Posts by tag: cultura

Cultura e Spettacoli 22 Ottobre 2020

«Davanti a quel muro» di Bacchilega Junior protagonista alla Settimana della Lingua italiana nel mondo

Bacchilega Junior alla ventesima Settimana della Lingua italiana nel mondo, evento di promozione della lingua italiana promosso dall’Accademia della Crusca in cooperazione con il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. L’evento, che prevede numerosi appuntamenti in tutto il mondo, è in programma quest’anno dal 19 al 25 ottobre.

Protagoniste di un incontro organizzato lunedì 23 novembre in streaming sulla piattaforma Zoom dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, in collaborazione con l’Università di Rostock, saranno Maria Beatrice Masella e Claudia Conti, rispettivamente autrice e illustratrice del libro pubblicato da Bacchilega Junior “Davanti a quel muro”. La ventesima Settimana della lingua italiana nel mondo, infatti, consacra il tema dell’italiano tra parole e immagini, ovvero graffiti, illustrazioni e fumetti. Per questo motivo l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo ha scelto il libro illustrato per ragazzi “Davanti a quel muro”, che per parole e immagini, appunto, racconta una storia che verte sul tema della memoria della Strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. (mi.mo.)

Nella foto: la copertina del libro

«Davanti a quel muro» di Bacchilega Junior protagonista alla Settimana della Lingua italiana nel mondo
Cronaca 21 Ottobre 2020

A Ca’ Vaina si torna a provare, l’assessore alla Cultura Gambi: «I giovani sono il nostro presente»

Dopo quasi un anno dalla chiusura, la giunta comunale ha infatti deliberato di riavviare il servizio di sale prova musicali del Centro Giovanile Ca’ Vaina (Viale Saffi 50/b), a partire da lunedì 2 novembre, mettendo così a disposizione le 2 sale esterne al corpo centrale della struttura. 

Previsti turni di 1 ora e 45 minuti ciascuno, con un intervallo, fra un turno e l’altro, di 15 minuti per aerare il locale e sanificare gli strumenti musicali, nella fascia oraria dalle 18 alle 23,45, dal lunedì al sabato. La capienza massima è di 4 persone nella sala prove piccola e di 6 persone in quella grande. La dotazione base di ciascuna sala prevede amplificatori voce, chitarra e basso batteria e microfoni. «A nemmeno un mese dall’insediamento della Giunta, verificato il bisogno dei ragazzi imolesi e del circondario di avere un luogo dove fare musica a prezzi calmierati, abbiamo riaperto le uniche sale attualmente disponibili nel centro Ca’ Vaina – ha commentato soddisfatto l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi -. Ringrazio per il lavoro straordinario fatto in poche settimane dagli uffici. Il Commissario Izzo, andando incontro alla necessità del Cpia, ha affidato il corpo centrale di Ca’ Vaina alla scuola fino al termine dell’emergenza Covid e noi pertanto abbiamo potuto solamente aprire, in questo periodo, le sale prova. Ma sappiamo che la vocazione di Ca’ Vaina è quella di essere un centro giovanile. Per questo motivo verrà avviato un percorso con i giovani, le scuole e le associazioni ed i gruppi formali ed informali della città per decidere a quali bisogni debba rispondere la futura gestione del centro così da predisporre intanto il bando dopo un approfondito confronto. I giovani sono il nostro presente». (da.be.)

Nella foto: l’ingresso di Ca’Vaina

A Ca’ Vaina si torna a provare, l’assessore alla Cultura Gambi: «I giovani sono il nostro presente»
Cultura e Spettacoli 19 Ottobre 2020

Presentata l‘edizione 2020 del Baccanale

Oggi è stata presentata in streaming l’edizione 2020 del Baccanale, dal titolo «A casa e fuori». Dal 31 ottobre al 22 novembre è in programma la tradizionale rassegna culturale ed enogastronomica, che da oltre trent’anni affronta i temi della cultura del cibo e racconta tradizione culinaria ed enogastronomica del territorio imolese. 71 iniziative e i tradizionali menu a tema dei ristoranti imolesi e del Circondario, organizzati nel rispetto delle disposizioni, linee guida e protocolli nazionali e/o regionali in materia di contenimento epidemiologico Covid19. Come ha ricordato il sindaco Marco Panieri «In un contesto particolare, come quello che stiamo vivendo, il Baccanale non si ferma e nel pieno rispetto di tutte le normative, valuteremo le diverse iniziative in programma. Il Baccanale vuole cercare di dare forza a quelle attività che sul territorio hanno subito nei mesi scorsi pesanti difficoltà ed hanno bisogno di operare».

La rassegna è organizzata dal Comune di Imola con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e della Regione Emilia-Romagna, con il contributo di Città metropolitana di Bologna Destinazione Turistica (PTPL 2020) e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, e grazie al sostegno fornito da Gruppo Hera, Clai, Confcommercio Ascom Imola, Confesercenti Territorio Imolese, BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese, E-mind. La cerimonia inaugurale del Baccanale 2020 è in programma sabato 31 ottobre alle 18 presso il Teatro Comunale Ebe Stignani. Durante la serata il sindaco Panieri consegnerà il Garganello d’oro 2020, il riconoscimento che dal 2003 premia personaggi o enti che si sono impegnati in modo significativo nella promozione e nella valorizzazione della cultura del cibo, alla Fondazione Casa Artusi. Il Baccanale poi è sempre ricco di eventi culturali ed una buona occasione per visitare Imola: turisti e visitatori possono scoprire e riscoprire i luoghi, i tesori e la storia della città.

Il programma completo e tutti i menu sono anche online sul sito del Baccanale. Per essere sempre aggiornati sulle iniziative si può visitare la pagina Facebook imolabaccanale e Instagram. Per informazioni: Servizio Attività culturali  tel. 0542 602427/2410/2433 – attivita.culturali@comune.imola.bo.it. Ufficio IAT tel. 0542 602207 iat@comune.imola.bo.it. o sul sito del Comune di Imola

Approfondimenti su «sabato sera» del 22 ottobre.

Foto Isolapress

Presentata l‘edizione 2020 del Baccanale
Cultura e Spettacoli 16 Ottobre 2020

Weekend con il Fai d’autunno tra arte e natura

Due weekend con al centro il patrimonio culturale italiano. Sono le Giornate Fai d’autunno, che quest’anno raddoppiano e vengono dedicate a Giulia Maria Crespi, fondatrice del Fondo Ambiente Italiano scomparsa lo scorso luglio. Sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre, ci saranno mille aperture straordinarie di luoghi d’arte e cultura in quattrocento città d’Italia.

Il gruppo Fai Imola, Dozza e Valle del Santerno punta l’attenzione su Dozza e Castel del Rio. Il 17 e 18 ottobre sarà dedicato al borgo del Muro Dipinto con diverse iniziative: il percorso del Muro Dipinto per le vie del borgo e in Rocca (sabato dalle 14 alle 18, domenica dalle 10 alle 18, con turni ogni ora cioè con l’ultimo turno che parte alle 17, posti limitati; modalità di partecipazione sul sito Fai); la Passeggiata degli artisti, una panoramica che porta alla scoperta del paesaggio e degli artisti che hanno rappresentato il territorio (sabato dalle 14 alle 18, domenica dalle 10 alle 18, con turni ogni ora cioè con l’ultimo turno che parte alle 17, posti limitati, prenotazione on line sul sito Fai). (r.c.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 15 ottobre.

Nella foto (inviata dal Fai): il borgo di Dozza 

Weekend con il Fai d’autunno tra arte e natura
Sabato Sera TV 14 Ottobre 2020

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – L’assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Legalità Giacomo Gambi

A 29 anni, Giacomo Gambi è il più giovane membro della Giunta Panieri. Il sindaco di Imola gli ha affidato l’assessorato alla Cultura e alle Politiche giovanili, al quale è connessa anche la delega alla Legalità. Una scelta che tiene conto delle competenze personali e professionali di Gambi che, oltre ad essere avvocato, frequenta da sempre i luoghi culturali cittadini. «Ho l’abbonamento al teatro Stignani dall’età di sette anni e fin da piccolissimo la tessera di Casa Piani» sottolinea.

L’intervista completa su «sabato sera» del 15 ottobre.

Nella foto (Isolapress): l’assessore Giacomo Gambi durante l’intervista nella redazione di «sabato sera»

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – L’assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Legalità Giacomo Gambi
Cultura e Spettacoli 11 Ottobre 2020

Il maestro Massimo Mercelli al Teatro alla Scala con un brano dell’indimenticato Ennio Morricone

Oggi, alle 17, il maestro Massimo Mercelli torna presso il prestigioso Teatro alla Scala di Milano, per esibirsi insieme ai Cameristi della Scala, diretti da Ernest Hoetzl, in un programma che accosta il classicismo del compositore tedesco Carl Stamitz al linguaggio contemporaneo di Ennio Morricone con l’esecuzione di Notturno passacaglia dedicato allo stesso Mercelli e al clarinettista Darko Brlek per i 60 anni della European Festival Association (EFA), e l’originale lettura della fiaba musicale Pierino e il lupo di Sergej Prokof’ev.

Eseguito anche quest’anno per l’inaugurazione della 20esima edizione di Emilia Romagna Festival (ERF), il brano dell’indimenticabile Ennio Morricone è una composizione dove barocco e atmosfera respirano assieme. Notturno Passacaglia, dedicato a Massimo Mercelli e Darko Brlek per i 60 anni della European Festival Association è un breve esercizio di stile dove la base antica, la Passacaglia, sposa la musica a programma del Genio, con un risultato “cinematografico”. Per l’occasione sul palco della Scala oltre a Mercelli e il clarinettista sloveno, anche direttore artistico del Festival Ljubljana, si uniranno nell’esecuzione del pezzo Fabien Thouan all’oboe e Paolo Spadaro al pianoforte. (da.be.)

Nella foto: Massimo Mercelli insieme ad Ennio Morricone

Il maestro Massimo Mercelli al Teatro alla Scala con un brano dell’indimenticato Ennio Morricone
Cultura e Spettacoli 10 Ottobre 2020

A Castel del Rio «La giornata del fumetto» con il Magnus Day

«Magnus Day», «La giornata del fumetto»: domani ritorna a Castel del Rio l’appuntamento dedicato al grande Roberto Raviola che qui ha vissuto diversi anni, autore di un famosissimo Texone per Sergio Bonelli editore (Tex, La valle del terrore) e disegnatore, tra l’altro, di Alan Ford, Kriminal e Satanik.

Si comincia alle 10 con l’apertura di un percorso a fumetti che vedrà allestiti nelle vie del paese alidosiano tavoli da disegno con i fumettisti ospiti. Sempre alle 10, nella Sala Magnus di via Montanara 1, aprirà lo stand del fumetto dove sarà possibile trovare il piatto artistico dell’evento con protagonista «Lo Sconosciuto», piatto che sarà presentato alle ore 15 con l’autore Davide Fabbri. Alla presentazione faranno seguito tre incontri: nel primo Daniele Brolli e Davide Fabbri presenteranno le nuove avventure de «Lo Sconosciuto» edite da Sergio Bonelli editore, nel secondo Gabriele Bernabei presenterà i volumi n. 26 e n. 27 della collana «Il Grande Magnus» edita da Edizioni If e Gazzetta dello Sport, nel terzo ci sarà Pietro Marino che metterà al centro dell’incontro il portfolio «Poker d’Assi» (per via del Covid 19, i posti saranno limitati e numerati, pertanto è obbligatoria la prenotazione allo stand del fumetto). In serata, alle 20, chi vuole potrà partecipare alla cena in compagnia al ristorante Il Gallo in piazza della Repubblica 28 (menù fisso 25 euro, prenotazioni allo 0542 95924).

Da segnalare che, in caso di maltempo, il percorso a fumetti sarà allestito, invece che in paese, all’interno di palazzo Alidosi con ingresso dal Cortile delle Fontane, proseguimento nell’ex sala dell’ufficio Anagrafe, nella Sala Magnus, e con uscita dall’atrio del portone principale del municipio, mentre gli incontri si terranno nella Sala Coop nel viale della Resistenza. Da ricordare anche, il giorno prima cioè sabato 10, la camminata «Sui luoghi di Magnus» a cura di Rino Gianstefani, con ritrovo in piazza della Repubblica alle 14.30. Informazioni: 0542-95906. (r.c.)

Nella foto: locandina di una passata edizione

A Castel del Rio «La giornata del fumetto» con il Magnus Day
Cultura e Spettacoli 10 Ottobre 2020

Ricordando Scarabelli tra fossili, piante e storie

Nel bicentenario della nascita di Giuseppe Scarabelli (Imola 1820 – Imola 1905), scienziato, sindaco di Imola, senatore del Regno d’Italia, sono varie le iniziative per ricordarlo, curate da diversi enti e associazioni.

Il prossimo evento in programma, oggi sabato 10 ottobre alle 17, sarà in biblioteca (via Emilia, 30 a Imola). Stefano Mariani, geologo e dottore di ricerca in Scienze della Terra dell’Università di Bologna, attraverso l’analisi di inediti documenti personali e di lavoro, porterà alla riscoperta dello stesso Scarabelli, in un incontro dei «Tesori della Biblioteca» (prenotazione obbligatoria allo 0542-602657). Lo stesso Stefano Mariani condurrà, l’11 ottobre alle 10, lungo una visita guidata alla Riserva del Bosco della Frattona (con ritrovo al parcheggio di via Suore) alla scoperta di animali, piante, popolazioni di un antico passato ripercorrendo le orme di Giuseppe Scarabelli (evento gratuito adatto a tutti, con prenotazione obbligatoria al Ceas allo 0542 602183). Per gli eventi valgono le prescrizioni anti-Covid (mascherina e distanziamento).

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: ritratto di Giuseppe Scarabelli (Archivio privato in uso all’Archivio fotografico Musei civici di Imola)

Ricordando Scarabelli tra fossili, piante e storie
Cultura e Spettacoli 9 Ottobre 2020

Bambini di nuovo a teatro al Magazzino Verde di Medicina

Bambini di nuovo a teatro. Dopo i mesi di chiusura per il lockdown, e la proposta estiva de «Il Cortile dei bambini» che si è svolta nel giardino della biblioteca, riapre le sue porte ai più piccoli il Magazzino Verde di Medicina, lo spazio nel cuore del parco delle Mondine dedicato alle attività culturali e teatrali per le nuove generazioni, con la stagione di spettacoli per l’infanzia e l’adolescenza curata da La Baracca-Testoni Ragazzi. Il cartellone della stagione 2020-2021 è diviso in due parti: «una scelta, quella di costruire passo dopo passo la stagione, compiuta per accogliere in maniera più efficace le nuove esigenze e possibilità che potrebbero presentarsi nei prossimi mesi, in base all’andamento epidemiologico e a futuri cambiamenti normativi – spiega il comunicato stampa -. Tutti gli appuntamenti al Magazzino Verde, infatti, sono realizzati seguendo le indicazioni e le buone pratiche di sicurezza, con una riduzione dei posti disponibili in sala (da 100 a 35), sedute distanziate fra nuclei familiari, obbligo di indossare la mascherina a partire dai sei anni e misurazione della temperatura corporea come previsto dai decreti in vigore. Novità di quest’anno, inoltre, è la vendita esclusivamente online dei biglietti e degli abbonamenti, per evitare assembramenti».

La prima parte della stagione, per il periodo ottobre-dicembre 2020, prevede nove repliche di cinque diversi spettacoli, suddivisi per diverse fasce d’età. Si parte con la consueta Festa d’apertura di stagione, che quest’anno triplica, per poter dedicare a diverse fasce d’età performance a ingresso gratuito con posti limitati, con prenotazione obbligatoria qui. Il primo appuntamento è domani, sabato 10 ottobre alle 10.30 e 16.30 con Abaco. Numeri sul filo per chi ha da 1 a 3 anni. Domenica 11 ottobre, sempre alle 10.30 e 16.30, la festa continua per le bambine e i bambini da 6 a 10 anni insieme a Con un filo di voce, anche questa volta in compagnia degli attori e delle attrici de La Baracca-Testoni Ragazzi. (r.c.)

Nella foto (di Matteo Chiura): «Famiglie»

Bambini di nuovo a teatro al Magazzino Verde di Medicina
Cultura e Spettacoli 9 Ottobre 2020

Concerto per i 50 anni della chiesa di Santo Spirito

Un concerto in occasione del 50° anniversario di fondazione della chiesa di Santo Spirito. Protagonista, questa sera, alle 21 nella chiesa stessa, Carlo Forlivesi, concertista, compositore, scrittore, ricercatore, curatore di eventi internazionali, e professore di composizione all’università di Stoccarda e docente al conservatorio Pergolesi di Fermo.

Il musicista proporrà all’organo e al clavicembalo un percorso che prevede l’ascolto delle prime musiche francescane dei Corali di Bettona fino all’antifona, in anteprima assoluta, per il Beato Carlo Acutis (che viene beatificato ad Assisi il 10 ottobre). Forlivesi sarà accompagnato da Andreina Zatti, anconetana, pianista, cantante e arpista, fondatrice del gruppo di musica medievale «Laudare et Delectare» e direttrice della Schola del coro Pergolesi di Pergola, e da Luigi Zardi, imolese, diplomato in tromba, docente di tromba alla scuola media ad indirizzo musicale «Innocenzo da Imola». (r.c.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: la chiesa di Santo Spirito

Concerto per i 50 anni della chiesa di Santo Spirito

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast