr.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre.

Nella foto: Casa Piani

«Lettere a Casa Piani» su Facebook per festeggiare i trent’anni della biblioteca
Economia 2 Maggio 2018

Turolla (Danfoss) festeggia i settant'anni nella sede di via Salieri a Castello

Nel 1948 l’ingegnere Marco Turolla fondava a Bologna un’azienda per la produzione di produzione di pompe oleodinamiche ad ingranaggi, chiamandola con il suo cognome. Dal 2000 Turolla fa parte della multinazionale danese Danfoss, che opera nell’ambito dei sistemi di controllo climatico, energetico, dei componenti e sistemi oleodinamici. Nel 2015 il gruppo Danfoss ha preferito concentrare a Castel San Pietro tutta la produzione europea di pompe oleodinamiche ad ingranaggi esterni.

Ed è proprio nella sede di via Salieri, in zona Ca’ Bianca, che domani verrà festeggiato il settantesimo anniversario di Turolla, alla presenza di clienti, distributori e dei vertici danesi del gruppo. «Settant’anni fa – spiega Riccardo Carra, vicepresidente e direttore generale di Turolla – il visionario e innovativo Marco Turolla ha fondato una azienda di produzione di pompe ad ingranaggi, posizionandola nel terreno più fertile per la tecnologia oleodinamica, l’“hydraulic valley”. In settant’anni, grazie anche alle radici ben piantate in quel fertile terreno, la pianta è cresciuta e è ora robusta e ben salda. Quasi tutto è cambiato da allora, dalle esigenze del cliente alle tecnologie produttive, ma il Dna delle persone che hanno portato Turolla fino a qui è rimasto lo stesso».

Ad oggi Turolla detiene vendite consolidate globali per oltre 50 milioni di euro, la metà delle quali destinate al mercato americano. Tra i suoi clienti principali ci sono realtà quali Caterpillar, John Deere, Cnh Industrial e Bobcat. «Negli ultimi anni – aggiunge Carra – Turolla ha attraversato una fase di grande trasformazione per rispondere agli stimoli provenienti dai nostri clienti e da Danfoss. La trasformazione ha avuto esito positivo e riteniamo di avere ora una consistente base su cui costruire un solido piano di crescita. Prevediamo un aumento significativo della quota di mercato nei prossimi cinque anni».

lo.mi.

L”articolo completo su «sabato sera» del 3 maggio.

Nella foto: la sede di «Turolla» a Castel San Pietro 

Turolla (Danfoss) festeggia i settant'anni nella sede di via Salieri a Castello

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast