Posts by tag: cultura

Cultura e Spettacoli 25 Settembre 2021

«Turno di notte», stasera la premiazione del concorso letterario ma senza… Lucarelli

Non ci sarà Carlo Lucarelli, a causa di un’indisponibilità dell’ultimo minuto, questa sera centro sociale La Stalla di Imola per la premiazione di «Turno di notte», il concorso letterario organizzato da Officine Wort in collaborazione con Officina Passo Passo e con l’azienda agricola Gandolfi. Ultimo atto che, nonostante l’assenza dello scrittore di Mordano, dalle 18 vedrà comunque regolarmente la proclamazione dei vincitori della 12^ edizione. (r.c.)

Nella foto: Carlo Lucarelli

«Turno di notte», stasera la premiazione del concorso letterario ma senza… Lucarelli
Cultura e Spettacoli 25 Settembre 2021

A Imola e Castello l’Erf suona con fisarmonica e archi

Un concerto interamente dedicato alle suggestioni della fisarmonica. A proporlo, nell’ambito dell’Emilia Romagna festival, sarà il giovane talento Andrea Coruzzi questa sera alle 21 nel giardino storico del Palazzo vescovile a Imola. In programma musiche classiche di Mozart e Paganini, ma anche brani di autori contemporanei come Franck Angelis, Vladimir Zubitsky, Astor Piazzolla, Richard Galliano. E una composizione originale dello stesso Coruzzi intitolata Tango para mi Hermana.

Due giorni dopo l’Erf si sposta a Castel San Pietro per l’ultimo appuntamento della stagione estiva. Lunedì 27 settembre alle 21 al teatro Cassero si esibiranno gli archi del Trio di Strumentisti del Teatro alla Scala: la violinista Laura Marzadori, la violista Elena Faccani, tra i primi violini dell’Orchestra del Teatro alla Scala, e il violoncellista Massimo Polidori, primo violoncello dell’Orchestra Scaligera.

Nella foto: Andrea Coruzzi

A Imola e Castello l’Erf suona con fisarmonica e archi
Cultura e Spettacoli 24 Settembre 2021

«Turno di notte», domani la premiazione del concorso e il talk show con Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli, la premiazione di Turno di notte, un talk show con al centro lo scrittore di Mordano, il lancio della nuova edizione del concorso letterario che prenderà spunto come tradizione da un incipit regalato dallo stesso Lucarelli. È ricco il programma di domani, sabato 25 settembre, al centro sociale La Stalla di Imola.

Alle ore 18 ci sarà la proclamazione dei vincitori della 12^ edizione di Turno di notte, il concorso letterario organizzato da Officine Wort in collaborazione con Officina Passo Passo e con l’azienda agricola Gandolfi. Carlo Lucarelli è stato, come da tradizione, autore dell’incipit dal quale i concorrenti hanno preso spunto per comporre un racconto dalle ore 22 di sabato 25 luglio dello scorso anno alle 5 del mattino dopo. La pandemia ha spostato in avanti la premiazione che però gli organizzatori hanno fortemente voluto e che arriva 14 mesi dopo, in anticipo di tre settimane dalla 13^ edizione del concorso che si terrà nella notte tra il 9 e il 10 ottobre prossimi.

Carlo Lucarelli, dopo la premiazione degli autori, sarà chiamato a confrontarsi in un talk show condotto dalla scrittrice Sabrina Grementieri. Un modo per stimolare lo scrittore su vari argomenti in compagnia di Luca Occhi, Stefano Farolfi, Francesca Gianstefani, autrice, e Lara Alpi, giornalista di sabato sera. (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 23 settembre.

Nella foto: Carlo Lucarelli

«Turno di notte», domani la premiazione del concorso e il talk show con Carlo Lucarelli
Cultura e Spettacoli 24 Settembre 2021

Al Magazzino Verde di Medicina riparte la stagione, dieci spettacoli per bambini e adolescenti

Bambini a teatro. Ricomincia la stagione teatrale per l’infanzia e l’adolescenza del Magazzino Verde di Medicina, nel cuore del Parco delle Mondine, in via dell’Osservanza. Il cartellone della nuova stagione, a cura de La Baracca-Testoni Ragazzi in convenzione col Comune di Medicina, propone spettacoli e laboratori teatrali dalla prima infanzia all’adolescenza. La prima parte della stagione prevede appuntamenti da ottobre a dicembre, con sedici repliche di dieci diversi spettacoli, suddivisi per diverse fasce d’età e perlopiù firmati da La Baracca. Da gennaio 2022, partirà invece la seconda parte.

Gli spettacoli d’apertura saranno a tema mitologico. Si comincia oggi, venerdì 24, alle 20.30 con Odisseo e lo sconosciuto (6-10 anni), che immagina la vita del re di Itaca dopo il ritorno a casa, con la voglia di ripartire e non fermarsi mai. Domani, sabato 25, e domenica 26 settembre alle 10.30 l’appuntamento è con Rosmarina (3-6 anni), fiaba naturale dai valori ecologisti. Domani alle 16.30 sarà in scena Psiche e gli animali (4-8 anni), rilettura creativa della favola di Apuleio, mentre domenica 26 settembre, sempre alle 16.30, prenderà vita Gli automi di Efesto (4-8 anni), divertente reinterpretazione delle storie del dio del fuoco.

Per questi spettacoli, tutti fuori abbonamento, i biglietti sono acquistabili
su sito del teatro, al prezzo di 3 euro. Dal 24 settembre, sarà possibile abbonarsi e iscriversi ai laboratori teatrali sulla piattaforma abbonamenti, e acquistare biglietti singoli sul sito. L’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti, inoltre, sarà possibile durante le aperture straordinarie della biglietteria del teatro, sabato 25 (ore 10-12.30) e domenica 26 settembre (ore 16-18.30). (r.c.)

Nella foto (Matteo Chiura, La Baracca-Testoni Ragazzi): un momento di «Odisseo»

Al Magazzino Verde di Medicina riparte la stagione, dieci spettacoli per bambini e adolescenti
Cultura e Spettacoli 23 Settembre 2021

Le Rocche di Caterina si fanno scoprire con visite guidate e un video promozionale

Un weekend tutto dedicato a Caterina Sforza. A proporlo, il 2 e 3 ottobre, sono If- Imola Faenza tourism company e i Comuni di Bagnara, Dozza, Imola e Riolo Terme con le rispettive rocche che si faranno scoprire in apposite visite guidate. Ogni rocca, inoltre, concentrerà il percorso e le iniziative su un personaggio storico con cui Caterina ha avuto contatti o a cui è stata legata: Leonardo per Bagnara, Machiavelli per Dozza, il figlio Giovanni dalle Bande Nere per Imola, e Cesare Borgia per Riolo.

L”iniziativa de «Le Rocche di Caterina», che è giunta alla terza edizione, vede quindi i quattro Comuni in rete per dar vita insieme ad un percorso culturale e turistico. «La lettura unitaria del territorio è molto aderente a quel che era all”epoca di Caterina – ha commentato Diego Galizzi, direttore dei Musei civici imolesi, costruendo un interessante ponte tra passato e presente -. Le rocche non erano monumenti singoli, ma facevano parte di un sistema di controllo del territorio. E, oltre al significato militare, ne avevano uno di propaganda, dovevano essere viste da fuori e rappresentare il potere».

L”evento che porta a scoprire le quattro rocche è anche l”occasione per lanciare un video promozionale proprio sui quattro castelli e sulla donna che «non rinunciò mai alla sua libertà», come viene narrato. Prodotto dalla Luna Video per la regia di Gianni Gaudenzi, è interpretato da Vanessa Vinci mentre la voce narrante è di Alfonso Cuccurullo. È già visibile sul sito di If e sui suoi social. Le visite guidate si terranno sabato 2 ottobre alle 15.30 e alle 18, domenica 3 alle 10.30 e alle 15.30. Prenotazione obbligatoria entro le 16 di venerdì 1 allo 054225413. Costo singola visita 8 euro (gratis fino a 10 anni). (s.f.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 30 settembre.

Nella foto: la presentazione oggi dell’evento promosso da If

Le Rocche di Caterina si fanno scoprire con visite guidate e un video promozionale
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2021

Biennale del Muro Dipinto, successo per l’edizione 2021

Successo per l’edizione 2021 del Muro Dipinto di Dozza. Una settimana di eventi, incontri, esperienze e scoperte, ma soprattutto una settimana di arte sui muri: nuove opere, a impreziosire il «Borgo dipinto» per antonomasia, e importanti restauri hanno preso vita dal 13 al 19 settembre scorso.

«La XXVIII Biennale – commenta Simonetta Mingazzini, presidentessa della Fondazione Dozza Città d’Arte – è stata un grande successo. Tanto pubblico, con centinaia di visitatori ogni giorno, opere prestigiose, un cartellone di eventi ricco e apprezzato e il coinvolgimento di tanti bambini e ragazzi nello spazio inedito pensato per loro: il Muretto Di…Pintino ha riscosso davvero un successo importante e ci piace pensare che, magari, in una Biennale futura, potremo ospitare qualche artista che ha mosso i primi passi proprio sulle lavagne in piazza Zotti». 

Nella foto: opera realizzata a Toscanella

Biennale del Muro Dipinto, successo per l’edizione 2021
Cultura e Spettacoli 19 Settembre 2021

Imola ricorda Dante con la mostra «La Commedia nella città “di Santerno”»

Imola ricorda Dante con la mostra bibliografica e documentaria «La Commedia nella città “di Santerno”. Testimonianze dantesche nella Biblioteca Comunale di Imola», inaugurata la scorsa settimana. La mostra è aperta fino all’11 dicembre (martedì e giovedì orario 15-18, sabato 9-12) e vuole valorizzare il patrimonio dantesco di 14 biblioteche e archivi storici dell’Emilia Romagna, seconda patria di Dante nella quale soggiornò e morì a Ravenna settecento anni fa.

Nella città «di Santerno», espressione di cui Dante si serviva per indicare l’area imolese e faentina, il percorso della mostra si snoda in tre sezioni: manoscritti e libri a stampa antichi, Imola ai tempi di Dante e codici miniati in facsimile. Sono previste visite guidate, una lettura di brani del Poema, incontri di approfondimento con l’intervento di studiosi universitari e una Giornata di studi con la partecipazione di specialisti di livello internazionale.

Tutte le iniziative sono sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Per il programma completo, informazioni e prenotazioni rivolgersi alla Bim (via Emilia 80, tel. 0542-/602657- 602619), oppure utilizzare l’app «Io prenoto» o anche i siti di riferimento della Biblioteca di Imola. (ma.to.)

Imola ricorda Dante con la mostra «La Commedia nella città “di Santerno”»
Cultura e Spettacoli 19 Settembre 2021

RestArt, i muri della scuola Orsini raccontano l’evoluzione del pianeta

La scuola è ripartita e per gli alunni dell’istituto Orsini di Imola è decisamente più «artistica» dello scorso anno. Ad accompagnare il loro rientro a scuola, sono state, infatti, le opere realizzate nel weekend dal 10 al 12 settembre nell’ambito del RestArt Urban Festival organizzato dall’associazione Noi Giovani.

Duemila metri quadrati di muri di superficie sono stati messi a disposizione degli artisti: Guerrilla Spam, The Other, Sbrama, Alleg, Massimiliano Vitti, Tera Drop, Yoshka, Vola Noemi, Atez, Busca, Mark, Giovanni Dallo Spazio, Taleggio, Bone, Cristopher Vega, Egeon hanno lavorato raccontando sui muri della scuola Orsini l’evoluzione storica del pianeta dall’era archeozoica fino a quella dell’Homo Sapiens Sapiens.

Per realizzare queste opere, gli organizzatori hanno scelto di ridurre l’uso di bombolette spray in un’ottica di sostenibilità ambientale, sostenuta anche dall’utilizzo di erogatori d’acqua per le borracce, dalla raccolta di cicche di sigarette che attraverso il progetto «per un pugno di mozziconi» diventeranno materiale riciclabile, e dall’utilizzo di cestini per la raccolta differenziata. Il festival ha visto anche momenti musicali e disponibilità di food e drink truck. (r.c.)

Nella foto (Isolapress): un’opera realizzata sui muri dell’istituto Orsini

RestArt, i muri della scuola Orsini raccontano l’evoluzione del pianeta
Cultura e Spettacoli 18 Settembre 2021

Il Barbarossa ritorna a Medicina con una cena e un programma ridotto

Era il 1155 quando l’imperatore Federico I Hohenstaufen, detto il Barbarossa, si ammalò mentre passava nella bassa bolognese. Per anni Medicina ha rievocato questa storia a cui è fortemente legata, con cortei, spettacoli, giochi e festeggiamenti. Nel 2020, a causa della pandemia, la rievocazione fu sostituita da una mostra celebrativa. E quest’anno? «Il Barbarossa ritorna a Medicina ma in edizione ridotta» spiega Lorenzo Monti, assessore a Volontariato, Turismo, Politiche Giovanili, Pro loco, Gemellaggio, Legalità.

Due giorni dedicati al Barbarossa saranno, quindi, quelli di oggi, sabato 18 settembre, e 19 settembre, che partono coinvolgendo i bambini, proseguono mettendo al centro Federico I e si concludono con un momento di approfondimento dedicato ad un significativo evento storico accaduto a Bologna un secolo dopo i tempi del Barbarossa. Stasera la cena imperiale in onore del Barbarossa nel parco di Villa Maria è aperta alla cittadinanza su prenotazione. Domani il cortile della biblioteca ospiterà alle 10.30 la premiazione del «Concorso delle Vetrine» e alle 16.30 «Liber Paradisus – Bologna 1257: la fine della schiavitù», una conferenza a cura di Massimo Giansante (Archivio di Stato di Bologna) e Rolando Dondarini (Università di Bologna). Le iniziative si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-Covid, e con Green Pass dove previsto. (r.c.)

Il Barbarossa ritorna a Medicina con una cena e un programma ridotto
Cultura e Spettacoli 18 Settembre 2021

A teatro con il green pass, al via a Imola le prevendite per lo spettacolo Arsenico e vecchi merletti

Inizia questo pomeriggio la prevendita dei biglietti per lo spettacolo Arsenico e vecchi merletti, in scena al teatro Stignani di Imola dal 23 settembre al 3 ottobre, dopo la sospensione avvenuta la durante la scorsa stagione di prosa a causa dell’emergenza Covid. Ci sono ancora posti disponibili per le recite del 28 e 30 settembre, 1 e 3 ottobre (pomeridiana). La prevendita si terrà dalle ore 16 alle 19, alla biglietteria del teatro, in via Verdi 1/3. Ulteriori orari e informazioni sul sito https://www.teatrostignani.it/biglietti.

Per osservare le necessarie misure di sicurezza, la capienza del teatro è stata dimezzata e agli abbonati è stato riassegnato un posto temporaneo, possibilmente nel medesimo settore di provenienza. Gli abbonati sono invitati a presentarsi a teatro nella data e ora indicate sulla lettera ricevuta a mezzo posta, portando la medesima e il proprio abbonamento. All’ingresso in teatro tutti gli spettatori dovranno esibire il proprio green pass e saranno sottoposti al controllo della temperatura con termoscanner. (lo.mi.) 

A teatro con il green pass, al via a Imola le prevendite per lo spettacolo Arsenico e vecchi merletti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast