Posts by tag: cultura

Cultura e Spettacoli 29 Gennaio 2023

Ultimo giorno per Stefano Accorsi sul palco dello Stignani, gli omaggi all’attore di Hera e Imolese

Si conclude oggi, domenica 29 gennaio, lo spettacolo di Stefano Accorsi sul palco del teatro Stignani di Imola dal titolo «Azul». L’attore bolognese, dopo aver ricevuto il Garganello d’oro del Baccanale dalle mani del sindaco Panieri e dell’assessore Gambi è stato omaggiato di altri due regali.

Hera gli ha infatti consegnato, nell’ambito della mostra Sguardi sul cinema promossa dalla stessa multiutility in collaborazione con il ConAmi, il suo ritratto in esposizione realizzato, all’interno del progetto Scart, da Anica Kitanoska e composto da bottoni, ritagli di tessuto e pelle, cerniere e zip, accessori di calzaturifici e cavi elettrici. Presenti Tomaso Tommasi di Vignano, presidente di Hera, il sindaco di Imola Marco Panieri ed il presidente di ConAmi Fabio Bacchilega. Omaggio arrivato anche dall’Imolese Calcio, con Manuela Salici, responsabile marketing, che ha donato ad Accorsi la sciarpa, lo scaldacollo e il pallone autografato da tutti i calciatori della squadra rossoblù. (r.cr.)

Nella foto: in alto l’omaggio dell’Imolese ad Accorsi, sotto il regalo di Hera con il ritratto dell’attore

Ultimo giorno per Stefano Accorsi sul palco dello Stignani, gli omaggi all’attore di Hera e Imolese
Cultura e Spettacoli 28 Gennaio 2023

Fine settimana con Accorsi al teatro di Imola, l’arte a Dozza e Matteo Belli a Castello per la Memoria

Un weekend dove spicca il nome di Stefano Accorsi, che ha appena ricevuto il Garganello d’oro, consegnatogli dal sindaco di Imola Marco Panieri mercoledì in biblioteca, per la promozione in ambito enogastronomico e culturale. L’attore bolognese è in scena al teatro Stignani fino a domenica con lo spettacolo «Azul», scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca, storia di quattro amici e della loro passione per il calcio. Sempre in ambito spettacolare, da non perdere il concerto di Nina Kotova al violoncello e Josu De Solaun al pianoforte che, per la rassegna curata dalla Fondazione Accademia internazionale Incontri col maestro, daranno vita ad un viaggio tra Rachmaninov, Britten, Chopin e Piazzolla (oggi, ore 20.45, Sala Mariele Ventre a Imola). Sempre oggi, due curiosità pomeridiane: un tuffo nell’arte, alla Rocca di Dozza, con Vittorio D’Augusta, uno degli artisti della XXVIII Biennale del Muro Dipinto di Dozza (alle 15.30, info 0542 678240, prenotazione gradita), e uno nella musica, con la soprano Daniela Pini, presidente del Museo Mascagni di Bagnara di Romagna, e la pianista Roberta Ropa, docente del Conservatorio Arrigo Boito di Parma (alle 16, Istituto Santa Teresa a Imola).

Questo fine settimana, poi, invita particolarmente alla riflessione. Molti degli appuntamenti in programma sono, infatti, legati alle iniziative del Giorno della Memoria che ricorda le vittime dell’Olocausto. Da non perdere, domani a Castel San Pietro, lo spettacolo con Matteo Belli «Marzabotto», scritto dallo stesso Belli con Carlo Lucarelli, e con le musiche di Paolo Vivaldi (ore 21, teatro Cassero). Stesso orario, al Magazzino Verde di Medicina, per «Destinatario sconosciuto», adattamento teatrale dell’omonimo racconto di Kathrine Kressmann Taylor. Nel pomeriggio, invece, il Trio Movie composto da Pamela Falconi al flauto, Giulia Costa al violoncello e Carmen Falconi al pianoforte, accompagnerà in musica alcune letture sulla memoria della deportazione a cura dell’Associazione Culturale Bardur (ore 17, Cidra). (s.f.)

Nella foto: Matteo Belli in scena

Fine settimana con Accorsi al teatro di Imola, l’arte a Dozza e Matteo Belli a Castello per la Memoria
Cultura e Spettacoli 27 Gennaio 2023

Giorno della Memoria: luoghi, saper ascoltare e la lotta per la libertà della giovane Sophie School. I VIDEO

«I giovani non si rassegnano ad una vita programmata ma sono disposti ad andare controcorrente pur di cercare un senso». Con queste parole lo scrittore Giuseppe Assandri, nel pomeriggio di ieri, ha presentato il libro «La rosa bianca di Sophie» nel quale ha narrato la storia vera della giovane Sophie Scholl che si è ribellata al nazismo nella Germania del 1942/1943. All’evento, pensato dalla biblioteca comunale di Imola e Casa Piani, erano presenti anche la psicologa Clelia Tollot e la docente universitaria Annalisa Cattani.

Video Giuseppe Assandri https://www.facebook.com/SabatoSeraSettimanale/videos/734734814589404/

Video Clelia Tollot https://www.facebook.com/SabatoSeraSettimanale/videos/483218923802625/

Video Annalisa Cattani https://www.facebook.com/SabatoSeraSettimanale/videos/500766058869880/

Foto dell’evento

Giorno della Memoria: luoghi, saper ascoltare e la lotta per la libertà della giovane Sophie School. I VIDEO
Cronaca 26 Gennaio 2023

Primavera di novità a Imola, le anticipazioni dell’assessore Gambi: danza, Calvino e… il pre-Baccanale

Anche se il tempo è ora decisamente invernale, o forse proprio per questo, lo sguardo va ai prossimi mesi, al momento in cui, tolti i maglioni dalle prime file dell’armadio, ci si muoverà tra divertimento, stimoli, interessi e cultura nelle giornate e nelle serate primaverili, spesso con eventi all’aperto.

Dalla musica alle sagre, dagli spettacoli alle passeggiate, dall’arte alla letteratura fino al gusto. Un Baccanale di primavera, un weekend di sapori che sia un’anticipazione della più lunga e tradizionale rassegna autunnale, si configura come un appuntamento ideale. «Ci stiamo lavorando – conferma l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili del Comune di Imola, Giacomo Gambi -, per realizzarlo in un weekend che non abbia grandi eventi in programma o iniziative come “Il centro fiorisce a maggio” che piace molto e tradizionalmente si tiene il secondo weekend» (s.f.)

L’intervista su «sabato sera» del 26 gennaio.

Nella foto: l’assessore Gambi

Primavera di novità a Imola, le anticipazioni dell’assessore Gambi: danza, Calvino e… il pre-Baccanale
Cultura e Spettacoli 20 Gennaio 2023

«Imola Cultura», arriva l’agenda che mette online tutti gli eventi

«Un luogo unitario per diffondere le informazioni sugli eventi culturali in città con un’interfaccia giovane, agile, creata con particolare attenzione alla consultazione dagli smartphone». Così l’assessore alla Cultura Giacomo Gambi presenta «Imola Cultura», l’agenda on line (https://www.culturaimola.it/) che da domani informerà sugli eventi organizzati dai Servizi culturali imolesi, sugli eventi di enti e associazioni organizzati in collaborazione con l’Amministrazione comunale, e su attività culturali patrocinate o sostenute a vario titolo dal Comune di Imola. Si potranno cercare giorno per giorno, o utilizzando vari filtri, effettuando ricerche per data, categorie e tag speciali. 

«Negli anni – dichiara l’assessore Gambi – il Comune di Imola ha visto crescere la sua offerta culturale ed il merito è collettivo perché obiettivi, strumenti ed azioni sono stati condivisi con associazioni ed altri enti culturali: il Comune si è posto non solo come erogatore di servizi culturali ed organizzatore di eventi ma anche come coordinatore delle energie presenti in città. Abbiamo quindi pensato che fosse utile uno strumento unico di comunicazione». Una scelta anche ecologica, continua «Ci permetterà di trasferire on line molta della comunicazione che oggi viene stampata e di aggiornare continuamente eventuali modifiche o integrazioni agli eventi«.

Imola Cultura è un progetto realizzato a cura dell’Area Servizi per la Cultura del Comune di Imola e coinvolge tutti i Servizi e Istituti culturali che ne fanno parte: Servizio Attività culturali, Servizio Biblioteche e Archivi, Servizio Musei e attività espositive e Servizio Teatri, attività musicali e politiche giovanili. Sempre in ambito tecnologico, il Comune rifà il look anche al sito della biblioteca comunale. “Nato nel 2008, aveva bisogno di essere aggiornato sia per la sicurezza che per l’accessibilità” spiega la responsabile del Servizio Biblioteche, Silvia Mirri. Il nuovo sito sarà visibile dall’1 febbraio.

Nella foto (Isolapress): da sinistra Diego Galizzi, responsabile Servizio musei e attività espositive, Lidia Mastroianni, responsabile Servizio attività culturali, Giacomo Gambi, assessore alla Cultura e Politiche giovanili, Luca Rebeggiani, dirigente Settore Cultura, Silvia Mirri, responsabile Servizio biblioteche e archivi

«Imola Cultura», arriva l’agenda che mette online tutti gli eventi
Cultura e Spettacoli 20 Gennaio 2023

Un weekend di spettacoli: riflessioni sulla Memoria, musica e teatro

Un viaggio attraverso vicende di precarietà, tra sorrisi e malinconia. Francesca Puglisi porta in scena  «Ccà nisciuno è fisso» questo weekend nel circondario con due appuntamenti: al teatro Jolly di Castel San Pietro venerdì e alla Sala del Suffragio di Medicina sabato (entrambi alle 21, info e prenotazioni al 333 9434148). Weekend di spettacoli anche sotto il segno delle filodrammatiche (la Compagnia Ultima Quinta presenta «Unico Eduardo» al teatro dell’Osservanza di Imola sabato alle 21 per la rassegna Cars) e per i bambini: domenica, per le «Favole all’Osservanza», la nota storia de «I musicanti di Brema» vedrà in scena Marco Cantori alle 17 al teatro di via Venturini 18 a Imola, mentresabato alle 16 al Circolo Arci Estro a Imola, c’è «La valigia nel bosco» (da 6 a 11 anni), che rientra tra le iniziative dedicate al Giorno della Memoria (info WhatsApp 324 8032073).

E a proposito delle iniziative per il giorno che ricorda le vittime dell’Olocausto, il 27 gennaio, diverse sono previste anche nei giorni precedenti: come l’incontro con l’Anpi e l’amministrazione comunale alle scuole Pulicari di Dozza di sabato mattina (dalle 12.30, aperto a tutti) per riflettere insieme, o come il concerto che domenica 22 si terrà alle 18 all’Auditorium della Scuola di musica Vassura Baroncini a Imola. «Ammuina», con Gaia D’Elia, voce e berimbau, Guido Sodo, voce, chitarre e oud, Mirco Mungari, voce, tamburi a cornice, oud e bouzuki, vedrà al centro canti, cantori e cantatrici ai bordi del Mediterraneo in lagune di confine, per un viaggio in sonorità emozionanti che raccontano mondi. 

Chi ama la musica, poi, può segnare in agenda anche l’incontro-concerto di sabato 21 gennaio con Anna Castellari, «L’arpa strumento femminile per eccellenza», nel quadriportico del Museo di San Domenico a Imola alle 17, prima della visita guidata alla mostra «Tra incanto e nostalgia. Il mondo di Vittoriana Benini». (s.f.)

Tutti gli appuntamento su sabatosera.it e su AppU Imola.

Nella foto (dal sito del teatro Stignani di Imola): «I musicanti di Brema»

Un weekend di spettacoli: riflessioni sulla Memoria, musica e teatro
Cultura e Spettacoli 18 Gennaio 2023

Angela Maria Gidaro della Fondazione Accademia di Imola è la nuova presidente di Aiforart

L’Associazione Italiana Formazione delle Arti (Aiforart), aderente all’Agis (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo) ha una nuova presidente, l’imolese Angela Maria Gidaro. La sovrintendente della Fondazione Accademia Internazionale Incontri col maestro è stata nominata lo scorso 12 gennaio e succede a Monica Gattini Bernabò, che ha concluso il suo triennio di presidenza. «Sono particolarmente lieta – dichiara la presidente Gidaro – di aver assunto la presidenza di Aiforart, della quale la Fondazione Accademia di Imola che rappresento è socio fondatore, e che guiderò assieme ai due vice presidenti Amalia Salzano (Aidaf) e Marco Plini (Scuola Civica di Teatro Paolo Grassi) e ai nuovi componenti del direttivo Paolo Stratta (Cirko Vertigo) e Pino Lombardo (Bernstein School of Musical Theater)».

Fondata nel 2018, Aiforart nasce con lo scopo di diventare uno strumento di dialogo con le istituzioni italiane ed europee per la tutela degli interessi diffusi e collettivi dei soggetti rappresentati che caratterizzano la formazione artistica e musicale nelle diverse discipline. L’obiettivo principale è rappresentare le istituzioni italiane che si occupano di Alta Formazione e di perfezionamento in ambito artistico, dalla musica al teatro. «Aiforart è un tavolo – spiega la presidente – che pone a sistema il dibattito sui temi reali della didattica, sulla giuntura tra formazione e produzione, sulle pratiche artistiche trasversali e multidisciplinari, sul rapporto con le realtà formative europee. Il nostro operato sarà a difesa degli interessi degli associati, in dialogo con le istituzioni governative ed amministrative, in continuità con il triennio appena concluso guidato da Monica Gattini Bernabò (Scuole Civiche di Milano)».

Nella foto: Angela Maria Gidaro

Angela Maria Gidaro della Fondazione Accademia di Imola è la nuova presidente di Aiforart
Cultura e Spettacoli 18 Gennaio 2023

«Sound Gigante», un lavoro dell’imolese Giangiacomo De Stefano sbarca su Sky Arte

Innovazione, avanguardia e sperimentazione: è quanto ha prodotto la musica italiana, influenzando rock, elettronica, cinema e arte in un processo ventennale che viene raccontato da «Sound Gigante. Storia alternativa della musica italiana». Scritta dall’imolese Giangiacomo De Stefano e Valentina Zanella, diretta dallo stesso De Stefano e con la voce narrante di Alessio Bertallot, è la nuova serie Sky Original prodotta da Sky e K+ in collaborazione con Sonne Film e Sample, in esclusiva su Sky Arte da oggi, 18 gennaio alle 21.15, in streaming solo su Now e disponibile anche on demand. La serie in quattro episodi comincia parlando del 1964, anno in cui il film «Per un pugno di dollari» di Sergio Leone apre, con la colonna sonora firmata da Ennio Morricone, una via italiana al rock e all’immaginario che contemporaneamente sta prendendo forma nei paesi anglosassoni.

«Attraverso il fenomeno degli urlatori e successivamente del beat fino alla nascita delle etichette indipendenti e al grande successo del prog – spiegano le note di presentazione della serie -, il racconto prosegue ripercorrendo in chiave musicale il momento denso di creatività e dal forte impegno politico che si chiude verso la fine degli anni 70’. A sancire questa rottura, da un lato la disco music, dall’altra il punk, che a differenza del precedente prog rock, sarà prevalentemente un fenomeno nazionale. Paradossalmente però, e in modo inaspettato, attraverso il post punk e la new wave, sarà anche il ponte per quella che poi verrà denominata Italo disco, ultimo bagliore di una musica italiana dal grande riscontro internazionale».

Un viaggio musicale che ripercorre il genio di nomi quali Ennio Morricone, Alessandro Alessandroni, Mario Schifano, Piero Piccioni, Franco Battiato, Area, I Giganti, Lucio Fulci, Fabio Frizzi, Goblin, Osanna e molti altri. (s.f.)

Nella foto: Giangiacomo de Stefano

«Sound Gigante», un lavoro dell’imolese Giangiacomo De Stefano sbarca su Sky Arte
Cultura e Spettacoli 13 Gennaio 2023

Monti e Massironi a teatro, escursioni e il Salterio del 1200 che «saluta» il pubblico: un weekend di eventi per tutti i gusti

Weekend al via, pronti a scaldare la nostra voglia di esplorare tra arte, cultura e divertimento.
Domani, sabato 14 gennaio, saluta il pubblico il percorso espositivo allestito nella biblioteca comunale imolese dal titolo «Viaggi straordinari. Il Salterio inglese e altri tesori dai fondi storici e dagli archivi della Biblioteca», che vede anche tra i pezzi in mostra un antico Salterio del 1200 restaurato. Aperta dalle ore 10 alle 13, la mostra è anche oggetto di una visita guidata alle 11, in quello che è il suo giorno di chiusura. Sempre domani, chiude anche la personale del pittore Bruno Cenni al centro Primola di via Lippi 2/c a Imola (visitabile dalle 9.30 alle 12.30). Attenzione puntata sul mondo dell’arte e della storia nel pomeriggio di sabato, con l’architetto imolese Sandra Manara, sovrintendente del Mausoleo e del palazzo di Teodorico di Ravenna, che all’istituto Santa Teresa alle 16 parlerà di «Teodorico il Grande – Re degli Ostrogoti».

Per chi ama il teatro, il fine settimana offre diverse possibilità. Da oggi a domenica, il teatro Stignani ospita la pièce «Il marito invisibile», con Maria Amelia Monti e Marina Massironi, dirette da Edoardo Erba (venerdì ore 21,sabato ore 15.30 e 21, domenica ore 15.30, info allo 0542 602600).

A Castel San Pietro, questa sera alle 21, va in scena al teatro Jolly lo spettacolo dialettale  «Long a l’èrzen ed Sèvna» con la Compagnia «Al nostar dialatt» (prenotazioni sms/whatsapp 333 9434148), spettacolo che replica anche alla Sala del Suffragio di Medicina domenica alle 16.30. Sempre a Medicina, oggi alle 21, l’appuntamento al Magazzino Verde è dedicato ai ragazzi: «Fragili» è un lavoro consigliato a chi ha più di  anni, è a cura di Nonsoloteatro – Torino e affronta il mondo degli adolescenti con il suo caleidoscopio di emozioni (info su sito). 

Infine, chi ha voglia di fare esercizio fisico domenica 15 può partecipare all’escursione proposta dal Cai sui colli bolognesi, con un percorso di 4 ore e mezza dalla Certosa di Bologna per poi salire a San Luca, al Parco Talon e al Parco San Pellegrino: il ritrovo è alle 8 al parcheggio della Bocciofila a Imola (informazioni al  340 2639398). (s.f.)

Tutti gli appuntamenti del fine settimana e non solo su AppU Imola.

Nella foto (dal sito del teatro Stignani): Maria Amelia Monti e Marina Massironi

Monti e Massironi a teatro, escursioni e il Salterio del 1200 che «saluta» il pubblico: un weekend di eventi per tutti i gusti
Cultura e Spettacoli 7 Gennaio 2023

Befana in bici e Re Magi, a Sesto e Dozza le Feste si chiudono con la tradizione

Feste di Natale finite ieri anche a Sesto Imolese e Dozza con gli appuntamenti trai i più attesi per i cittadini. Nella frazione imolese, come da tradizione, la befana è arrivata in bicicletta grazie alle associazioni Ciclobrocchi, Festagri e Palinsesto. Un successo tra musica, luci, colori e dolci per grandi e piccini. A Dozza, invece, dopo due anni sono tornati i Re Magi ed il corteo in costume per l’edizione numero 33 che riconcilia la comunità con una tradizione religiosa molto sentita. (r.cr.)

Nella foto: l’arrivo della Befana a Sesto Imolese

Befana in bici e Re Magi, a Sesto e Dozza le Feste si chiudono con la tradizione

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA