Posts by tag: cultura

Cronaca 18 Giugno 2019

Dalla caccia al tesoro “Cerca Maria in centro' ai laboratori di cucina e alle visite tematiche, Imola Experience si presenta

L’idea più curiosa è “Cerca Maria in centro”, una sfida partita in questi giorni che coinvolge in una sorta di caccia al tesoro con sfumature “mistiche” chiunque desideri partecipare. E poi ci sono Imola “Taste&Wine” e i quattro appuntamenti di EstaTour. Si presenta con queste prime tre proposte “Imola Experience”, un’associazione di promozione sociale che, come si legge nella nota di presentazione, «crea e organizza progetti di turismo esperienziale, studiando attività dal taglio divertente e curioso al fine di raccontare e far vivere la cultura del territorio imolese ai turisti, ma anche ai cittadini imolesi.

“Cerca Maria in centro” è un percorso-gioco realizzato in collaborazione con le associazioni culturali “Benvenuto da Imola” e “San Macario”, nel quale si interagisce con la pagina Facebook di Imola Experience. Chi desidera partecipare deve andare in cerca di immagini della Madonna (sculture, dipinti, affreschi, ceramiche, miniature, vetrate etc.), realizzare un selfie in cui compaia il proprio volto insieme all’immagine trovata e postare la foto con l’hashtag #cercamariaincentro2019 sulla pagina Facebook dell’associazione dedicata all’evento “Cerca Maria in centro”. Per vincere, occorre postare almeno 30 selfie con altrettante icone mariane “libere” che siano però contenute entro le mura medievali di Imola, comprese sulla mappa di Leonardo da Vinci. Il termine della gara è il 28 giugno alle 24 e i vincitori saranno proclamati sul web. Il 29 giugno, infine, è prevista una passeggiata che, partendo dall’ingresso della chiesa di San Domenico (via Quarto 4/a), andrà alla scoperta di alcune immagini mariane del centro storico, con foto di gruppo dei vincitori della caccia al tesoro che poi sarà pubblicata sulla pagina Facebook di Imola Experience e su altri gruppi social cittadini. L’associazione San Macario offrirà inoltre un libro ad ogni vincitore.

Passando a Imola “Taste&Wine”, si tratta di un laboratorio culinario per turisti con degustazione di prodotti agroalimentari locali di eccellenza, che si svolgerà in vari luoghi imolesi di pregio (ad esempio palazzo Sersanti e il convento dell’Osservanza). I partecipanti (è necessaria la prenotazione) prima si cimenteranno in una prova di cucina realizzando un piatto tipico, poi saranno coinvolti in una degustazione guidata di salumi e formaggi con un riferimento originale dedicato alla degustazione del miele e un abbinamento a vini locali curato dall’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, partner del progetto insieme alla cooperativa Clai (che fornirà i salumi) e all’Osservatorio nazionale del miele, con il quale si coordinerà l’abbinamento miele-formaggi. Imola “Taste&Wine” è offerta non solo in italiano, ma anche in inglese, spagnolo, tedesco e russo e sarà disponibile da settembre per turisti e operatori del settore da settembre.

Per quanto riguarda, infine, EstaTour, si tratta di quattro visite guidate tematiche, della durata di un’ora e mezza, la prima delle quali si è già svolta con partenza dal cimitero del Piratello. Le prossime tre sono in programma mercoledì 17 luglio alle 20.45, all’interno di Imola di Mercoledì e avrà come tema “La città dei manicomi” (ritrovo in piazza Caduti per la Libertà all’Info Point di Ascom Confcommercio). Sabato 27 luglio alle 18 sarà la volta di “Caterina una donna al potere – Lotte e intrighi della Signora di Romagna”, dedicata a Caterina Sforza (ritrovo in piazza Caduti per la Libertà). Ultimo appuntamento mercoledì 31 luglio alle 21 (ritrovo davanti ai bastioni di porta Appia) con “Imola by night – Luci e ombre dei palazzi imolesi”. (r.cr.)

Nella foto i promotori di Imola Experience

Dalla caccia al tesoro “Cerca Maria in centro' ai laboratori di cucina e alle visite tematiche, Imola Experience si presenta
Cultura e Spettacoli 18 Giugno 2019

Stasera tutti alla Rivazza con l'App&Down per… chiamare Vasco Rossi

Il momento ormai è arrivato. Lanciata con vigore sui social network, l’iniziativa Imola chiama Vasco sta per prendere vita, o meglio voce. L’evento organizzato dall’associazione culturale locale App&down vuole radunare oggi, martedì 18 giugno, all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, alla curva della Rivazza, il numero più alto possibile di imolesi (e non solo), per cantare tutti insieme Albachiara, realizzare un video e inviarlo a Vasco Rossi.

L’obiettivo è, infatti, quello di convincere il cantante a tornare ad esibirsi in concerto a Imola. L’appuntamento è dalle ore 18 con l’apertura dell’ingresso e dalle 19.30 per la registrazione del video.

Informazioni e aggiornamenti sull’evento sulla pagina Facebook Imola chiama Vasco.

Nella foto: gli organizzatori di «Imola chiama Vasco»

Stasera tutti alla Rivazza con l'App&Down per… chiamare Vasco Rossi
Cultura e Spettacoli 17 Giugno 2019

Gocce di Musica 2019, tutte le emozioni della finalissima in piazza Gramsci. IL VIDEO

Una finale davvero all’ultima nota. È stata caratterizzata da band di alto livello l’ultima serata di Gocce di musica per la solidarietà, il contest organizzato da Avis Comunale Imola in collaborazione con sabato sera e con il Centro giovanile Ca’ Vaina che, sabato 8 giugno in piazza Gramsci a Imola, ha decretato il suo vincitore. Un vincitore sul filo di lana con i tre concorrenti che hanno portato sul palco talento, energia, emozioni, allegria, riflessioni. Alla fine l’hanno spuntata i Whatever, band pop-rock composta dal bassista Dario Biffi, dal batterista Alessandro Bonzi, dal chitarrista Gianluca Marion e dalla cantante Fatima Zucchi, la cui voce ha incantato tutti i presenti: i loro brani e la loro esibizione hanno creato un’atmosfera davvero magica in piazza. Prima di loro sul palco si erano esibite le Degradé, cioè Clara Consolini (voce) e Martina Schiassi (chitarra), con il loro pop-folk-indie coinvolgente e i loro testi caratteristici, e gli Aster & The X Band. Questi ultimi, capitanati dal cantante e chitarrista Leonardo Scarpetti e formati anche da Alessandro De Francesco (chitarra elettrica), Luca Pasotti (basso elettrico) e Matthew Cavina (batteria), hanno dato vita ad una performance trascinante ed avvincente, con brani folk-rock suonati da veri professionisti. Alla fine, la gara è stata vinta dai Whatever, che si sono aggiudicati così il premio da 500 euro in buoni per materiali musicali assegnato dall’Avis (a tutti e tre i finalisti sono andati altri tre buoni da 200 euro ciascuno).

Durante la serata condotta con verve e professionalità da Valentina Monti che si è prestata per una sera ad usare il microfono per presentare e non per cantare (è una bravissima cantante jazz nonché voce femminile dell’Imola Big Band), è stato assegnato anche il «Premio Speciale Sabato Sera» che la redazione del giornale ha assegnato al testo più apprezzato tra quelli che le dodici band che hanno preso parte alle selezioni hanno portato esplicitamente in gara, essendo a tema sociale-solidale: a vincere il buono da 150 euro per l’uso di sale prova sono stati gli Hlp, gruppo composto  dal cantante e frontman Nicola Fronte, dal chitarrista Davide Di Biase, dal bassista Francesco Sagrini e dal batterista Leonardo Dominici. Il brano da loro proposto, Gambler, si è rivelato sincero e coraggioso nell’affrontare il tema della dipendenza dal gioco d’azzardo.

Una serata dove, tra premi ed esibizioni, c’è stato anche il piacere di vivere ulteriori emozioni ascoltando la talentuosa cantante Lisa Manara, ospite speciale dell’evento insieme al chitarrista Aldo Betto, e per riflettere su temi importanti quali la solidarietà e, ovviamente, la donazione di sangue. E dove ha regnato la musica, simbolo di condivisione, energia, speranza, futuro. (r.c.)

Foto Isolapress

Gocce di Musica 2019, tutte le emozioni della finalissima in piazza Gramsci. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 17 Giugno 2019

Torna ad Ozzano il festival teatrale «La torre e la luna»

Il luogo è un piccolo angolo magico nella natura. L’organizzazione ha il marchio dell’attenzione sempre proposta da Ote Le Saracinesche. Ritorna così con la sua quattordicesima edizione «La torre e la luna», il festival che si tiene per quattro lunedì nel parco archeologico di San Pietro, in via San Pietro 35 a Ozzano Emilia. Si comincia, stasera, lunedì 17 giugno alle 21.30 con la C&C Company in Beast without Beauty, una creazione originale di Carlo Massari, che sarà anche in scena insieme a Emanuele Rosa e Giuseppina Randi. Si tratta di un lavoro di teatro danza che narra la morte della bellezza attraverso suggestivi rimandi alla nostra storia recente: il progetto ha vinto i Premi Prospettiva Danza 2017 e Direzioni Altre 2018, con il sostegno di MiBact e di Siae (nell’ambito dell’iniziativa Sillumina), il Festival Oriente Occidente e Teatri di Vita (Progetto Cura 2018). Inoltre ha recentemente conquistato l’Act festival a Bilbao e Barakaldo e, nel giugno 2020, sarà in tournée in Corea e in vari festival europei. (r.c.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 13 giugno.

Nella foto: la locandina dell”evento

Torna ad Ozzano il festival teatrale «La torre e la luna»
Cultura e Spettacoli 16 Giugno 2019

«Voluptates E…state»: street food, grandi vini e… Moka Club nel centro storico di Imola. IL VIDEO

Si è svolta mercoledì 12 giugno la prima edizione di «Voluptates E…state-magnifici vini in degustazione», l’evento organizzato dall’associazione Voluptates, in collaborazione con il Comune di Imola, ed andato in scena in piazza Matteotti.

Per l”occasione i presenti hanno potuto degustare un’eccezionale selezione di etichette tra spumanti, champagne, vini bianchi, rosati e rossi. Il tutto abbinato al classico cibo da strada, come pesce alla griglia, arrosticini abruzzesi e, come se non bastasse, anche piadina, salumi e formaggi. Infine spazio ai dolci con gelati, cioccolato e tante altre prelibatezze. Immancabile anche l’intrattenimento musicale in piazza Gramsci con il dj set targato Radio Studio Delta e, a seguire, il concerto dei Moka Club. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): piazza Matteotti durante l”evento

«Voluptates E…state»: street food, grandi vini e… Moka Club nel centro storico di Imola. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 16 Giugno 2019

Carlo Lucarelli sta scrivendo l’incipit di «Turno di Notte 2019». IL VIDEO

Un inedito del grande scrittore darà il via nella notte di sabato 6 luglio all’11ª edizione del concorso letterario «Turno di Notte» per racconti organizzato da Officine Wort in collaborazione con Azienda Vitivinicola Gandolfi, il settimanale imolese “sabato sera” e Bacchilega Editore e con la partecipazione di Grasparossa Noir.

Un appuntamento, di persona o virtuale, per scrivere in compagnia un racconto e condividere la propria storia. Chi vorrà essere fisicamente presente potrà trovarsi con gli altri partecipanti sabato 6 luglio 2019, alle ore 21.30 nelle seguenti sedi: Azienda Vitivinicola Gandolfi in via Loreta Berlina 1/2, Dozza Imolese (Bo), telefono 345 4135137 (Luca Occhi) – 335 828 4510 (Marco Gandolfi); Azienda Agrituristica Opera|02 di Ca’ Montanari in via Medusa 32, Levizzano Rangone di Castelvetro (Mo), telefono 059 741019 per informazioni circa i posti disponibili; Storytelling Libreria-Sala da tè in piazza Asquer 9, Gonnesa (Su), telefono 331 8770386 (Eleonora Sirigu); Libreria il Segnalibro in via Roma 87/a Magenta (Mi), telefono 02 97290713 (Manuela); Palestra di Scrittura Creativa presso la sala conferenze via Santa Caterina 43, Arco (Tn), telefono 342 7649720 (Lorenzo Bernasconi); Libreria Cartamarea – Associazione Cartabianca in via Baldini 26, Cesenatico (Fc), telefono 0547 82709; Libreria Lagiratempo in piazza Italia 14, Nerviamo (Mi), telefono 0331 415552.

Coloro che non riusciranno a essere presenti di persona, potranno partecipare scrivendo in contemporanea dal luogo in cui si trovano. I racconti dovranno essere sviluppati da un incipit appositamente scritto anche quest’anno da Carlo Lucarelli che verrà comunicato verbalmente ai presenti alle ore 22 di sabato 6 luglio 2019 e contemporaneamente diffuso in rete sul sito di riferimento del concorso. 

Carlo Lucarelli sta scrivendo l’incipit di «Turno di Notte 2019». IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 15 Giugno 2019

La rivista «Lo Spunk» a Roma tra gli ospiti del «Best Off 2019»

Lo Spunk fa giocare bambini e grandi su una terrazza di Roma. Il giornale dei bambini e delle bambine diretto da Milena Monti, prodotto dal collettivo Towanda e pubblicato dalla Bacchilega Editore, è stato tra gli ospiti di Best Off 2019, una festa con le riviste culturali organizzata sabato 8 giugno da Minimum Fax, la casa editrice affermatasi per il livello culturale delle sue pubblicazioni curate da personaggi quali Goffredo Fofi, il regista Mario Martone o l’attuale direttore del Salone del libro di Torino Nicola Lagioia, oltre che per aver tradotto in Italia scrittori stranieri di grande rilievo. Minimum Fax è nata negli anni Novanta sulla scia di una rivista e proprio alle riviste è dedicato il Best Off 2019 che si è aperto alle migliori pubblicazioni per bambini.

Tre i periodici ospiti nella sezione ragazzi: Internazionale Kids, la rivista del prestigioso settimanale Internazionale che raccoglie una selezione di quanto viene pubblicato sui giornali di tutto il mondo dedicato ai ragazzi; Molla (acronimo di Magazine Onnivoro di Lapis e Linguacce Argute), un semestrale pubblicato dall’associazione Bekko di Udine che sviluppa temi specifici mixando il lavoro di illustratori, autori e ragazzi;  Lo Spunk che ogni due mesi viene distribuito agli abbonati e a librerie indipendenti in tutta Italia, oltre che allegato in omaggio ai lettori di sabato sera.  Il modo migliore per raccontare il mondo delle riviste per bambini e ragazzi è stato un laboratorio dedicato proprio ai ragazzi per creare una fanzine disobbediente: Alberto Emiletti di Internazionale Kids, Caterina Di Paolo di Molla e Sara Panzavolta per

Lo Spunk hanno guidato due ore di lavoro di un gruppo di bambine e bambini stimolati e stimolanti. Nel frattempo anche i grandi conoscevano la rivista e la sua voglia di incontrare nuovi lettori. Lo Spunk,  dopo la tappa romana, continua il suo girovagare per l’Italia tra festival, incontri e laboratori, accompagnato anche dal direttore Milena Monti. Le tappe di luglio più vicine a noi saranno a Cervia e Cesenatico. (r.c.)

Nella foto:  il laboratorio per creare una Fanzine
La rivista «Lo Spunk» a Roma tra gli ospiti del «Best Off 2019»
Cultura e Spettacoli 15 Giugno 2019

«Senza regole di ingaggio», il nuovo romanzo del giornalista ozzanese Tiziano Fusella

È una spy story serrata il romanzo che il giornalista ozzanese Tiziano Fusella ha appena dato alle stampe per Eifis edizioni: Senza regole di ingaggio, che lo stesso autore presenterà per la prima volta oggi, sabato 15 giugno, alle 17 alla libreria Ubik di via Irnerio a Bologna. Fusella, trentanove anni, è un giornalista che scrive sulle pagine esteri del Venerdì di Repubblica, collabora con Panorama e… con sabato sera. È, infatti, da tempo uno dei collaboratori del nostro giornale e con Bacchilega editore ha pubblicato il saggio Quando la polka si ballava chinata.

Questo è il tuo primo libro di genere?

«Sì, finora avevo raccontato vicende legate alla storia di Bologna e dei suoi dintorni. Questa volta, invece, mi sono dedicato a qualcosa di più “elettrico”» commenta sorridendo.

Quando è nato il romanzo?

«Ho cominciato a lavorarci due anni fa, e l’ho fatto sedimentare parecchio. Poi ho atteso, prima della pubblicazione, la prefazione di Franco Farinelli (geografo di fama mondiale, docente universitario, Nda) perché ci tenevo molto, e lui è stato molto gentile nel prestarsi». (r.c.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 13 giugno.

Nella foto: Tiziano Fusella con il suo nuovo romanzo

«Senza regole di ingaggio», il nuovo romanzo del giornalista ozzanese Tiziano Fusella
Cultura e Spettacoli 15 Giugno 2019

Bubano ritorna all'epoca medievale con gli ultimi due giorni del Palio del Torrione

Entra nel vivo la festa a Bubano dove il Palio del Torrione continua fino a domenica 16 giugno. Il palio, che richiama una leggenda secondo la quale nel 1200 aveva abitato nel territorio un drago, consiste in una gara in cui le dame dei quattro rioni di Bubano (Caterina Sforza, Ponte Pilastrino, Ponte Fornace, Stazione di Posta) vengono spinte da quattro cavalieri verso una costruzione (che richiama la torre del castello) che devono colpire in quanto bersaglio.

Si svolge nella serata di sabato, ma sono tanti gli eventi in programma, a cominciare dalla possibilità di gustare specialità di carne e pesce nello stand gastronomico aperto dalle 18.30 (domenica anche dalle 12), o altre prelibatezze nell’Angolo della ficattola e all’Osteria della Signora (prenotazioni: 335/7887629). Domani, dalle 18, tutto il paese diventa un campo medievale dove si potranno vivere scene quotidiane e ascoltare storie. Alle 21, Caterina Sforza entrerà in paese accompagnata da un corteo storico, e «Materiaviva» presenterà lo spettacolo Tarocchi. La serata si concluderà con la disputa del Palio.

Domenica 16 giugno, alle 9, ci sarà l’11° raduno di scooter, Fiat 500, moto e macchine d’epoca. Dalle 16, si torna nel Medioevo con la vita nell’accampamento, e alle 18.30 in chiesa ci sarà musica medievale con il duo Magister Pivarum. Sempre alle 18.30, presso la scuola materna, il Teatro del Drago terrà uno spettacolo di burattini. Alle 20, in piazza, si potrà entrare alla corte di Caterina, mentre alle 21 il Drago Nero darà vita allo spettacolo Le Cerighe. (r.c.)

Nella foto: sfilata di una passata edizione

Bubano ritorna all'epoca medievale con gli ultimi due giorni del Palio del Torrione

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast